Gli 8 migliori libri per bambini del 2020

Ultimo aggiornamento: 27.10.20

 

Libro per bambini – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Leggere un libro per bambini è un esercizio che appassiona anche i grandi. Se si presta attenzione e si guarda al di là dell’oggetto in sé, si scoprono piccole opere d’arte che possono nascondere tanti significati. Dei buoni albi per l’infanzia permettono di trattare temi complessi con la leggerezza che è tipica di questa età. Perché semplice non significa banale e non saper ancora leggere non sempre è un limite alla comprensione profonda di come va il mondo. Appassionarsi alla ricerca del libro adatto in base all’età del bambino è una ricerca stimolante e sempre fruttuosa. Chi ancora non ha una collezione di testi o cerca dei riferimenti da cui cominciare ad allestire la propria personale biblioteca per l’infanzia può trovare in questi titoli una fonte di ispirazione utile come punto di partenza. Sono per lo più titoli di grandi classici senza tempo, ma che hanno il pregio di infondere nel piccolo lettore la fiamma della curiosità e il piacere della conoscenza. Un classico che non dovrebbe mai mancare in una casa dove ci sono, o ci sono stati, dei bambini è di certo il capolavoro di Michael Rosen A caccia dell’Orso, testo ritmato e dall’andamento incalzante che alterna momenti di riflessione al brivido dell’avventura. Difficile non restare incantati dalla grazia didascalica e dalla precisione d’altri tempi che si trova nel tratto dell’illustratrice Emmanuelle Tchoukriel evidente nel suo Inventario illustrato degli insetti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori libri per bambini – Classifica 2020

 

Una volta iniziato a leggere insieme ai bambini, si innesca una sorta di dipendenza e il desiderio di acquistare un nuovo libro illustrato diventa sempre più forte. In questa classifica, che non vuole attribuire o togliere meriti a nessuno, c’è posto per i grandi classici da cui partire per avvicinarsi, insieme adulti e bambini, al piacere della lettura condivisa. I pareri di generazioni di lettori li hanno resi grandi e per questo gran parte di questi testi meritano grande apprezzamento.

 

 

Libri per bambini da 0 a 2 anni

 

1. Michael Rosen A caccia dell’Orso

 

Decisamente un libro da leggere ad alta voce. È in cima alle classifiche da così tanto tempo da non stupirsi che tanti lo considerino il miglior libro per bambini al quale poi farne seguire altri. Perché il pregio di un buon libro è di aprire al desiderio di leggerne ancora e ancora e così tuffarsi nei mondi fantastici che racchiude la letteratura, di tutti i tempi e per tutte le età.

La storia, semplice ma non banale, è il pretesto per lanciarsi insieme in una rocambolesca avventura, tutti insieme a caccia dell’orso. Un adulto, probabilmente il papà, e una ciurma di bimbetti di età diverse si mette in marcia decisa ad andare in cerca dell’orso. Ma la spedizione è anche un pretesto divertente per mettere in rima parole che hanno una speciale musicalità. Ci si diverte a recitare insieme le onomatopee dei passi lungo gli ostacoli e le peripezie che nasconde il cammino. È un pretesto per fermarsi e riflettere sul da farsi, per studiare una strategia per continuare ad andare avanti malgrado le difficoltà.

È un libro che si può cantare e suonare, perché mantiene la ritmica incalzante anche nella traduzione in italiano dall’inglese. Ma è anche un libro che si può agire, perché si potranno imitare i movimenti dei nostri eroi attraverso le tante difficoltà. Ed è un libro adatto anche quando la dizione è incerta, perché ha tanta importanza l’uso delle onomatopee per imitare il suono dei passi sul selciato.

 

Pro

Tanti livelli di lettura: Quello che rende un classico un vero grande libro è la possibilità di parlare dritto al cuore del lettore. Non importa quale sia la sua età e la sua capacità di comprensione.

Laboratori e attività: Il libro è stato usato spesso per animare laboratori di lettura e anche in casa si potrà cogliere l’ispirazione per mettere su un bello spettacolo ogni volta che il piccolo chiederà di leggerlo.

Bello da leggere e da guardare: Le illustrazioni ad acquerello marcano anche con una scelta grafica diversa i tanti momenti che attraversano i personaggi, per esempio le pause di meditazione sono in bianco e nero in contrasto con le tavole a colori quando si intraprende l’azione.

 

Contro

Tante edizioni: Non è facile sapere a priori quale delle tante edizioni che sono state fatte del libro sarà disponibile per l’acquisto.

Acquista su Amazon.it (€10.45)

 

 

 

Libri per bambini da 0 a 2 anni

 

2. Fiona Watt Animali. Trascina e scopri. Primi libri tattili

 

Tra i migliori libri per bambini del 2020 ci sono anche quelli che si presentano in primo luogo come degli oggetti molto interessanti per i piccolissimi. Sono libri che saranno assaggiati, mangiucchiati e strappati ma tutto questo servirà al giovanissimo lettore per prendere dimestichezza con l’oggetto e quindi con il suo contenuto.

Il bello di questo libricino edito da Usborne, casa editrice con molti bei titoli in catalogo, è che si muove e che ha proprio la forma del ditino del bebè. Le pagine cartonate con rilievi e percorsi tattili spinge il piccolo a coordinare il movimento delle dita per scoprire come cambiano le illustrazioni dopo il suo intervento.

Un piccolo miracolo della causalità. Quasi tutto quello che tocca il piccolo si trasforma mentre si muove: si aprono occhi di animaletti curiosi, insetti furbetti fanno capolino da dietro un cespuglio e simpatici amici si nascondono o si rivelano muovendo le alette. I colori vivaci e le illustrazioni piane incuriosiscono e attirano i piccolissimi già da quando sono in grado di afferrare gli oggetti e portarli alla bocca.

 

Pro

Pagine molto rigide: Non il solito cartonato, ma robuste pagine formate da strati diversi che resistono bene allo stress dei morsi coi primi dentini.

Coloratissimo: Tante figure antropomorfe e tutte caratterizzate da facce sorridenti e l’aspetto rassicurante, seppure l’azione sia ambientata in una fitta giungla piena di animali feroci. Roar!

Facili da muovere: Non tutti i libri con le finestrelle sono davvero a portata di bebè, questi sono facili da muovere e proprio a misura di piccole dita.

 

Contro

Manca il testo: Prima di tutto è un oggetto, serve al bambino piccolissimo sotto l’anno d’età a manipolare questa strana forma e comprendere come si girano le pagine, non così scontato come si crede.

Acquista su Amazon.it (€9.02)

 

 

 

Libri per bambini da 0 a 2 anni

 

3. Anna Llenas I colori delle emozioni. Kamishibai

 

Il kamishibai è un teatro su misura per bambini piccoli. Si tratta di un oggetto in uso nella tradizione buddista giapponese, che ha alcuni paralleli anche nella tradizione orale occidentale. Il bello di questo teatrino, però, è di essere realizzato per lo più di carta e di essere portatile. Quindi si può allestire uno spettacolo ovunque e con pochissimi elementi scenici.

Nella versione kamishibai dell’ormai classico testo della Llenas, si possono mettere in scena le emozioni e parlare così al cuore dei piccolissimi dando un nome ai loro stati d’animo. In questo caso, invece di essere indecisi riguardo a quale libro per bambini comprare, si rischia di non sapere scegliere quale versione del libro scegliere.

Dal delizioso pop-up passando per la semplice versione stampata, tutte sono in grado di spiegare ai piccolissimi cosa succede quando le emozioni prendono il sopravvento. Quando si deve stabilire come scegliere un buon libro per bambini, forma e contenuto devono avere pari peso. I testi di questa prolifica autrice catalana che illustra i propri libri, sono una fonte inesauribile di riflessioni sugli stati d’animo che rendono comprensibili anche le sensazioni più fumose e intime come le emozioni.

 

Pro

Versione speciale: Di un libro bello di per sé, anche nella semplice versione illustrata e stampata su carta semplice.

Un teatrino portatile: Non serve avere il kamishibai per mettere in scena e rappresentare le emozioni, è tutto compreso.

Diretto e coinvolgente: Difficile non immedesimarsi nei sentimenti dei mostri delle emozioni, che nella loro essenzialità descrivono perfettamente gli stati d’animo più comuni.

 

Contro

Delicato: Bisogna valutare con attenzione chi sarà il destinatario di questo libro, perché potrebbe essere facile a rompersi. Anche se i bimbi dall’anno in poi possono ben identificarsi nelle sensazioni descritte.

Acquista su Amazon.it (€33.25)

 

 

 

Libri per bambini di 3-4 anni

 

4. Emmanuelle Tchoukriel Inventario illustrato degli insetti

 

Chi ama gli albi illustrati per l’infanzia sa di non poter aspettare le offerte per fare un acquisto, tende piuttosto a valutare la qualità del testo e accaparrarselo prima che vada fuori catalogo. È quello che succede quando si sfogliano le pagine di questi Inventari, illustrati da Emmanuelle Tchoukriel, illustratrice la cui arte e precisione è stata comparata a quella degli esploratori settecenteschi.

Difficile distinguere il reale dalla riproduzione facendo una comparazione veloce. Ogni particolare degli insetti così come degli altri soggetti rappresentati è riprodotta con l’estrema veridicità del naturalismo.

I più piccoli sono introdotti alla scoperta del micromondo in maniera semplice ma mai banale. Le didascalie offrono spunti interessanti e informazioni facilmente fruibili che solleticano la curiosità del piccolo osservatore. Molti dei soggetti rappresentati sono insetti comuni che il bambino può riconoscere osservando con attenzione tra le piante di casa, in terrazzo o in giardino.

 

Pro

Tavole di rara bellezza: La stessa precisione e la dovizia di particolari che si riscontrava nelle tavole degli esploratori naturalisti del Settecento, riproposta ai bambini contemporanei perché ammirino la bellezza nascosta del micromondo.

Insetti comuni: Scovare il bello in ogni cosa, non solo in sgargianti farfalle esotiche ma anche nella più semplice delle coccinelle, osservandone le numerose varianti di specie.

Con didascalie: Le descrizioni delle abitudini e le caratteristiche degli insetti riprodotti hanno precisione scientifica, ma sono proposte con un linguaggio semplice e facilmente fruibile da parte dei bimbi più piccoli.

 

Contro

Finisce troppo presto: Si rischia di restare delusi, una volta raggiunta l’ultima tavola, perché si vorrebbe che il libro continuasse ancora con ancora altri insetti.

Acquista su Amazon.it (€14.25)

 

 

 

Libri per bambini di 3-4 anni

 

5. Gianni Rodari Favole illustrate

 

Tra i titoli venduti online che meritano di far parte della propria collezione c’è anche questa bella edizione delle classiche favole per bambini illustrate, nello specifico quelle al telefono del celebre scrittore italiano. Si tratta di una selezione di alcuni dei titoli che compongono la celebre raccolta del ’62 che ha ancora una strabiliante capacità di parlare ai bambini.

Gli illustratori riescono con efficacia a trasporre in veste grafica il testo originale, alcune sono tra le penne più note del panorama nazionale come Nicoletta Costa, la mamma della Nuvola Olga e altre fiabe per piccolissimi.

In generale il progetto editoriale è molto gradevole e dà un pretesto in più per riprendere un testo che per errore si potrebbe pensare non sia così attuale. Invece, i più piccoli riconoscono il valore delle favole e imparano ad apprezzarne trame e significato identificandosi all’istante.

 

Pro

Una selezione: Le sette brevi favole per bambini selezionate sono state leggermente modificate nel testo ma rimangono fedeli all’originale.

Illustrazioni piacevoli: Il compito di rendere più accattivanti le favole è stato affidato agli illustratori, alcune tra le firme più interessanti, per aggiungere immagini alle parole e aiutare i piccolissimi a seguire la narrazione.

Copertina tattile: Un rivestimento vellutato rende la copertina anche bella da accarezzare, ma non toglie protagonismo alla bellezza delle favole in sé.

 

Contro

Difficile esprimere una critica: Il bello della letteratura è che sa parlare a ognuno in modo diverso, quindi non c’è da stupirsi che a qualcuno possa non piacere qualcuna di queste favole, ma capita a pochi.

Acquista su Amazon.it (€14.25)

 

 

 

Libri per bambini di 3-4 anni

 

6. Julia Donaldson Axel Scheffler La strega Rossella

 

La coppia Donaldson Scheffler ha fatto nascere alcuni tra i personaggi più amati dalle ultime generazioni di giovani lettori. La Strega Rossella è uno di questi. È tra i titoli più venduti insieme al Gruffalò che ha già superato i vent’anni ma non ha perso la freschezza dell’infanzia. 

Per chi, come spesso accade, dovesse sviluppare una leggera dipendenza da questo stile leggero e spensierato ci sono ancora altri titoli da scoprire e proporre ai piccoli lettori. Questo è un inno all’amicizia, al potere dell’inclusione e alla capacità di sconfiggere i nemici più pericolosi se si impara a restare uniti. 

Il ritmo incalzante delle strofe in rima, le ripetizioni che facilitano la memorizzazione e la ripetizione da parte dei piccolissimi, sono uncini che acchiappano il piccolo lettore che partecipa alla narrazione. Il finale a sorpresa lascia ancora spazio per un happy ending di grande effetto scenico.  

 

Pro

Coppia affiatata: Narratrice e illustratore sono tra le firme più apprezzate nel panorama mondiale di letteratura per l’infanzia. La ragione appare subito evidente.

Temi importanti: Amicizia, paura, suspence e inclusività, sono alcuni degli argomenti che il testo riesce a sviluppare in una manciata di tavole ben illustrate e di facile comprensione da parte dei piccoli.

In rima: La narrazione segue il canone tipico delle filastrocche, dove alcuni elementi chiave si ripetono e permettono ai piccoli la memorizzazione delle frasi e il riconoscimento delle varie scene.

 

Contro

Traduzione non fedele: È uno dei limiti che si riscontrano nei testi per l’infanzia in lingua, specie quando sono in rima. Per esempio, la strega non si chiama mica Rossella…

Acquista su Amazon.it (€7.5)

 

 

 

Libri per bambini di 5-7 anni

 

7. Leo Lionni Guizzino

 

È un vero e proprio romanzo di iniziazione, ma perfettamente comprensibile da parte dei bambini dai 5 anni, e spesso anche prima. Come ci si aspetta da questo genere letterario, la storia inizia da un episodio violento che lascerebbe esanime gran parte degli adulti. Ma non un bambino, che invece sa cosa serve per riconquistare la voglia e la fiducia del vivere.

Leo Lionni è un prolifico autore e illustratore, statunitense d’adozione e olandese d’origine a cavallo tra il secondo conflitto mondiale e il dopoguerra. Durante la parentesi italiana completa parte della formazione culturale e artistica. 

Misteriosamente additato da una certa corrente politica come diseducativo, ha fortunatamente conosciuto nuova fama ed è stata ripubblicata quasi l’intera produzione letteraria. Peccato non sia facile trovare dove acquistare tutti i titoli in catalogo.

 

Pro

Narratore attento: Uno stile cristallino e puro che tratta i temi più diversi ma anche i più universali in grado di conquistare l’attenzione dei bambini e dei loro genitori

Magistrale illustratore: I testi illustrati con tecniche modernissime e sperimentali, ancora oggi a distanza di decenni. Delle opere d’arte contemporanea rilegate in forma di libro.

Personaggio di riferimento: Un protagonista piccolo in cui identificarsi perfettamente senza alcuna difficoltà.

 

Contro

Edizioni disponibili: Dopo un’attenta opera di ristampa da parte della casa editrice Babalibri che ne ha curato la riedizione in forma cartonata e flessibile, oggi diventa difficile trovare le prime in commercio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Libri per bambini di 5-7 anni

 

8. Emma Adbåge La buca

 

Questo è il vincitore dell’edizione 2020 del premio Andersen, proprio nella sezione Miglior libro 6/9 anni. Edito da Camelozampa, questo libro è stato premiato con la seguente motivazione da parte della giuria del prestigioso premio “Per una rappresentazione vivacissima e vera dell’infanzia, dei suoi bisogni e dei suoi desideri”.

E in effetti ha molto poco da dire ai bambini, dei quali rappresenta il loro mondo magico in maniera così fedele da non suscitare quasi reazione. Ma la dice lunga su quanto gli adulti abbiano bisogno di tornare a guardare il mondo con occhi bambini.

Protagonista della storia è proprio una buca, brutta, scoscesa e pericolosa come tutte le buche appaiono agli apprensivi genitori. D’altra parte, i bambini del quartiere ben sanno cosa farsene di questo inno alla libertà e la trasformano in tutto quello che la loro immaginazione riesce a suggerire.

Non si sceglie per i prezzi bassi o perché questo è il testo più economico, si sceglie di possedere questo libro come promemoria. Da fare ai propri piccolo per ricordare loro che potenza è la loro fantasia. E per ricordare a se stessi, come genitori ed educatori, che la vita è tutto quello che gira intorno al pericolo.

 

Pro

Un libro che parla agli adulti: Più che ai bambini, infatti loro già sanno che ogni cosa nasconde miriadi di possibilità. Ma lo ricorda con dolcezza agli adulti che l’hanno scordato.

Tante trovate divertenti: Per ogni vincolo imposto dagli adulti, i bambini sono in grado di trovare una risposta creativa e spassosissima.

Premio Andersen 2020: Premiato nella sezione Miglior libro 6/9 anni, è facile da leggere anche in autonomia.

 

Contro

Odio o amore: Non è un libro che piace in parte, si rischia di restare delusi imbronciati come gli adulti sul bordo della buca o di farsi trasportare dall’entusiasmo dei bambini che sanno vedere oltre.  

Acquista su Amazon.it (€14.25)

 

 

 

Come scegliere un buon libro per bambini

 

Perché si legge ai bambini e perché è così bello farlo? Ci sono alcune ragioni che scavano nell’intimo e rimandano a dinamiche ancestrali legate all’oralità e al rapporto tra generazioni così com’era sin dalla notte dei tempi. Ma la ragione più semplice e diretta del perché è così bello leggere insieme è che si tratta di una pausa estremamente rilassante e piacevole sia per gli adulti sia per i bambini.

Di fatto, prima si inizia a proporre ai bambini l’abitudine alla lettura condivisa, maggiori saranno le possibilità che questa diventi una tappa irrinunciabile della giornata.

Oggetti belli e divertenti

I libri si toccano, ancora prima di leggerli e osservarli. Per questo i primissimi libri sono di stoffa, si assaggiano, sono di cartoncino ben spesso. Oppure hanno degli elementi che attirano la curiosità come le finestrelle o elementi tattili.

Di fatto un libro, prima di ogni altra cosa, è un oggetto curioso e buffo. Ci vuole una certa coordinazione per capire come girare le pagine, afferrarlo perché non cada e comprenderne la struttura.

I libri di stoffa sono facili da esplorare, si possono mordicchiare tranquillamente e quindi permettono di acquisire la confidenza necessaria per tirare fuori qualcosa di meraviglioso da questi oggetti magici.

 

Leggere per spiegare concetti importanti

Un buon libro è una guida, permette di vivere altre vite senza spostarsi di casa. Questa regola vale anche, e soprattutto, per i libri dell’infanzia. Quelli adatti ai giovani lettori e in base alla loro età e capacità di comprensione, possono essere il miglior pretesto per lasciare immedesimare il piccolo in una situazione specifica. Eventi importanti come il passaggio alla scuola materna, all’asilo nido, il passaggio da un’età a un’altra, le competenze nuove e le emozioni, si possono spiegare attraverso un libro e in maniera neutra e senza sovrastrutture.

A un bimbo attento e abituato all’ascolto verrà facile comprendere quello che succede al protagonista della vicenda. Gli permetterà di immedesimarsi e comprendere quello che lo aspetta o a dare un nome alle sensazioni che prova in un determinato contesto.

Il piacere di raccontare e ascoltare storie

Pare che il linguaggio abbia origine proprio dalla necessità di attirare l’attenzione dei propri cuccioli per cercare di calmarli e così evitare di essere scoperti dai predatori. La lingua, secondo questa teoria, è stata per prima cosa una nenia per far addormentare il bebè. La lingua della mamma, che ha così tante attinenze in culture diverse del globo, è stata la chiave per sopravvivere alle insidie della vita in epoca preistorica.

Affinandosi nel tempo, la lingua è diventata uno strumento di trasmissione di conoscenze. Il peso della tradizione orale si è affermato al punto di riuscire a trasmettere cultura e sapere tra le generazioni e attraverso il tempo e lo spazio. Ogni popolazione ha avuto uno strumento specifico per diffondere le proprie storie, basate sulle emozioni, sulla legalità o sull’avventurosa illegalità, e le favole. 

Per esempio, dalla tradizione giapponese abbiamo ereditato il kamishibai che è un teatrino portatile di carta. In un’epoca in cui viviamo un nuovo ritorno all’oralità, questo strumento rappresenta un modo efficace di appropriarsi del sapere narrato e ascoltato. Con ingredienti di estrema semplicità come carta e cartoncino.

 

 

 

Come utilizzare un libro per bambini

 

No, non ci riferiamo alla possibilità di stabilizzare un tavolo traballante. Un libro si può usare davvero in tanti modi e ognuno di questi è quello giusto.

Usare un libro per parlare di temi delicati

La diversità, l’inclusione, ma anche i lutti, la morte. Un libro non fa sparire il dolore, ma permette di parlarne e di manifestare il proprio disagio. Per questo un buon testo è in grado di toccare corde profonde che altre parole e un approccio diretto e razionale non sempre riescono a smuovere.

In modo particolare per i più piccoli, sono efficaci quei libri che riescono a cristallizzare gli elementi essenziali che semplificano senza mai banalizzare.

 

Grandi classici per parlare di temi immortali

Tra gli autori che non possono mancare in una buona biblioteca domestica ce ne sono alcuni ben noti e altri che meritano attenzione anche se meno conosciuti. Gianni Rodari merita un posto d’onore in una libreria per bambini. Il bello di questo autore è di parlare con linguaggio mirato ai piccoli di età diverse e in maniera efficace.

Leo Lionni, con il suo Piccolo Blu e Piccolo Giallo ha descritto l’amicizia come solo pochi sono riusciti a fare. I titoli che ha prodotto nel corso degli anni di attività sono piccole perle da regalare ai propri figli.

Tra i contemporanei, Hervé Tullet ha il pregio di liberare i bambini dall’ossessione per la perfezione e la tirannia del colorare dentro i bordi. Eric Carle illustra e narra vicende semplici che offrono ai piccoli gli elementi per muoversi nel tempo e lo spazio. Non mancano poi versioni trasformate in libro di grandi classici Disney, per rivivere sulle pagine le stesse emozioni provate al cinema o davanti alla TV. 

Imparare divertendosi

I libri illustrati sono un ottimo modo per introdurre i bambini alla scoperta del sapere e del mondo che hanno intorno. I libri sugli animali, le scoperte e gli esperimenti scientifici, libri su Leonardo da Vinci, sono così tanti i testi che meritano grande attenzione da rischiare di spendere un patrimonio.

Editoriale Scienza, Usborne, Erickson, sono solo alcune delle case editrici che propongono titoli di grande valore per stimolare la curiosità innata dei bambini. Imparare per il gusto di conoscere il mondo è quanto di più bello un individuo piccolo o grande possa regalarsi.

 

 

 

Domande frequenti

 

A che età iniziare a leggere?

Non c’è una data ufficiale in cui è giusto leggere. Del resto, è noto che a partire dalla trentesima settimana di gravidanza, il bebè sviluppa la capacità auditiva. Per questo motivo va di gran moda iniziare a leggere le fiabe al piccolo già quando si trova nella pancia. Non si tratta di un’abitudine inutile, perché lo aiuta a riconoscere la voce materna e un tono di voce rilassato e calmo lo tranquillizza. Ma è importante non costruire delle aspettative a partire da questa abitudine. Il bambino immaginato potrebbe essere diverso da quello reale, e se al bimbo vero non interessasse ascoltare le favole non è detto che non possa imparare con il tempo a comprenderne il valore e la portata.

 

Fino a quando conviene leggere ai figli?

Esiste un certo pregiudizio che vuole la lettura ad alta voce utile solo fino a quando il bambino non diventa un lettore autonomo. Eppure i vantaggi della lettura ad alta voce anche in età scolare sono tanti. Del resto, ascoltare una storia e comprenderne i passaggi e gli elementi narrativi è un esercizio molto importante. Permette al piccolo di allenare la propria capacità di comprendere quanto esposto dall’altro e concentrarsi in modo da non essere distratto dai propri pensieri durante il racconto. Alternare i momenti in cui il bimbo legge nella propria mente agli appuntamenti intimi in cui un adulto legge ad alta voce, è un buon modo per mantenere forte il legame e assicurare gli spazi di indipendenza.

 

Che libro proporre a un bimbo che non vuole leggere?

Nessuno. Questo deve essere chiaro: i libri arrivano al lettore e non devono essere mai imposti. La lettura è un gesto di autoaffermazione, non un’imposizione nella speranza di diventare più intelligenti o competenti.

Bisogna invece cercare di fare attenzione e comprendere le ragioni profonde che portano il bambino a perdere o non sviluppare la voglia di leggere. Solo in questo modo si possono comprendere le motivazioni e quindi offrire degli spunti che permettano al bambino di apprezzare il valore di un buon libro.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments