Alimentazione dopo lo svezzamento: i consigli da seguire per crescere i propri bambini

Ultimo aggiornamento: 01.03.24

 

L’alimentazione di un bambino, nei suoi primi anni di vita, è fondamentale, dal momento che stabilisce innanzitutto quale sarà la crescita del neonato e, in secondo luogo, permetterà anche di stabilire una condotta dal punto di vista fisico e di salute organica, per evitare di palesare problemi successivi, durante gli anni dell’adolescenza e, soprattutto, in età adulta.

 

Per questo motivo, non bisogna assolutamente sottovalutare quanto importante sia l’alimentazione in questa fase della vita, soprattutto a seguito dello svezzamento: tra cibi che dovranno essere consumati e indicazioni alimentari che bisognerà seguire, sono numerose le regole che potranno permettere una condotta sana da parte di un bambino, così da creare una certa regolarità anche successivamente.

Ma come fare a capire quali sono gli alimenti e le azioni da svolgere in termini di alimentazione dopo lo svezzamento? Per fortuna, sul web esistono diverse piattaforme che permettono di venire incontro alle esigenze più varie: ad esempio, coloro che cercano un indirizzo per soddisfare il bisogno di divertimento, possono guardare alle piattaforme e ai siti di Casinoonlineaams.com mentre, sul web, sarà possibile ottenere alcuni consigli a proposito dell’alimentazione corretta dopo lo svezzamento

 

Ridurre sale e zucchero nella dieta di un bambino

Il primo consiglio da seguire, per quanto riguarda l’alimentazione dopo lo svezzamento, è  il basso consumo di sale e zucchero nella dieta di un bambino. Si tratta di una misura fondamentale, dal momento che permette di indirizzare, immediatamente, la condotta futura dal punto di vista organico di un bambino che, qualora dovesse assumere troppo sale all’interno della propria dieta, potrebbe avere problemi di ipertensione in futuro, soprattutto in età adulta e nella fascia che va dai 40 ai 50 anni, in cui la pressione alta tende a presentarsi e a diventare una costante. 

Per questo motivo, bisogna insegnare l’abitudine che, all’interno di una dieta di qualsiasi genere, il sale dovrà essere sempre ridotto e contenuto, visto che è comunque possibile trovare il sapore altrove, nell’utilizzo di altre spezie. Quanto alla limitazione dello zucchero, si tratta di un’altra abitudine alimentare importante, a causa del potenziale cancerogeno di una tipologia di alimento che, nella maggior parte dei casi, potrà essere semplicemente omesso o sostituito con altri, come il miele.

 

Evitare fuoripasto

La dieta di un bambino dopo lo svezzamento serve anche a insegnare alcune abitudini alimentari che saranno fondamentali in futuro: in tal senso, dunque, è importantissimo cercare di evitare i fuoripasto, soprattutto se avvengono durante le ore serali e notturne, in cui si farà molta più fatica in fase di digestione. Concentrare, nei momenti del pasto, l’apporto calorico e di altre sostanze nutritive che derivano direttamente dagli alimenti che si consumano è una buona pratica. Introdurre altri alimenti nel proprio organismo, indipendentemente dal loro valore nutrizionale, sbilancia la corretta fase digestiva che, soprattutto a seguito dello svezzamento, sarà sicuramente molto delicata. Per questo motivo, bisogna insegnare al proprio bambino che si mangia soltanto in alcuni momenti precisi del giorno. 

Prediligere l’acqua

Un consiglio fondamentale, che sarà in grado di generare anche una certa abitudine in fase di crescita, riguarda l’assunzione e il consumo costante di acqua, cercando nel contempo di sacrificare e di ridurre, quanto più possibile, tutti gli altri liquidi. È ben noto che ai bambini piaccia il sapore del succo di frutta, ma i numerosi conservanti che sono presenti all’interno di questo prodotto possono essere potenzialmente dannosi, soprattutto a seguito dello svezzamento, potendo aumentare i livelli di glicemia nel sangue. Per questo motivo è bene stabilire una corretta abitudine secondo cui l’acqua è l’unica tipologia di liquido ed è da preferire a tutte gli altri.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI