I 5 Migliori Cuscini per Gravidanza del 2023

Ultimo aggiornamento: 27.01.23

 

Cuscino per Gravidanza – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Un cuscino per gravidanza è uno strumento utile per sostenere il peso del pancione che si fa importante durante le ultime settimane prima del parto. Ma poi sarà utile anche per sostenere il peso del piccolo durante l’allattamento. Sono realizzati con una forma molto speciale che serve per seguire le forme della madre e sostenere delle parti specifiche del corpo.

Vogliamo richiamare la vostra attenzione su due modelli in particolare. Niimo Cuscino Gravidanza e Allattamento Neonato XXL è un prodotto con imbottitura che non si deforma e ideale anche per l’allattamento. La federa in cotone può essere rimossa e lavata in lavatrice a 30°. Nuvita – DreamWizard ha una forma diversa dal solito cuscino per allattare e si presta a diversi usi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 Migliori Cuscini per Gravidanza

 

La nostra rassegna di prodotti vi vuol suggerire quale cuscino per gravidanza comprare. Sono stati tutti scelti tenendo in grande considerazione la qualità della fattura e le opinioni favorevoli espresse dagli utenti. Ci auguriamo possiate trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Se invece volete avere tutte le informazioni sul calcolo delle settimane di gravidanza, vi basta cliccare sul link.

 

 

Cuscino gravidanza e allattamento

 

1. Niimo Cuscino Gravidanza e Allattamento Neonato XXL

 

Tra i migliori cuscini per gravidanza del 2023 includiamo quello di Niimo, un prodotto che offre un buon supporto quando si deve dormire o riposare e non si trova la posizione giusta a causa del pancione.

Ideale anche per le gambe e i piedi, è caratterizzato da un’imbottitura in poliestere siliconico, che gli conferisce il giusto spessore.

La copertura esterna, con zip che ne rende semplice l’accesso all’interno, è in cotone 100% e ha una bella fantasia, anche se, per alcune utenti, risulta essere un po’ troppo ruvida a contatto con la pelle sensibile.

La federa inoltre può essere lavata in lavatrice a 30°, per mantenere una corretta igiene. Convince perché è un valido supporto anche per la schiena e perché va bene durante l’allattamento.

Se non sapete dove acquistare questo prodotto tra quelli venduti online, cliccate sul link in fondo. 

 

Pro

Imbottitura: Questa parte è in poliestere siliconico, che si adatta alla forma del corpo e non perde la sua anche dopo molti usi.

Federa: In cotone 100%, può essere lavata in lavatrice per mantenere intatta l’igiene quando se ne fa un uso intensivo.

Versatile: Va bene per la gravidanza, l’allattamento, ma anche per reggere gambe e piedi quando necessario.

 

Contro

Ruvido: La parte esterna non è molto soffice, quindi può creare qualche fastidio a chi ha una pelle particolarmente sensibile. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cuscino gravidanza Nuvita

 

2. Nuvita 7100 DreamWizard Cuscino Gravidanza e Allattamento

 

Nuvita propone un cuscino comodo da usare per dormire quando il peso del feto grava sugli organi interni e rende più difficile il corretto riposo.

La sua forma si rifà leggermente a quella dei cuscini antidecubito, cioè progettati per invogliare a mantenere la posizione sul fianco.

Quando la gravidanza raggiunge lo stadio finale è preferibile dormire sul fianco sinistro.

Non è una scelta casuale: si evita di gravare sulla vena aorta che porta il maggior flusso di sangue dalle gambe al cuore e che si trova sul femore destro. La sezione più piccola di questo cuscino è disegnata per sostenere la schiena e scoraggiare il desiderio di rigirarsi durante il sonno.

Uno stratagemma usato anche per evitare ai malati allettati di dormire supini evitando la formazione di piaghe.

Il cuscino più grande si può poi modellare in base alle proprie necessità per sorreggere la schiena in posizione seduta o sollevare le gambe stando sdraiati.

Quando il bimbo nasce è possibile usare il cuscino come riduttore per la culla o per reggere il piccolo durante le poppate. I prezzi bassi sono un altro elemento interessante a vantaggio di questo modello.

 

Pro

Più economico di altri modelli simili: Il cuscino è proposto a un prezzo molto interessante, vicino a quello dei modelli base proposti dalla concorrenza. Ma con molte funzionalità in più.

Versatile e adatto a diversi scopi: La speciale imbottitura in microsfere garantisce grande flessuosità al cuscino. Quindi può essere piegato o disteso a seconda di come si preferisce abbracciarlo perché sostenga il peso del corpo di mamma o bebè.

Anallergico e traspirante: La scelta dei tessuti e del materiale per l’imbottitura è fatta pensando alla qualità del riposo dei neonati. La loro pelle sensibile e delicata non deve stare a contatto con tessuti irritanti.

 

Contro

Riempito con microsfere: Il nuovo modello proposto da Nuvita impiega le microsfere come riempimento. L’effetto complessivo è molto gradevole, ma hanno il fastidioso vizio di scivolare dalle cuciture appena iniziano a cedere un po’.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cuscino gravidanza Boppy

 

3. Boppy Cuscino Gravidanza Total Body Geo 

 

La linea Boppy, già da qualche tempo, continua a riscuotere un notevole successo tra le utenti. Tanto da aver affiancato anche questo modello più strutturato al classico cuscino da allattamento a forma di C.

I pareri al riguardano concordano quasi all’unanimità sulla comodità ed efficacia della sua struttura. Infatti è disegnato per consentire l’intervento mirato in base alle necessità della madre e consentirle di riposare bene.

È pensato per accogliere con uno spessore più consistente le braccia e le gambe della mamma da sdraiata. Quindi riesce a sollevare testa e braccia, mentre separa le due ginocchia perché non si tocchino quando si è distesi sul fianco.

La parte che deve sorreggere il pancione, invece, è meno imbottita per evitare di gravare o premere troppo.

Si può facilmente decidere di cambiare configurazione al cuscino perché regga, alternativamente, solo la testa o solo le gambe.

Il tessuto è gradevole al tatto e facile da lavare. Infatti l’imbottitura, morbida e traspirante, è realizzata con materiale sintetico che garantisce una veloce asciugatura.  

 

Pro

Configurabile in diverse posizioni: Quando si tratta di definire come scegliere un buon cuscino per gravidanza, si deve essere in grado di immaginare il numero di posizioni che consentirà di assumere. Qui è facile staccare una parte del cuscino per favorire il riposo nella posizione preferita.

Non grava direttamente sul pancione: La parte a contatto con la pancia ha uno spessore decisamente inferiore rispetto al resto del cuscino. Per questo la pressione è decisamente inferiore anche senza far mancare il sostegno.

Facile da lavare e grazioso a vedersi: Il tessuto è lavabile in lavatrice così come l’imbottitura. In più è realizzato in tante gradevoli fantasie dai toni tenui.

 

Contro

Non si presta molto a essere usato per l’allattamento: La speciale forma del cuscino che si compone di diverse parti, poi, non si adatta a modellarsi intorno al corpo della madre per sostenere il bebè durante l’allattamento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cuscino gravidanza Koala

 

4. Koala Babycare Cuscino Gravidanza per Dormire e Allattamento Neonato

 

Molte lo ritengono il miglior cuscino per gravidanza, questo per via del prezzo davvero invogliante e la possibilità di sfruttarlo durante molto tempo.

Il cuscino è progettato per essere usato in tanti modi diversi oltre a consentire un miglior riposo durante gli ultimi mesi di gravidanza.

Sostiene braccia e gambe per facilitare il riposo su un fianco, ma all’occorrenza può cambiare forma e struttura.

Le estremità sono dotate di lacci di tessuto per facilitarne la chiusura quando si deve indossare come un salvagente intorno alla vita.

In questo modo è semplice reggere il piccolo durante l’allattamento che conta su un supporto speciale per reggerne il peso e avvicinarlo ai seni.

Se ne consiglia l’uso anche come seggiolino o come riduttore, quel che conta è prestare sempre vigile attenzione al bebè poggiato sul cuscino.

È riempito con speciali fibre di silicone che gli conferiscono morbidezza ma anche flessibilità.

 

Pro

Lungo e versatile: Lo speciale design di questo modello consente di fargli assumere la forma preferita per assicurare un riposo ristoratore. Anche in seguito sarà possibile sfruttarlo al meglio per sostenere il corpo del piccolo.

Lavabile con facilità: L’igiene deve essere massima quando si tratta di oggetti a contatto con i neonati e qui è semplice sfoderare il cuscino per lavarne il rivestimento.

Curato nei dettagli: Cuciture ben fatte, particolari curati e studiati per seguire al meglio l’anatomia del corpo della donna e del bimbo sono elementi che concorrono a fare un buon prodotto.

 

Contro

Potrebbe non essere l’ideale come riduttore: Il produttore ne consiglia l’uso anche come riduttore della culla. Ma il consiglio dei pediatri è di non usare cuscini e altri elementi nella culla e in cui il piccolo potrebbe trovare ostacoli al respiro quando impara a rigirarsi.  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cuscino per dormire in gravidanza

 

5. Dilamababy Cuscino Gravidanza in Fiocchi di Memory

 

Quello di Dilamababy è un cuscino per dormire in gravidanza leggero ma funzionale, che è ideale per l’allattamento, in quanto allevia il dolore alla schiena e problemi come le gambe gonfie, eventi tipici quando si aspetta un bambino.

Quando viene usato con questo scopo, è in grado di eliminare tutta la tensione che si accumula sulla schiena e sulle braccia, donando sollievo alle mamme più provate.

Un modello multiuso che può essere sfruttato anche per il bambino, come paracolpi o riduttore per il lettino.

La fodera esterna è lavabile e sfoderabile grazie alla zip presente, inoltre ha caratteristiche anallergiche e antiacaro.

Buono il prezzo viste le dimensioni, ma non per tutti questo modello è ideale per dormire, in quanto tende a schiacciarsi eccessivamente. 

 

Pro

Multifunzione: Questo modello è ideale per alleviare i dolori a collo e schiena della mamma, ma anche come paracolpi o riduttore lettino per i bambini.

Fodera: Dotata di zip, può essere rimossa e lavata comodamente in lavatrice, per mantenere sempre l’igiene.

 

Contro

Non per dormire: Non è il modello giusto se ne cercate uno prettamente per accompagnarvi nel sonno, visto che tende a schiacciarsi troppo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere un buon cuscino per la gravidanza?

 

Le ultime fasi della gravidanza possono essere molto problematiche. Gran parte delle donne sperimenta una particolare stanchezza.

Spesso è la stessa conformazione del feto ormai grande che preme sul bacino a impedire la corretta circolazione del sangue.

Anche gli ormoni prodotti durante la fase finale della gravidanza possono rendere più difficile la circolazione.

Il sangue e i liquidi ristagnano alle estremità e spesso piedi e gambe gonfie diventano un vero e proprio impedimento per il corretto riposo.

Tenere le gambe sollevate diventa un modo per garantire il giusto fluire del sangue e migliorare il riposo notturno. Un cuscino per la gravidanza di solito è disegnato per seguire la sagoma del corpo in modo da consentire anche di reggere il peso del pancione.

Insomma, quando pare di non avere pace e di non riuscire più a trovare il modo di dormire, un cuscino ben posizionato può fare la differenza.

 

 

Modelli diversi per venire incontro alle esigenze dell’ultima fase di gravidanza

Non tutti i modelli per le mamme sono uguali. Il loro scopo è quello di sostenere l’intero corpo nelle fasi finali dell’ultimo trimestre di gravidanza.

Si tratta di una soluzione che deve essere presa in considerazione in base allo stato in cui si trova la madre.

Alcuni prodotti sono particolarmente avvolgenti e disegnati in modo da avvolgere tutto il corpo, dal collo alle gambe, separando le due ginocchia quando si dorme sul fianco.

Possono essere di certo usati anche solo per tenere in alto le gambe, ma in posizione supina e con le gambe sollevate si rischia di stancarsi presto.

La soluzione migliore è rappresentata dai modelli che possono essere regolati in base alle reali necessità.

Quindi sono composte di diversi pezzi da comporre come si preferisce per avere il sostegno esattamente dove si desidera. Sotto il pancione, oppure sotto ginocchia o tra le ginocchia.

I cuscini a salsicciotto invece sono comodi perché possono essere gestiti liberamente e potranno essere usati anche quando il piccolo nasce e ha bisogno di un supporto.

 

Scegliere il cuscino in base all’imbottitura

Le imbottiture di questi cuscini non sono tutte uguali. Molto cambia a seconda del materiale scelto.

Le più green apprezzano l’imbottitura in pula di farro, una sostanza naturale che offre caratteristiche molto interessanti sotto tanti punti di vista.

Per esempio, la pula, o crusca, del farro ha la capacità di mantenere sempre una temperatura costante, quindi non è fastidioso avere il cuscino a stretto contatto.

Nemmeno nelle afose giornate d’estate.

Un altro vantaggio è la naturale resistenza alla formazione di muffe e parassiti all’interno. Uno dei problemi che invece riguardano i materiali di origine naturale.

In questo caso è sufficiente svuotare il cuscino della sua imbottitura e farle prendere sole di tanto in tanto per essere certi che sia sempre al massimo del suo potenziale.

Alternativamente è possibile, e del tutto lecito, scegliere un’imbottitura in gommapiuma. Le ragioni sono decisamente due: il cuscino così è più economico e più leggero.

La forma ne consente l’uso anche per l’allattamento

In base al modello di cuscino scelto è possibile continuare a usare a lungo il cuscino per le esigenze del bebè. I modelli a salsicciotto dotati di laccetti permettono di decidere quale forma deve assumere in base alla necessità.

Questo tipo di cuscini va bene se usato come riduttore della culla durante le prime settimane di vita del piccolo per creare un ambiente più raccolto e confortevole.

Si può sfruttare anche per delimitare lo spazio del lettone e far sentire il piccolo a proprio agio.

Chiaramente, una degli impieghi più frequenti è quello per favorire l’allattamento, al seno come al biberon.

Sfruttando il supporto del cuscino è facile portare il piccolo alla giusta altezza senza sforzare le braccia o curvare la schiena.

Infine, il cuscino continua a essere un prezioso supporto per aiutare il piccolo a reggersi dritto quando inizia a stare seduto o gattonare.

 

 

 

I progetti realizzati a mano sono personalizzabili e si adattano a pennello alle esigenze di ogni futura mamma

 

Possono costare parecchio o semplicemente non essere esattamente come si desidera. Fare un buon cuscino per gravidanza con le proprie mani non è così difficile.

Anche chiedendo l’aiuto di qualche artigiano locale il guadagno è alto, perché possono essere personalizzati combinando le caratteristiche tutte le attese.

Guadagno, sì, perché ci si porta a casa esattamente l’oggetto che si adatta alle proprie esigenze di corporatura e ai desideri riguardo le finiture.

Si possono combinare tessuti naturali con belle stampe dai colori preferiti. Imbottiture sintetiche o naturali in base alla consistenza ottimale.

Poi si può scegliere la forma e decidere se sagomarlo al corpo o mantenere un disegno essenziale facile da adattare alle diverse esigenze.

 

Perché serve un cuscino per la gravidanza

Un buon cuscino, a differenza di quello del salotto arrotolato alla bell’e meglio dietro la schiena, ha la funzione di sostenere il peso del pancione quando si fa più importante, sorreggere le gambe in alto quando la circolazione si fa più faticosa, e dare sostegno alla schiena perché provi sollievo in caso di dolore.

Si può anche usare il cuscinone che già troneggia sul divano. Ma il cuscino per la gravidanza, di solito, continuerà a essere usato anche dopo la nascita del bebè.

Servirà per sostenere il peso del piccolo. Che, anche se piccolo come un portachiavi, è pur sempre pesante e se si è appena passate sotto il treno del parto cesareo, magari d’urgenza, è una vera mano santa.

Ci sono, e non sono una leggenda, mamme elastiche e flessuose come étoile della Scala che dopo il parto sono in piedi ad accompagnare il pargoletto alla nursery perché vengano prestate le prime visite. Ma nella quasi totalità dei casi, dopo aver dato alla luce si ha l’energia di un bradipo che sta per andare in letargo.

Con la variabile del dolore dei punti, dell’episiotomia, del catetere… poter contare su un supporto per tenere in braccio il bebè non è segno di debolezza, ma di grande lungimiranza e scaltrezza.

A proposito, se adesso avete voglia di calcolare le settimane di gravidanza, vi basta cliccare sul link e verrete redirette a una pagina appositamente creata per voi.

 

 

E perché farselo da sé

Un tempo nel corredino per la nascita c’era posto solo per i bavaglini ricamati, i coprifasce e le copertine fatte a mano. Una manualità che s’è persa nel tempo ma che oggi non è del tutto smarrita.

C’è ancora chi si dedica al fai da te per accogliere l’arrivo del nuovo nato in maniera posata e meditativa. Ma lo fa in maniera più pragmatica e funzionale.

Per esempio realizzando il cuscino che permetterà di riposare bene durante le quaranta settimane di gravidanza.

Come per ogni cosa oggi, si può decidere se comprarla a metà del proprio valore reale oppure decidere di spendere tempo e denaro per realizzarla in casa con le proprie mani.

La psicologia conferma il potere terapeutico del far da sé. Realizzare un oggetto con i propri talenti e le proprie risorse è un esercizio meditativo e rilassante di grande valore.

Il cuscino per l’allattamento o per la gravidanza non fa eccezione, mentre si realizza si immagina il momento in cui verrà occupato dal piccolo frugolino di mamma e ci si riempie di sensazioni positive. Inoltre è possibile scegliere con cura e dovizia tutti i dettagli che lo devono comporre.

Il tipo di tessuto da impiegare, se bio certificato di certo costa meno se acquistato a metraggio e non in un prodotto finito.

Anche l’imbottitura si può personalizzare e si può decidere di usare solo la pula di farro, della gommapiuma o se combinare le due tipologie per ottenere un cuscino tutto sommato leggero ma che a contatto diretto abbia solo materiali naturali.

La forma si può disegnare esattamente sulle proprie misure. Quindi si può realizzare un salsicciotto lungo abbastanza perché possa essere usato nel lettone come riduttore per il sonno del neonato.

Sono tanti gli impieghi cui si può destinare questo genere di cuscino. Basta lasciarsi ispirare.

 

Come si fa un cuscino per gravidanza

Non ci sono grandi segreti per realizzare un cuscino di questo tipo. Il più delle volte basta cucire su lato lungo un rettangolo di stoffa lungo abbastanza da diventare un supporto per la schiena.

Si possono definire delle smussature per ammorbidire gli angoli e rendere il cuscino più facile da piegare. Per esempio prevedendo delle possibili curve ai lati come si fa per i cuscini per l’allattamento.

In questo modo sarà facile tenere il supporto sotto al pancione quando il pupo è ancora dentro, oppure farlo aderire ai fianchi quando si deve reggere il corpicino del bebè durante le poppate.

Una delle soluzioni più comode e facili da impiegare in diverse occasioni è realizzare un cuscino tubolare lungo almeno un metro e largo circa 25/30 cm che si possa usare in tanti modi diversi.

Quando si prepara il cartamodello con le giuste misure e proporzioni per il cuscino è indispensabile prevedere alcuni aspetti. Se il cuscino si desidera largo 30 cm, allora il taglio della stoffa dovrà essere di almeno 70 cm, per dare la possibilità di piegare in due la stoffa e cucirla solo su un lato, quello della lunghezza.

 

 

La versione a salsicciotto si usa anche dopo la nascita

In commercio si trovano davvero tanti cuscini per la gravidanza. I più complessi si compongono di diverse parti che si possono strutturare in modi diversi per sostenere la parte del corpo che ne ha più bisogno.

Sono soluzioni che sembrano allettanti perché paiono in grado di risolvere più problemi alla volta. Ma potrebbero non essere davvero capaci di dare la risposta giusta.

Mentre il semplice salsicciotto pare l’unico in grado di dare davvero grandi soddisfazioni. Se realizzato su misura è perfetto per essere usato contemporaneamente tra le ginocchia e sotto la pancia quando si dorme sul fianco.

Oppure si può ripiegare su se stesso per essere usato in posizione supina sotto le gambe tenendole sollevate in tutta la loro lunghezza, quindi anche sotto le ginocchia.

Poi questo cuscino di grandi dimensioni continua a essere utile dopo, quando il piccolo decide che è arrivato il momento di lanciarsi alla scoperta del mondo intorno a sé.

Prima gli permette di stare seduto comodamente senza cadere di lato, poi gli serve come base d’appoggio per iniziare a gattonare.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI