Le 8 Migliori Colle per Tessuti del 2022

Ultimo aggiornamento: 07.12.22

 

Colle per Tessuti – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Il sistema con cui unire parti e decorazioni su tessuti e altro materiale delicato, si affida anche all’utilizzo di colle specifiche. In questa guida abbiamo inserito prodotti che ci hanno colpito dal punto di vista della qualità e dell’efficacia che questi supporti riescono ad esprimere.

Gutermann Colla HT2 è una colla tessile trasparente che lavora al meglio su tessuti, riparazioni oppure orli, così da completare e trovare la giusta soluzione per lavoretti a mano e indumenti con piccoli strappi. 3M Display Mount Colla Spray gioca invece la carta dell’applicazione spray, con un ridotto impatto sulle zone da sistemare e incollare. Ottima anche per i tempi ridotti con cui fa presa sulle parti e gli elementi da incollare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 Migliori Colle per Tessuti – Classifica 2022

 

Qui di seguito abbiamo raccolto una serie di prodotti (otto per la precisione) che pensiamo possano soddisfare al meglio le esigenze di quanti sono alla ricerca di una colla per tessuto.

La carrellata ne comprende varie tipologie e copre un ampio spettro sia di brand sia di costi, in modo da incontrare i favori anche di chi non ha a disposizione un budget elevato.

 

Colla per tessuti resistente ai lavaggi

 

1. Gutermann Colla HT2 per Tessuti

 

La proposta Guterman occupa il primo posto di questa ideale classifica, con una confezione da 30 grammi che aiuta quanti vogliono avere ragione di uno strappo o di diversi elementi, da unire gli uni con gli altri grazie a un sistema di chiusura comodo e intuitivo.

Il tipo di colla che si ottiene è trasparente e leggermente filamentosa, motivo per cui è bene procedere con cura e attenzione al momento del fissaggio. Si tratta di un prodotto perfetto se siete alla ricerca di una colla per tessuti resistente ai lavaggi.

Dai pareri raccolti infatti rientra a pieno titolo nei nostri consigli d’acquisto, con in più una resistenza che ha lasciato diverse persone piacevolmente soddisfatte, sia dopo lavaggi a mano sia in lavatrice.

La colla fa presa in poco tempo e una volta unite le due parti o il tessuto non va a cedere.

 

Pro

Utilizzo: La quantità di colla necessaria per avere ragione di uno stratto, un orlo da chiudere o una decorazione è minima e non comporta sprechi inutili.

Qualità: Il brand Gutermann ha saputo realizzare una colla solida e versatile. Il composto si adatta a diverse tipologie di materiale con esiti soddisfacenti.

Convenienza: Una volta vista la resa sui tessuti, appare chiaro anche il buon rapporto qualità/prezzo che si realizza una volta utilizzata questa colla.

 

Contro

Modalità d’uso: Vista la rapidità con cui la colla fa presa, avere tentennamenti o qualche altro errore nella posa, può rovinare il tessuto o il pezzo su cui si sta lavorando.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colla per tessuti spray

 

2. 3M Display Mount Colla Spray Permanente per Tessuti

 

Tra i prodotti più venduti della categoria, quello proposto dalla marca 3M spicca per la versatilità d’uso e la tipologia. Si tratta infatti di un tipo di colla non liquida ma spray.

Il processo di nebulizzazione consente di sfruttarla in modi che spaziano dal fissaggio di oggetti su pareti, per poi passare a materiali come il legno, il metallo e il cartoncino.

Non sono poi esclusi anche i tessuti. Il profilo dell’oggetto è dunque multiuso e permette una buona diversificazione tra le diverse anime che vanno a formare un progetto.

Il fatto poi di essere sotto forma di spray aiuta a concentrare il flusso su un punto specifico, mentre la stessa lavorazione da un lato è rimovibile entro le 24 ore se collocata su una sola parte, dall’altro diventa invece permanente una volta che questo tempo è trascorso. Si ha così la certezza e la prova provata degli effetti a lungo termine dello spray.

 

Pro

Utilizzo: Lo spray apre nuove e interessanti prospettive per quelli che amano variare tra un tipo classico di colla e modalità differenti.

Versatilità: La gamma di superfici su cui è possibile sfruttare questa colla spazia dai materiali porosi ai tessuti, con una buona efficacia anche sulla plastica, la tappezzeria e il cartone.

Resa: Alla prova dei fatti si vede come questa colla sia semplice da sfruttare e offra al contempo una soluzione a portata di mano per risolvere in tempi brevi questioni delicate sul posizionamento fisso di certi elementi.

 

Contro

Opacità: Diversi utenti lamentano la formazione di aloni e una certa opacità che può presentarsi se si esagera con il quantitativo di colla.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colla per tessuti auto

 

3. Tendaggimania Colla per Alte Temperature Tessuto Auto

 

La ricerca di una colla per tessuti auto trova in questo prodotto realizzato da Tendaggimania, una soluzione economica e che mantiene quanto promesso.

Il barattolo ha una capienza di 850 grammi e il composto al suo interno di distribuisce con un pennello dopo aver mescolato il contenuto per qualche minuto.

La sua destinazione d’uso principale è quella pensata per il fissaggio di materiali come tappezzeria e rivestimento dell’auto. In particolare nella parte del tettuccio.

Nulla vieta però di sfruttare anche la colla su moquette, lamiere verniciate, legno e poliestere.

Si ha così un buon ventaglio di opzioni e utilizzi, che combinati a una semplicità nella gestione della colla aiuta quanti non hanno grande manualità a gestire l’unione di due o più parti che vanno incollate e fissate come si deve.

La modalità d’uso prevede di stendere sulla superficie un primo strato di colla, attendere cinque minuti e poi passare al fissaggio.

 

Pro

Formato: Il barattolo è da 850 grammi e si apre senza difficoltà, così che l’utente possa procedere alle diverse operazioni senza manovre e passaggi complicati.

Applicazioni: Una volta mescolata, la colla si distribuisce grazie a un pennello, così da ricoprire al meglio tutta la zona interessata. I materiali compatibili comprendono moquette, lamiere, legno e tessuti.

Resistenza: Pensata per sopportare al meglio le alte temperature, la colla conserva le parti unite a lungo nel tempo, senza perdita di aderenza.

 

Contro

Piccoli lavori: Per il tipo di prodotto che rappresenta, si nota come la colla non sia adatta a lavoretti su tessuti e superfici di dimensioni contenute, funzionando meglio su una base ampia da incollare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colla per tessuti Bostik

 

4. Bostik Colla per Tessuti Cucito Facile

 

La proposta Bostik si dimostra una via interessante in comparazione alle altre colle per tessuti. Per prima cosa, colpisce la struttura e il tubo.

La parte da cui esce la colla si può orientare all’occorrenza, così da avere un buon angolo da cui gestire tutto il processo di posizionamento del collante.

Dall’altro poi si nota come i materiali su cui è possibile sfruttare al meglio questa colla Bostik sono tessuti come tendaggi e tappezzeria.

Le carte che il prodotto si gioca sono la semplicità d’uso e una buona resistenza offerta una volta unite le diverse parti.

Da quanto si scorge infatti sul retro dell’oggetto, una volta fuoriuscita una goccia. l’utente è in grado di spalmarla e allargarla sulla superficie, senza rischi che si attacchi troppo alle mani con un fastidioso residuo appiccicoso.

Tutte caratteristiche queste che contribuiscono alla resa finale e alla soddisfazione di chi cerca la migliore colla per tessuti.

 

Pro

Formato: Il tubetto da 250 grammi permette di lavorare a lungo su porzioni ridotte di tessuti e materiali di tappezzeria, sfruttando al meglio la capacità di unire della colla.

Versatilità: La scelta di creare un tubetto con la parte finale orientabile, aiuta a gestire passaggi più complessi senza perdere nulla in quanto a precisione e risultati.

Gestione: Una volta versata la colla sulla superficie da incollare, è possibile procedere a distribuirla con l’aiuto delle dita, in modo da allargare il raggio d’azione.

 

Contro

Costo: Si nota come rispetto ad altri prodotti e alla quantità contenuta nel tubetto, la colla Bostik non sia tra le più economiche presenti in questa guida.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colla per tessuti feltro

 

5. Artiglio Colla Adesivo Speciale

 

Nella categoria delle colle multiuso il marchio Artiglio si è ritagliato una certa fetta di appassionati, merito di un sistema di incollaggio che funziona e che si attiva su diverse tipologie di materiali. Si va dal cuoio, al sughero, senza dimenticare altri elementi come il legno e la plastica.

Parliamo qui di una colla neoprenica a bassa viscosità. Tradotto significa che per ottenere dei risultati soddisfacenti è necessario stendere con attenzione la colla su entrambe le parti che si andranno a incollare.

La bassa viscosità determina quanto questa colla sia più o meno liquida, altro motivo per cui è preferibile procedere con cura e attenzione, così da creare una linea precisa su cui poter impostare la procedura di giunzione.

Questa colla ha poi bisogno di un tempo variabile tra i dieci e i quindici minuti per agire in maniera efficace. Una volta compresa la dinamica e la modalità d’uso i risultati ottenuti sono molto soddisfacenti e adatti a chi cerca risultati e una proposta tra le più economiche tra le colle per tessuti come feltro e pelle.

 

Pro

Confezione: Il tubetto da 150 ml è pratico e consente di unire le diverse parti, come quelle di un tessuto o di un materiale flessibile, senza manovre troppo complicate e con un esito soddisfacente.

Multiuso: Per la composizione che la caratterizza, la colla può essere utilizzata su materiali anche molto diversi tra loro. Parliamo del feltro per decorazioni e creazioni in tessuto, per poi passare al cuoio e alla gomma.

Efficacia: Una volta unite tra loro le due parti, la presa della colla è solida e affidabile, così che non si crea nessun rischio di apertura dopo il fissaggio.

 

Contro

Precisione: Visto il tipo di presa che si ottiene una volta unite le due parti, è richiesta una grande precisione e cura. In caso contrario è molto difficile correre ai ripari e cercare di rimediare al danno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colla per tessuti Pattex

 

6. Pattex Adesivo Speciale per Tessuti

 

Considerata da molti tra le migliori colle per tessuti del 2022, la colla Pattex arriva in una confezione da 20 grammi e possiede un ampio potere adesivo che la rende una soluzione ideale per chi cerca soluzioni rapide e ad alta tenuta.

Si può applicare su tessuto sintetico come su pelle e cuoio, con una garanzia di buoni risultati anche su jeans e tessuti sintetici.

La sua composizione la rende trasparente e inodore una volta posizionata. In questo modo anche chi ha paura di segni più o meno evidenti sul prodotto può tirare un sospiro di sollievo.

Il supporto non lascia traccia e resiste al meglio al calore del ferro e a passaggi in lavatrice.

Vediamo così tutta una serie di qualità che dimostrano una volta ancora la bontà di questa proposta. La colla per tessuti Pattex unisce la semplicità d’uso a risultati tangibili sul campo.

 

Pro

Applicazioni: La colla è ottima per unire zone differenti di materiali come i jeans, il cotone e altre tessuti, sia sintetici sia naturali.

Resistenza: Una volta posizionata, si dimostra robusta, con una buona tenuta anche in caso di stiratura e nel passaggio in lavatrice.

Gestione colla: Lo stick si adatta al tessuto e al materiale, semplificando anche il passaggio e la modalità con cui stendere la colla.

 

Contro

Durezza: Nel punto in cui viene sistemata la colla si va a creare una zona la cui durezza e spessore hanno deluso certe aspettative.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colla per tessuti Prym

 

7. Prym Adesivo per Tessuto

 

Resistenza ai lavaggi e un’efficacia sui tessuti che lascia poco spazio a dubbi. La colla per tessuti Prym nasce con lo scopo preciso di offrire un aiuto a chi desidera giuntare e sistemare due elementi come uno strappo sui pantaloni o una parte di tessuto o in gomma.

Si tratta di una colla priva di solvente e dall’ottima trasparenza, motivo per cui può essere stesa in tranquillità senza per questo aver paura di lasciare segni o di lasciare qualche macchia. Il tubetto da 30 grammi è sufficiente per avere ragione di diversi buchi e strappi, con in più prezzi bassi in comparazione ad altre tipologie simili di prodotto.

Il marchio Prym poi ha una lunga esperienza nel campo del tessile e di tutta la strumentazione necessaria per la sistemazione di capi e componenti come zip, tessuti e bottoni.

 

Pro

Confezione: Il tubetto è ben sigillato e realizzato con attenzione, così come il passaggio per la colla che aiuta l’utente a risolvere il problema in tempi brevi.

Tenuta: Una volta collocata nella zona dedicata, la colla unisce la due parti in modo efficace, così da avere ragione dello strappo e mantenere il tutto nel tempo.

Versatilità: Diversi i tessuti su cui poter utilizzare la colla. L’adesivo Prym funziona sia sui capi naturali sia su quelli sintetici, con un esito soddisfacente in entrambe le occasioni.

 

Contro

Colorazione: La presenza di pochi colori tra cui poter scegliere ha causato qualche perplessità a chi desidera avere una scelta più ampia in tal senso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colla per tessuti Mastek

 

8. Mastek Colla Multiuso Resistente Alle Alte Temperature

 

La colla per tessuti Mastek è tra le più vendute sul mercato, nella categoria dei collanti super forti da utilizzare su tessuti e altri materiali.

Studiata per resistere al meglio alle alte temperature, si stende con il pennello e ha una struttura policloroprenica versatile.

Si tratta nello specifico di una colla a contatto freddo, utile per unire due parti e pezzi di cuoio, stoffa, legno. Non va diluita e nella confezione da un litro è presente una quantità sufficiente ad aver ragione di diversi materiali.

Dai pareri raccolti risulta una colla veramente potente, con le giuste tempistiche tra passaggio, stesura e tenuta una volta unite le zone desiderate.

 

Pro

Quantità: La confezione di colla aiuta a gestire e lavorare in sicurezza anche tessuti di una certa grandezza, senza il rischio però di rimanere sguarniti sul più bello.

Tenuta: Una volta posizionata, la colla consente di aspettare alcuni minuti prima di fare presa per poi attaccare in maniera precisa e solida le due parti.

Convenienza: Il rapporto tra spesa e risultati gioca a favore di un prodotto che ha dalla sua versatilità e tenuta, due tra le qualità più importanti per una colla per tessuti.

 

Contro

Colorazione: Una volta stesa la colla lascia un alone di colore rosso scuro, un aspetto che potrebbe non piacere a chi preferisce prodotti trasparenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere la migliore colla per tessuti

 

Optare per una colla specifica, pensata appositamente per quei materiali che sono composti da tessuti sintetici e naturali, dal cotone, passando per i jeans, fino ad arrivare a certa tappezzeria che ricopre e avvolge l’interno di una macchina.

Ecco, qui di seguito troviamo un piccolo campionario di elementi per cui una buona colla per tessuti potrebbe realmente fare molto comodo.

Nelle righe poco più sotto raccogliamo consigli, note e tutto quanto può essere la soluzione ideale per gli utenti confusi che saltano da una pagina all’altra alla ricerca di qualcosa di nebuloso.

Il prodotto giusto in base al materiale

Quando si parla di tessuti si amplia ed estende il discorso a un numero molto elevato di prodotti. Dal feltro alla gommapiuma, per non menzionare i jeans che hanno la piacevole abitudine a strapparsi, l’elenco può comprendere tessuti da indossare o materiali utili a creare piccoli oggetti per il quotidiano.

Diciamo questo perché nel momento in cui si vuole restringere il campo, capire se si desidera una colla altamente specifica e a suo modo unico, è una prima discriminante importante.

Solitamente certi tipi di colla si distinguono per la destinazione d’uso, quindi già la scelta di una tipologia per tessuti va di certo nella vostra direzione. A quel punto è bene capire se tra i materiali compatibili è presente il vostro. In caso positivo il gioco è fatto e bisogna solo passare al secondo punto della questione.

 

La modalità d’uso e la maggiore o minore semplicità nella gestione della colla

Questa la seconda parte del nostro viaggio per capire quale colla per tessuti comprare. Alcune tipologie presentano un beccuccio più o meno regolabile, mentre altre devono essere passate con l’aiuto di un pennello o di una spatola. Se il vostro obiettivo è ricucire due parti che si sono staccate, oppure aggiungere delle decorazioni su un capo d’abbigliamento, la praticità è tra le voci da tenere maggiormente in considerazione.

Alcune colle poi hanno una maggiore o minore viscosità, altra caratteristica da appuntarsi per bene.

Per i piccoli dettagli serve una colla a presa rapida e che regga bene nel tempo. Alcune tipologie resistono poi alle alte temperature, quindi sono pensate per sistemare e fissare il cielo dell’auto, senza rischio di scollarsi durante una giornata estiva bollente.

Abbiamo detto dunque resistenza al calore, qualcosa che significa anche tenuta sotto il ferro da stiro. Cambiamo elemento per passare all’acqua.

Una colla di buona qualità, specie per tessuti, deve tenere anche sotto i colpi di una centrifuga e di un prelavaggio, così che al termine del ciclo quella toppa o quel rammendo siano ancora al loro posto.

Quantità e qualità

Questi elementi dovrebbero andare mano nella mano, specie nel caso di interventi su superfici ampie di tessuto. La diversa composizione dei nuovi ritrovati obbliga gli stessi produttori ha inserire delle note e istruzioni quanto più dettagliate possibile. Si riesce così a procedere alla posa della colla, rispettando i tempi e le modalità.

Esistono tipologie che prevedono un passaggio su entrambe le parti da unire, altre che obbligano ad aspettare anche venti minuti prima di poter mettere insieme quanto si è strappato o rotto. Il rispetto per l’ambiente e una buona gestione della colla da parte di chi la usa, chiudono il cerchio sugli aspetti da segnarsi e da ricercare prima dell’acquisto.

Il ciclo di vita di una colla per tessuti finisce anche nel modo in cui è possibile liberarsi in modo responsabile della confezione e del tubetto che la contengono.

Per questo vi suggeriamo ancora una volta di trovare la via di mezzo tra una spesa conveniente e una resa efficace, nel rispetto di chi utilizza in primis il prodotto e del tessuto su cui andrà collocato l’adesivo scelto.

 

 

Domande frequenti

 

Dove si compra la colla per tessuti?

La colla per tessuti può essere recuperata all’interno di mercerie o in negozi dedicati alla tappezzeria di vario tipo. Avere una persona come riferimento può aiutare molto nella scelta del prodotto finale, così come in rete si riescono a volte a incrociare offerte e tipologie anche molto specifiche riguardo questo prodotto.

Partire ben informati e con tutte le specifiche ben chiare, migliora la conoscenza e dunque la selezione che l’utente è in grado di fare tra un prodotto e l’altro.

 

Come togliere la colla per tessuti?

A seconda della composizione della colla, si possono utilizzare dei solventi specifici, anche se in questo caso la scelta di un prodotto del genere potrebbe andare a rovinare la zona interessate.

Il procedimento richiesto prevede grande attenzione e precisione in fase di pulizia. Nella scheda della colla o sul tubetto, dovrebbero essere indicati tutti i componenti che la caratterizzano, così da poter capire e comprendere al meglio le eventuali iniziative per rimuovere gocce che sono accidentalmente cadute sul tessuto.

 

Quanto costa la colla per tessuti?

Non è possibile fare una media per quel che riguarda la spesa di una colla per tessuti.

Molte infatti sono le variabili messe in campo, a partire dalla tipologia più o meno specifica, per poi passare al tipo di utilizzo per cui sono state create. Il costo si aggira indicativamente dai dieci euro in sù.

A dirla tutta alcune marche giocano un poco sul brand, alzando i prezzi quando questo non è così giustificato sul piano della reale efficacia del prodotto finale.

Come punto di partenza però possiamo dire che è questa la cifra richiesta per una buona colla con cui risolvere il problema e unire le parti che si sono strappate.

 

Quanta colla per tessuti utilizzare?

La quantità dovrebbe essere rapportata alla sezione e al lavoro che si sta portando avanti. Le colle che si utilizzano per fissare la tappezzeria al soffitto della macchina di solito vengono vendute dentro particolari barattoli, così da essere mescolate e poi posate con cura.

In questo caso è importante coprire tutta la superficie, senza lasciare buchi e spazi scoperti.

Diversamente, per sistemare uno strappo su un pantalone o un piccolo foro su una giacca, l’ideale è procedere con una dose minima e ben posizionata. Si unisce così la precisione di un tubetto dall’imboccatura sottile con la cura per il dettaglio e il dosaggio corretto.

 

 

 

Come utilizzare al meglio una colla per tessuti

 

Per chi si trova a confrontarsi per la prima volta con una colla per tessuti, è bene comprendere come comprare un prodotto di qualità e il modo migliore per utilizzarlo.

Occhio alle dita

Sembra ovvio sottolinearlo ma sempre di colla stiamo parlando. Per questo motivo a seconda del tipo di elemento che dovrete unire, si può lavorare con maggiori o minori premure a riguardo.

Alcuni tipi di colla poi dovrebbero essere posati con indosso una mascherina, così da proteggere anche le vie respiratorie da particolari residui che non vanno molto d’accordo con il nostro organismo.

Altre colle invece possono essere spalmate o allargate con le dita, così da gestire al meglio il punto di contatto e circoscrivere l’area poi da incollare.

Prima di mettersi all’opera vi preghiamo di leggere con attenzione le modalità di posa della colla e le eventuali precauzioni da prendere una volta all’opera.

 

Preparazione

La scelta di una piano e una zona di lavoro adeguate costituiscono il requisito fondamentale per chi vuole dare il via alle operazioni. Liberate quanto più possibile l’area da oggetti che possono ingombrare o creare fastidio durante la posa della colla.

Una corretta illuminazione aiuta ad avere chiari i dettagli, così che tutto passa sotto la lente luminosa della lampada e si monitora costantemente il progresso e la sistemazione di tutte le parti.

Istruzioni chiare

Comprendere e conoscere il tipo di colla che si sta utilizzando semplifica e permette di sfruttare al meglio le qualità del supporto in questione.

Per questo vi consigliamo come prima cosa di prendervi il tempo necessario alla lettura delle diverse informazioni e note d’uso.

In mancanza di qualsiasi tipo di consiglio o suggerimento sulla confezione o sul tubetto, meglio passare per il sito del produttore. Così si avrà modo di capire cosa si può fare e cosa no con la colla che si sta utilizzando al momento.

Meglio non prendere iniziativa da soli ma procedere seguendo le regole e le modalità d’uso previste per quel determinato tipo di colla e di tessuto.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI