I 5 Migliori Mangiapannolini del 2019

Ultimo aggiornamento: 16.12.19

 

Mangiapannolini – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Il mangiapannolini è un accessorio che in alcuni contesti si rende necessario per gestire correttamente lo smaltimento dei pannolini usati. Si tratta di un sistema che viene in soccorso a chi è condizionato dai giorni di raccolta della spazzatura o non vuole essere costretto a gettarla ogni giorno. La scelta del modello più adatto dipende da vari fattori, la capienza e la facilità d’uso sono tra i principali requisiti da ricercare. Per facilitarvi la ricerca e permettervi di risparmiare tempo investendo al meglio il vostro denaro, vi consigliamo di dare un’occhiata alle offerte che vi proponiamo di seguito. Tra i dispositivi che meritano una comparazione attenta ne segnaliamo due. Tommee Tippee Sangenic Tec sfrutta un sistema di isolamento dei pannolini che neutralizza gli odori. Foppapedretti Bidoncino Maialino ha una forma allungata e facile da collocare dove serve.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 Migliori Mangiapannolini – Classifica 2019

 

La classifica che segue vi propone dei suggerimenti da tenere in considerazione al momento di scegliere quale mangiapannolini comprare. Siamo certi che la troverete utile.

 

 

1. Tommee Tippee Sangenic Tec Sistema di Smaltimento dei Pannolini

 

Tommee Tippee propone un sistema di raccolta dei pannolini usati che permette di isolarli completamente all’interno delle apposite ricariche Sangenic. Si distingue dagli altri modelli venduti online per la sua particolare capacità di avvolgere completamente i pannolini sporchi. Si crea un vero e proprio salsicciotto, in cui ogni pannolino è avvolto singolarmente nella pellicola di plastica che lo isola.

Non c’è rischio di dispersione di odori, del resto la pellicola che li avvolge è anche deodorante. Rilascia un gradevole profumo di limone che contribuisce a contrastare l’odore che si sprigiona dai pannolini. Specie quando i batteri delle feci hanno tempo per proliferare se i pannolini non sono buttati via subito.

La forma è compatta ma il cestello è in grado di raccogliere fino a 28 pannolini. Questi non rilasciano odore nemmeno quando il secchio è aperto per essere svuotato. Infatti vengono sigillati uno per uno man mano che vengono inseriti nell’apposita feritoia.

 

Pro

Isolamento perfetto: Il mangiapannolini che abbiamo appena visto è tra i più venduti. È il preferito in particolare da chi ha esigenza di stoccare la spazzatura per più di un giorno prima di potersene disfare.

Facile da smontare: Le parti del cestello si assemblano in maniera intuitiva e anche quando è ora di svuotarlo, l’operazione è semplice e non c’è rischio di sporcare.

Igienico: Le mani non entrano in contatto con l’interno del secchio, infatti è previsto un sistema a stantuffo che avvolge il pannolino nella guaina direttamente all’interno del mangiapannolini.

 

Contro

Compatibile solo con le proprie ricariche: Questo dettaglio implica la necessità di sapere sempre dove acquistare le buste idonee per rimpiazzare i consumabili e continuare a usare il mangiapannolini.

Acquista su Amazon.it (€22,5)

 

 

 

2. Foppapedretti Maialino Bidoncino Getta Pannolini

 

Foppapedretti non sempre si caratterizza per i prezzi bassi, eppure in questa combinazione con AngelCare propone un oggetto facile da usare e molto accessibile.

Il modello Maialino piace perché è molto compatto eppure capiente. Specie durante i primissimi mesi di vita del piccolo le dimensioni dei pannolini sono molto ridotte. Mentre i cambi sono molto frequenti, anche otto durante il giorno, più quelli notturni. L’apparecchio Foppapedretti consente di disfarsi dei pannolini usati senza dover buttare ogni giorno la spazzatura.

Una soluzione comoda anche perché il sistema di ricarica è molto intuitivo e pensato per essere usato fino a quando termina il rullo senza spostarlo dal suo scomparto. Basta annodare la base del sacco e usarlo fino a che si riempie. Semplice e veloce anche la sostituzione del sacchetto, infatti è presente un cutter che consente di tagliarlo alla misura desiderata quando il secchio è colmo.

 

Pro

Il più capiente: Forse non in assoluto il più economico, ma di certo uno tra quelli che possono ospitare più pannolini all’interno del secchio.

Protegge dai cattivi odori: Sfrutta un sistema di barriera che impedisce il passaggio dell’ossigeno e quindi limita la proliferazione dei batteri che causano il cattivo odore.

Facile da svuotare: Una volta riempito il secchio è facile tagliare il sacco a misura con l’apposita taglierina e tirarlo fuori dal contenitore.

 

Contro

Bisogna inserire la mano: Quando è il momento di buttare i pannolini, è necessario infilare la mano all’interno del secchio per assicurarsi che vada in fondo. Ma questo metodo si trova in buona parte dei mangiapannolini.

Acquista su Amazon.it (€20)

 

 

 

3. Chicco MangiaPannolini Contenitore di Pannolini

 

Il vostro nuovo mangiapannolini potrebbe essere scelto tenendo conto dei pareri positivi che è stato in grado di conquistare. Nel caso del modello Chicco il successo si deve soprattutto alla possibilità di essere usato con comuni sacchetti di plastica e non viene meno al suo obiettivo principale. Infatti il sistema di blocco degli odori è brevettato e avviene in maniera sicura perché il contenuto viene isolato all’interno del mangiapannolini. Quindi non c’è rischio che possa entrare ossigeno a far proliferare i batteri che causano la puzza.

Non dispiace nemmeno la sua capacità complessiva, non impressionante ma di certo lodevole per via dei 25 pannolini che possono essere stoccati all’interno fino al momento di essere gettati nel cassonetto.

Quella che sembra la maniglia superiore serve per aprire e chiudere il coperchio senza dover toccarne con le mani la superficie. Un accorgimento semplice ma efficace che evita di sporcarsi.

 

Pro

Non necessita di ricariche compatibili: Al momento di decidere come scegliere un buon mangiapannolini, la facilità d’uso rappresenta un aspetto importante. Qui non è necessario procurarsi ricariche speciali difficili da reperire.

Discreto e compatto: Le dimensioni sono molto compatte ma offre spazio a sufficienza fino a 25 pannolini. In più l’aspetto di tradizionale pattumiera da camera ne dissimula le reali funzioni.

Sistema blocca odori: Il metodo di isolamento è brevettato e studiato in modo da non favorire lo scambio tra l’interno e l’esterno nemmeno quando il contenitore deve essere svuotato.

 

Contro

Di base più costoso: Dato che viene meno il costo delle ricariche, la ditta pare autorizzata a chiedere un prezzo un po’ più alto per l’acquisto del bidone.

Acquista su Amazon.it (€39,51)

 

 

 

4. Diaper Champ Contenitore Pannolini Anti-Odore

 

Forse non è il miglior mangiapannolini in assoluto, ma questo modello convince per molti aspetti. Si tratta di un meccanismo che semplifica l’accesso alla bocca del contenitore. Quindi è facile con una sola mano aprirla e chiuderla e tenere tutto in ordine. Altri modelli, invece, necessitano di usare entrambe le mani e questo. Oltre a essere uno spreco di tempo, questo dettaglio innervosisce i neogenitori che non vogliono staccare le mani dal piccolo quando sono sul fasciatoio.

Offre la comodità di poter essere usato con le comuni buste di plastica, comprese quelle biodegradabili dato che il carico che devono sopportare non è eccessivo e non si crea umidità all’interno. La capacità comunque non è scarsa. Infatti è possibile riempire parecchio il secchio, compatibilmente con le dimensioni del sacchetto che si sceglie di usare.

Un po’ meno efficace sul piano dell’isolamento dagli odori. Specie quando si deve svuotare il secchio potrebbero arrivare fastidiose zaffate.

 

Pro

Non servono ricariche: Il bidone è compatibile con le normali buste di plastica, quindi non è necessario procurarsi le costose ricariche.

Facile da aprire e chiudere: Una leva centrale rende semplice l’accesso all’imboccatura del secchio. Così non è necessario infilare all’interno la propria mano per buttare il pannolino.

Si svuota comodamente: Una leva centrale consente di aprire lateralmente il bidone e recuperare la busta in poche mosse. Semplice e veloce.

 

Contro

Non trattiene al meglio gli odori: Il sistema di isolamento è sufficiente a non far disperdere gli odori quando si usa il mangiapannolini. Ma al momento di aprire il secchio qualche zaffata potrebbe arrivare fastidiosa.

Acquista su Amazon.it (€59)

 

 

 

5. Angelcare Sistema di Smaltimento dei Pannolini

 

Tra i migliori mangiapannolini del 2019 troviamo anche questo modello a marchio AngelCare. Cioè lo stesso marchio che produce i sacchetti più comunemente usati come ricariche.

Un aspetto interessante perché così si è certi di isolare al meglio gli odori e di contare su una buona resistenza del sacco anche con un grosso carico di pannolini.

Il sistema di funzionamento è comune a molti altri dispositivi simili. Consente di avere rapido accesso alla busta dei pannolini usati e con una pratica taglierina permette di tagliare a misura il sacchetto. Un accorgimento utile perché consente di disfarsi dei pannolini quando si preferisce e non quando il secchio è colmo. Questo accorgimento permette di poter svuotare più spesso il mangiapannolini, per esempio d’estate, ma senza sprechi. Infatti le buste vengono tagliate a misura e non c’è rischio di buttarle via semivuote.

Il contenitore è dotato di coperchio quindi l’isolamento dagli odori è ancora migliorato rispetto ad altri modelli in cui questo compare e scompare con l’azionamento della leva nel manico.

 

Pro

Ogni sacco dura a lungo: Anche se tanti non apprezzano il fatto di dover comprare ricariche per il mangiapannolini, queste AngelCare durano fino a contenere circa 180 pannolini.

Ricambi inclusi: Compreso nel prezzo sono incluse tre ricariche che danno una certa comodità d’uso fino al prossimo acquisto.

Dimensioni compatte: Il bidoncino occupa poco spazio e questo lo rende facile da collocare dove serve.

 

Contro

Servono due mani per buttare il pannolino: La presenza del coperchio e la necessità di dover spingere il pannolino con decisione possono rendere scomodo il momento di gettarlo via.

Acquista su Amazon.it (€32,83)

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere un buon mangiapannolini?

 

La scelta di acquistare un mangiapannolini è dovuta a esigenze specifiche della famiglia. Non tutti i comuni garantiscono il servizio di raccolta quotidiano dei rifiuti indifferenziati e la gestione di questi rifiuti così particolari può essere difficoltosa in casa.

Specie con l’arrivo della bella stagione, i pannolini tendono a sviluppare odori sgradevoli e il loro tanfo è percepibile nettamente nelle case o nei bagni più piccolo e poco ventilati.

La possibilità di contare su una postazione sicura e inodore per stoccare i pannolini in attesa di gettarli, può fare la differenza. Esistono diverse soluzioni per i mangiapannolini ed è bene conoscere le differenze principali tra modelli per capire quale risponda al meglio alle proprie esigenze.

I pannolini da gettare possono anche essere quelli degli adulti, come di persone allettate che non possono raggiungere i servizi in autonomia. In questi casi il mangiapannolini deve essere pensato per accogliere rifiuti diversi oltre ai pannolini dei bebè.

 

 

Quali caratteristiche ha un mangiapannolini

Il mangiapannolini altro non è che un bidoncino da destinare allo stoccaggio dei pannolini sporchi fino al momento di buttare la spazzatura. La particolarità sta nel fatto di essere realizzato in modo da semplificare le operazioni e gestire i resti sporchi e maleodoranti in modo semplice e veloce.

Ha un’imboccatura che deve essere accessibile con una sola mano, quindi non deve essere necessario usare l’altra per aprire l’imbocco. In questo modo ci si sbarazza del pannolino senza perdere di vista il bebè o mentre lo si tiene in braccio. Non si rischia di dimenticare il pannolino sporco in giro se presi dall’accudimento del neonato.

I modelli più sofisticati creano una barriera protettiva per ogni pannolino, si forma una sorta di salsiccia di pannolini. In particolare serve a tenere isolato a lungo il contenuto del bidone se non può essere svuotato tutti i giorni.

Deve essere semplice accedere al contenuto del bidone. In alcuni casi di solleva il coperchio e i pannolini sporchi vengono via con semplicità. Oppure è possibile sfruttare un’apertura laterale. Quel che conta è che i pannolini non sporchino né quando vengono inseriti nel bidoncino né quando vengono tirati fuori.

 

Il tipo di consumabili fa la differenza

Normalmente i mangiapannolini hanno delle buste compatibili da usare come ricarica per usare il bidone al massimo delle sue possibilità.

Sono delle ricariche a rullo continuo che si strappano a misura e poi si continuano a riempire man mano. Aperte da entrambe le estremità, queste buste si annodano semplicemente alla base prima di essere fissate nella loro sede e cominciare a raccogliere i pannolini. Poi, quando il bidone è pieno, una comoda taglierina permette di ritagliare a misura la busta per estrarla e gettarla nell’immondizia.

Questo sistema da una parte si presenta come una soluzione molto efficace per ottimizzare tutto lo spazio disponibile nel bidoncino e massimizzare la possibilità di raccolta di pannolini usati. Dall’altra, però, obbliga all’acquisto di consumabili specifici e compatibili con le misure del mangiapannolini.

Altri modelli, invece, si possono usare con le comuni buste della spesa e quindi sono un buon pretesto per sbarazzarsene visto che tendono a moltiplicarsi in casa. Il numero di pannolini che si possono stoccare, qui dipende dalle dimensioni della busta. Anche la capacità di isolamento del mangiapannolini può variare a seconda del tipo di busta usata.

 

Perfettamente isolati o semplicemente avvolti

A seconda del sistema di raccolta dei pannolini è possibile stabilire in che modo si possono prevenire gli odori che si spargono in casa. Non tutti i mangiapannolini sono pensati per isolare completamente il contenuto e si limitano a contenere i pannolini in modo da stoccarli tutti insieme.

Altri modelli, invece, li avvolgono uno per uno in modo da bloccarne completamente la possibilità che possano svilupparsi batteri e gli odori che sono legati alla loro fermentazione. Una soluzione adatta soprattutto quando si devono tenere in casa pannolini di adulti. Il caso tipico è quello di anziani allettati, o adulti che non possono raggiungere il bagno in autonomia quando ne hanno bisogno.

 

 

Come ricaricare il mangiapannolini

Si può scegliere tra i modelli che hanno un sistema standard di alimentazione e quindi richiede di essere ricaricato con buste specifiche da acquistare a parte ogni volta che si consumano. Oppure ci sono modelli che possono essere usati con le comuni buste di plastica. In questo modo non si rischia di restare sprovvisti se non si è fatto in tempo a comprare la ricarica.

La scelta dipende in primo luogo dalla frequenza con cui è possibile gettare la busta della spazzatura, mangiapannolini più semplici possono essere usati quando è più semplice disfarsi dell’immondizia indifferenziata ogni giorno.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona un mangiapannolini?

I pannolini sporchi che si producono durante la giornata si gettano nell’apposito bidone che serve per contenere e isolare l’odore dei pannolini sporchi. Questo cattivo odore aumenta man mano che i pannolini si accumulano e nelle giornate più calde diventa ancora più forte e fastidioso. Nei bagni di piccole dimensioni e dove è più difficile disporre di spazio all’aperto per stoccare le buste piene di pannolini, questo odore può diventare davvero spiacevole.

Per questo è utile scegliere un mangiapannolini per tenere in ordine l’area del cambio e quindi tutta la casa in modo semplice e funzionale. Il mangiapannolini è pensato per essere d’aiuto ai neogenitori con i cambi quotidiani, ma alcuni modelli sono grandi abbastanza da riuscire a contenere i pannoloni per gli adulti.

 

Come funziona il mangiapannolini Chicco?

Il mangiapannolini Chicco offre la comodità di essere molto facile e pratico da usare, caricare e svuotare. Il suo vantaggio è di essere compatibile con qualsiasi busta di plastica si voglia usare per ricaricarlo.

Una soluzione semplice e comoda perché consente di essere sempre pronti a usarlo indipendentemente dalle ricariche specifiche e compatibili. D’altra parte, la sua forma e le caratteristiche dell’imboccatura permettono di isolare perfettamente gli odori anche se i pannolini non sono avvolti singolarmente nella plastica.

Ha un’imboccatura facile da raggiungere per buttare via i pannolini man mano che vengono usati e sfruttati. Del resto non sorprende che il mangiapannolini Chicco sia pensato in modo da semplificare la vita dei genitori, vista l’esperienza pluriennale del marchio in questo settore.

 

Come funziona il mangiapannolini Foppapedretti?

Il mangiapannolini Foppapedretti è pensato per essere ricaricato con il sacco a rullo aperto da entrambi i lati. Quindi è necessario fissare la ricarica nel suo specifico alloggiamento e qui lasciare che penzoli leggermente per potersi riempire man mano con i diversi pannolini. Man mano che si riempie la busta il mangiapannolini offre stabilità e fermezza. Il neo che riguarda questi modelli sta tutto nella piccola imboccatura.

Da una parte limita la produzione di cattivi odori e la sua dispersione, ma d’altra parte è necessario assicurarsi di chiudere bene il pannolino prima di buttarlo via.

Quindi è importante valutare la necessità di dover perdere qualche istante in più prima di gettare il pannolino, perché si potrebbe sporcare l’imboccatura della pattumiera. D’altra parte, però, le dimensioni notevoli e la possibilità di sfruttare una busta per contenere fino a 180 pannolini complessivamente, sono caratteristiche che non passano inosservate.

 

Come funziona il mangiapannolini Sangenic?

Il mangiapannolini Sangenic è uno tra i primi modelli che sono stati proposti in commercio e che si trovano in circolazione in grossa competizione con gli altri modelli della concorrenza.

Sono ben fatti e facili da usare in maniera intuitiva. Quindi, per questo, sono tra i preferiti dagli utenti perché consente un uso semplice ed estremamente funzionale. In particolare, questi mangiapannolini offrono una caratteristica importante: avvolgono il pannolino singolarmente dentro una guaina di plastica e lo rendono perfettamente isolato. In questo modo si azzera del tutto la produzione di odori e basta spingere il pannolino dentro l’imboccatura per disfarsene in un gesto.

L’avvolgimento dei singoli pannolini avviene in maniera automatica e per questo non è necessaria nessuna accuratezza o intervento da parte di chi usa il mangiapannolini.

 

 

 

Come utilizzare il mangiapannolini

 

Il mangiapannolini si può usare in casa in prossimità della zona dedicata ai cambi quotidiani. In questo modo è facile attrezzare un posto in particolare in bagno, nella stanza del bebè o dei genitori per avere tutto a portata di mano.

È sufficiente avere un po’ di accortezza e scegliere il modello adeguato a dare risposta ai propri bisogni. Dovrà essere di dimensioni adeguate alla quantità di pannolini da dover stoccare prima di poterli gettare via. Il mangiapannolini può raccoglierli per un paio di giorni prima di dover essere svuotato. Oppure è possibile preparare la busta da gettare quando è più conveniente, senza rischiare che emani odori sgradevoli.

 

 

A cosa serve il mangiapannolini

Il mangiapannolini è un bidoncino da usare per stoccare i pannolini sporchi dei neonati o in alcuni casi degli adulti fino al giorno in cui si possono buttare via.

Sono pensati per rendere più semplice lo smaltimento quotidiano dei numerosi pannolini che si producono durante i tanti cambi. Basta un gesto per disfarsene e non è necessario sottrarre attenzioni al piccolo quando è sul fasciatoio o in braccio.

Si possono scegliere dei modelli pensati esclusivamente per i bebè, quindi con un’imboccatura molto stretta. Sono presenti anche bidoncini pensati per contenere i pannolini degli adulti, in particolare quelli allettati.

In questo modo è possibile isolare la produzione di cattivi odori perché, quando è ben chiuso, si evita il passaggio dell’aria che provoca la proliferazione dei batteri responsabili.

 

Quale mangiapannolini prendere

Quando si deve scegliere quale mangiapannolini acquistare è importante considerare alcuni elementi. Invece di accontentarsi dell’unico modello in vendita nel negozio di articoli per la prima infanzia sotto casa, è bene sapere che tipo di caratteristiche può offrire.

 

 

Per esempio, il sistema di isolamento è necessario per i pannolini che restano in casa a lungo e che non possono essere stoccati all’esterno in attesa di buttarli con l’immondizia.

Si può scegliere di chiudere i pannolini in un unico sacchetto oppure di isolarli ognuno in un sacchetto a sé. Una buona soluzione per chi può buttare la spazzatura ogni giorno. Quindi prima di scegliere cosa comprare è bene valutare di ogni marca le specifiche caratteristiche. Per esempio, valutare come funziona il mangiapannolini Sangenic o come si usa è importante per farsi un’idea di massima, dato che è uno dei più completi in circolazione.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...