Le 8 migliori plastiline del 2022

Ultimo aggiornamento: 07.12.22

 

Plastiline – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Chi di noi non ha avuto a che fare con la plastilina nella vita? Quanti ricordi legati alla scuola materna, ma anche alle elementari quando c’erano dei lavoretti da fare in occasioni particolari. Poi si diventa più grandicelli e magari si prende parte a qualche laboratorio durante il tempo prolungato a scuola e si scopre che con questo materiale si possono fare delle vere e proprie sculture.

Qui trovate le recensioni delle migliori plastiline in vendita onlnie, come Didò secchiello Didomio Storie di Pasta, molto morbido e dunque agevole da lavorare; oppure Giotto 4632 00 Be-bè facile da modellare e che include anche alcuni accessori.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori plastiline – Classifica 2022

 

Di seguito potete prendere visione della nostra classifica e della recensione scritta per ciascuna plastilina selezionata.

Valutare i pregi e i difetti che abbiamo messo in risalto e confrontate i prezzi, a proposito, per sapere dove acquistare a prezzi bassi i prodotti che abbiamo scelto per voi tra quelli più venduti online, fate click sul link che vi abbiamo segnalato sotto ciascun articolo.

 

 

Plastilina Didò

 

1. Didò secchiello Didomio Storie di Pasta

 

La pasta Didò si presenta come molto malleabile pertanto è perfetta per i più piccoli che hanno ancora delle difficoltà a esercitare forza con le mani.

Altra cosa importante da sottolineare è che la pasta non attacca ed è atossica. La facilità di lavorazione invoglia i bambini a giocare senza stancarsi, andrebbero avanti per ore.

Peccato che i colori siano mal assortiti, non meravigliatevi se trovate un paio di doppioni.

La confezione comprende una serie di accessori, tra questi lasciano parecchio a desiderare le formine, troppo sottili fragili, la qualità è scadente secondo noi.

Il tutto è contenuto in un secchio, si tratta di una soluzione pratica che oltretutto preserva il Didò che se non conservato per bene si indurisce e diventa inutilizzabile.

Oltretutto il contenitore può anche essere utilizzato per conservare qualche giochino una volta che la pasta non è più utilizzabile. La cifra necessaria all’acquisto ci pare congrua, questa può essere una bella idea regalo, i bimbi apprezzeranno sicuramente.

 

Pro

Lavorabilità: Una delle caratteristiche principali della pasta è la sua malleabilità, i piccoli riescono a lavorarla senza alcun tipo di difficoltà.

Non attacca: Didò non si attacca sul piano di lavoro e non sporca, questo è un bene non solo pr i bimbi ma anche per i genitori che non dovranno faticare per pulire.

Accessori: Oltre alla pasta ci sono una serie di accessori per eseguire delle creazioni più elaborate, questi sono formine, forbicine, un matterello ecc.

 

Contro

Scelte cromatiche: Non ci ha convinto l’assortimento dei colori, anche perché alcuni sono davvero troppo simili tra loro, per non dire che sono doppioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Plastilina Giotto

 

2. Giotto 4632 00 pasta da modellare Be-bè

 

Giotto è un marchio che potremmo definire storico, è conosciuto principalmente per i pastelli in catalogo ha anche altri articoli interessanti e creativi come Be-Bè.

Di cosa si tratta? È una pasta molto facile da modellare in quanto morbida. Si tratta di un prodotto atossico e dal profumo gradevole la confezione comprende otto vasetti da 220 g di materiale ciascuno.

I colori sono assortiti e accompagnati da una serie di accessori che rendono il gioco ancora più divertente. La pasta, nel caso si solidifichi può essere “ravvivata” con un po’ di acqua chiaramente ciò non significa che sia riutilizzabile all’infinito, la cosa importante e conservarla secondo istruzioni per evitare che si indurisca e sbricioli.

Non è un prodotto pulitissimo nel senso che alcuni genitori si sono lamentati del fatto che sporchi vestiti e superfici, quindi mettete in conto questo problema prima di decidere per l’acquisto.

 

Pro

Morbida: La pasta si è dimostrata molto semplice da modellare e lavorare, ciò è dovuto all’ottima morbidezza del prodotto.

Accessori: Non mancano degli interessanti accessori che potenzialmente aumentano le possibilità creative dei piccoli artisti.

Odore: Un’altra delle doti che meritano di essere portate a conoscenza dei lettori è il profumo gradevole della pasta.

 

Contro

Sporca: Unico difetto emerso per questo prodotto è che sporca un po’ gli abiti e la superficie su cui viene utilizzato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Plastilina professionale

 

3. Prochima Pl090K1 Degas 90 Ral Dura 7015

 

Questa è una plastilina professionale adatta soprattutto a chi si dedica alle sculture, mantiene un buon dettaglio ed è priva di zolfo.

È di buona qualità secondo noi ma avendo una consistenza dura risulta essere difficile da lavorare, anche se può essere ammorbidita in forno, tuttavia se non siete abituati a questo tipo di pasta vi conviene virare su una plastilina a durezza media, soprattutto se vi piace modellare tanto con le mani.

Alcuni utenti segnalano che durante la lavorazione la plastilina rilascia dei grumi, ciò probabilmente è dovuto al fatto che il materiale non si riscalda con uniformità, quindi restano delle piccole porzioni più dure di altre.

La plastilina, messa alla prova dai consumatori, ha dimostrato di essere perfettamente compatibile con le gomme per poliaddizione.

Un altro pregio è la sua capacità di conservazione che resta inalterata anche dopo un paio di anni.

 

Pro

Dettaglio: Chi ha l’esigenza di creare sculture ricche di dettagli non potrà fare a meno di apprezzare la Prochima Degas.

Conservazione: Uno dei pregi di questa plastilina riguarda la sua capacità di conservarsi anche per un paio di anni mantenendo inalterate le sue caratteristiche.

 

Contro

Lavorazione: Non è semplicissima da lavorare a mano a causa della sua durezza, le cose non migliorano neanche ammorbidendola in forno.

Riscaldamento: Pare che la capacità di riscaldarsi della plastilina non sia perfettamente uniforme, ciò spiegherebbe la presenza di alcuni grumi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Plastilina Maimeri

 

4. Maimeri plastilina senza zolfo

 

La plastilina Maimeri ha soddisfatto per la sua malleabilità, il materiale si modella facilmente, soprattutto se le mani sono esperte.

Ha una consistenza omogenea quindi riscontrerete ovunque lo stesso grado di morbidezza. Resta malleabile nel tempo, quindi non è autoindurente.

Terminata l’opera può essere colorata con gli acrilici, è perfetta anche per i calchi in gomma siliconica.

Aspetti non secondari sono il gradevole odore che caratterizza la plastilina ma anche il fatto che non macchia, ad ogni modo è un materiale lavabile.

Non è per uso professionale, dobbiamo dirlo, ma resta un ottimo prodotto per i dilettanti, anche se probabilmente un po’ caro considerato che, in fin dei conti, la confezione contiene appena un chilogrammo di prodotto, difficilmente sufficiente per la creazione di un’opera per quanto piccola possa essere.

Ad ogni modo segnaliamo a chi lo desidera che sono disponibili anche confezioni da mezzo chilo.

 

Pro

Malleabilità: La Maimeri è semplice da modellare, è caratterizzata da una consistenza omogenea, da questo punto di vista è secondo noi un ottimo prodotto.

Odore: La plastilina ha un buon profumo quindi non si è disturbati, olfattivamente parlando, durante la lavorazione.

Calchi: Chi si sta chiedendo se la plastilina Maimeri sia adatta anche per i calchi in gomma siliconica, la risposta è affermativa.

 

Contro

Prezzo: Anche considerato che non si tratta di un materiale per professionisti, ai più il costo potrebbe rappresentare una spesa eccessiva.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Plastilina Play-Doh

 

5. Play-Doh Bustina di Vaso, Multicolore, 15 Vasetti

 

Play-Doh è un’altra di quelle plastiline gettonatissime tra i bambini. In effetti si tratta di un materiale morbidissimo, dalla buona elasticità e permette di divertirsi realizzando qualsiasi cosa l’abilità e l‘ingegno consentano.

Play-Doh non sporca e non emana odori sgradevoli, la confezione comprende quindici barattolini, ciascuno contiene 28 grammi di plastilina.

Come potete immaginare sono parecchio piccoli, usarli tutti insieme potrebbe anche avere senso mentre usarli come regalino per i bimbi partecipanti a una festa di compleanno potrebbe essere una scelta un po’ misera.

La confezione comprende anche degli adesivi per personalizzare i barattoli che, a proposito, sono un po’ complicati da aprire per i bambini.

L’assortimento dei colori è modesto, insomma, non aspettatevi di trovare quindici tonalità differenti.

Il materiale di per sé è buono e il prezzo anche ma in definitiva il contenuto ci sembra insufficiente, quantitativamente parlando.

 

Pro

Morbido: Plasmare il materiale è molto semplice in quanto è parecchio morbido, prende immediatamente la forma.

Non sporca: La plastilina non lascia aloni su superfici o abiti, altra cosa importante da dire è che è atossica e non emana odori sgradevoli.

 

Contro

Quantità: I vasetti sono realmente piccoli, pensate che ciascuno non contiene più di 28 grammi, davvero poco per essere regalati singolarmente.

Apertura: Togliere il tappo dal coperchio potrebbe essere difficoltoso per i più piccoli che quindi hanno necessariamente bisogno dell’aiuto dei genitori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Plastilina Das

 

6. Das 387000 Panetto, 500 g

 

Il Das è tra i materiali modellabili non professionali più conosciuti. La pasta è priva di glutine, magari è un po’ dura per i piccolissimi ma è comunque ottimamente malleable e una volta asciutta, diventa dura. Altra caratteristica positiva, è semplice dal lisciare.

Chi oggi è un adulto e ha ricordi di quando usava il Das da bimbo racconta che quello “nuovo” non sembra essere lo stesso materiale di un tempo e ritiene che i cambiamenti siano stati in peggio.

Il Das è perfetto per essere decorato pertanto se siete abili con i pennelli sentitevi pure liberi di sbizzarrirvi.

Per completare l’indurimento servano circa 36 ore tuttavia comincia ad asciugare in fretta e più asciuga più diventa difficile modellarla, questo è evidentemente uno svantaggio per chi non ama fare le corse contro il tempo.

Prezzo: è sicuramente un materiale che costa poco pertanto siamo soddisfatti sotto il profilo economico.

 

Pro

Lavorazione: Tra le migliori caratteristiche del Das dobbiamo assolutamente segnalare che si liscia facilmente, è perfetto per chi ha questo tipo di esigenze.

Decorabile: Il Das ben si presta a essere decorato, una volta ottenuta la forma desiderata, potete verniciarlo e abbellirlo a piacimento.

Costo: Potete acquistare il prodotto spendendo una cifra realmente contenuta, da questo punto di vista è un prodotto molto conveniente.

 

Contro

Asciugatura: Il Das asciuga abbastanza in fretta e pur richiedendo diverse ore per indurirsi del tutto, bisogna comunque lavorare piuttosto velocemente perché ben presto comincia a seccarsi diventando sempre meno malleabile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Plastilina Cando

 

7. Cando W51132G Plastilina Theraputty

 

La plastilina Cando non è come tutte le altre viste fino a questo momento, è particolare. Cosa ha di diverso? Presto detto: è uno strumento terapeutico, serve a migliorare la capacità motoria e la forza delle dita.

Dunque a chi è utile? Sicuramente a chi si sta sottoponendo a fisioterapia in seguito a un incidente e/o operazione, ma anche chi vuole avere più forza nelle dita, pensiamo, ad esempio ai chitarristi.

L’utente può portarsela dietro dove gli pare, persino in ufficio può essere usata, ma magari non fatevi beccare dal capo.

È molto resistente, conserva le sue proprietà anche dopo tantissimi utilizzi. È antibatterica. La plastilina che vi stiamo proponendo ha una durezza media ma informiamo che ci sono sei livelli tra cui scegliere, ciascuno con un suo colore.

Altra precisazione, nel nostro caso comprate 450 g di plastilina ma ci sono altri tre formati. Attenzione perché potreste sporcarvi in quanto macchia abiti e anche le mani.

Il prezzo ci lascia sinceramente dubbiosi, insomma, la plastilina terapeudica non costa poco.

 

Pro

Efficace: Le persone che hanno usato questa plastilina terapeutica riferiscono di aver contato dei reali benefici per la mano e in particolare per le dita.

Resistente: È di buona qualità la sua resistenza consente di utilizzarla tantissime volte, oltretutto è antibatterica, cosa che non guasta mai.

 

Contro

Sporca: Attenzione perchè abbiamo letto testimonianze le quali riferiscono che la plastilina sporca mani e abiti.

Prezzo: Secondo noi il prodotto è molto costoso, comprendiamo che non si tratti di semplice plastilina ma conviene comprarla solo se strettamente necessario.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Plastilina Jovi

 

8. Jovi 729925 confezione da 30 plastiline

 

La plastilina Jovi secondo noi ha un buon rapporto qualità/prezzo. La confezione contiene trenta pezzi da 50 g l’uno ed è adatto o almeno sarebbe consigliato dai due anni in su.

Perché il condizionale? Perché la consistenza non è morbidissima pertanto i più piccoli fanno fatica a modellare la plastilina.

Per il resto è un materiale atossico, senza glutine e non macchia. C’è un’altra caratteristica che ci è piaciuta: non secca, questa è una dote parecchio importante secondo noi ma siamo certi che anche i nostri lettori la pensino così.

Avevamo dimenticato di parlare dell’assortimento dei colori: abbastanza vario, state pur certi che il bimbo o la bambina non si annoieranno.

Dobbiamo segnalare che la confezione non comprende accessori ma tenendo conto del prezzo richiesto per una tale quantità di plastilina, ci può anche stare, quindi non ci lamentiamo più di tanto e lasciamo ai lettori decidere se questo possa far desistere dall’acquisto oppure no.

 

Pro

Contenuto: La confezione comprende trenta pezzi di plastilina di vario colore, ciascuno dal peso di 50 g per un costo che secondo noi è conveniente.

Non secca: Uno dei pregi che più ci hanno conquistati è la tendenza della plastilina a non seccarsi con il tempo, in questo modo ci si può giocare a lungo.

 

Contro

Malleabilità: La plastilina pare essere non sufficientemente morbida per i piccolissimi, sebbene sia indicata per i bimbi dai due anni in poi, meglio aspettare almeno un annetto in più.

Accessori: La confezione comprende solo plastilina, sebbene in abbondanza, segnaliamo l’assenza di accessori che i piccoli avrebbero sicuramente gradito.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Come scegliere le migliori plastiline

 

Di plastilina sul mercato ce n’è tanta, è un materiale molto comune, facilissimo da trovare anche presso la cartoleria sotto casa. Più difficile, invece, è trovare le offerte giuste e fare una comparazione tra queste, ma non dovete preoccuparvi perché ci abbiamo pensato noi.

Abbiamo selezionato quelle che secondo noi sono le migliori plastiline del 2022, lo abbiamo fatto tenendo conto dei pareri dei consumatori ma anche di un’altra serie di dati che una volta incrociati ci hanno portato al risultato finale di individuare quella che riteniamo essere la migliore plastilina.

La nostra guida sarebbe incompleta senza fornire ai lettori gli elementi utili a comprendere come scegliere la migliore plastilina, faremo insieme a voi una serie di considerazioni, vi renderemo partecipi del nostro processo di selezione che, come vedrete, non si basa soltanto sulla migliore marca ma va ben oltre, ci piace indagare pregi e difetti, aspetti convenienti e sconvenienti dell’articolo in esame.

Per i bambini

Come detto in precedenza la plastilina è per tutte le età ma bisogna anche dire che molto spesso il termine plastilina è usato genericamente e spesso anche in modo incorretto ma non staremo qui a fare pignolerie perché a noi interessa aiutarvi a capire quale plastilina comprare, ovvero quel materiale più adatto all’utilizzatore.

Prendiamo il caso dei bambini molto piccoli, per loro la plastilina vera e propria non è indicata. Volete sapere perché? Perché potrebbero avere difficoltà a modellarla in quanto troppo dura per le loro manine.

Per i piccolissimi è meglio un materiale con maggiore malleabilità e elasticità, ovviamente atossico, colorato.

Un materiale del genere è frutto della combinazione di farina, sale, coloranti e altri ingredienti che ne determinano le caratteristiche fisiche.

Certo, questo tipo di “plastilina” dopo un po’ si indurisce, soprattutto se non è ben conservata ma per i piccoli non c’è di meglio secondo noi.

 

Simile alla creta

Un materiale modellabile che ha caratteristiche simili a quelle della creta è il Das, si tratta di una pasta sintetica a base minerale. Il vantaggio che offre, rispetto alla creta e che quindi lo fa preferire per i classici “lavoretti” scolastici, è che per indurirsi non ha bisogno di essere infornato.

Pertanto, se per le vostre opere cercate una soluzione più economica e soprattutto più pratica della creta, è il Das che vi serve. Attenzione, questo materiale non è colorato ma può essere verniciato e decorato.

Le caratteristiche della plastilina

Descriviamo, adesso, le principali caratteristiche della plastilina vera e propria. È un materiale plastico composto principalmente da cera, argilla e olio, è ben modellabile e può avere diverse durezze. La plastilina ha tra le sue caratteristiche quella di non essiccare a contatto con l’aria dunque è sempre malleabile.

Si modella con grande facilità sia a mano sia con appositi strumenti. Per aumentare la morbidezza è possibile riscaldare il materiale, raffreddandosi torna alla sua consistenza iniziale.

La plastilina è compatibile con le gomme siliconiche. Segnaliamo, infine, che esistono anche plastiline bicomponenti che sono autoindurenti.

 

 

 

Come utilizzare la plastilina

 

Quante volte da piccoli vi siete ritrovati a giocare con la plastilina? Dopotutto, oltre alla componente ludica, modellare con questo morbido materiale aiuta il processo di apprendimento della coordinazione delle mani, della manipolazione.

Giocare con la plastilina stimola la fantasia del bimbo e lo tiene impegnato, concentrato su un obiettivo. Già, i bambini… ma mica vogliamo credere che la plastilina sia soltanto per i più piccoli?

Chi lo pensa sbaglia, perché anche i grandi la usano, infatti si possono realizzare tantissime sculture e non a caso esistono plastiline destinate a un uso professionale e di differente durezza.

La plastilina per i bimbi

Per i più piccoli è necessario scegliere una plastilina adeguata, con determinate caratteristiche. Dato per scontato che deve trattarsi di un prodotto atossico, deve essere molto malleabile altrimenti il bimbo potrebbe non avere la forza necessaria per modellarla. Una buona plastilina per bambini non richiede di essere riscaldata per ammorbidirsi, fosse anche solo tenendola chiusa tra le mani.

È importante, poi, che la plastilina sia colorata, i colori vivaci sono perfetti per catturare l’attenzione dei piccoli scultori. Se il bimbo ha intolleranza al glutine, evitate la plastilina che lo contiene quindi ricordate bene di leggere l’etichetta.

 

Vigilate

È importante che durante il gioco un adulto vigili sui piccoli i quali potrebbero ingerire la plastilina, il fatto che il prodotto sia atossico anche se ingerito, non deve significare che ci si possa rilassare.

 

Formine

Oltre alla plastilina, per rendere il momento ludico ancora più interessante si possono usare delle formine per ricreare animali e figure geometriche.

Le formine sono divertenti ma danno anche il loro contributo all’apprendimento con i primi rudimenti sulla geometria e sul mondo degli animali.

Aiuto, la plastilina si è seccata!

Uno dei problemi principali che riguarda la plastilina usata dai bambini, tipo il Didò e simili, è che prendendo aria si secca fino a diventare inutilizzabile.

Molti, credendo che non si possa fare più nulla, la buttano via. Dovete sapere che ci sono dei sistemi per riportare la plastilina alle sue caratteristiche iniziali. Vediamo come fare.

Sistemate la plastilina in un recipiente, versate qualche goccia d’acqua e cominciate a manipolarla. Non esagerate con l’acqua, la plastilina non deve essere zuppa ma appena umida.

Dovete impastare in modo che l’acqua penetri nel materiale, usate la tecnica che userete per l’impasto della pizza. Inizialmente la plastilina sarà viscida, melmosa, ma vedrete che queste caratteristiche spariranno nel corso della lavorazione.

Se non avete voglia o tempo di “impastare”, c’è un sistema alternativo. Bagnate della carta assorbente quindi al suo interno avvolgete la plastilina. Trasferite tutto all’interno di un contenitore a chiusura ermetico, se avete quello originale della plastilina, è perfetto.

Chiudete bene il coperchio e attendete circa 24 ore. Trascorso il tempo necessario verificate se la plastilina ha recuperato le sue proprietà. In caso contrario provate a impostarla con acqua come visto nel primo caso e se neanche così risolvete nulla, è proprio giunto il momento di buttarla via.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come posso evitare che il Das indurisca subito?

Innanzitutto il Das non utilizzato va sempre tenuto ben chiuso in un sacchetto poiché indurisce al contatto con l’aria.

Lavori complessi possono richiedere molto tempo, per lavorare in più sessioni è bene avvolgere l’opera nella pellicola, in questo modo non indurirà.

Come fare la plastilina?

All’interno di un recipiente versate 560 g di farina e 420 g di sale fino. Versate 225 ml di acqua, questa può essere arricchita con del colorante alimentare, cominciate a mescolare poi aggiungete 60 ml di olio che ha la proprietà di mantenere la plastilina morbida.

Impastate con cura al fine di ottenere un impasto elastico. Conservate la plastilina in un recipiente con chiusura ermetica.

 

Come ammorbidire la plastilina?

Non tutte le plastiline hanno lo stesso grado di malleabilità, alcune sono più dire di altre e per essere lavorate hanno bisogno di essere riscaldate.

In alcuni casi può essere sufficiente stringere il material tra le mani per alcuni istanti, in altri può essere necessario mettere la plastilina in forno con una temperatura superiore ai 40°.

 

Come indurire la plastilina

Molto dipende dal tipo di plastilina, il Das, per esempio, si indurisce in breve tempo ed è sufficiente l’esposizione all’aria. La plastilina può essere indurita anche in forno ma questo metodo è sconsigliato nel caso contengano zolfo che con il calore rilascia sostanze nocive.

Preriscaldate il forno impostando la temperatura su 200° quindi sistemate la vostra opera su una teglia e infornate. Dopo 30 minuti spegnete il forno e lasciate che si raffreddi dopodiché estraete la plastilina e adagiata in un contenitore dove deve riposare per una decina di ore.

 

Da che età di può cominciare a giocar con la plastilina?

La plastilina può essere usata fin da piccolissimi, ce ne sono di adatte a bambini da 2 anni in su, ad ogni modo è sempre bene controllare quanto è riportato sulla confezione, lì è chiaramente espresso per chè età è adatto il prodotto.

 

Qual è la composizione della plastilina?

La plastilina vera e propria è principalmente composta da argilla, olio e cera ed è priva di coloranti. Questa si differenzia per livello di durezza da scegliere in base alle esigenze dello scultore.

Che cos’è la tecnica claymotion?

È una tecnica cinematografica dove si creano personaggi e scenari con la plastilina. Si riprendono diverse immagini modificando di poco le posizioni dei personaggi e degli elementi della scena.

Le immagini, poi, vengono riprodotte in sequenza dando l’illusione che i personaggi siano in movimento.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI