Le 8 migliori salviette per neonato del 2021

Ultimo aggiornamento: 07.12.21

 

Salvietta per neonato – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Quando si tratta di bambini, soprattutto di neonati, si deve sempre avere a disposizione tutto il necessario per la pulizia. In casa o fuori casa, le salviette sono indispensabili per garantire sempre una buona igiene: si deve prestare attenzione alla loro composizione ma anche alla quantità, se si vuole risparmiare qualcosa in più. Abbiamo raccolto tutte le caratteristiche principali che non dovrete mai sottovalutare: intanto date un’occhiata alle nostre preferenze.  Huggies Pure Salviette Umidificate per Bambini 6 Confezioni sono imbevute in una soluzione al 99% di acqua, prive di parabeni e alcol, quindi sono delicate, oltre a essere vendute a un costo molto conveniente. Ci hanno convinto anche WaterWipes Salviette Umidificate Neonato per Pelli Delicate Biodegradabile, soffici, in grado di non irritare la pelle, ricche di acqua e con una goccia di succo di frutta.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori salviette per neonato – Classifica 2021

 

Qui potete trovare alcune delle migliori salviette per neonato del 2021 tra quelle vendute online. Date un’occhiata alle offerte che abbiamo selezionato per voi, fate una comparazione delle loro caratteristiche e consultate le nostre indicazioni su dove acquistare al miglior prezzo. 

 

 

1. Huggies Pure Salviette Umidificate per Bambini 6 Confezioni 

 

Tra i prodotti a prezzi bassi più venduti del web possiamo annoverare quello di Huggies, le migliori salviette per neonato per chi cerca una soluzione conveniente e duratura. Potrete infatti scegliere se acquistare una sola confezione oppure più di una, spendendo molto di meno e facendo scorta.

All’interno di ogni confezione ci sono 56 salviette umidificate, utili a pulire il bambino in ogni occasione, ma anche per i grandi che hanno bisogno di un aiuto quando si trovano fuori casa. Questi fazzoletti sono senza profumazione, sono soffici e morbidi e non contengono parabeni o alcol, dannosi per la pelle del bambino.

Clinicamente testate, sono imbevute in una lozione che è al 99% costituita da acqua: anche per questo piacciono molto agli utenti. Attenzione, però, quando le estraete, in quanto sono sottili e quindi facili da rompere. 

 

Pro

Convenienti: Queste salviette hanno un costo molto conveniente, che convince chi ha bisogno di fare scorta di prodotti simili.

Senza parabeni: Non contengono né queste sostanze né alcol, infatti sono imbevuti in una soluzione al 99% di acqua.

Testate: La loro validità è comprovata clinicamente, per cui potrete stare ancora più sicuri quando le usate sulla pelle dei bambini.

 

Contro

Fragili: Fate attenzione quando le estraete dalla confezione, in quanto sono sottili e si rompono con facilità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. WaterWipes Salviette Umidificate Neonato per Pelli Delicate Biodegradabile

 

Se non sapete quali salviette per neonato comprare, perché avete paura che agenti aggressivi rovinino e irritino la pelle dei vostri bambini, quelle di WaterWipes sono quelle più indicate per voi.

Sono infatti imbevute di una soluzione all’acqua molto delicata e una goccia di estratto di frutta; inoltre sono composte al 100% da fibre vegetali, quindi, a contatto con la pelle, non creano problemi alle pelli dei piccoli.

Sono anche prive di coloranti artificiali o di profumi e hanno per questo un costo molto interessante. In ogni confezione ci sono 60 unità ed è possibile acquistare pacchi da quattro, nove, 12 e 18 pezzi.

Unico problema: se le tenete in borsa, potreste trovarla bagnata, in quanto le confezioni sono troppo piene di liquido. 

 

Pro

Delicate: Grazie alla soluzione di acqua ed estratto di frutta, queste salviettine sono sicure a contatto con la pelle del bambino.

Costo: Si tratta di un prodotto dal prezzo conveniente, visto che è possibile acquistare anche più scatole per risparmiare.

Fibre vegetali: Le salviettine sono composte di questo materiale, che è soffice e non irrita la pelle dei piccoli.

 

Contro

Troppo liquido: Nelle confezioni c’è molto liquido, per cui, se le tenete in borsa, potreste ritrovarvela bagnata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Mama Bear Sensitive Salviette Umidificate per Bebè 18 Confezioni 

 

Se i dubbi su come scegliere delle buone salviette per neonato sono tanti, soprattutto se intendete risparmiare ma non rinunciare a un articolo qualitativamente valido, Mama Bear ha la soluzione per voi.

Queste salviette sono infatti una delle proposte più economiche, in quanto l’azienda propone ben 18 confezioni da 56 elementi l’una, a un prezzo conveniente e destinato alle famiglie che ne fanno un grande uso.

L’assenza di fenossietanolo, una sostanza nociva per la pelle delicata, il pH bilanciato e il fatto che siano dermatologicamente testate, convincono gli utenti più scettici. Arricchite con aloe vera, arrivano in confezioni con la pratica apertura richiudibile, ma sono un po’ troppo piene di liquido, per cui è consigliabile fare attenzione se le si tiene in borsa.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: La validità di queste salviette è direttamente proporzionale al prezzo conveniente, anche perché si tratta di una proposta alla portata di tutte le tasche.

Sicure: Prive di fenossietanolo, hanno un pH bilanciato e sono dermatologicamente testate, per cui possono stare a contatto con la delicata pelle del bambino.

Apertura: In plastica robusta, rende facile l’accesso alle salviette e si richiude facilmente, evitando che escano fuori o si secchino a contatto con l’aria.

 

Contro

Liquido: Ce n’è un po’ troppo all’interno di queste salviette, per cui fate attenzione se le mettete in borsa, in quanto potrebbero bagnarla.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Pampers Baby Fresh Salviettine Formula Idratante e Delicata 

 

Le salviette per neonato possono essere utili anche per gli adulti, se si fanno gite ( – Civitatis (Escursioni): https://www.civitatis.com/it/) fuori porta, che richiedono un aiuto in più quando ci si sporca. Fare scorta, per non dover comprare continuamenti nuovi pacchetti, è un’idea vincente quando si vuole anche guadagnare tempo.

Pampers mette a disposizione due diverse soluzioni, ovvero 12 confezioni da 50 o 70 pezzi, a seconda del budget che avete a disposizione e dalla necessità che avete di utilizzare questo prodotto.

Pratiche da usare, anche grazie alla confezione apri e chiudi, sono caratterizzate da una trama a onda che intrappola lo sporco e quindi assicura una pulizia immediata. Il tessuto è molto morbido, non irrita la cute delicata del bambino e non contiene sapone, alcol o fenossietanolo.

Convincono per il prezzo alla portata di tutti ma, secondo i pareri di alcuni utenti, sono un po’ troppo pieni di profumo, quindi non vanno bene per le pelli molto delicate. 

 

Pro

Scorta: Grazie alla soluzione proposta da Pampers, potrete acquistare ben 12 confezioni da 50 o 70 salviette ciascuna.

Trama: Le salviette hanno una superficie caratterizzata da onde, che sono in grado di intrappolare molto meglio lo sporco, garantendo una pulizia più profonda.

Senza sostanze nocive: Non contengono alcol, sapone e soprattutto il fenossietanolo, che possono irritare la pelle delicata del bambino.

 

Contro

Profumo: Sono un po’ troppo ricche di questa sostanza, per cui potrebbero non piacere proprio a tutti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Fissan Baby Salviettine Alta Protezione Megapack da 684 Salviette

 

Tra le soluzioni più convenienti in commercio, non può mancare quella di Fissan, che propone una buona quantità di confezioni a un prezzo decisamente basso e alla portata anche dei piccoli consumatori.

Sono infatti disponibili 12 confezioni da 57 o 65 unità, entrambe vendute a un costo interessante: sono tutte dotate di un’apertura in plastica rigida, che permette di accedere facilmente alle salviette e che si chiude molto bene.

Tra gli ingredienti presenti, ci sono anche elementi che caratterizzano la pasta Fissan e che quindi proteggono anche il sederino del bimbo dalle irritazioni. Ipoallergeniche, sono state testate dermatologicamente per garantire la salute dei piccoli.

Tuttavia, secondo alcuni utenti, sono un po’ troppo asciutte, quindi non adatte a chi desidera un effetto ancora più pulente.

 

Pro

Costo conveniente: Il prezzo di vendita di questo prodotto è molto più basso di tanti altri in circolazione, specialmente se pensiamo che si può scegliere tra 12 confezioni da 57 o 65 unità.

Ingredienti: Sono inclusi alcuni che compongono la pasta Fissan, quindi sono in grado di proteggere anche il sederino del bambino da eventuali irritazioni. 

Testate dermatologicamente: questa caratteristica le rende ancora più sicure a contatto con la cute delicata dei più piccoli.

 

Contro

Asciutte: Non c’è abbastanza liquido al loro interno, per cui potreste trovarle poco efficaci se cercate qualcosa di più umido.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Chicco Salviette Neonato Detergenti Multiuso 12 Confezioni con Placchetta 

 

Quelle di Chicco sono salviettine pensate non solo per la detersione quotidiana di mani e piedini dei piccoli, ma anche per il cambio del pannolino, quando diventano indispensabili per assicurare igiene ai bimbi.

La loro conformazione è tale da mettere a disposizione una parte in rilievo, che permette di eliminare più facilmente tutte le impurità, e una liscia che invece tratta delicatamente la pelle. Arricchite con fiore di loto, sono prive di alcol o sapone, per cui non irritano la cute più sensibile.

Approfittano di questa soluzione, si possono avere a disposizione 12 confezioni da 72 unità ciascuna, tutte caratterizzate da una placchetta apri e chiudi, che impedisce alle salviette di seccarsi.

Il costo è nella media, ma c’è chi non apprezza la profumazione, che viene considerata un po’ troppo forte.

 

Pro

Struttura: Queste salviette sono costituite da una parte in rilievo, per eliminare più efficacemente lo sporco, e una liscia, per trattare con delicatezza la pelle.

Placchetta: Si tratta di un elemento indispensabile per aprire con facilità la confezione e che consente anche di richiuderla, così da non far seccare le salviette all’interno.

Formulazione: Non contengono alcol e sapone, per cui non irritano la pelle.

 

Contro

Profumazione: Un po’ troppo forte per i nasi delicati, per cui potrebbe darvi fastidio se è questo il vostro caso. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Pampers Sensitive Salviette Formula Delicata Senza Profumazione

 

Se siete molto esigenti, perché sapete che la pelle dei neonati corre molti rischi, essendo delicata, potete fare affidamento su un marchio come Pampers, che assicura grande cura nella sua formulazione a prova di bimbo.

Queste salviette infatti sono prive di alcol, sapone e di qualsiasi tipo di profumazione, proprio per evitare che la cute dei più sensibili possa irritarsi. Il tessuto, inoltre, è molto morbido e dotato di una trama a onda che pulisce ancora più in profondità.

La chiusura è in plastica rigida, che ha la funzione non solo di permettere un accesso più semplice alle salviette, ma anche di mantenerle ben umidificate, lontane dal contatto con l’aria.

Con questa soluzione di avranno a disposizione 12 confezioni da 63 pezzi ciascuna, ma il costo è più alto rispetto ad altri modelli simili, quindi l’acquisto è da valutare se non si ha il giusto budget a disposizione.

 

Pro

Delicate: La speciale formulazione di queste salviette è pensata per trattare ancora con maggiore cura la pelle delicata dei neonati, infatti non solo sono prive di alcol e sapone, ma anche senza profumazione.

Tessuto: La trama a onde pulisce ancora più in profondità la pelle del bambino, senza però rinunciare alla delicatezza.

Chiusura: In plastica rigida, assicura di mantenere ben umidificate le salviettine, che così non restano a contatto con l’aria.

 

Contro

Costo: Quello di 12 confezioni è più alto rispetto ad altre soluzioni che potete trovare online.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Pampers Aquapure Salviette per Neonati 9 Imballaggio 432 Salviette 

 

Concludiamo la nostra carrellata con le salviette per neonato di Pampers, in questa soluzione molto delicata, dedicata ai bimbi ma anche ai grandi che soffrono di irritazioni alle pelle. 

Appartengono infatti alla linea Aqua Pure, quindi sono composte al 99% di acqua e sono prive di alcol o profumazioni, oltre a essere testate anche dermatologicamente. Le stesse salviette sono inoltre in cotone organico, per cui sono molto delicate a contatto con la pelle.

Piacciono perché, a differenza di altre in commercio, sono umidificate al punto giusto, quindi non colano e non sono secche. La chiusura è in plastica rigida, ma sembra che, in alcuni casi, le confezioni che arrivano a casa non l’abbiano e che, al suo posto, ci sia quella classica con l’adesivo.

Ciò che non convince del tutto, invece, è il costo, ritenuto un po’ troppo alto per un esiguo numero di confezioni.

 

Pro

Delicate: Queste salviette appartengono alla linea Aqua Pure, per cui sono composte al 99% di acqua e sono prive di alcol o di profumazioni.

Tessuto: Sono in cotone organico, quindi molto soffici e in grado di non irritare anche le pelli più sensibili.

Umidificate: A differenza di altre in commercio, non sono secche o troppo piene di liquido, ma bagnate al punto giusto.

 

Contro

Chiusura: Non sempre le confezioni a disposizione arrivano a casa con quella in plastica rigida, per cui può capitare che vi vengano recapitate quelle con il solo adesivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere una buona salvietta per neonato

 

Scegliere delle salviette per neonato può sembrare una cosa molto semplice da fare; in realtà ci sono diversi fattori che bisognerebbe tenere in considerazione prima di procedere con l’acquisto di un prodotto del genere. Per esempio, occorre accertarsi che gli ingredienti contenuti nella salviettina non provochino irritazioni cutanee al bambino.

Poi è importante verificare anche il tipo di smaltimento dell’oggetto una volta utilizzato, al fine di ridurne l’impatto sull’ambiente.

In questo articolo vi suggeriamo alcuni parametri utili per orientare meglio i vostri acquisti e optare per le salviette che soddisfano appieno le vostre esigenze e quelle del vostro bebè.

Composizione della salvietta

Anche se non siete degli esperti di sostanze chimiche non preoccupatevi, è sempre buona abitudine leggere con attenzione l’etichetta di una confezione di salviette per neonato, al fine di conoscere quali sono gli ingredienti presenti nel liquido umettante del prodotto.

Infatti è proprio sull’etichetta che è possibile rilevare se ci sono elementi potenzialmente irritanti per la pelle. Se non userete tale accortezza e trascurerete la presenza di eventuali sostanze nocive, a lungo andare queste potrebbero depositarsi sulla pelle del bambino e di conseguenza potrebbero compromettere l’equilibrio del suo pH, provocando così arrossamenti e rash cutanei.

In poche parole evitate di comprare confezioni di salviette con liste chilometriche di ingredienti e optate preferibilmente per quelle più semplici e meno trattate. Prestate attenzione quando scegliete un prodotto, in fin dei conti non occorre avere una laurea in chimica per identificare delle sostanze che possono essere potenzialmente dannose per l’organismo del vostro bimbo.

 

Dimensioni e formati

Un altro fattore da tenere in considerazione quando si scelgono delle salviettine per neonato, è la dimensione del fazzoletto. In pratica la salvietta deve essere abbastanza grande da consentirvi di pulire le parti interessate in poche semplici passate.

Trattandosi di un metodo di pulizia alternativo al lavaggio vero e proprio con acqua corrente, le salviette devono aiutare a igienizzare il bebè in modo efficiente, pratico e veloce.

Anche il formato della confezione non deve essere sottovalutato, infatti in commercio ne esistono di diverse tipologie, al fine di soddisfare le esigenze di tutti. Per esempio, potete optare per delle confezioni singole, doppie o per un formato scorta che vi permette di ammortizzare i costi nel tempo.

Ovviamente la scelta sarà influenzata dalla frequenza di utilizzo delle salviette, anche perché queste si rivelano molto utili quando vi trovate fuori casa o in viaggio.

Valutate anche il tipo di apertura della confezione, meglio se si tratta di un pacchetto “apri e chiudi”, in quanto un dispenser che una volta aperto non si richiude ermeticamente, potrebbe fare evaporare tutta l’umidità delle salviettine e renderle meno efficienti.

I fazzolettini umettati, per mantenere intatte le loro proprietà, necessitano di essere conservate in un contenitore a chiusura ermetica. In commercio è possibile trovare confezioni sia con chiusura automatica a sportellino, sia con chiusura adesiva “stacca e attacca”. Tra le due la prima è più pratica e resistente, perché uno sportellino adesivo, col tempo e dopo varie aperture, potrebbe perdere la sua proprietà sigillante.

La qualità delle salviette

Sicuramente prima di decidere di usare delle salviette per neonato in modo continuativo, è buona cosa testare il prodotto. Infatti prima di pensare di riassortire la dispensa con più confezioni della stessa marca, è bene accertarsi dell’effettiva efficienza delle salviette.

Diversamente, se decideste di fare scorta di un prodotto che una volta utilizzato non soddisfa le vostre necessità, avreste solo sprecato il vostro denaro e vi ritroverete con montagne di pacchi di fazzoletti umettati che non userete mai.

Testate sempre la qualità delle salviettine, controllate anche la loro scadenza e accertatevi che si tratti di un prodotto di qualità, al fine di capire se effettivamente potete ottenere dei vantaggi da questo.

In pratica, prima di precipitarvi a comprare  delle confezioni in formato scorta, acquistate un pacchetto normale di una determinata marca, così potrete testare l’effettiva genuinità di quel tipo di salviettine.

Delle buone salviette devono essere efficaci ed emanare una profumazione gradevole, anche se è meglio che in queste non siano presenti troppe sostanze chimiche. Infatti, la prima cosa da tenere in considerazione, è la totale compatibilità del prodotto con la cute del bambino.

Una volta verificati tutti questi parametri, sarete in grado di scegliere in maniera più decisa e saprete se affidarvi o meno a una specifica marca.

 

 

 

Salviette per neonato: quando è il caso di usarle

 

Come detto più volte in questo articolo, le salviettine per neonato non sono esenti da possibili conseguenze negative. In primis queste non devono irritare la pelle del bambino, poi bisogna considerare che il loro utilizzo ha un notevole impatto sull’ecosistema e sul portafogli.

Fatta tale premessa, è bene dire che le salviette dovrebbero essere riservate soltanto a quelle occasioni in cui effettivamente mancano le alternative di igienizzazione con acqua e altri metodi di detersione.

Vi ricordiamo che anche le salviette biodegradabili comportano la produzione di rifiuti e di conseguenza fanno lievitare non poco i costi per il loro smaltimento.

Le salviette umidificate

Quando decidete di utilizzare delle salviettine umidificate per pulire il sederino del vostro bimbo, è bene che teniate a mente alcune cose. Per esempio dovete tenere in considerazione il fatto che questi fazzolettini umettati contengono delle sostanze disciolte, che una volta passate sulla cute del bebè, vengono assorbite da questa.

A tal proposito è molto importante che verifichiate sempre la composizione chimica del prodotto riportata sull’etichetta della confezione. In questo modo sarete informati circa il contenuto della salvietta e potrete decidere se acquistarla o meno, in base alle vostre esigenze.

Ricordate che le salviette migliori sono quelle imbevute prevalentemente di acqua e prive di profumazioni e di altre sostanze conservanti.

Chiaramente non ci stanchiamo di ribadire il concetto che questo tipo di prodotto deve essere utilizzato non in maniera abituale ma soltanto nei casi in cui non è possibile utilizzare l’acqua corrente. Per esempio, se vi trovate a casa, vi consigliamo di effettuare il cambio del pannolino, sfruttando l’acqua del rubinetto per igienizzare il culetto del neonato.

 

Meglio evitare le profumazioni

Apparentemente utilizzare una salviettina profumata, può risultare più gradevole rispetto a utilizzare una salviettina inodore. Vi ricordiamo però, che le profumazioni aggiunte, possono rivelarsi dei pericolosi allergeni e col passare del tempo possono provocare delle fastidiose irritazioni alla pelle del bambino.

È importante ribadire che le sostanze chimiche disciolte nelle salviette, una volta che entrano a contatto con la cute non vengono risciacquate ma vengono assorbite dall’epidermide, pertanto occorre prestare molta attenzione a ciò che si spalma sul corpo.

A questo punto è sempre meglio optare per delle salviette anallergiche, che non contengono profumazioni e che risultino clinicamente testate.

Versatili

Le salviette per neonato sono un “must” per mantenere la cute del bimbo pulita quando siete fuori casa. Queste oltre a essere detergenti e ultra-morbide, sono anche lenitive e rinfrescanti. Oltre a essere utilizzate per i neonati, possono essere sfruttate anche dagli adulti come fazzoletti detergenti per mani e viso.

In commercio si possono trovare anche delle salviette multiuso, che possono essere sfruttate in diversi contesti e non necessariamente per pulire il culetto di un bebè.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa c’è dentro le salviette per neonato?

Le salviette per neonato non sono altro che dei fazzoletti di tessuto, che possono essere realizzati in diversi materiali. Tra i migliori presenti in commercio spiccano quelli prodotti dal processo di lavorazione di fibre vegetali. Una delle fibre più diffuse è quella di bambù, molto apprezzata per le sue caratteristiche, le alte prestazioni e per le sue proprietà organolettiche.

Ovviamente bisogna tenere in considerazione che lo smaltimento di una salvietta per neonato dipende dal tipo di materia prima impiegata, perciò è sempre bene optare per un prodotto a basso impatto ambientale, che sia biodegradabile e facilmente smaltibile.

Per quanto riguarda la proprietà umettante di una salvietta, c’è da dire che questa è intrisa di un liquido detergente a base d’acqua, che può essere arricchito con altre sostanze profumate e conservanti.

È importante sapere che tanto minore è la percentuale di sostanze aggiuntive, maggiore sarà il livello di purezza della salviettina e la compatibilità con il pH della pelle del bambino.

Ovviamente gli ingredienti devono essere riportati in maniera chiara sulla confezione del prodotto; diversamente diffidate dall’acquisto.

Come realizzare un porta-salviette umidificate?

Se volete realizzare un porta-salviette umettate artigianale più grazioso rispetto a quello proposto dal brand del prodotto, esistono diversi modi per farlo. La cosa fondamentale che dovete rispettare prima di fabbricare il vostro dispenser fai da te di salviettine è assicurarvi che il contenitore sia ermetico. Diversamente rischiereste di far evaporare tutto il liquido detergente dei fazzoletti, che secchi risulterebbero inutilizzabili.

Su internet si possono trovare diversi tutorial in merito all’argomento, come per esempio quelli che prevedono l’utilizzo di contenitori in plastica o addirittura delle scatole di scarpe foderate internamente.

 

Come si smaltiscono le salviette per neonato?

Lo smaltimento di una salvietta per neonato dipende dal tipo di materiale del quale questa è composta. Per esempio in commercio esistono quelle biodegradabili, che una volta utilizzate possono essere smaltite tranquillamente nell’umido. Ovviamente, prima di gettare uno scarto del genere nella raccolta differenziata, è opportuno che verifichiate i sistemi di smaltimento rifiuti adottati dal vostro comune di residenza.

Se non conoscete da quali materiali è composta la salvietta, è alquanto probabile che questa non sia biodegradabile. Evitate assolutamente di gettare rifiuti di questo tipo nel water del bagno; a lungo andare potrebbero intasare e otturare il sanitario ma ancora peggio andrebbero a impattare molto negativamente sull’ambiente.

 

Che cosa si può utilizzare in alternativa alle salviette per neonato?

In alternativa alle salviette per bebè è possibile utilizzare un telo di mussola. Grazie alla morbidezza e alla delicatezza della sua fibra, sarà sufficiente inumidirlo con un po’ d’acqua e passarlo sul culetto del bambino.

Per fare le cose per bene, è meglio disporre anche di un altro telo per asciugare la cute e per evitare che si formino dei ristagni d’acqua.

 

Si possono portare le salviette per neonato in aereo?

Le salviettine umettate non sono considerate come sostanze liquide, pertanto sono ammesse sia a bordo dell’aereo, sia all’interno del bagaglio a mano. Chiaramente lo stesso discorso non vale per tutti i prodotti cosmetici, quindi è necessario considerare il limite massimo di 100 ml per ogni tipo di prodotto, onde evitare di dover lasciarne qualcuno a terra (anche di un certo valore) durante la fase di imbarco.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI