I migliori tiralatte

 

Tiralatte – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Il tiralatte rappresenta un prezioso alleato per le mamme che non possono sempre provvedere direttamente all’allattamento del loro piccolo. Uno strumento semplice da usare e che velocizza l’estrazione diventa presto per tante donne un valido alleato per l’allattamento naturale. Ma non è semplice trovare il modello che meglio si adatti alla propria conformazione fisica e rispetti la naturale fisiologia della suzione. Per questo è bene fare una comparazione tra i tanti modelli in commercio, magari testandoli su sé stesse senza scoraggiarsi se al primo tentativo non si ottengono buoni risultati. Ma evitare di perdere tempo e denaro confrontando troppe offerte non sempre efficaci è indispensabile per garantire la corretta alimentazione al neonato. In questo articolo vogliamo proporvi i modelli che più sono apprezzati dalle utenti e che ricevono opinioni spesso molto entusiaste. Come il Medela Swing, veloce, efficace e molto discreto si smonta e rimonta con facilità in poche mosse. Momcozy – Elettrico è una soluzione dal prezzo competitivo e una buona qualità complessiva.

 

Opinioni sui migliori tiralatte

 

I prodotti che descriviamo di seguito potranno darvi una buona base tra cui scegliere quale tiralatte comprare. Date loro un’occhiata.

 

Prodotti raccomandati

 

Medela Swing

 

Tra i modelli venduti online che meritano grande attenzione di certo troviamo i prodotti a marchio Medela. Molto apprezzati dalle ostetriche e presenti negli ospedali in reparto maternità, gli strumenti per facilitare l’allattamento sono molto validi anche nella loro versione domestica.

Il tiralatte elettrico Medela si fa apprezzare per la forma compatta e molto maneggevole. È facile portare al seno la coppa e lasciar lavorare la pompa mentre aspira il latte. Il meccanismo alla base del suo funzionamento cerca di riprodurre in maniera fedele l’andamento della suzione del bambino. Quindi inizia con un ritmo costante e intenso per stimolare la produzione, per poi iniziare la vera e propria suzione. In poco tempo il seno si abitua a questo genere di meccanismo e l’operazione diventa semplice e indolore.

I pezzi che compongono il tiralatte sono facili da smontare e rimontare. Un gran vantaggio perché andranno spesso puliti e sterilizzati per essere sempre pronti all’uso.

 

Pro

Imita la suzione del neonato: Figura tra i tiralatte più venduti proprio perché è tra i più efficaci con ogni tipo di seno e capezzolo. Sono disponibili coppe diverse per adattarsi alla misura del seno prima e dopo la montata lattea.

Molto leggero e maneggevole: Non ci si stanca usandolo perché è molto leggero e si porta al seno con facilità senza stancarsi, reggendolo nella sua posizione.

Facile da pulire: I pezzi che lo compongono sono piuttosto grandi, facili da smontare e identificare, quindi anche quando è il momento di ricomporre le parti non ci si trova di fronte a un rompicapo insormontabile.

 

Contro

Tra i più costosi: Se volete puntare al top di gamma allora vi proponiamo il link dove acquistare questo modello. Ma è bene considerare che ci sono offerte più economiche.

 

 

 

 

Momcozy – Elettrico  

 

Sono i prezzi bassi il punto forte di questo strumento. Anche le opinioni favorevoli delle utenti giocano a tutto vantaggio del modello Momcozy. Si tratta di una soluzione innovativa sotto tanti punti di vista che porta le innovazioni tecnologiche in un settore che sembrava volerne restare fuori.

È elettrico quindi non richiede l’attivazione manuale tramite pompetta. Fa tutto da sé e si attiva in modo da iniziare con una fase massaggiante che stimola la produzione di latte. Quindi inizia a pompare imitando l’azione di sottovuoto che compie il piccolo quando tira il latte.

Si può regolare l’intensità del tiraggio e impostare la macchina perché memorizzi la potenza usata e la riproponga nelle sedute successive. Un dettaglio in più che rende intuitivo l’uso di questo dispositivo.

 

Pro

Più economico di tanti modelli più noti: Anche questo tiralatte è progettato e costruito con grande attenzione allo scopo che deve compiere. Si tratta di un dispositivo ben fatto e curato nei dettagli, ma di certo proposto a un prezzo difficile da battere.

Memorizza l’intensità del lavoro: Si possono scegliere fino a sedici livelli di suzione che possono essere scelti in base al grado di avviamento della produzione di latte. Si può impostare la macchina perché lavori a una determinata velocità per poi cambiare manualmente l’intensità della suzione.

Massaggiante: Prima di iniziare a estrarre il latte, il dispositivo è programmato perché massaggi il seno favorendo la fuoriuscita di latte attraverso i dotti galattofori.

 

Contro

Coppa piccola: Tenete presente che, se il vostro seno è abbondante, potreste trovare la coppa troppo stretta.

 

 

 

 

Bellababy – Elettrico

 

Pareri positivi incensano anche questo modello, tra i meno noti nel mercato di prodotti pensati per la cura della primissima infanzia. In particolare questo modello si distingue per la possibilità di tirare il latte contemporaneamente dai due seni. Una buona soluzione specialmente per le donne che hanno già avviato con successo e serenità l’allattamento e si possono permettere di fare più in fretta.

In questo modo si dimezzano i tempi necessari a preparare le scorte di latte da offrire al piccolo. E l’operazione diventa decisamente più sbrigativa.

Si possono impostare fino a nove livelli di suzione fino a trovare quello più adatto alla propria fisiologia. Tutto si controlla attraverso il comodo display touch che consente di regolare le funzioni di base.

 

Pro

Doppio: Se c’è un elemento determinante su come scegliere un buon tiralatte la velocità è da considerare ai primi posti. Qui oltre a contare su due pompe, all’occorrenza se ne può usare solo una, in più è predisposto per massaggiare e favorire la suzione.

Con comandi touch: Il dispositivo si governa dalla sua scatoletta che permette di controllare le diverse funzioni, come la durata e l’intensità del massaggio preparatorio e il tipo di suzione.

Dotato di bustine per conservare il latte: Per conservare il latte direttamente in congelatore è comodo contare sulle buste con chiusura zip. A queste sono associate le speciali clip che permettono di fissare la bustina al tiralatte e così evitare di manipolare eccessivamente il contenuto.

 

Contro

Può essere stancante: Specie durante i primi tempi si può essere parecchio stanche e provate dal postparto. Per questo non è il caso di usare entrambe le pompe allo stesso tempo.

 

 

 

 

Chicco Natural Feeling

 

Forse non il miglior tiralatte in assoluto, ma di certo una buona soluzione manuale che permette di risparmiare molto e sfruttare un meccanismo dal funzionamento rudimentale.

Il tiralatte Chicco si fa apprezzare per la morbidezza dell’involucro massaggiante che si trova all’interno della coppa. In questo modo è più facile creare il sottovuoto necessario per avviare una buona suzione.

La pompa si attiva con le mani, quindi basta stringere e rilasciare il meccanismo per avere ottimi risultati e in poco tempo. All’inizio può sembrare stancante fare questo lavoro manualmente. Ma presto ci si abitua e anche la produzione di latte aumenta di conseguenza. Il tiralatte ha infatti una maniglia molto ergonomica che facilita la presa e tutta l’operazione.

 

Pro

Economico: Il bello di questo modello è che costa anche più di cinque volte meno di un modello elettrico. E funziona.

Compatibile con tutti I biberon dello stesso marchio: L’imboccatura del tiralatte è compatibile con quella di tutti i biberon Chicco. Così è più facile conservare il latte dopo la sua estrazione ed evitare travasi pericolosi perché possono favorire la contaminazione batterica.

Facile da usare: Basta portarlo al seno e andare di pompetta. La sua forma è ergonomica quindi non ci si stanca troppo a tirare il latte.

 

Contro

Più lento di uno elettrico: Il neo dei modelli manuali è che richiedono più tempo per svolgere il loro compito. Un aspetto che pesa soprattutto durante i primi tempi.

 

 

 

 

PiAEK – senza BPA

 

Tra i migliori tiralatte del 2019 troviamo anche questa interessante proposta da prendere in considerazione se si cerca un modello efficace ma anche piuttosto economico. È manuale e per questo è compatibile con qualsiasi livello di allattamento. Anche quelli che sono appena partiti, perché si ha maggiore sensibilità dell’intensità del lavoro da trasmettere alla pompa.

La confezione comprende numerosi accessori, tutti utili e in grado di semplificare parecchio il lavoro.

La coppa ha un rivestimento di silicone che aiuta a creare il vuoto. In questo modo la suzione avviene senza intoppi e il latte viene spremuto con regolarità e movimenti omogenei. Il design è molto snello e questo rende facile portare il tiralatte ovunque serva. Le più intrepide possono pensare di portarlo con sé sul posto di lavoro senza eccedere con l’ingombro di strani marchingegni.

 

Pro

Coppa in silicone: Dispone di una coppa che aderisce bene alla pelle del seno, in questo modo si crea il vuoto ed è più facile tirare il latte. Allo stesso tempo si riduce la quantità di batterie e altre sostanze presenti nell’aria che vengono aspirate insieme al latte.

Design curato: Il tiralatte manuale è molto leggero e non ha bisogno di alimentazione o altri elementi per funzionare. Basta azionare la pompetta e tirare.

Facile da sterilizzare: Si smonta facilmente e si mette a sterilizzare come si fa con tutti gli oggetti dedicati alla cura della primissima infanzia.

 

Contro

Più adatto alle esperte: Non è il più consigliato alle donne che hanno appena partorito il primo figlio. Funziona meglio con le mamme che hanno già avviato con successo e regolarità l’allattamento esclusivo.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...