Gli 8 migliori latte in polvere del 2021

Ultimo aggiornamento: 26.10.21

 

Latte in polvere – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Scegliere il latte in polvere più adatto al proprio bambino è di fondamentale importanza se si vuole fare in modo che abbia un nutrimento sano e completo al 100%. Abbiamo messo insieme tutte le caratteristiche fondamentali per questa scelta: se non avete il tempo di leggere la nostra guida, date un’occhiata alle nostre preferenze. In primis Plasmon Nutri-Uno Polvere 700g, un prodotto con aggiunta di L.paracasei CBA L74, un probiotico che nutre il microbiota intestinale. Ci ha convinto anche per il buon rapporto qualità/prezzo, indicato per tutti i budget. Subito dopo viene Nidina Optipro 1 dalla Nascita Latte per Lattanti 800 g, un barattolo che consente una migliore conservazione e dotato di pratico misurino. Sulla confezione sono presenti inoltre le indicazioni che aiutano a prepararlo nella maniera corretta.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori latte in polvere – Classifica 2021

 

Abbiamo fatto una comparazione dei migliori latte in polvere del 2021 tra quelli venduti online. Date un’occhiata alle loro caratteristiche per capire dove acquistare il prodotto più economico indicato per il vostro bambino.

 

1. Plasmon Nutri-Uno Polvere 700g

 

Trovare il giusto latte in polvere per neonati non è facile, soprattutto se il bimbo ha qualche problema di digestione o un’eccessiva stitichezza. Questi fenomeni, che sono più che normali, possono essere facilmente combattuti con l’uso del giusto prodotto: un esempio ne è quello di Plasmon, il Nutri-Uno, tra i più venduti per il valido rapporto qualità/prezzo.

Questo latte contiene infatti L.paracasei CBA L74, quindi è fermentato con probiotici, che aiutano a creare il microbiota intestinale, per regolarizzare il pancino del bambino ed evitare le fastidiose colichette.

Pensato dalla nascita e fino ai 6 mesi di età, arriva in una confezione apri e chiudi, che riporta anche tutte le istruzioni per prepararlo nella maniera corretta. All’interno troverete due buste da 350 g, quindi un totale di 700 g di prodotto. 

Può però non essere la soluzione per tutti, perché c’è chi ha verificato di non ottenere i risultati promessi. 

 

Pro

Fermentato: Questo latte in polvere prevede l’aggiunta di L.paracasei CBA L74, una sostanza probiotica che aiuta a creare il microbiota intestinale.

Confezione: Apri e chiudi, riporta tutte le istruzioni per preparare nella maniera corretta il latte.

Rapporto qualità/prezzo: Un prodotto valido, venduto a prezzi bassi, per una confezione da 700 g, sufficiente per un bel po’ di preparazioni.

 

Contro

Efficacia: Può non risolvere al 100% tutti i problemi di stipsi nei bimbi fino ai 6 mesi di età.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Nidina Optipro 1 dalla Nascita Latte per Lattanti 800 g

 

Tra i migliori latte in polvere in commercio troviamo anche quello di Nidina, qui nella versione Optipro 1, che può essere usata sin dalla nascita. Contiene DHA e lattosio, come previsto dalla legge, ma è totalmente privo di olio di palma.

Un vantaggio di questo prodotto è che arriva all’interno di barattoli in alluminio, che conservano meglio il contenuto fino a quando non lo si consumerà tutto. Molto utili anche le indicazioni presenti, che aiutano a capire come prepararlo al meglio, e la composizione, per rassicurare le mamme sempre attente a questi particolari.

All’interno troverete anche un misurino, che rende molto più pratico il dosaggio. La scelta potrà dividersi tra un singolo barattolo da 800 g o sulla confezione da sei, utile per risparmiare. Purtroppo però non è una delle offerte più appetibili, in quanto il prodotto ha un costo abbastanza elevato.

 

Pro

Barattoli: Questo latte in polvere arriva in dei barattoli di alluminio, che aiutano a mantenerne la freschezza fino al totale consumo.

Misurino: Grazie a questo elemento, è possibile stabilire quanto inserirne nel biberon, per non commettere errori.

Confezioni: Potrete scegliere la soluzione da un unico barattolo da 800 g o da sei, per risparmiare qualcosa in più.

 

Contro

Costo: Non è uno dei prodotti più convenienti in circolazione, per cui dovrete valutarne l’acquisto in base al budget.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Nipiol Latte 1 Polvere 800g

 

Spicca per il buon rapporto qualità/prezzo il latte di Nipiol, disponibile nella versione 1, quindi utilizzabile sin dalla nascita. Da consigliare soprattutto a chi fa caso ai limiti di budget, arriva a casa in una scatola che contiene la confezione apri e chiudi, per assicurare maggiore facilità di utilizzo.

Piace molto per l’assenza di olio di palma e per i buoni risultati che molte mamme dicono di ottenere con il suo utilizzo: niente più coliche e attività intestinale regolare nei piccoli. Visto il costo più basso, soddisfa proprio per questo motivo, oltre che per il fatto che si scioglie con molta facilità.

Presenti le istruzioni sulla scatola, che aiutano a dosarlo meglio, ma, secondo i pareri di alcune mamme, la nuova formulazione non ha un buon odore, per cui non piace proprio a tutti i lattanti.

 

Pro

Costo: Se non sapete quale latte in polvere comprare perché il vostro budget è limitato, questo soddisferà le vostre esigenze con il prezzo molto concorrenziale che lo contraddistingue.

Risultati: Piace perché il bimbo non soffre di coliche quando lo utilizza e l’attività intestinale si regolarizza.

Scatola: Contiene una confezione apri e chiudi che aiuta a mantenere la freschezza del prodotto più a lungo.

 

Contro

Odore: Nella formulazione avanzata ha un odore che non risulta gradevole proprio a tutti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Aptamil Latte in Polvere Conformil Plus 600 g

 

Se il pediatra vi ha dato un consiglio su come scegliere un buon latte in polvere per il vostro bambino, che ha problemi di stipsi e coliche, probabilmente vi ha indirizzato su questo di Aptamil, che deve essere utilizzato sotto stretto controllo medico perché pensato con fini speciali.

Pensato per lattanti a partire dai 6 mesi di età, ha un ridotto contenuto di lattosio, il beta palmitato, GOS/FOS e proteine parzialmente idrolizzate, tutte sostanze che cooperano per rendere l’alimentazione di vostro figlio sana e ben equilibrata.

Questo latte può essere usato per tutti i mesi in cui lo darete al piccolo come unica fonte di nutrimento, visto che si tratta di un alimento completo. Purtroppo il costo, per la confezione da 600 g, è tra i più alti in circolazione, quindi non è adatto a chi ha un budget ridotto.

 

Pro

Contro stipsi e coliche: Questo è un alimento pensato prettamente per queste problematiche, infatti contiene beta palmitato, GOS/FOS, proteine parzialmente idrolizzate e un ridotto contenuto di lattosio.

Completo: Grazie alle sue caratteristiche può essere somministrato come unica fonte di nutrimento per i piccoli a partire dai 6 mesi di età.

 

Contro

Costo: Trattandosi di un alimento speciale, questo prodotto ha un prezzo di vendita abbastanza alto, per cui non è indicato per tutti i budget.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Humana Latte 1 Polvere g 1100

 

Se optate per questo latte in polvere Humana, potrete nutrire il vostro bambino dalla nascita e fino al sesto mese di vita; successivamente sarà possibile proseguire con Humana 2, naturalmente sempre sotto stretto consiglio del pediatra.

All’interno di Humana 1 troverete nucleotidi, GOS, fibre alimentari e LC-PUFA, acidi grassi a lunga catena, Omega 3 e 6, tutte sostanze indispensabili per nutrire il microbiota intestinale del piccolo e per favorire la digestione.

La confezione da 1100 g ha il vantaggio di essere richiudibile, per cui potrete conservare in un’atmosfera protetta il vostro latte in polvere. Piace molto perché non causa le fastidiose coliche e viene ben tollerato dai piccoli.

L’unico neo è il costo, decisamente molto alto, che purtroppo non è alla portata di tutte le mamme e i papà.

 

Pro

Composizione: All’interno del latte Humana 1 troverete tutte sostanze in grado di evitare coliche ai piccoli e di nutrire il microbiota intestinale.

Confezione: La scatola si può facilmente aprire e chiudere tramite un clip, per cui avrete la certezza di conservare bene il latte in polvere.

Ben tollerato: I bimbi che lo assumono non riscontrano problemi, ma digeriscono bene e senza conseguenze.

 

Contro

Costo: Il prezzo di vendita è tra i più alti per la confezione da 1100 g, per cui non è un articolo adatto a ogni tipo di budget.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Mellin 1 Latte in Polvere per Lattanti 3 Confezioni 

 

Quello di Mellin è un latte in polvere dedicato ai piccoli sin dalla nascita e fino ai 6 mesi di età, come sostitutivo di quello materno quando necessario. Questa miscela contiene GOS/FOS e acidi polinsaturi a lunga catena, che agiscono sul microbiota intestinale rendendolo forte.

Questa offerta prevede non una ma ben tre confezioni da 1100 g l’una, a un costo non basso ma decisamente concorrenziale, specialmente se dovrete fare uso di questo prodotto abbastanza a lungo.

Come spesso accade, anche su questa confezione sono presenti le istruzioni per dosare al meglio la polvere e non commettere errori. Piace ai genitori perché è ben digerito dai piccoli, che non hanno così problemi di coliche o simili, ma anche per il costo più basso rispetto ad altri negozi fisici.

C’è però chi non apprezza il fatto che si utilizzi ancora l’olio di palma per questo specifico tipo di preparazione.

 

Pro

Miscela: Contiene GOS/FOS, acidi polinsaturi a lunga catena e altre sostanze in grado di evitare episodi spiacevoli di coliche e diarrea.

Costo: Le tre confezioni da 1100 g sono vendute a un prezzo concorrenziale rispetto ad altri negozi online e fisici.

Ben digerito: Il prodotto è ben tollerato dai più piccoli, che così possono nutrirsi senza effetti collaterali.

 

Contro

Olio di palma: Questo ingrediente è presente nella formulazione, cosa non gradita a chi fa attenzione alla sua assenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. HiPP Latte 3 Combiotic Crescita in Polvere 4 Confezioni 

 

Se siete alla ricerca di una soluzione per risparmiare, visto che fate un grande uso del latte in polvere, date un’occhiata alla proposta di HiPP, che mette a disposizione quattro confezioni da 600 g a un costo molto interessante.

Questo prodotto è di livello 3, quindi è indicato per bambini dai 12 ai 36 mesi, non contiene glutine ma latte, ferro, fermenti lattici vivi, fibre alimentari prebiotiche cioè i GOS, iodio, vitamina D e calcio, per cui è un alimento molto completo.

Nella scatola troverete sei bottiglie utili a soddisfare le esigenze del vostro bambino per un bel po’ di tempo, motivo per il quale si tratta di una soluzione economica e perciò molto interessante.

L’unica rimostranza, da parte di qualche utente, è il fatto che la sua composizione sia caratterizzata da una vecchia ricetta, mentre c’è chi preferisce optare per la nuova.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Questo latte si distingue per la possibilità di acquistarne ben quattro confezioni da 600 g a un costo concorrenziale, dedicato a chi pensa al risparmio.

Composizione: Al suo interno ci sono elementi come i probiotici, la vitamina D e il calcio, che sono di fondamentale importanza per lo sviluppo del corpo e degli organi del bambino.

 

Contro

Ricetta: Quella presente in questa confezione è la vecchia, per cui c’è chi preferisce optare invece per la nuova.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Similac Gold Latte per Lattanti in Polvere per Neonati 

 

Quello di Similac Gold è un latte di livello 1, quindi è pensato per i lattanti sin dalla nascita. Utile per garantire la nutrizione completa sin da subito al bambino, contiene sostanze come il DHA, LA, ARA e ALA, che sono fondamentali per la crescita.

La confezione da 900 g è un barattolo di latta, con tappo richiudibile, che aiuta a mantenere la freschezza del prodotto. Il costo è interessante, anche se non tra i più bassi in circolazione. Un elemento che piace molto ai genitori che lo scelgono è l’assenza dell’olio di palma, motivo per il quale lo acquistano con maggiore interesse.

Gli effetti sono validi, soprattutto per la presenza dei probiotici, che rendono sano l’ambiente intestinale ed evitano problemi come coliche o cattiva digestione. Tuttavia non è un latte specifico per questi problemi per cui, se il vostro bimbo li incontra, è opportuno che ascoltiate il consiglio del vostro medico nella scelta di un prodotto ad hoc. 

 

Pro

Confezione: Un vantaggio di questo latte è quello di arrivare all’interno di una confezione in alluminio, un barattolo richiudibile, che aiuta a mantenerne la freschezza.

Composizione: Piace tanto la presenza dei probiotici quanto l’assenza dell’olio di palma, per i genitori attenti agli ingredienti.

 

Contro

Non specifico: Questo latte, anche se dona beneficio ai bimbi che soffrono di coliche, non è pensato prettamente per questo scopo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere un buon latte in polvere

 

Il bambino deve essere nutrito in maniera adeguata sin dall’inizio: se non è possibile allattarlo al seno è necessario scegliere un latte in polvere adeguato alle sue esigenze. Date un’occhiata ai nostri suggerimenti su come individuare il miglior marchio e il costo più basso.

Il livello in base all’età 

Andando a dare un’occhiata sul web, potreste andare in confusione con tutte le diciture presenti sul latte: in particolare troverete dei numeri, ovvero 1, 2 e 3. Queste indicazioni stanno a simboleggiare la tipologia del latte in base all’età del bambino.

Per intenderci meglio, quando leggete 1 vuol dire che quel prodotto è indicato a partire dalla nascita e fino ai 6 mesi di età; quando è presente il numero 2, invece, il latte è pensato per il lasso compreso tra i 6 mesi e i 12 di vita e si chiama “di proseguimento”.

Quando, invece, incontriamo il numero 3, l’intervallo è quello compreso tra i 12 e i 36 mesi. Naturalmente è sempre bene leggere anche l’etichetta, in quanto un marchio in particolare potrebbe aver cambiato le indicazioni.

Ci teniamo però sempre a specificare che la somministrazione di una sostanza del genere, che è pur sempre artificiale, deve essere consigliata dal pediatra e non stabilita in maniera del tutto autonoma. Si potrebbe, in questo caso, avere infatti la carenza di qualche nutriente in particolare, che andrebbe così a causare problemi anche molto seri al bimbo.

Ascoltate quindi sempre il medico e assicuratevi che la composizione del latte sia come richiesta, oltre che approvata dall’EFSA, che è l’organo europeo preposto al controllo degli alimenti. 

 

Meglio in polvere oppure liquido?

Quando dobbiamo scegliere quale soluzione preferire, dobbiamo valutare vantaggi e svantaggi di ognuna: il latte può infatti essere tanto in polvere quanto liquido. Naturalmente la seconda formulazione ha un costo più alto, in quanto è già pronta e non deve essere sciolta, a differenza della prima.

Se, quindi, non avete la possibilità di accedere all’acqua per sciogliere la polvere, basterà optare per quello liquido. D’altro canto, però, una volta aperto deve essere consumato entro 48 ore e non può essere conservato in frigorifero, una bella fregatura se ci troviamo in estate, quando è impossibile avere una temperatura mite e senza variazioni.

Se ne fate anche una questione di spazio, il latte in polvere arriva in confezioni non voluminose, a differenza di quello liquido, per cui, se non avete uno scomparto da dedicargli è preferibile optare per il primo. 

Anche se deve essere riposto in un luogo fresco e asciutto, può essere conservato più a lungo, ovvero fino a 20 giorni dal momento dell’apertura; il contro è il tempo di preparazione, molto più impegnativo, ma fortunatamente ci sono varie indicazioni sul retro della scatola. 

La composizione

Gli ingredienti che vanno a costituire il latte artificiale sono vari e spesso si differenziano in base al paese e alla marca. Di solito, però, ci troviamo di fronte a latte vaccino scremato e lavorato con sostanze stabilizzanti ed emulsionanti.

Al suo interno potete trovare, per esempio, lattosio, sciroppo di mais, maltodestrine o fruttosio; oli vegetali, quindi anche quello di palma, di cocco, soia, girasole o colza, che serve come emulsionante; acidi grassi, che spesso derivano dall’olio di pesce; enzimi e aminoacidi; vitamine e minerali e i probiotici.

Se vostro figlio ha delle intolleranze, potrete optare per quello con latte di capra o di soia, che evitano problemi come le coliche o la diarrea. Ci sono inoltre altre formulazioni pensate specificamente per curare o prevenire alcune problematiche. 

 

 

 

Come preparare il latte in polvere

 

Se non è possibile allattare al seno per una serie di motivi, si può ricorrere al latte in polvere, che aiuta a dare il giusto nutrimento al bambino senza creargli mancanze e quindi problemi futuri. Nel primo anno di vita, infatti, il latte artificiale è l’unica vera alternativa a quello materno, per cui è indispensabile per il piccolo.

Attenzione alla preparazione

Bisogna prima di tutto ricordare che il latte in polvere non è sterile, per cui ci possono essere delle potenziali contaminazioni che è necessario prevenire con la corretta preparazione. Può infatti contenere sostanze o batteri come l’enterobacter sakazakii o la salmonella.

L’unico caso in cui ci troviamo davanti a un latte artificiale sterile è con quello liquido, che però, come sappiamo, costa molto più di quello classico. C’è però anche da dire che le infezioni causate dal consumo del latte in polvere sono molto rare; per evitare il minimo rischio è opportuno però saperlo preparare nella maniera corretta.

Non tutti i bimbi sono soggetti a contaminazioni, ma è bene ricordare che, soprattutto nel primo mese di vita, quando avviene un’infezione questa può essere mortale.

 

Il segreto

Molto importante seguire tutte le istruzioni presenti sulla confezione, che sono quelle approvate dall’SSN. Prima di tutto è bene far raggiungere all’acqua i 70° di temperatura: in questo modo potrete rendere il latte sterile senza alterarne le proprietà nutritive.

Come riuscire? Semplice, basta dotarsi di un termometro specifico, che ci aiuti a capire quando la temperatura è stata raggiunta. Preaparare il latte in polvere con acqua fredda o a temperatura ambiente è infatti molto rischioso.

Come conservarlo

Quando avrete preparato il latte nel biberon, dovrete subito portarlo a 37°, ovvero la temperatura giusta perché possa essere bevuto subito dal bambino. Per fare questo basterà metterlo sotto l’acqua fredda e consumarlo entro due ore dalla preparazione.

Il latte, infatti, tende a sviluppare spontaneamente germi e batteri se rimane a temperatura ambiente, ovvero tra i 7 e i 65°C. Invece, se sarete così scrupolosi da prepararlo come vi abbiamo detto, potrete anche conservarlo in frigo per 24 ore e scaldarlo quando necessario.

Seguendo queste indicazioni potrete essere sicuri che il vostro bambino venga nutrito nella maniera corretta e, soprattutto, senza correre inutili rischi.

 

 

 

Domande frequenti

 

Chi ha inventato il latte in polvere?

Quando parliamo di latte in polvere intendiamo un derivato del latte vaccino, che viene ottenuto tramite un procedimento di disidratazione che usa il calore come fonte. Questo metodo venne usato per la prima volta nel XIII secolo e fu successivamente brevettato da Justus Von Liebig, un chimico tedesco, nel 1865.

Questo processo, che possiamo definire di essiccazione, può avvenire con due differenti tecniche: la roller dry o la spray dry. La prima si svolge in questo modo: si fa passare il latte attraverso due cilindri che ruotano in senso opposto e che, in questo modo, raggiungono una temperatura tra i 130 e i 150°. 

L’acqua evapora e si ottiene così il latte in polvere, di colore giallastro, che viene usato soprattutto per la preparazione della cioccolata e dei salumi. La spray dry, invece, è l’essiccazione ottenuta per atomizzazione, ovvero si fonda sul principio di nebulizzazione del latte. 

In questo modo si ottiene una maggiore idrosolubilità, che quindi richiederà solo un procedimento di istantaneizzazione, così da essere subito pronta all’uso.

Quanto dura il latte in polvere?

Se lo avete già preparato, il latte in polvere dovrà essere consumato al massimo entro due ore se non volete che batteri vari vadano a intaccarlo, mettendo a repentaglio la salute di vostro figlio.

Se, però, dovete prepararlo con lauto anticipo per esempio, perché dovete portarlo in viaggio, dovrete conservarlo in un luogo fresco e asciutto e, in ogni caso, non consumarlo oltre le 24 ore. 

Se, inoltre, vogliamo riferirci alla scadenza del latte in polvere una volta aperto, questo non dovrà essere mantenuto oltre i 10/15 giorni. In ogni caso, fate sempre riferimento alle indicazioni del produttore, che potrebbero segnalarvi tempi più lunghi o inferiori. 

 

Come sostituire il latte in polvere?

Può accadere che, quando la mamma non può allattare al seno il bambino, questo sia intollerante a quello in polvere e che incontri problemi come le coliche, la stipsi, difficoltà digestive, e così via.

Per sostituirlo in maniera efficace, è possibile preparare in casa delle alternative: il latte sintetizzato in laboratorio, infatti, avrà controindicazioni che non potrete riscontrare se ne creerete uno naturale da sole in casa.

Quelli più indicati per il lattante sono quello di soia, di riso e di mandorle: questi tre elementi, infatti, assicurano, sin dalla nascita, un apporto di nutrienti che soddisfa le esigenze del piccolo. Inoltre è possibile miscelare queste tipologie tra di loro, in base a tutte le necessità del bambino. 

Per iniziare, è opportuno optare per quello di riso, da alternare anche con quello di soia, mentre è preferibile non abbinare questo con quello di mandorle, in quanto entrambi hanno un alto contenuto proteico. 

Inoltre è possibile darli al bimbo in ogni momento in cui li richieda, vista la grande quantità di acqua che contengono, quindi anche quando il piccolo ha semplicemente sete. 

 

Quanto pesa un misurino di latte in polvere?

Consideriamo che il latte in polvere deve essere ricostituito in acqua per il 13%: ciò vuol dire che 100 ml di liquido richiedono 13 g di polvere. Il misurino può solitamente contenere un massimo di 4,5 g di latte, quindi è necessario utilizzare un misurino pieno ogni 30 ml di acqua.

 

Quale acqua scegliere per preparare il latte in polvere?

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è importante che l’acqua utilizzata per la preparazione del latte in polvere contenga un basso residuo fisso e pochi minerali. Potrete quindi utilizzare tanto quelle del supermercato, quanto quelle vendute in farmacia, a patto che rispettino questo criterio.

L’accortezza da avere, in ogni caso, è quella di portare il liquido a una temperatura pari a 70°, per eliminare gli eventuali batteri presenti nel latte in polvere. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI