Gli 8 Migliori Ciucci Del 2022

Ultimo aggiornamento: 21.01.22

 

Ciuccio – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Nonostante il ciuccio sia un oggetto di uso comune durante la prima infanzia, è sempre più difficile orientarsi tra i numerosi modelli disponibili in commercio e capire quale sia quello più adatto alle esigenze del proprio bambino. Per questo abbiamo stilato una classifica dei prodotti valutati come campioni di affidabilità dagli stessi genitori che li hanno scelti per i propri figli. Qualche esempio? Il ciuccio in silicone personalizzato è un accessorio simpatico, originale e reso unico dal nome del bimbo stampato sulla mascherina esterna, mentre il Mam Original Night è facilmente riconoscibile per il suo design simmetrico che si adatta al viso del bebè per aiutarlo a tenerlo in bocca correttamente.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori ciucci – Classifica 2022

 

Ecco la nostra classifica dei migliori ciucci del 2021, con la descrizione dei modelli venduti online che hanno riscosso più successo tra genitori e bambini. Una volta individuato il prodotto giusto potrete usare il link che segue ogni recensione per scoprire dove acquistare il modello di vostro interesse a prezzi bassi e convenienti.

 

 

Ciuccio personalizzato

 

1. Ciuccio in silicone antiallergico personalizzato con nome

 

Quando sta per nascere un bambino in genere i neo genitori preparano tutto il necessario in anticipo ed è praticamente impossibile regalare qualcosa di davvero utile e indispensabile.

Scartando i giocattoli, che per un neonato non costituiscono ancora il regalo più apprezzato e gradito, la soluzione migliore potrebbe essere un accessorio pratico e spiritoso al tempo stesso: ecco quindi che un ciuccio personalizzato si rivela l’oggetto più adatto da regalare in occasione della nascita di un bebè.

Il modello che svetta in cima ai nostri consigli d’acquisto viene proposto in tre diverse colorazioni e offre la possibilità di essere ulteriormente decorato con il nome del piccolo destinatario o una frase significativa da far stampare sulla mascherina esterna.

Utile soprattutto per i gemellini e i bambini che frequentano l’asilo nido, rappresenta anche un valido sistema per evitare di smarrire il proprio ciuccio personale o di scambiarlo con quello di altri bimbi.

 

Pro

Originale: Questo simpatico ciuccio personalizzato si può decorare a piacimento facendo stampare sulla mascherina il nome del bebè, una dedica o una frase significativa.

Unico: Oltre a essere un affascinante accessorio di tendenza, evita che il bimbo smarrisca il proprio ciuccio o lo scambi con quello di altri bambini che frequentano l’asilo nido.

Stampa: La scritta resiste alle alte temperature e non viene via nemmeno dopo numerose sterilizzazioni a caldo.

 

Contro

Occhio ai morsi: Basta un’addentata un po’ più vigorosa e la tettarella in silicone si lacera subito.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ciuccio Mam

 

2. Mam Ciuccio Luminoso Original Night in Set da 2

 

L’istinto di suzione permette ai bambini di alimentarsi in modo autonomo, ma anche la suzione non nutritiva (SNN) riveste un ruolo fondamentale nel corretto sviluppo del sistema neurale del neonato grazie al suo aspetto auto-consolatorio.

Per questo è importante assecondarla al meglio con un succhietto fisiologico che rispetti la naturale fisiologia del cavo orale, consentendo il corretto posizionamento della lingua all’interno della bocca per assecondarne i movimenti.

Ed è proprio questo l’obiettivo che si propone di raggiungere il ciuccio Mam Original Night, caratterizzato da una forma simmetrica studiata in collaborazione con esperti in ambito medico selezionati dalla ICMRS (International Children Medical Research Society) per supportare la respirazione fisiologica del bambino e accompagnarlo in tutte le fasi della sua crescita.

Disponibile in tre misure differenti per adattarsi all’età del neonato (2-6, 6+ e 16+), dispone di un ampio bottone sulla mascherina, che oltre a essere facile da afferrare, si illumina al buio fino a sette ore per permettere sia ai genitori sia al piccolo di trovare il ciuccio facilmente di notte.

 

Pro

Ortodontico: Il ciucciotto Mam Original Night presenta una forma simmetrica studiata per seguire alla perfezione lo sviluppo del palato dei neonati, prevenendo alcuni dei problemi ortodontici più comuni.

Si illumina: Il bottone sulla mascherina si illumina al buio per evitare il fastidio di perdere tempo alla ricerca del succhietto perduto.

Materiali: La tettarella è realizzata in morbido silicone “skin soft” per favorire la corretta respirazione fisiologica durante la suzione e garantire un comfort maggiore anche di notte.

 

Contro

Pulizia: Quando si sterilizza il ciuccio può capitare che entri acqua nella tettarella attraverso il foro di ventilazione di cui è provvista.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ciuccio Chicco

 

3. Chicco Ciuccio Physio Soft 16-36 Mesi

 

L’esclusiva “PhysioForma” del ciuccio Chicco è stata studiata per supportare la respirazione fisiologica del bambino e favorire il corretto sviluppo della bocca, aiutando a posizionare la lingua in avanti per lasciare aperte le vie aeree.

Se utilizzato correttamente per un periodo inferiore ai tre anni promuove la crescita delle ossa della mascella e previene l’insorgenza di malocclusioni dentali dovute alla mancanza di spazio per i denti definitivi.

La scelta di utilizzare il silicone per la realizzazione della tettarella rende il succhietto più igienico e indeformabile, mentre la finitura “Soft Sense” simula il seno materno e non provoca fastidiose irritazioni a contatto con la pelle delicata del bambino.

I quattro fori di ventilazione consentono il passaggio dell’aria per ridurre il ristagno della saliva durante la suzione, ma secondo i pareri di alcuni genitori la mascherina tende a coprire troppo la bocca dei neonati a causa delle sue dimensioni generose.

 

Pro

Adattabilità: Il gommotto PhysioForma è realizzato in morbido silicone con rivestimento Soft Sense per adattarsi alla naturale fisiologia del viso e risultare più confortevole durante la nanna.

Praticità: L’astuccio che contiene i due succhietti Chicco può essere utilizzato sia come portaciuccio sia per la sterilizzazione in microonde.

Confortevole: La base arrotondata permette un appoggio comodo e naturale delle labbra, mentre i fori di ventilazione agevolano la circolazione dell’aria per prevenire il ristagno della saliva che può causare irritazioni.

 

Contro

Dimensioni mascherina: In comparazione con altri modelli per neonati, presenta una mascherina abbastanza grande e ingombrante che tende a coprire troppo la bocca.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ciuccio Suavinex

 

4. Suavinex Confezione da 2 Ciucci Anatomici in Silicone Mod. 306030

 

Più economico dei modelli precedenti, ma con un livello di soddisfazione che rimane invariato, il ciuccio Suavinex è indicato per la fascia d’età da 6 a 18 mesi e viene venduto in una pratica confezione da due pezzi, caratterizzati da decorazioni molto colorate e divertenti.

La tettarella anatomica in silicone presenta una forma a goccia leggermente schiacciata e ricurva verso l’alto per adattarsi alla naturale conformazione del palato, senza interferire con il corretto sviluppo delle arcate dentali.

Lo scudo esterno ha dimensioni tali da facilitare la presa al bimbo e impedirgli di infilarsi tutto il ciuccio in bocca, mentre il design rotondo rivolto verso il viso assicura un buon afflusso d’aria per ridurre il rischio di irritazioni intorno alle labbra.

Esteticamente sono molto carini e la qualità è di ottimo livello, anche perché tutti i materiali scelti dall’azienda spagnola sono conformi agli standard di sicurezza europei e totalmente privi di BPA.

 

Pro

Anatomico: La tettarella è stata disegnata per adattarsi alla forma del palato del bambino, favorendo la corretta chiusura della bocca.

Sicurezza: Il prodotto è BPA free ed è stato approvato sia dalla Società Spagnola di Pediatria sia dall’Associazione di Specialisti Italiani in Ortodonzia (ASIO).

Aerazione: La presenza di due ampi fori di ventilazione agevola il passaggio dell’aria ed evita l’accumulo della saliva durante la suzione.

 

Contro

Colori: Diversi acquirenti lamentano di aver scelto una specifica tonalità al momento dell’ordine e averne ricevuta una diversa una volta aperta la confezione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ciuccio Avent

 

5. Philips Succhietto Calmante Avent SCF194/04

 

Il ciuccio Avent SCF194/04 di Philips è un modello adatto ai bambini da 3 a 18 mesi grazie alla speciale forma a ciliegia della tettarella, interamente realizzata in morbido silicone con superficie granulosa per imitare la consistenza del capezzolo materno.

La punta rotonda di dimensioni contenute favorisce la suzione naturale, scongiurando al contempo il rischio che il piccolo, una volta abituatosi al ciuccio, non voglia più attaccarsi al seno.

A differenza di altri modelli, è costituito da un unico stampo in silicone anallergico che lo rende estremamente sicuro per via dell’assenza di componenti staccabili che potrebbero essere inavvertitamente ingeriti dal piccolo.

Da segnalare, inoltre, che il materiale siliconico scelto da Philips Avent è particolarmente resistente sia all’usura sia alle temperature elevate, per cui potrete sterilizzare il ciuccio con una certa frequenza senza pericolo che si rovini o si laceri.

 

Pro

Tettarella: La forma a ciliegina con punta arrotondata ricorda quella del capezzolo materno per favorire una suzione naturale e promuovere, al contempo, il fisiologico sviluppo di denti e gengive.

Ventilazione: La mascherina presenta un design molto simile a un orsetto ed è dotata di due fori che permettono il passaggio dell’aria in modo che la saliva non si accumuli intorno alla bocca.

Sicuro: Realizzato in un unico pezzo di silicone, non presenta parti rigide che potrebbero staccarsi ed essere inavvertitamente ingerite dal bimbo.

 

Contro

Dimensioni: A causa delle dimensioni troppo grandi dello scudo esterno, il ciuccio tende spesso a cadere dalla bocca dei neonati.

Gancio: Non dispone di alcun gancetto per poterlo fissare alla catenella portaciuccio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ciuccio 0 mesi

 

6. Philips Ciuccio Ultra Air 0-6 Mesi Avent SCF085/02

 

Dopo aver confrontato i prezzi e le caratteristiche dei succhietti per neonati, siamo giunti alla conclusione che il miglior ciuccio 0 mesi attualmente disponibile sul mercato sia il Philips Avent Ultra Air SCF085/02.

Sulla confezione si legge infatti che l’età di utilizzo raccomandata è da 0 a 2 mesi, ma volendo è possibile ampliare questa fascia fino ai sei mesi. Si conferma un prodotto particolarmente adatto ai neonati anche in virtù dei materiali utilizzati, visto che la tettarella è interamente realizzata in silicone anallergico BPA/Phthalate & Latex free.

Come facile dedurre dal nome, il modello è dotato di fori extra large che, oltre a mantenere la pelle perfettamente asciutta durante l’utilizzo, evitano l’accumulo di saliva intorno alla bocca per prevenire l’insorgenza di fastidiose irritazioni.

Inoltre, si rivela molto pratico da pulire e sterilizzare grazie alla dotazione di una custodia in plastica rigida che può essere inserita nel forno a microonde.

 

Pro

Design: La forma ergonomica della mascherina si adatta al viso del bambino, mentre la tettarella anatomica è progettata per un corretto sviluppo orale.

Resistente: Il materiale siliconico scelto da Philips Avent per la realizzazione di questo ciuccio per neonati ha dimostrato un’elevata resistenza al deterioramento e alle alte temperature.

Sterilizzazione: Risulta molto facile e veloce da sterilizzare in microonde grazie alla pratica custodia inclusa nella dotazione.

 

Contro

Ergonomia: Alcuni genitori avrebbero preferito una tettarella dalla forma più simmetrica per impedire al bambino di girare il ciucciotto in bocca e usarlo in maniera scorretta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ciuccio caucciù

 

7. Chicco Ciuccio in Caucciù Physio Forma 0-6 Mesi

 

Se siete interessati all’acquisto di un ciuccio in caucciù vi consigliamo di prendere in considerazione il gommotto Physio Forma 0-6 mesi proposto da Chicco, una garanzia quando si tratta di prodotti per la primissima infanzia.

Grazie alla realizzazione in caucciù di origine naturale, ricavato dalla pianta Hevea Brasiliensis, risulta molto resistente ed elastico al tempo stesso, presentando una consistenza che ricorda quella della pelle per offrire una piacevole sensazione di morbidezza e comfort durante la suzione.

La forma della placchetta che copre la bocca è disegnata in modo da seguire le linee naturali del viso ed è dotata di quattro fori che agevolano la ventilazione.

Per quanto riguarda la tettarella, lo speciale design concavo rivolto verso l’alto e i rilievi sulla punta permettono alle labbra di chiudersi in modo naturale e aiutano a posizionare la lingua in maniera corretta, consentendo così al ciuccio di aderire perfettamente al palato per favorire il corretto sviluppo della dentatura.

 

Pro

Confortevole: Il design concavo della mascherina e i quattro fori di cui è provvista consentono una buona traspirazione ed evitano il deposito di saliva o umidità che a contatto con la pelle delicata del bebè potrebbe causare irritazioni.

Tettarella: Presenta una forma anatomica e leggermente schiacciata che distribuisce la pressione sul palato in modo uniforme per garantire il corretto sviluppo del cavo orale.

Astuccio sterilizzante: Nella dotazione è inclusa anche una pratica scatolina dove riporre il ciuccio durante il trasporto e il processo di sterilizzazione in microonde.

 

Contro

Igiene: Il caucciù, pur essendo un materiale naturale e confortevole a contatto con la pelle, risulta più difficile da lavare e sterilizzare poiché la sua superficie porosa tende a raccogliere polvere e sporco più facilmente, rendendo il ciucciotto meno igienico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ciuccio Bibs

 

8. Bibs Ciuccio in Silicone De Lux

 

L’ultimo prodotto che vi proponiamo è il ciuccio Bibs De Lux, disponibile in diciotto differenti colorazioni con finitura opaca per adattarsi sia ai maschietti sia alle femminucce.

La tettarella in gomma naturale a forma di ciliegia si rivela molto confortevole e permette alla lingua di distribuire uniformemente la pressione sul palato, favorendo la corretta chiusura della bocca e il passaggio dell’aria.

Lo scudo rotondo e leggero è rivolto verso il viso del bimbo per consentire un appoggio comodo e naturale delle labbra, mentre i tre fori di ventilazione agevolano la traspirazione della pelle, riducendo il rischio di irritazioni e arrossamenti.

Certificato EN 1400+A2, non delude nemmeno dal punto di vista della qualità costruttiva poiché i materiali scelti per la sua realizzazione rispettano gli standard di sicurezza europei e sono privi di BPA, pvc e ftalati.

 

Pro

Ampia scelta di colori: Il ciuccio rotondo della marca danese Bibs è disponibile in un’ampia gamma di colori adatti sia ai bambini sia alle bambine.

Sicurezza: I materiali con cui è realizzato sono di ottima qualità e certificati EN 1400+A2 in quanto totalmente privi di BPA, pvc e ftalati.

Rapporto qualità/prezzo: La confezione da due ciucciotti viene venduta a un prezzo molto conveniente nonostante la buona qualità complessiva.

 

Contro

Poco prensile: Alcuni genitori lamentano una certa difficoltà dei bambini ad afferrare e stringere il bottone della mascherina a causa del suo ampio spessore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere un buon ciuccio

 

Il ciuccio (noto anche con il nome di ciucciotto o succhietto) è uno degli oggetti più utilizzati durante la prima infanzia: imitando la forma del capezzolo materno permette ai bambini di soddisfare l’istinto di suzione, svolgendo al contempo un’azione calmante e distensiva. Ecco una guida completa su come scegliere un buon ciuccio tra le tante offerte disponibili in commercio.

Il miglior ciuccio in base all’età

Il ciuccio è un oggetto di uso comune ormai sdoganato in qualsiasi negozio, o piattaforma online, che si occupa della vendita di prodotti per la prima infanzia. La maggior parte dei genitori decide di acquistarlo per un motivo ben preciso: tranquillizzare e calmare il bambino quando piange e conciliarne il sonno.

In commercio sono disponibili migliaia di modelli diversi, quindi non dovreste avere problemi a individuare il prodotto che meglio si adatti alle esigenze di vostro figlio.

Tuttavia, dal momento che la forma e il materiale influenzano la fascia di utilizzo del prodotto, il primo fattore da prendere in considerazione per capire quale ciuccio comprare è proprio l’età del bambino.

Durante le prime settimane di vita, ossia dai due ai quattro mesi, i prodotti migliori sono quelli in silicone e con una forma a ciliegia, caratterizzati solitamente da dimensioni molto piccole e una mascherina simmetrica capace di adattarsi al viso del neonato per aiutarlo a tenere il ciuccio in bocca correttamente.

Dai sei mesi in poi è consigliabile utilizzare un succhietto realizzato in caucciù (più elastico e resistente ai morsi) e che abbia una forma a goccia o anatomica. Questi modelli sono specificamente pensati per i bambini più grandi e hanno, in genere, una mascherina e una tettarella di dimensioni abbastanza ampie.

A ogni modo, sulla confezione è sempre indicata la fascia d’età a cui il prodotto è destinato, così da essere sicuri di fare la scelta giusta.

 

La forma della tettarella

Un altro elemento da considerare prima dell’acquisto di un ciuccio è la forma della tettarella, che andrà scelta non solo in base all’età del bebè, ma anche tenendo conto delle sensazioni che offre durante la suzione.

Nonostante il vostro impegno, infatti, sarà il bambino a scegliere il tipo di ciucciotto che preferisce e questo dipende da una serie di fattori come, per esempio, la somiglianza con il capezzolo materno, la necessità di mordicchiare qualcosa di morbido per alleviare il fastidio dei dentini che stanno spuntando o semplicemente il coefficiente ludico.

I modelli a ciliegina sono consigliati per i neonati poiché la loro forma imita alla perfezione quella del capezzolo materno e rappresentano la scelta ideale soprattutto per i bambini che vengono allattati al seno poiché scongiurano il rischio che il piccolo, una volta abituatosi al succhietto, non riesca più ad attaccarsi alla mammella.

Le tettarelle a goccia, invece, sono indicate dai sei mesi in poi e hanno un corpo leggermente allungato con una punta curvata verso il basso. Questa forma dovrebbe consentire al ciuccio di incastrarsi perfettamente tra il palato e la lingua, esercitando una pressione uniforme sulla parte superiore della cavità orale per prevenirne la deformazione.

Anche i modelli anatomici hanno una tettarella allungata ma, a differenza dei precedenti, la punta è più schiacciata e rivolta verso l’alto per meglio adattarsi alla forma del palato del bambino.

Precisiamo, infine, che queste tre tipologie di ciucci sono considerate ortodontiche in quanto progettate e approvate da specialisti del settore per non deformare o compromettere il corretto sviluppo delle arcate dentarie.

Materiali e accessori utili

Un altro aspetto importantissimo da prendere in considerazione nella scelta di un ciuccio sono i materiali con cui è realizzato. Un tempo in commercio erano disponibili quasi esclusivamente prodotti in gomma, mentre oggi possiamo scegliere tra due materiali principali: il silicone e il caucciù.

Il primo è un polimero di origine sintetica a base di silicio, indeformabile, che non assorbe gli odori né i sapori e sopporta senza problemi le sterilizzazioni a temperature elevate, sia mediante bollitura sia con specifiche soluzioni disinfettanti.

Il caucciù, invece, è una gomma naturale molto morbida ed elastica che, rispetto al silicone, risulta più resistente all’usura e alle lacerazioni. Le ottime caratteristiche di inalterabilità rendono i ciucci in silicone particolarmente adatti durante i primi mesi di vita, mentre con l’eruzione dentaria è consigliabile passare al succhietto di caucciù per via della maggiore resistenza ai morsi e ai tagli.

In ogni caso è buona norma assicurarsi sempre che mascherine e tettarelle siano BPA free, ovvero prive di Bisfenolo A.

Infine, per quanto riguarda gli accessori che è possibile trovare in dotazione ai prodotti della migliore marca, si rivelano molto utili una custodia in plastica al cui interno riporre il ciuccio quando non utilizzato e la catenella con clip da agganciare alla mascherina per impedire che il succhietto cada a terra o si perda.

 

 

 

Come utilizzare un ciuccio

 

I ciucci rientrano tra gli oggetti più venduti e acquistati quando una famiglia si arricchisce di un nuovo piccolo membro. Pur non essendo accessori indispensabili od obbligatori, offrono numerosi benefici e in pratica tutti i neonati li usano. Tuttavia, dal momento che il loro utilizzo comporta anche degli svantaggi da non sottovalutare, è fondamentale usarli nel modo giusto e al momento giusto.

Quando iniziare a dare il ciuccio?

Sebbene l’uso del ciuccio sia un tema capace di dividere tanto le generazioni dei genitori quanto quelle dei pediatri, secondo gli esperti andrebbe proposto al neonato dopo le prime quattro settimane di vita, quando l’allattamento e la suzione sono ben avviati.

Questo perché il suo utilizzo dai primissimi giorni dopo la nascita potrebbe interferire con l’attaccamento al seno e il corretto consolidamento della montata lattea.

Secondo alcuni studi, inoltre, dare il ciuccio tra il primo e il sesto mese, non solo ha un effetto calmante quando il bimbo è stanco, nervoso o annoiato, ma aiuta anche a ridurre il rischio di SIDS (Sudden Infant Death Syndrome o Sindrome della Morte Improvvisa del Lattante, nota anche come “morte in culla”), prevenendo gli episodi di apnea notturna e altri comportamenti ad alto rischio, come dormire a pancia in giù.

 

Gli svantaggi legati all’uso del ciuccio

Uno dei principali svantaggi dell’uso eccessivo e prolungato del ciuccio riguarda il corretto sviluppo delle arcate dentarie, provocando problemi ai denti di varia natura come, per esempio, il morso aperto (ovvero una scorretta chiusura dei denti – di tipo “verticale” – che comporta l’impossibilità di totale e corretta chiusura della bocca) e il morso incrociato (una malocclusione dentale in cui l’arcata superiore non è allineata con quella inferiore).

Inoltre, anche se spesso il ciuccio ha un effetto calmante sui bambini, è importante ricordare che dietro ogni pianto c’è sempre una richiesta.

Pertanto, non deve mai essere utilizzato in sostituzione al rapporto genitore-figlio: se il bimbo piange perché cerca il contatto materno, un abbraccio e una carezza sono sicuramente da preferire, anche perché serviranno a rafforzare ancora di più il legame con i genitori.

Allo stesso modo se il pianto è dovuto alla fame, alla noia o alle coliche, il ciucciotto ovviamente non risolverà il problema. È fondamentale, quindi, individuare le cause del pianto e dare il ciuccio al bebè solo se può aiutarlo a calmarsi, ma mai come sostituto del pasto né del fondamentale rapporto con la mamma e il papà.

Come proporre il ciuccio al bambino e i comportamenti da evitare

Nei bambini allattati al seno, succhiare un ciuccio richiede una tecnica differente che può essere acquisita solo dopo svariati tentativi. Inoltre, il fatto che quando si succhia non fuoriesca il latte può creare una certa confusione sia nei bimbi allattati in modo naturale sia in quelli alimentati con il biberon.

Per incoraggiare il proprio figlio a utilizzare il ciuccio, le prime volte che gli viene offerto sarebbe opportuno accarezzargli delicatamente le labbra con le dita per fargli aprire la bocca e reggere il succhietto nel momento in cui inizia a succhiare in modo che lo sputi subito.

Se il piccolo non vuole il ciuccio non bisogna insistere ma, piuttosto, proporglielo ogni tanto senza forzarlo, evitando tassativamente di intingere la tettarella nel miele o in altre sostanze dolci, perché molto dannose soprattutto durante il primo anno di vita.

Infine, qualora il bimbo perda il ciucciotto mentre dorme è meglio evitare di rimetterglielo in bocca, a meno che non si svegli cercandolo.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come togliere il ciuccio?

Togliere il ciuccio a un bambino non è per nulla facile e molti genitori spesso non sanno da che parte iniziare. Per evitare traumi è fondamentale cominciare gradualmente, limitandone l’utilizzo a determinati momenti della giornata, per esempio solo per la nanna.

Ovviamente, bisognerà preparare il bimbo con un po’ di anticipo, incoraggiandolo e complimentandoci con lui quando non lo usa. Gratificarlo e premiarlo con dei regalini se riesce a rinunciarci, trovare con lui un posto sicuro dove lasciarlo quando non lo utilizza, fargli fare cose da “grandi” e convincerlo a regalarlo a un bimbo più piccolo o appena nato possono aiutarlo ad abbandonarlo in fretta e senza piagnistei.

Quando togliere il ciuccio?

Dal momento che la suzione prolungata dopo i quattro anni di età espone i bambini a un maggiore rischio di otiti e malocclusioni dentali, la maggior parte dei pedagogisti e degli esperti consiglia di togliere il ciuccio entro i tre anni.

 

Come sterilizzare il ciuccio?

Ci sono due metodi per sterilizzare correttamente un ciuccio: la sterilizzazione a freddo, che prevede l’uso di apposite soluzioni chimiche disinfettanti in cui immergerlo per un tempo variabile a seconda del prodotto scelto, e la sterilizzazione a caldo.

Quest’ultima può avvenire mediante bollitura, immergendo il ciuccio in acqua bollente per cinque minuti circa; in microonde, utilizzando dei contenitori appositi (spesso forniti in dotazione al prodotto) e seguendo le istruzioni riportate sulla confezione; oppure tramite uno sterilizzatore domestico, un pratico apparecchio che permette di disinfettare e sterilizzare tutti gli oggetti con cui il piccolo può entrare in contatto.

 

Dopo quanto tempo bisogna sostituire il ciuccio?

In genere si consiglia di sostituire il ciuccio ogni due mesi per motivi igienici, ma se il bimbo si trova nella fase della dentizione è opportuno controllarlo sempre prima di darglielo e sostituirlo con uno nuovo non appena inizia a mostrare segni di usura, fori o lacerazioni.

 

È possibile che il bambino ingoi il ciuccio?

No. Tutti i succhietti autorizzati all’immissione in commercio vengono realizzati in collaborazione con esperti in ambito medico e pediatrico, nel rispetto degli standard di sicurezza internazionali e delle dimensioni minime previste per questi tipi di prodotti. Pertanto, non è possibile che neonati e bambini li ingoino.

Raramente può accadere che il piccolo si infili tutto il ciuccio in bocca e, se ciò accade, basterà rimuoverlo con delicatezza afferrandolo dal bottone.

 

Se il bambino è nato prematuro può usare il ciuccio?

Assolutamente sì, a patto però che inizi a usarlo dopo le quattro settimane di vita. Nei lattanti che vengono alimentati mediante sondino naso-gastrico perché non sono ancora in grado di attaccarsi al seno, il ciuccio favorisce l’alimentazione autonoma e può essere utilizzato come analgesico durante la terapia intensiva.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI