I 6 Migliori Pannolini del 2019

Ultimo aggiornamento: 16.12.19

 

Pannolino – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

I pannolini sono una costante nella vita dei bebè. Il cambio del pannolino è un rituale di coccole e carezze per i piccolissimi e un rapidissimo pit stop in piedi per i bimbetti più grandi. La scelta del modello più adatto alle caratteristiche della pelle e della corporatura del piccolo spetta ai genitori. Si tratta di un indumento sempre a contatto con le parti intime, che si riscaldano parecchio in estate e anche durante il gioco. Per questo è importante tenere d’occhio le offerte che permettono di accaparrarseli al miglior prezzo, ma anche scegliere in base ai materiali usati. Qui di seguito vi proponiamo un’attenta comparazione tra modelli per permettervi di trovare il miglior rapporto tra qualità e prezzo. Per esempio, non fatevi scappare l’offerta dei Juicy Bumbles – Kit Completo 6x, un set di pannolini lavabili completo di tutto punto molto conveniente. Anche la proposta di Pampers Premium Protection va presa in considerazione perché la qualità complessiva è buona e il prezzo molto vantaggioso.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 6 Migliori Pannolini – Classifica 2019

 

Potrebbe capitarvi di avere le idee confuse e non sapere quali pannolini comprare. Qui vogliamo darvi dei suggerimenti preziosi, che non si trovano così facilmente in ogni supermercato.

 

 

Pannolini Lavabili

 

1. Juicy Bumbles Kit 6x Pannolini Lavabili con Inserti Assorbenti 

 

I pannolini lavabili sono una scelta furba sotto tanti punti di vista. Sono sostenibili, non vanno gettati dopo l’uso e quindi non incrementano il numero di rifiuti prodotti quotidianamente, e non devono essere ricomprati quotidianamente. Quindi non c’è rischio di ritrovarsi improvvisamente senza pannolini nel cuore della notte. Un grande classico d’intrattenimento per famiglie.

Seppure questi non si possano dire i migliori pannolini di questo genere, è pur vero che sono proposti a un prezzo davvero allettante perché comprendono anche l’imbottitura in bambù interna.

Si scopre presto come scegliere dei buoni pannolini lavabili non sia una passeggiata. Sono molte le caratteristiche di cui tenere conto, dalla vestibilità al tipo di materiali usati. Qui, il modello è disegnato per vestire alla perfezione i bambini più grandicelli e con una buona assorbenza garantita dai materiali impiegati per il rivestimento interno e gli inserti estraibili per dosare l’assorbenza in base al momento della giornata.

 

Pro

Vestono bene a lungo: Sono disegnati in modo da essere abbottonati in modo diverso man mano che il piccolo cresce. Così rispettano la fisionomia delle anche leggermente curve per i piccoli appena nati e vestono in maniera meno invadente man mano che il piccolo cresce.

Kit ricco e a un prezzo accattivante: Il set include sei fodere in PUL, un materiale plastico che isola il pannolino dai vestiti, sei inserti in bambù che si occupano di assorbire l’umidità, e un rotolo di carta assorbente che serve da barriera tra la pelle del piccolo e il rivestimento interno del pannolino.

Microfibra di bambù: La fodera interna del pannolino è realizzata in uno speciale tessuto anallergico perfetto per entrare in contatto direttamente con la pelle del piccolo senza creare irritazioni. In più rimane asciutto e non trattiene umidità come fa la microfibra sintetica.

 

Contro

Non sono i più adatti per la notte: Questo modello non è il più indicato per trattenere la pipì notturna perché potrebbe muoversi durante il sonno del piccolo.

Acquista su Amazon.it (€57,99)

 

 

 

Pannolini Pampers

 

2. Pampers Premium Protection Pannolini Taglia 2

 

Pampers è forse il maggior produttore di pannolini, di certo uno tra i più noti nel nostro paese. Tanti preferiscono acquistare per i piccoli il top di gamma, la versione Progressi, molto assorbente e in grado di trattenere anche le feci liquide del lattante.

Questa versione che troviamo solo tra i modelli venduti online offre un’assorbenza quasi pari al modello top di gamma ma a un prezzo decisamente più basso. Circa il 30% in meno rispetto ai modelli che si acquistano al supermercato in Italia.

Si tratta, infatti, di pannolini prodotti in Germania o Francia e più diffusi in questi Paesi. Non sono commercializzati direttamente sul mercato italiano e per questo fa piacere scoprire di poterli acquistare online.

La qualità complessiva non si discute. La retina superficiale evita il contatto diretto dell’umidità con la pelle del bambino facendo da barriera. Mentre gli strati assorbenti, efficaci e ben stratificati, sono isolati in salsicciotti che permettono una migliore distribuzione dell’umidità.

 

Pro

Come i più venduti in Italia ma meno costosi: I Premium sono comparabili ai Progressi, top di gamma per il marchio Pampers ma di certo proposti a un prezzo molto più alto.

Grande potere assorbente: Hanno tre strati assorbenti che permettono una capillare distribuzione dell’umidità in modo da non concentrare l’assorbenza in un solo punto. Il pannolino non si gonfia troppo e non intralcia il movimento dei piccoli.

Barriere laterali per evitare perdite: Lateralmente un elastico ferma le perdite laterali, frequenti soprattutto nei neonati, quindi non si rischia che i vestitini si possano bagnare.

 

Contro

Leggermente meno assorbenti: Non è facile trovare dove acquistare questi pannolini, prodotti per il mercato del centro Europa. Quindi non si può fare una prova prima di acquistarli per verificare che assorbano a sufficienza.

Acquista su Amazon.it (€50,99)

 

 

 

Pannolini Pillo

 

3. Pillo Premium Maxi, Taglia 4 46 Pannolini

 

Tra i migliori pannolini del 2019 troviamo anche questi Pillo realizzati in modo da accontentare chi ha esigenza di acquistare al miglior prezzo pannolini sicuri. Si tratta di un marchio che produce in Italia pannolini realizzati dando grande importanza alla scelta delle materie prime.

Tutta la linea, compresa la taglia 4, è realizzata con sostanze naturali e anallergiche. Quindi privi di sostanze di derivazione petrolchimica specie nella zona che va a contatto con la pelle del bimbo. È impiegata cellulosa per la parte assorbente. In più questa è sbiancata con ossigeno attivo invece che il più comune cloro che potrebbe causare irritazioni.

Pur essendo molto assorbenti sono anche molto sottili e per questo non c’è rischio che diano fastidio o impediscano i movimenti dei bimbi.

Tante le mamme che si dichiarano entusiaste per questa scelta, più attenta sul profilo dell’ecocompatibilità e il rispetto della fisiologia del bambino. Specie confrontandola con grandi marchi della grande distribuzione.

 

Pro

Sbiancati con ossigeno: Invece che con cloro, e questo è una garanzia di grande attenzione verso la qualità complessiva del prodotto perché limita il rischio di irritazioni.

Materiali ecocompatibili: La scelta di usare materie prime sostenibili rispetta la volontà di creare un prodotto buono per il piccolo e buono per il pianeta.

Buona vestibilità: Sono disegnati in modo da aderire bene al giro coscia e ai fianchi in modo da trattenere al meglio le perdite.

 

Contro

Le taglie non corrispondono a quelle di altri marchi: Prima di fare scorta è importante assicurarsi di scegliere la taglia adatta in base alla corporatura ed età del bambino.

Acquista su Amazon.it (€10,81)

 

 

 

Pannolini Huggies

 

4. Huggies Pannolini Bebè Extra Care, Taglia 1

 

Prezzi bassi e buona qualità dei modelli e dei materiali usati è quello che caratterizza i modelli Huggies. In particolare in questi pannolini pensati per i neonati si fa apprezzare il rivestimento interno morbido e avvolgente ma che assicura l’asciutto perfetto.

Sono pensati per avvolgere le parti intime senza creare ristagni d’umidità direttamente a contatto con la pelle dei piccoli. Si fanno apprezzare accorgimenti speciali come la scelta di usare un tessuto che imita il cotone e la presenza di morbidi elastici che avvolgono il giro coscia e la vita.

In questo modo i pannolini sono in grado di trattenere le perdite liquide anche in alto. Il fondoschiena è uno dei punti più difficili da isolare perfettamente, specie quando i neonati sono particolarmente piccoli e minuti. Qui una banda elastica trattiene con delicatezza il bordo dei pannolini su tutta la vita ed evita che si formino spazi che potrebbero permettere la fuoriuscita di feci liquide e pipì.

 

Pro

Disegnati specificamente per i bebè: È forse il modello più economico destinato ai neonati ad offrire caratteristiche di assorbenza e aderenza al corpo così efficaci. La taglia 1 è adatta ai prematuri o ai bimbi nati parecchio piccoli, mentre la taglia 2 potrebbe seguire la crescita del piccolo per il primo mese.

Come tessuto ma molto asciutti: Hanno un rivestimento interno che imita le piacevoli caratteristiche del cotone, quindi morbido e gradevole al tatto. La perfetta assorbenza tiene asciutta la pelle e scongiura la comparsa di arrossamenti.

Barriere protettive sui punti chiave: La vita, sia sulla schiena che sul pancino, e le cosce sono protette con bande elastiche che evitano il più possibile le fuoriuscite di liquidi.

 

Contro

La taglia 1 è molto piccola: I neogenitori potrebbero essere sorpresi nel vedere quanto in fretta cresca il proprio pargolo, potrebbe essere ora di comprare un nuovo pacco di una taglia in più prima di aver terminato il primo.

Acquista su Amazon.it (€14,88)

 

 

 

Pannolini Libero

 

5. Pannolini Libero Comfort Misura 5 Kg 10/16 192 Pezzi

 

I pannolini Libero sono una buona soluzione per chi cerca il mezzo adatto per fare scorta e non pentirsi dell’acquisto in blocco. Sono ben fatti, realizzati con cura e attenzione per i particolari, in più questo marchio si piazza molto bene tra i favoriti dai neogenitori e quelli più navigati.

Il prezzo è davvero interessante. La confezione comprende otto pacchi da 24 pezzi ciascuno e tutti della taglia 5, cioè quasi la più grande.

Quasi duecento pannolini per fare una grossa scorta e dimenticare la preoccupazione di restare a corto proprio nei momenti più delicati. Il bello di questi pannolini realizzati in Svezia è che sono certificati Nordic Ecolabel, quindi hanno un basso impatto ambientale e sono delicati sulla pelle dei piccoli. Non contengono profumi né sostanze che possono irritare i genitali del bebè. Buona è anche la traspirazione e il tipo di rivestimento scelto è morbido e delicato come fosse cotone.

 

Pro

Nordic Ecolabel: La certificazione si riferisce al ridotto impatto che hanno i pannolini in fase di produzione dove grande attenzione è dedicata al rispetto dei requisiti di massima ecologia.

Confezione gran risparmio: Il prezzo per pannolino è molto interessante e il costo complessivo in rapporto alle quantità sprona a fare grande scorta da tenere in casa al bisogno.

Senza profumo: Lozioni oppure odori artificiali aggiunti a volte ai pannolini possono provocare reazioni allergiche e, a lungo andare, compromettere la salute del piccolo. In questo caso non sono presenti altri additivi.

 

Contro

Non di cotone: Il marchio Ecolabel e la mancanza di profumi potrebbero far pensare a un prodotto realizzato esclusivamente con materie prime di origine naturale. Non è questo il caso.

Acquista su Amazon.it (€58,99)

 

 

 

Pannolini mutandina

 

6. Huggies Pannolino Mutandina, Taglia 5, 2 Pacchi da 34 Pezzi

 

Huggies propone degli interessanti pannolini mutandina, realizzati in modo da vestire bene il corpo del piccolo e seguirlo nei suoi movimenti.

La vestibilità è piacevole nonostante la presenza di numerosi elastici intorno alla vita e alle cosce. Infatti non segnano la pelle e non stringono eccessivamente.

Quello che più piace di questi pannolini è la possibilità di essere indossati con facilità e senza richiedere grandi aggiustamenti. Il piccolo stesso può fare da sé e prendere dimestichezza con questi gesti naturali e quotidiani ancora del tutto nuovi.

L’assorbenza è molto buona, quindi non sono da intendersi solo come supporto in caso il piccolo non faccia in tempo. Anche se non dovesse rendersi conto dell’urgenza di andare al gabinetto, la tenuta è perfetta.

Per levarli basta strappare lateralmente la mutandina e poi avvolgerla e fissarla con la striscetta adesiva prima di buttarli via.

 

Pro

Vestibilità molto comoda: In vita la banda elastica tiene ferme le mutandine mentre un rivestimento morbido all’interno le rende perfette per essere indossate senza impedire i movimenti.

Facili da togliere e mettere: Proprio come prevede l’allenamento per passare alle mutandine vere e proprie. Così il piccolo può fare liberamente pratica fino a imparare a usare il vasino correttamente.

Assorbenza ottimale: Lo strato assorbente non è meno efficace rispetto ai pannolini normali della stessa marca, quindi anche chi è abituato con quelli tradizionali non si troverà male.

 

Contro

Bisogna verificare la taglia: Prima di fare grosse scorte di pannolini è il caso di fare una prova e verificare l’effettiva vestibilità delle mutandine che cambiano rispetto a quelle di altri modelli di marchi diversi.

Acquista su Amazon.it (€15,5)

 

 

 

Altri prodotti

 

Torta di Pannolini Chicco Mini Cupcake

 

La torta di pannolini è una simpatica trovata che viene dritta dritta dai baby shower che dagli Stati Uniti hanno conquistato il resto del pianeta. Si tratta di eventi speciali pensati per salutare l’arrivo del bebè prima ancora della sua nascita, per celebrare con la futura mamma i momenti speciali che l’attendono. Le composizioni di pannolini hanno trovato grande fortuna tra i regalini da fare alla neomamma, sono un modo carino e originale di regalare qualcosa di molto utile. Seppure, di per sé, non bellissimo.

I pareri su questo modello in concreto sono molto favorevoli. Si tratta di un cesto contenente fino a 50 pannolini e altri accessori che serviranno durante i primi giorni in modo da sembrare un vassoio di sfiziosi cupcake. Una soluzione molto originale e gradevole al posto della già vista torta a più piani.

In più, trattandosi di un prodotto assemblato manualmente da un artigiano, è possibile contattare il venditore per modificare l’assetto base della composizione. Si può chiedere di cambiare taglia dei pannolini o di variare il contenuto degli oggetti extra, in questo caso le salviettine umidificate e la crema lenitiva.

 

Pro

Un’idea regalo molto originale: Ancora più originale e creativa della già classica torta di pannolini, questa confezione di finti cupcake è allegra e molto graziosa. Perfetta per fare un figurone.

Pannolini Chicco e accessori di qualità: Gli elementi della composizione sono scelti tenendo conto dell’alta qualità complessiva. I pannolini sono i Chicco DryFit Advanced che hanno una buona vestibilità e assorbenza. Le salviettine e la crema sono dermatologicamente testate.

Confezione personalizzabile: Se si preferisce, è possibile contattare il venditore per chiedere delle modifiche alla confezione di base. Si possono cambiare taglia dei pannolini o tipo di accessori da aggiungere.  

 

Contro

Non si sceglie per la convenienza: Il prezzo della confezione è molto conveniente se si pensa che si tratta di un prodotto artigianale realizzato a mano. Ma di certo non è destinato a coprire i bisogni di una neomamma per lunghissimo tempo.

Acquista su Amazon.it (€44)

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere dei buoni pannolini?

 

La scelta dei pannolini deve essere fatta tenendo conto di alcuni elementi importanti. Soprattutto la sicurezza a stretto contatto con la pelle deve essere garantita per la salute del bebè.

Per essere certi di stare facendo la scelta giusta è raccomandabile fare alcune prove tra diversi marchi per assicurarsi di trovare la soluzione più adatta alla pelle del bambino.

Non tutti reagiscono allo stesso modo a contatto con i materiali impiegati per la realizzazione dei pannolini. Per questo motivo è importante accertarsi di trovare l’ottimo in base alle esigenze specifiche.

Il mercato oggi offre la possibilità di acquistare con una certa facilità anche i pannolini lavabili di nuova generazione. Dopo la pausa di qualche decennio, tornano in voga in veste migliorata e conciliando al meglio le esigenze di praticità nella gestione, quasi come i pannolini usa e getta. Rispetto ai vecchi Ciripà, ancora in commercio e apprezzati da tante mamme, questi pannolini di tessuto sono anche molto graziosi a vedersi.

 

 

La migliore assorbenza dermocompatibile

Il compito dei pannolini è quello di raccogliere pipì e pupù del piccolo evitando che si bagnino i suoi vestiti o che l’umidità rimanga a contatto con la pelle.

Non in tutto il pianeta si usano i pannolini per i bebè. Anche se è uso comune in occidente assicurare l’igiene del piccolo in questo modo. Le nostre nonne e buona parte delle nostre mamme hanno accudito i loro bimbi con le fasce, quindi con degli strati di tessuto da lavare a ogni cambio del neonato.

I pannolini usa e getta compaiono sul mercato in tempi piuttosto recenti e durante questi decenni sono state sviluppate diverse tecniche per assicurare la perfetta assorbenza e la compatibilità con la pelle del bebè.

Il pannolino deve essere impermeabile per assicurare che non ci sia il passaggio di umidità attraverso i vestiti. Ma, all’interno si può creare un pericoloso ambiente caldo/umido che può favorire la proliferazione di batteri responsabili di irritazioni e infezioni.

Il compito del pannolino deve essere quello di rispettare la delicata composizione della pelle del bebè così sensibile. Per essere certi che questo oggetto sia veramente ben tollerato dalla pelle del bambino è necessario osservare attentamente le reazioni che avvengono tra un cambio e l’altro.

 

La vestibilità cambia rapidamente

Durante le prime settimane si usano parecchi pannolini, questo perché il bebè si sporca dopo ogni poppata e questo avviene di solito ogni due o tre ore. Per quanto il pannolino sia disegnato per vestire il corpo del neonato, la possibilità che ci siano fuoriuscite è molto più alta in questo momento.

Le ragioni sono due. La consistenza molle delle feci del poppante rende davvero difficile riuscire a creare barriere davvero efficaci per evitare che il piccolo si sporchi completamente. Anche la forma del corpo è responsabile di una cattiva vestibilità dei pannolini. Il piccolo è ancora troppo piccolo e minuto per poter essere avvolto al meglio con i pannolini. Portare pazienza ed essere pronti a ogni evenienza con una grande quantità di cambi a disposizione sarà il modo migliore per affrontare le fatiche dei primissimi mesi.

Presto, il piccolo cambia e crescendo cambia la vestibilità dei pannolini. È bene fare attenzione e osservare i punti critici, come il girocoscia, i punti in cui l’elastico preme sulla schiena e sui fianchi. Non è il caso che siano segnati perché potrebbero infiammarsi in fretta e provocare arrossamenti alla pelle del bebè che in questa fase è molto delicata.

Quindi è bene tenere a mente che le indicazioni sul peso riportate nella confezione dei pannolini sono misure di massima, e che ogni bimbo ha una vestibilità a sé.

 

 

Cosa significa pannolini ecologici

Come spesso accade, un mercato florido e redditizio si caratterizza per la consistente diversificazione dell’offerta. Cosa significa? Improvvisamente non si trovano più solo “pannolini” e ci si ritrova a dover scegliere tra una gran quantità di opzioni in apparenza tutte diverse.

Strisce che assumono colorazioni speciali per avvisare che il piccolo l’ha fatta, barriere laterali e sulla schiena per bloccare il passaggio delle feci liquide, sistemi di assorbenza particolarmente sottili, e persino profumazioni extra. Il mercato è anche invaso da prodotti che si dichiarano ecologici. Chi si ritrova improvvisamente bombardato da così tanti elementi da valutare prima di fare la propria scelta d’acquisto può sentirsi confuso.

Come per altri ambiti della puericultura, la scelta dovrebbe essere guidata da un’approfondita conoscenza della fisionomia del bebè, adattandola alle caratteristiche specifiche del proprio bimbo.

Quindi è bene sapere che determinate sostanze a contatto con la pelle del neonato possono dare origine a irritazioni e questo vale sia per i pannolini usa e getta che per quelli lavabili. Non è difficile acquistare pannolini di cotone usa e getta anche se il loro costo è sostanzialmente più alto.

Di certo andrebbero evitati i profumi, tanto per il bebè che per la mamma perché distolgono il piccolo dalla capacità di riconoscere l’odore materno e perché spesso queste profumazioni a base di ingredienti di sintesi possono provocare allergie.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanti pannolini al giorno servono?

Ogni giorno si consuma una quantità di pannolini che varia in base alle esigenze specifiche e che di solito si assesta sulla decina durante i primi tempi e diminuisce man mano che il piccolo cresce. Si considera che il piccolo leverà il pannolino intorno ai tre anni e durante questo tempo l’uso quotidiano di pannolini raggiunge cifre considerevoli.

 

Dove si buttano i pannolini?

A meno di diverse indicazioni da parte del proprio comune, i pannolini non sono riciclabili e quindi si buttano normalmente nella frazione della spazzatura indifferenziata.

 

Come lavare i pannolini lavabili?

I pannolini devono andare a contatto diretto con la pelle del piccolo. Quindi è indispensabile usare saponi anallergici, senza profumazioni e soprattutto è indispensabile evitare l’uso di ammorbidenti che creano una patina sui tessuti che provoca allergie e infiammazioni. Inoltre l’ammorbidente limita la capacità di assorbenza del tessuto rendendo i pannolini inservibili.

Una pratica comune tra gli esperti di lavabili è lo strippaggio, un lavaggio in lavatrice a 40° o 60° con sola acqua per rimuovere eventuali tracce di detersivo rimaste dai lavaggi precedenti.

 

Quanto costano i pannolini?

I prezzi dei pannolini variano molto a seconda delle loro caratteristiche specifiche. Il loro costo cambia a seconda delle materie prime usate e la loro taglia. I pannolini usa e getta comuni, quindi fatti con materiali sintetici, costano circa 20 centesimi l’uno. Il prezzo può raddoppiare o persino triplicare se sono realizzati esclusivamente con materie prime di origine naturale.

Un pannolino lavabile costa circa 20 euro, compreso di inserto per aumentarne l’assorbenza. Il prezzo notevolmente più alto deve essere però rapportato alla sua vita utile, che dura circa due anni e mezzo e può essere usato anche da altri bimbi in arrivo in famiglia, contro le quattro/otto ore utili in cui realisticamente viene usato il pannolino usa e getta.

 

Quanti pannolini ci sono in un pacco?

Il numero dei pannolini varia a seconda della confezione. Esistono modelli molto compatti e in grado di ridurre notevolmente il volume, questo incide sulla capacità di stoccaggio e trasporto dei pannolini nei centri di grande distribuzione. La tentazione di acquistare questo tipo di pannolini può essere alta, ma è bene tenere in considerazione che vengono impiegate sostanze speciali per garantire l’alta assorbenza in poco spazio. Queste potrebbero causare irritazioni sgradevoli.

In media il numero di pannolini in una confezione varia dai 23 delle taglie più piccole, ai 18 delle taglie più grandi.

 

Come risparmiare sui pannolini?

Non è consigliabile acquistare da subito grossi stock di pannolini, lavabili o usa e getta. Le dimensioni dei fianchi, la vestibilità sulle anche e la forma del piccolo cambiano così in fretta che si rischia di ritrovarsi con pannolini mai usati. Dall’anno in poi, e in alcuni casi anche prima, è di certo più facile trovare occasioni e coglierle al volo consente di fare grandi affari. Si possono acquistare in stock sia i pannolini lavabili che quelli usa e getta.

 

Dove comprare i pannolini lavabili?

I pannolini lavabili oggi sono sempre più richiesti e per questo non è difficile trovarli nei negozi reali e non solo quelli online. I negozi virtuali sono però quelli più forniti ed è facile trovare marchi di pannolini realizzati a mano da altre mamme imprenditrici.

Una buona idea è informarsi sull’eventuale presenza di associazioni che mettono a disposizione i pannolini di tessuto per poter essere provati dai bimbi e in questo modo essere certi che la consistenza, il modello e le dimensioni siano adatte alle esigenze del proprio piccolo e così fare acquisti in sicurezza anche online.

 

 

 

Come utilizzare i pannolini

 

Il cambio dei pannolini può rappresentare una vera incombenza nella routine quotidiana dell’accudimento del bebè. Eppure è un ottimo sistema per avere il controllo degli elementi che determinano il suo corretto sviluppo.

Il cambio del pannolino è anche il pretesto migliore per instaurare un contatto basato sulla fiducia e lo scambio reciproco di attenzioni ed effusioni. Può diventare un momento estremamente tenero e gratificante per entrambi, malgrado le inevitabili proteste che il pupo vorrà inscenare. Ma anche queste sono degli indicatori utili da tenere in considerazione per comprendere le sue esigenze espresse nel suo strano ed ermetico linguaggio.

 

 

Quanti pannolini consuma un neonato

Si calcola che, in media, un poppante sporchi dai sei agli otto pannolini al giorno. Questa stima è utile perché consente di avere un buon riscontro sul fatto che il piccolo è ben alimentato e il suo apparato digerente è in pieno funzionamento.

Specie chi allatta al seno potrebbe essere colta dal dubbio che il piccolo non riceva nutrimento a sufficienza. Indicatori come l’aumento progressivo del peso sono dei parametri che danno un buon riscontro di settimana in settimana. Il numero di pannolini usati, invece, è l’indizio quotidiano di una corretta alimentazione.

Man mano che il piccolo cresce, però, i ritmi delle poppate diminuiscono e anche il numero di cambi si adatta di conseguenza. Quello che il piccolo sporca a tre mesi non è quello che sporca a sei.

Eppure la raccomandazione continua a essere quella di non prolungare eccessivamente il tempo tra un cambio e l’altro. All’interno del pannolino la temperatura tende ad aumentare progressivamente per via della traspirazione molto più limitata rispetto ai comuni vestiti.

 

Come togliere i pannolini ai bambini

Il momento del cambio del pannolino è molto speciale. Spogliare il piccolo significa poter controllare che anche le parti coperte dai vestiti stiano bene, che non ci siano arrossamenti o screpolature.

Si dà un’occhiata ai piedini, agli interstizi delle dita, si controlla che tra le pieghe della pelle non ci siano resti d’acqua che possono provocare ferite.

Ma prima di ogni altra cosa, il momento del cambio è il miglior pretesto per scambiarsi coccole e carezze. È questo il momento in cui il piccolo riceve le attenzioni, le carezze e il contatto con l’adulto. Per farlo è importante avere un’attitudine serena e positiva. Il neonato è estremamente sensibile alle variazioni d’umore dell’adulto che l’accudisce e vive sulla propria pelle le emozioni che prova chi si occupa di lui. Quindi essere sereni e sorridenti aiuta il piccolo a rilassarsi e lasciarsi cambiare con serenità.

 

 

Come funzionano i pannolini lavabili

Si sono affermati recentemente e sono già un vero e proprio cult tra le mamme più green. La ragione sta nel fatto che i pannolini lavabili rappresentano un grosso vantaggio sul piano economico, e quindi anche ecologico, e sono perfetti per rispettare le esigenze della pelle dei neonati.

C’è da dire che buona parte dei pannolini lavabili è in grado di seguire la crescita del bebè dai primi mesi fino alla fase dello spannolinamento. È facile verificare che il costo più alto da affrontare per l’acquisto di un set di pannolini si ammortizza presto con il tempo.

Sono anche realizzati in modo da essere più traspiranti e delicati sulla pelle rispetto agli usa e getta, realizzati con sostanze non sempre trasparenti e identificabili.

 

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...