I 5 Migliori Mangiapannolini del 2024

Ultimo aggiornamento: 24.05.24

 

Mangiapannolini – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Il mangiapannolini è un accessorio che si rende necessario per gestire correttamente lo smaltimento dei pannolini usati. La scelta del modello più adatto dipende da vari fattori, la capienza e la facilità d’uso sono tra i principali requisiti da ricercare.

Per facilitarvi la ricerca e permettervi di risparmiare tempo investendo al meglio il vostro denaro, vi consigliamo di dare un’occhiata alle offerte che vi proponiamo di seguito. Tra i dispositivi che meritano una comparazione attenta ne segnaliamo due. Tommee Tippee Twist & Click sfrutta un innovativo sistema di smaltimento che sigilla singolarmente i pannolini sporchi, neutralizzando germi e cattivi odori. Foppapedretti Bidoncino Maialino ha una forma allungata e facile da collocare dove serve.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 Migliori Mangiapannolini – Classifica 2024

 

La classifica che segue vi propone dei suggerimenti da tenere in considerazione al momento di scegliere quale mangiapannolini comprare. Siamo certi che la troverete utile.

 

 

Mangiapannolini Tommee Tippee

 

1. Tommee Tippee Mangiapannolini Twist & Click Sangenic

 

Tra i migliori mangiapannolini del 2024 segnaliamo l’innovativo sistema di smaltimento Twist & Click di Tommee Tippee, proposto a un prezzo molto conveniente e realizzato in plastica riciclata al 98% per ridurre l’impatto ambientale.

A differenza di altri modelli venduti online, è dotato di una manopola che avvolge singolarmente i pannolini sporchi  impedendo la proliferazione di germi e cattivi odori.

Grazie al design poco ingombrante, che si sviluppa soprattutto in altezza, risolve egregiamente ogni possibile problema di spazio e grazie all’ingegnoso coperchio piatto si potrà posizionarlo anche in aderenza a una parete senza ostacolarne l’apertura.

Il modello può contenere fino a trenta “produzioni” maleodoranti dei bambini, conservandole in un luogo sicuro e igienico in attesa che arrivi il giorno giusto per la raccolta differenziata.

Inoltre, in nessun caso le mani del genitore verranno in contatto con i pannolini sporchi perché lo stantuffo integrato li spinge automaticamente nel contenitore una volta chiuso il coperchio.

 

Pro

Anti-odore: Il sistema di impacchettamento di ogni singolo pannolino mantiene all’interno i cattivi odori, impedendo la proliferazione di germi e batteri grazie ai sacchetti con pellicola multistrato antibatterica.

Capienza: Rientra tra i mangiapannolini più venduti per il convincente rapporto qualità/prezzo e la buona capacità contenitiva che ne permette un utilizzo intensivo, senza doverlo svuotare continuamente.

Salvaspazio: Le dimensioni contenute del bidone, sui 29x26x39 cm circa, permettono di posizionarlo in un piccolo angolo del bagno o della cucina senza comportare un ingombro eccessivo. Inoltre, essendo molto leggero, si può sollevare e spostare agevolmente da una stanza all’altra.

Igienico: Non c’è alcun contatto tra le mani e il pannolino perché il coperchio è dotato di un cilindro che lo spinge automaticamente nel contenitore.

 

Contro

Ricariche: Dal momento che i sacchetti Sangenic originali costano un occhio della testa, vi suggeriamo di cercare un negozio affidabile dove acquistare delle buone ricariche compatibili ugualmente efficaci ma più economiche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mangiapannolini Foppapedretti

 

2. Foppapedretti Maialino Bidoncino Getta Pannolini

 

Foppapedretti non sempre si caratterizza per i prezzi bassi, eppure in questa combinazione con AngelCare propone un oggetto facile da usare e molto accessibile.

Il modello Maialino piace perché è molto compatto eppure capiente. Specie durante i primissimi mesi di vita del piccolo le dimensioni dei pannolini sono molto ridotte.

Mentre i cambi sono molto frequenti, anche otto durante il giorno, più quelli notturni. L’apparecchio Foppapedretti consente di disfarsi dei pannolini usati senza dover buttare ogni giorno la spazzatura.

Una soluzione comoda anche perché il sistema di ricarica è molto intuitivo e pensato per essere usato fino a quando termina il rullo senza spostarlo dal suo scomparto.

Basta annodare la base del sacco e usarlo fino a che si riempie. Semplice e veloce anche la sostituzione del sacchetto, infatti è presente un cutter che consente di tagliarlo alla misura desiderata quando il secchio è colmo.

 

Pro

Il più capiente: Forse non in assoluto il più economico, ma di certo uno tra quelli che possono ospitare più pannolini all’interno del secchio.

Protegge dai cattivi odori: Sfrutta un sistema di barriera che impedisce il passaggio dell’ossigeno e quindi limita la proliferazione dei batteri che causano il cattivo odore.

Facile da svuotare: Una volta riempito il secchio è facile tagliare il sacco a misura con l’apposita taglierina e tirarlo fuori dal contenitore.

 

Contro

Bisogna inserire la mano: Quando è il momento di buttare i pannolini, è necessario infilare la mano all’interno del secchio per assicurarsi che vada in fondo. Ma questo metodo si trova in buona parte dei mangiapannolini.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mangiapannolini Chicco

 

3. Chicco MangiaPannolini Contenitore di Pannolini

 

Il vostro nuovo mangiapannolini potrebbe essere scelto tenendo conto dei pareri positivi che è stato in grado di conquistare.

Nel caso del modello Chicco il successo si deve soprattutto alla possibilità di essere usato con comuni sacchetti di plastica e non viene meno al suo obiettivo principale.

Infatti il sistema di blocco degli odori è brevettato e avviene in maniera sicura perché il contenuto viene isolato all’interno del mangiapannolini.

Quindi non c’è rischio che possa entrare ossigeno a far proliferare i batteri che causano la puzza.

Non dispiace nemmeno la sua capacità complessiva, non impressionante ma di certo lodevole per via dei 25 pannolini che possono essere stoccati all’interno fino al momento di essere gettati nel cassonetto.

Quella che sembra la maniglia superiore serve per aprire e chiudere il coperchio senza dover toccarne con le mani la superficie. Un accorgimento semplice ma efficace che evita di sporcarsi.

 

Pro

Non necessita di ricariche compatibili: Al momento di decidere come scegliere un buon mangiapannolini, la facilità d’uso rappresenta un aspetto importante. Qui non è necessario procurarsi ricariche speciali difficili da reperire.

Discreto e compatto: Le dimensioni sono molto compatte ma offre spazio a sufficienza fino a 25 pannolini. In più l’aspetto di tradizionale pattumiera da camera ne dissimula le reali funzioni.

Sistema blocca odori: Il metodo di isolamento è brevettato e studiato in modo da non favorire lo scambio tra l’interno e l’esterno nemmeno quando il contenitore deve essere svuotato.

 

Contro

Di base più costoso: Dato che viene meno il costo delle ricariche, la ditta pare autorizzata a chiedere un prezzo un po’ più alto per l’acquisto del bidone.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mangiapannolini anti odore

 

4. Diaper Champ Contenitore Pannolini Anti-Odore

 

Forse non è il miglior mangiapannolini in assoluto, ma questo modello convince per molti aspetti. Si tratta di un meccanismo che semplifica l’accesso alla bocca del contenitore.

Quindi è facile con una sola mano aprirla e chiuderla e tenere tutto in ordine. Altri modelli, invece, necessitano di usare entrambe le mani e questo.

Oltre a essere uno spreco di tempo, questo dettaglio innervosisce i neogenitori che non vogliono staccare le mani dal piccolo quando sono sul fasciatoio.

Offre la comodità di poter essere usato con le comuni buste di plastica, comprese quelle biodegradabili dato che il carico che devono sopportare non è eccessivo e non si crea umidità all’interno.

La capacità comunque non è scarsa. Infatti è possibile riempire parecchio il secchio, compatibilmente con le dimensioni del sacchetto che si sceglie di usare.

Un po’ meno efficace sul piano dell’isolamento dagli odori. Specie quando si deve svuotare il secchio potrebbero arrivare fastidiose zaffate.

 

Pro

Non servono ricariche: Il bidone è compatibile con le normali buste di plastica, quindi non è necessario procurarsi le costose ricariche.

Facile da aprire e chiudere: Una leva centrale rende semplice l’accesso all’imboccatura del secchio. Così non è necessario infilare all’interno la propria mano per buttare il pannolino.

Si svuota comodamente: Una leva centrale consente di aprire lateralmente il bidone e recuperare la busta in poche mosse. Semplice e veloce.

 

Contro

Non trattiene al meglio gli odori: Il sistema di isolamento è sufficiente a non far disperdere gli odori quando si usa il mangiapannolini. Ma al momento di aprire il secchio qualche zaffata potrebbe arrivare fastidiosa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Bidone mangiapannolini

 

5. Ubbi Bidone per Pannolini con Coperchio Scorrevole Mod.10006

 

A chi, oltre all’efficienza e alla qualità, è attento anche all’estetica consigliamo di dare un’occhiata anche al bidone per pannolini a marchio Ubbi, disponibile in dodici varianti cromatiche per adattarsi a diversi tipi di contesti.

Interamente realizzato in acciaio con verniciatura a polvere antiruggine per garantire una maggiore resistenza all’usura e alle sollecitazioni intense, si distingue dalla maggior parte dei modelli in circolazione per la possibilità di poter utilizzare i normali sacchetti di plastica invece delle ricariche specifiche.

Anche se non sigilla ogni singolo pannolino, è dotato di una guarnizione ermetica in gomma che scherma l’evaporazione dei cattivi odori, impedendo che si diffondano in casa.

Oltre a non dare nell’occhio grazie al suo design affusolato e discreto, si rivela anche un piccolo campione di sicurezza in virtù della presenza di una serratura integrata nel coperchio che ne impedisce l’apertura da parte dei bambini.

Nonostante le dimensioni compatte, il contenitore è in grado di accogliere fino a cinquantacinque pannolini sporchi alla volta, risolvendo lo scomodo inconveniente di doverlo svuotare con una certa frequenza.

 

Pro

Praticità: Il mangiapannolini Ubbi piace perché è particolarmente facile da usare: basta aprire il coperchio scorrevole e infilare il pannolino sporco nel foro per farlo confluire nel sacchetto. Inoltre, la serratura integrata impedisce che il bidone venga aperto dai bimbi curiosi.

Ricariche: Un altro vantaggio del prodotto che in molti hanno apprezzato è la compatibilità con i normali sacchetti di plastica per la spazzatura, così da risparmiare sull’acquisto delle ricariche.

Nessun odore molesto: Anche se i pannolini non vengono avvolti e sigillati uno a uno, le guarnizioni in gomma isolano perfettamente i cattivi odori all’interno del bidone.

Design: La forma allungata e stretta gli permette di sparire alla vista e nascondersi dietro una porta o un mobile per non dare troppo nell’occhio, il tutto senza occupare uno spazio eccessivo in casa. Buona anche la possibilità di poter scegliere tra dodici diverse colorazioni.

 

Contro

Prezzo: Rientra tra i prodotti più solidi ed efficienti della sua categoria ma è anche uno dei più cari.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere un buon mangiapannolini?

 

La scelta di acquistare un mangiapannolini è dovuta a esigenze specifiche della famiglia. Non tutti i comuni garantiscono il servizio di raccolta quotidiano dei rifiuti indifferenziati e la gestione di questi rifiuti così particolari può essere difficoltosa in casa.

Specie con l’arrivo della bella stagione, i pannolini tendono a sviluppare odori sgradevoli e il loro tanfo è percepibile nettamente nelle case o nei bagni più piccolo e poco ventilati.

La possibilità di contare su una postazione sicura e inodore per stoccare i pannolini in attesa di gettarli, può fare la differenza.

Esistono diverse soluzioni per i mangiapannolini ed è bene conoscere le differenze principali tra modelli per capire quale risponda al meglio alle proprie esigenze.

I pannolini da gettare possono anche essere quelli degli adulti, come di persone allettate che non possono raggiungere i servizi in autonomia.

In questi casi il mangiapannolini deve essere pensato per accogliere rifiuti diversi oltre ai pannolini dei bebè.

Quali caratteristiche ha un mangiapannolini

Il mangiapannolini altro non è che un bidoncino da destinare allo stoccaggio dei pannolini sporchi fino al momento di buttare la spazzatura.

La particolarità sta nel fatto di essere realizzato in modo da semplificare le operazioni e gestire i resti sporchi e maleodoranti in modo semplice e veloce.

Ha un’imboccatura che deve essere accessibile con una sola mano, quindi non deve essere necessario usare l’altra per aprire l’imbocco.

In questo modo ci si sbarazza del pannolino senza perdere di vista il bebè o mentre lo si tiene in braccio. Non si rischia di dimenticare il pannolino sporco in giro se presi dall’accudimento del neonato.

I modelli più sofisticati creano una barriera protettiva per ogni pannolino, si forma una sorta di salsiccia di pannolini.

In particolare serve a tenere isolato a lungo il contenuto del bidone se non può essere svuotato tutti i giorni.

Deve essere semplice accedere al contenuto del bidone. In alcuni casi di solleva il coperchio e i pannolini sporchi vengono via con semplicità.

Oppure è possibile sfruttare un’apertura laterale. Quel che conta è che i pannolini non sporchino né quando vengono inseriti nel bidoncino né quando vengono tirati fuori.

 

Il tipo di consumabili fa la differenza

Normalmente i mangiapannolini hanno delle buste compatibili da usare come ricarica per usare il bidone al massimo delle sue possibilità.

Sono delle ricariche a rullo continuo che si strappano a misura e poi si continuano a riempire man mano. Aperte da entrambe le estremità, queste buste si annodano semplicemente alla base prima di essere fissate nella loro sede e cominciare a raccogliere i pannolini.

Poi, quando il bidone è pieno, una comoda taglierina permette di ritagliare a misura la busta per estrarla e gettarla nell’immondizia.

Questo sistema da una parte si presenta come una soluzione molto efficace per ottimizzare tutto lo spazio disponibile nel bidoncino e massimizzare la possibilità di raccolta di pannolini usati. Dall’altra, però, obbliga all’acquisto di consumabili specifici e compatibili con le misure del mangiapannolini.

Altri modelli, invece, si possono usare con le comuni buste della spesa e quindi sono un buon pretesto per sbarazzarsene visto che tendono a moltiplicarsi in casa.

Il numero di pannolini che si possono stoccare, qui dipende dalle dimensioni della busta. Anche la capacità di isolamento del mangiapannolini può variare a seconda del tipo di busta usata.

 

Perfettamente isolati o semplicemente avvolti

A seconda del sistema di raccolta dei pannolini è possibile stabilire in che modo si possono prevenire gli odori che si spargono in casa.

Non tutti i mangiapannolini sono pensati per isolare completamente il contenuto e si limitano a contenere i pannolini in modo da stoccarli tutti insieme.

Altri modelli, invece, li avvolgono uno per uno in modo da bloccarne completamente la possibilità che possano svilupparsi batteri e gli odori che sono legati alla loro fermentazione.

Una soluzione adatta soprattutto quando si devono tenere in casa pannolini di adulti. Il caso tipico è quello di anziani allettati, o adulti che non possono raggiungere il bagno in autonomia quando ne hanno bisogno.

Come ricaricare il mangiapannolini

Si può scegliere tra i modelli che hanno un sistema standard di alimentazione e quindi richiede di essere ricaricato con buste specifiche da acquistare a parte ogni volta che si consumano.

Oppure ci sono modelli che possono essere usati con le comuni buste di plastica. In questo modo non si rischia di restare sprovvisti se non si è fatto in tempo a comprare la ricarica.

La scelta dipende in primo luogo dalla frequenza con cui è possibile gettare la busta della spazzatura, mangiapannolini più semplici possono essere usati quando è più semplice disfarsi dell’immondizia indifferenziata ogni giorno.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI