I 5 Migliori Tavoli da Disegno del 2022

Ultimo aggiornamento: 14.08.22

 

Tavolo da Disegno – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Per chi ha fatto dell’arte del disegno, a mano libera o tecnico, il suo lavoro o la sua passione, disporre di un tavolo appositamente progettato per questo scopo è una bella comodità. L’offerta sul mercato è ricca e variegata perciò meglio avere qualche dritta per indirizzarsi sui modelli dal miglior rapporto tra qualità e prezzo. Il modello di VidalXL arriva già con tutto l’occorrente, compreso un pratico sgabello e un piano inclinabile e un comodo organizer al cui interno collocare strumenti di lavoro così da avere tutto a portata di mano. Se invece state cercando un tavolo da disegno tecnico che permetta di eseguire lavori di precisione e di utilizzare in combinazione una lavagna luminosa, allora Studio Designs SD10050 è la scelta giusta.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 Migliori Tavoli da Disegno – Classifica 2022

 

Se la progettazione grafica è parte della tua professione, è fondamentale che tu abbia un piano di lavoro specializzato che supporti le tue creazioni giorno dopo giorno. Grazie ai nostri consigli per l’acquisto potrai scoprire come scegliere un buon tavolo da disegno che sia durevole ma anche versatile.

 

 

1. VidalXL Tavolo Da Disegno Inclinabile con Sgabello

 

Principale Vantaggio:

La versatilità nella gestione delle posizioni da far assumere al tavolo, insieme a una grandezza adeguata per posizionare e gestire comodamente materiali da disegno e lavoro. Questi i punti di forza del tavolo da disegno Stationery Island.

 

Principale Svantaggio:

Si lamenta la scelta da parte del produttore di inserire dei cassetti in tessuto nel ripiano inferiore collocato sotto il tavolo. In questo modo chi volesse riempirli con colori e altri strumenti dedicati è limitato dal materiale troppo leggero.

 

Verdetto: 9.6/10

I giovani disegnatori o chi ha bisogno di un supporto inclinabile su cui lavorare e posizionarsi comodamente, può sfruttare quanto messo a disposizione da questo tavolo. Comodo e dall’ampia area di lavoro, arriva anche con uno sgabello essenziale per salvaguardare la postura e un portaoggetti laterale in cui inserire penne e colori da avere sempre a portata di mano.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Area di lavoro

Una volta tolto il tavolo dalla sua confezione, ci si rendo subito conto della scelta di VidalXL di creare una base d’appoggio su cui muoversi liberamente, approfittando così di uno spazio di 84×60 cm, ideale per collocare fogli e tutto il materiale con cui creare e dar libero sfogo alla fantasia.

Il tavolo è robusto, con una zona nella parte destra che funziona come portaoggetti e otto clip che fissano il foglio e lo bloccano senza rischio di cadute, così da lavorare in maniera ordinata e precisa. Una volta sollevato poi il tavolo, si può far scorrere orizzontalmente un’altra base di appoggio, così da sfruttarla come superficie su cui sistemare un bicchiere o altri oggetti che non hanno trovato posto al primo livello.

Design

L’impostazione scelta punta tutto sulla varietà e l’adattabilità del supporto alle esigenze del singolo utente. Nove sono le posizioni inclinabili tra cui scegliere, con un angolo e una pendenza del foglio che si vanno via via adattando in base al tipo di disegno o illustrazione da realizzare.

Stessa cosa anche per l’altezza del piano di lavoro, con le gambe che si allungano su sei differenti posizioni, così che a ogni altezza corrisponde una corretta sistemazione e seduta. Il legno di cui è composta la base su cui impostare le operazioni è liscio e resistente, così come tutta la struttura portante e il pratico portaoggetti nella parte destra del tavolo, con portapenne e colori e uno spazio dedicato per gli strumenti più ingombranti.

 

Appoggio

Nel set è incluso anche un pratico sgabello. Si tratta di un supporto che dai pareri degli utenti è comodo quanto basta per sostenere e assecondare il lavoro anche dopo diverse ore seduti al tavolino. Si monta semplicemente, trovando un appoggio nelle quattro gambe che lo caratterizzano.

Stesso discorso anche per i due cassetti inferiori in tessuto e per il grande spazio appena sotto il tavolo dove mettere quaderni e fogli. Il vassoio scorrevole laterale crea poi una zona relax su cui sistemare una tazza di tè caldo, in una posizione di sicurezza e in parte separata dal tavolo su cui si sta lavorando.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Studio Designs SD10050 Tavolo da Disegno

 

Parliamo di un tavolo in grado di inclinarsi fino a 35 gradi destinato agli architetti e a chi ha necessità di lavorare su disegni tecnici o comunque molto dettagliati. L’alta qualità dei materiali, acciaio per la struttura portante e vetro temperato per il piano di lavoro, lo pongono tra i migliori tavoli da disegno in commercio e tra i più venduti online. La superficie di lavoro effettiva è di 97×61 cm, corredata su entrambi i lati di comodi portapenne e altri spazi per la cancelleria.

Al di sotto del ripiano è possibile agganciare un set di tre cassetti in plastica, dove si possono riporre tutti gli oggetti che si vogliono tenere a portata di mano ma che sono troppo ingombranti da tenere sui lati.

Grazie al piano trasparente è possibile utilizzare questo tavolo in combinazione con una lavagna luminosa, oppure utilizzare il ripiano sottostante il vetro per avere sempre in vista eventuali riferimenti visivi e cromatici.

All’interno di una guida per i migliori tavoli da disegno, un oggetto del genere occupa spesso le prime posizioni. Ideale per lavori tecnici e utilizzabile per una serie diversa di operazioni, l’oggetto vince grazie a specifiche che andiamo a ricordare qui di seguito.

 

Pro

Ampia inclinazione: La superficie del piano di lavoro è realizzata in vetro e possiede un’escursione massima di 35°gradi, ottima per lavori di grafica e ideale per gli architetti.

Cassetti inferiori: Nella parte inferiore del tavolo è possibile inserire tre cassetti in plastica. Sono comodi e funzionali, specie per chi vuole inserirvi all’interno materiale di studio o strumenti pensati per il disegno.

Utile trasparenza: La realizzazione del piano di lavoro in vetro ha di buono un utilizzo dello stesso come tavola luminosa o per trasferire e copiare immagini con la dovuta precisione.

 

Contro

Prezzo finale: il costo finale potrebbe non rientrare appieno nella voce di spesa preventivata dall’utente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

3. Huion l4s Cassetta di Luce, LED di Pannello

 

Si tratta di un prodotto piuttosto particolare e che, ci rendiamo conto, è un po’ forzato considerare un tavolo da disegno ma che è comunque una base sulla quale creare a mano libera. Per essere specifici si tratta di una tavoletta che, essendo dotata di retroilluminazione, permette di ricalcare facilmente un disegno ed è dunque molto utile per chi si occupa di animazione.

In alternativa può essere sfruttata anche come illuminatore di pellicole e negativi o per visualizzare in modo confortevole le lastre ospedaliere.

Le dimensioni della tavoletta sono di 32×22 centimetri, lo spessore è di soli 5 millimetri e l’alimentazione è affidata a un cavo Usb, che potrete collegare al computer o direttamente alla presa di corrente. Proprio la necessità di averla sempre collegata a una fonte di energia è uno degli aspetti che hanno meno convinto alcuni acquirenti. Una volta accesa regala un’illuminazione bianca molto brillante ma che può essere regolata d’intensità in base alle esigenze.

 

Pro

Specifica: Una tavoletta perfetta per chi ha necessità di ricalcare dei disegni, come chi si occupa di animazione, grazie alla retroilluminazione regolabile.

Leggera: Ha dimensioni compatte e uno spessore di soli 5 mm, il che la rende comoda da utilizzare ed eventualmente anche da trasportare.

Versatile: Può essere utilizzata anche per visualizzare i negativi fotografici o le lastre ospedaliere.

 

Contro

Alimentazione: Necessita di essere alimentata dalla corrente elettrica, dunque via computer o presa di rete, il che limita la libertà di movimento di chi la utilizza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Stationery Island Nauru Tavolo da Disegno

 

Con la sua finitura nera lucida, il modello Nauru si dimostra un compagno elegante in cui forma e sostanza trovano un imbattibile connubio. 96 cm di larghezza e 60 cm di altezza sono misure che alla prova dei fatti ben si adattano a chi vuole una zona di lavoro soddisfacente e ampia.

I movimenti e la gestione degli strumenti di lavoro si avvalgono di una serie di supporti come il pratico portaoggetti laterale e due cassetti in tessuto pensati per chi ama riempire quanto possibile tutta l’area di lavoro. La base inclinabile asseconda e segue le scelte del disegnatore, con una scelta della corretta inclinazione che passa attraverso diciotto posizioni differenti.

Chiude questa recensione l’aggiunta di otto clip con cui fissare il foglio al tavolo, mantenendo così al suo posto tutta la situazione.

 

Pro

Materiali: Robustezza e versatilità si uniscono per dar vita a un prodotto elegante nella sua colorazione nero opaca, ma senza lasciare da parte anche una robustezza e tenuta essenziali a chi cerca un prodotto affidabile.

Praticità: Grazie alle diciotto diverse inclinazioni, si posiziona al meglio il tavolo di lavoro, assecondando di volta in volta le esigenze di chi sta disegnando.

Rapporto qualità/prezzo: Una volta presi in esame gli spazi su cui lavorare, l’ampiezza dell’area di lavoro e la robustezza del tavolo, si vede chiaramente come l’oggetto sia conveniente anche come spesa rapporto poi alla resa finale.

 

Contro

Sgabello: L’assenza di questo supporto all’interno della confezione costituisce un punto a sfavore per chi ha intenzione di avere tutto in un’unica soluzione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Stationery Island SabaTP Tavolo da Disegno

 

Design accattivante in cui alla robustezza del metallo si affianca anche la trasparenza del vetro. Queste le prime impressioni confermate poi anche da misure che soddisfano anche i più esigenti tra i disegnatori.

110 cm di larghezza, con un’altezza che invece tocca i 60 cm bastano anche per quegli utenti che apprezzano un lavoro su superfici ampie o fogli di grosse dimensioni come progetti e tavole pubblicitarie. Un sistema pratico e robusto di regolazioni consente di variare l’inclinazione del tavolo trasparente, passando attraverso 19 variazioni.

Ampio lo spazio tra le gambe, così da potersi muovere liberamente, sfruttando anche la trasparenza per ricalcare e seguire con precisioni passaggi e linee sul foglio collocato sul retro.

 

Pro

Design: Linee accattivanti e una trasparenza funzionale rendono questo tavolo una superficie adatta a disegnatori professionisti e a chi vuole acquistare un prodotto dalle dimensioni consistenti.

Praticità: La struttura con un sistema di inclinazione multiposizione aiuta a lavorare sfruttando la giusta luce e una corretta posizione del foglio.

Accessori: I due cassetti inferiori, così come la zona portaoggetti laterale ampliano l’area di lavoro, mantenendo però tutto a portata di mano.

 

Contro

Clips: Si lamenta l’assenza dei fermi con cui bloccare il foglio, in controtendenza con quanto riportato nella descrizione generale dell’oggetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior tavolo da disegno?

 

Nonostante oramai sia il computer il protagonista di qualunque progettazione tecnica, avere un tavolo da disegno può ancora essere una necessità. Saper disegnare a mano è un’abilità importante, sia per le figure tecniche come gli architetti che per quelle artistiche, per esempio i fumettisti.

Non solo abbiamo stilato una classifica dei tavoli più interessanti, ma qui di seguito troverai una guida per aiutarti a determinare i punti di forza differenti di ogni prodotto e scegliere quello che meglio si adatta alla tua professione.

Il piano di lavoro

A seconda del tipo di progetto su cui lavori, il piano di lavoro deve avere determinate caratteristiche per essere un valido aiuto. Le dimensioni sono importanti soprattutto se sei un architetto e devi lavorare sulle tavole grafiche, che a volte possono essere molto ampie.

Verifica anche l’angolo di inclinazione che può raggiungere, e che la cerniera che lo sostiene sia resistente e in acciaio inox.

Per quanto riguarda il materiale del piano stesso, le preferenze sono soggettive e legate non solo alla funzionalità, ma anche alla resa estetica. È evidente che un tavolo in legno ha un’eleganza classica mentre il vetro temperato è più adatto a un arredamento moderno, e hanno proprietà fisiche molto diverse: il legno permette di fissare fisicamente dei fogli ed è meno scivoloso quando il tavolo viene inclinato in posizione quasi verticale, ma d’altra parte il vetro è più regolare e resiste meglio ad alcuni strumenti da disegno come i pennini da fumettista.

Il prezzo scende significativamente se il materiale è meno nobile, tuttavia determinate plastiche hanno una buona resa pur restando economiche.

 

Gli strumenti aggiuntivi

Quando ti troverai a confrontare i prezzi dei vari modelli disponibili sul mercato, ricordati che un tavolo da disegno si giudica anche dalla possibilità di usarlo in combinazione con altri strumenti tecnici.

Questi variano a seconda del tipo di progetto a cui è destinato il tavolo, e di solito ogni articolo in commercio tende a soddisfare meglio una determinata specializzazione, soprattutto se si tratta di un prodotto destinato all’uso professionale. Un esempio semplice sono i tavoli in vetro, che permettono l’utilizzo di una lavagna luminosa e di solito sono dotati anche di un apposito alloggiamento dove collocarla.

Allo stesso modo se pensi di usare un tecnigrafo, assicurati di acquistare un ripiano che sia predisposto ad accoglierlo. Cerca di trovare le recensioni di professionisti che svolgono il tuo stesso lavoro, così da avere la conferma della bontà del prodotto in rapporto alle tue esigenze specifiche.

La versatilità

Un buon tavolo da disegno deve prevedere un numero sufficiente di alloggiamenti per gli articoli di cancelleria, e alcuni sono dotati anche di vere e proprie cassettiere dove riporre manuali, appunti e quant’altro tu voglia tenere a portata di mano per una rapida consultazione.

Quando il piano di lavoro si trova in posizione orizzontale, deve essere abbastanza comodo e stabile da essere usato come scrivania, quindi ti raccomandiamo di preferire un modello a quattro gambe piuttosto che uno a cavalletto.

Negli ultimi anni tutti i lavori di grafica sono eseguiti a stretto contatto con il computer, per questo motivo alcuni tavoli hanno dei ripiani laterali aggiuntivi per ospitare un laptop o un tablet. Le migliori marche propongono anche accessori inusuali, come una lavagna aggiuntiva in sughero oppure delle ventole integrate per evitare il surriscaldamento del computer.

 

 

Come utilizzare un tavolo da disegno

 

Il tavolo da disegno è un elemento indispensabile per chi lavora come architetto, geometra ma anche per gli artisti e tante altre categorie lavorative. Certo, si dirà che oggi ci sono i computer che possono sostituire la mano dell’uomo ma resta il fatto che il tavolo da disegno non può mancare a un professionista che ha a che fare con fogli e matite.

 

 

Chi lo usa?

Per i meno esperti, spieghiamo di cosa stiamo parlando, ovvero di un tavolo pensato per soddisfare le esigenze di figure professionali quali progettisti, illustratori, stilisti, architetti, disegnatori tecnici ecc. È regolabile e fornisce un piano di lavoro stabile. La sua superficie è tale da favorire il disegno a mano libera, sia che si usi una matita sia che si impieghi una penna: il tratto, al netto della bravura di chi disegna, sarà sempre preciso e uniforme.

 

Le caratteristiche fondamentali

Possiamo distinguere due categorie per i tavoli da disegno: quelli scolastici e quelli professionali. A breve daremo informazioni più precise ma prima ci preme sottolineare in base a quali caratteristiche andrebbe scelto un tavolo. Bisogna prendere in considerazione, innanzitutto, la regolazione in altezza e l’inclinazione. Altrettanto importanti sono le dimensioni del piano di lavoro che devono essere adeguate alle esigenze di chi acquista il tavolo.

 

Il tavolo classico

Si tratta di un tavolo completo, adatto all’uso professionale. È versatile perché può essere usato sia dal disegnatore tecnico sia dal fumettista. Solitamente è provvisto di tecnigrafo, ovvero, una squadra montata su un goniometro che può eseguire rotazioni angolari. Un tavolo del genere offre la possibilità di lavorare sia in piedi sia seduti.

L’altezza è regolabile così come l’inclinazione; di conseguenza il piano di lavoro può assumere tutte le posizioni dall’orizzontale alla verticale e secondo tutte le angolazioni comprese tra 0° e 90°. I sistemi di bloccaggio sono due: quello a pedale, che personalmente preferiamo e consigliamo, e quello laterale manuale.

 

 

Il tavolo a cavalletto

Questo tipo di tavolo si caratterizza per un sistema di regolazione a parallelogramma con molle di bilanciamento che sostengono il piano di lavoro quando si effettuano le regolazioni che concernono l’altezza e l’inclinazione. Un tavolo del genere è usato sia in campo tecnico che artistico e può essere dotato di tecnigrafo. Generalmente questo tipo di tavolo presenta un punto debole: la stabilità non è il massimo in posizione orizzontale.

 

Tavolo per architetti

Per gli architetti c’è un tavolo specifico che ha un meccanismo di regolazione telescopico con bloccaggio su quattro montanti. Si possono effettuare regolazioni sia dell’altezza che dell’inclinazione, anche se quest’ultima può essere solo di pochi gradi. Questi tavoli si fanno apprezzare per la loro stabilità ma la limitata capacità di inclinazione può, in alcuni casi, costituire un problema.

 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI