Cosa si regala quando sta per arrivare un bebè?

Ultimo aggiornamento: 17.10.19

 

La lista, incompleta, parziale ma illuminante dei regali da fare al bebè in arrivo e alla neomamma che l’aspetta

 

Quanti regali si possono fare a una mamma in attesa? Anche troppi. La regola dovrebbe essere sempre la stessa: consultare la diretta interessata. Per lo più non avrà la più pallida idea di cosa userà davvero e cosa andrà a prendere polvere in soffitta, avendocela.

Spesso un regalo a una coppia di neogenitori si trasforma in una vera e propria croce. Chi lo fa non sa mai cosa sia più adatto e chi lo riceve si sente in obbligo di mostrare d’aver gradito, o peggio, usato. Anche quando se ne farebbe volentieri a meno.

Consultando chi deve ricevere il regalo si ottiene il doppio vantaggio di andare a colpo sicuro e non essere maledetti dai genitori. Ma non sempre si può contare sulla necessaria confidenza che permette di rivolgere la domanda diretta. In questi casi si può puntare sul classico.

 

La borsa o lo zaino per il cambio

Nella caccia grossa ai mobili per occuparsi del pupo, fasciatoio, vaschetta per il bagno, culla e trio, la scelta della borsa per il cambio potrebbe essere messa in secondo piano. Male, perché potrebbe essere l’occasione giusta per evitare di sentirsi sciatte e trascurate quando si va a spasso col bebè. Di mamme che gridano strazianti il proprio dolore per le notti insonni e la mancanza di tempo per una doccia, se ne vedono tante. Meno frequenti sono quelle che adottano una certa accortezza in fatto di stile e design.

Se la futura mamma non disdegna di essere in ordine e curata quando esce col pupo, allora apprezzerà d’avere a disposizione accessori gradevoli. Esistono buone soluzioni che consentono di avere a portata di mano quasi tutto quello che serve per un bebè ma senza trascurare il look. Le amiche vere possono dedicare un po’ del loro tempo alla ricerca della soluzione più adatta a conciliare aspetto e funzionalità.

Oggi che gli zainetti sono stati finalmente sdoganati dallo stile adolescenziale e, peggio, liceale, anche su questo versante si possono fare scoperte interessanti, basta cercare.

 

 

La biancheria

Mussole di cotone, teli di spugna, accappatoi con le orecchie o con l’angolo foderato per fare da cappuccio. Le soluzioni sono tante e tutte sempre molto utili e gradite. Se il pupo nasce in estate è probabile che trascorrerà tanto tempo a mollo nella vaschetta per sconfiggere la calura. Meglio fare scorta di asciugamani e altri elementi utili per asciugare il bebè a ogni cambio.

Anche vestitini e body o pagliaccetti possono essere graditi, ma rientrano dritti dritti nella categoria dei gusti personali. Per cui, se non si è certi di centrare perfettamente i gusti di mamma e papà, meglio lasciar perdere. Del resto avranno già abbastanza vestiti da poter allestire la bancarella e rivenderli al primo mercatino dell’usato da qui a pochi mesi.

 

La fascia

Se la mamma non ha intenzione di usarla forse è inutile regalarla ma, se si ha una buona capacità di persuasione, si può illuminare la beatamente ignara mamma sull’infinito potenziale di questo strumento. È bene valutare alcuni aspetti prima di acquistare una fascia per qualcun altro. La taglia non è sempre la stessa, la corporatura di chi porta e di chi è portato sono importanti per trovare l’ottimo.

La fascia elastica si usa solo fino a 9 chili del bebè, poi va sostituita con una rigida oppure con un mei tai. Meglio evitare il marsupio, deve essere scelto su misura e rispondere alla perfezione alle esigenze di entrambi. Al posto della fascia, si può pensare di regalare una o due lezioni con una consulente del portare, che di solito risulta ancora più persuasiva.

 

Sempre utili

Ci sono oggetti che per alcuni sembrano indispensabili e per altri delle diavolerie da mandare immediatamente in discarica. Con la puericultura non si scherza: non è una scienza esatta e ogni coppia mamma e bimbo determina cosa si deve sempre usare e cosa invece, bellamente, no.

Però ci sono delle eccezioni. Le cose sempre utili sono quelle alle quali si tende a non pensare subito. Il set per il taglio delle unghie, per esempio, è utilissimo. Meglio se dotato di tronchesina e non solo di forbicine. Il termometro, magari anche in grado di misurare la temperatura dell’acqua se i genitori sono un po’ scaramantici.

 

Stampare le foto

Questa è una grossa responsabilità che dovrebbe assumersi chi sta a stretto contatto con la famiglia. Di solito è un compito affidato al papà, ma chiunque abbia accesso all’archivio segreto delle mille mila foto scattate al piccolo dovrebbe assumersi l’incarico. Si tratta di selezionare, tagliare, modificare, montare e assemblare le foto di un anno intero. Dall’ecografia in poi, tutte quelle che immortalano tutti i momenti significativi per vedere in un colpo d’occhio l’evoluzione incredibile che ha fatto il bebè.

Si tratta di un lavoro piuttosto impegnativo e spesso molto intimo. Non tutti hanno accesso a tutte le fotografie e spesso si tratta di mettere mano a materiale scottante. Nudi di bagnetti, i primi pianti a dirotto, le facce stravolte dall’assenza di sonno. Un po’ di affetto e tanta attenzione per i particolari consentono di ottenere dei buoni album del primo anno. Si stampano direttamente online e sono già rilegati in forma di fotolibro. Perfetti.

 

 

Buoni e altri oggetti di valore

Spesso regalare denaro è visto come un gesto offensivo e poco significativo. Si ha la pretesa di regalare qualcosa che stupisca i genitori e le rispettive famiglie. Associare un oggetto alla persona che l’ha regalato, suscita in tanti una sensazione di semplice appagamento e soddisfazione.

Se si ha il desiderio di lasciare una traccia indelebile e di grande valore ci sono alcune strade da percorrere che non dispiacciono a chi le riceve. È possibile regalare un buono fruttifero per minori. Un importante simbolo di affetto e cura che accumula valore nel tempo e rappresenta un vero e proprio tesoretto per chi lo riceve e potrà scambiarlo al compimento della maggiore età. Di buon auspicio.

Anche l’oro, in forma di gioielli o di lingottino, rappresenta un regalo interessante sotto questo punto di vista. Acquisisce valore con l’andare del tempo, ed è un oggetto fisico in memoria di chi ha fatto il regalo. 

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...