I migliori passeggini

 

Passeggino – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Scegliere il passeggino non è mai facile. Si tratta di un elemento che difficilmente riesce a soddisfare le esigenze di tutti alla stessa maniera. Proprio perché ogni famiglia ha le proprie routine e necessità è indispensabile documentarsi attentamente e valutare quale modello sia in grado di rispondere al meglio ai propri bisogni. Spulciare i cataloghi di tutti i produttori di articoli per l’infanzia può essere scoraggiante. Meglio puntare dritto ai modelli più apprezzati dagli acquirenti per scoprire se hanno le stesse caratteristiche che fanno al caso nostro. Per consentirvi di spendere al meglio il vostro denaro e risparmiare tempo da dedicare alla ricerca, abbiamo stilato una rassegna di prodotti completa ed esaustiva. In particolare il nostro suggerimento va a questi due articoli: Foppapedretti Più Leggero che fa totalmente fede al suo nome in virtù di un peso di poco superiore ai tre chili e mezzo e Hauck/ Shopper SLX Trio Set che si rivolge a quanti voglion un trio che sia affidabile ma allo stesso tempo anche non eccessivamente costoso.

 

Opinioni sui migliori passeggini

 

Un buon passeggino deve essere in grado di semplificare gli spostamenti da casa verso le mete di ogni giorno. Per far bene il suo dovere deve rispondere a requisiti specifici. Passiamo ora in rassegna i migliori passeggini del 2019 siamo certi che tra questi si trova quello che potrà ispirarvi in vista di un prossimo acquisto.

 

Prodotti raccomandati

 

Passeggino leggero

 

Foppapedretti Più Leggero

 

Leggero lo è veramente questo modello proposto da Foppapedretti che pesa solo 3,6 chili, al netto di eventuali accessori e del peso del bambino chiaramente.

Ma quel che più piace è che leggerezza fa rima con stabilità e facilità d’uso. Si solleva davvero con due dita e semplifica parecchio gli spostamenti da e verso l’auto. Si fa apprezzare anche da chi vive in una casa senza ascensore e non può lasciare il passeggino all’ingresso del palazzo.

Si inclina quasi completamente e per questo è facile usarlo anche se i bambini sono parecchio piccoli, magari non proprio dalla nascita come suggerisce il fabbricante.

Comoda la cappottina che si può reclinare facilmente ed è dotata di tessuto che scherma dai raggi UV, con un fattore di protezione 50+.

Si ricompatta piuttosto bene con una chiusura semplice a ombrello e mantiene la posizione dritta perché continua a poggiare sulle quattro rotelle.

 

Pro

Il più leggero: Coi suoi 3,6 chili è proprio difficile da battere anche perché è pensato anche per accogliere i bimbi più piccoli. Dettaglio che non tutti i passeggini leggeri riescono ad assicurare.

Facile da richiudere e compattare: Quando non serve o si deve infilare nel bagagliaio, è facile richiuderlo completamente grazie alla chiusura a ombrello che lo blocca nella posizione. Si regge in piedi senza difficoltà quando è chiuso.

Schienale pieghevole: Si può reclinare quasi completamente per essere usato anche dai neonati che hanno bisogno di mantenere la posizione supina anche quando sono svegli.

 

Contro

Ruote rumorose: Più di un utente lamenta che lo sferragliare delle ruote sia davvero fastidioso, quindi non è il massimo da usare in casa per far addormentare il piccolo.

 

 

 

 

Kindkraft PILOT

 

Un altro passeggino leggero da prendere in considerazione è questo proposto da Kindkraft, un marchio che si fa apprezzare per i prezzi contenuti e la buona qualità dei propri articoli.

In questo caso si fa apprezzare soprattutto per la sua forma snella e agile che consente al piccolo di guardarsi intorno e di sentirsi libero nei movimenti. Piace parecchio il maniglione che consente al pupo di aggrapparsi e osservare il mondo fuori mentre si va a passeggio.

È disegnato per ricompattarsi completamente e occupare poco spazio, tanto da poter essere portato a tracolla o come fosse uno zaino. L’apertura e la chiusura sono il punto forte di questo passeggino che risponde bene ai comandi anche con una sola mano. Una buona soluzione per chi deve spesso spostarsi in auto e deve essere agile e veloce nei movimenti.

Buona la possibilità di regolare la posizione dello schienale che si reclina in maniera fluida e senza scatti, così da non disturbare il bambino se ha appena preso sonno.

 

Pro

Facile da aprire e chiudere: Questo è di certo il punto forte del passeggino che si rimette in posizione o si chiude con un semplice gesto della mano e un movimento fluido e dinamico.

Buona dotazione di accessori: Comprende il parapioggia, il cestino sotto il sedile e le protezioni per i piedi, infine è incluso anche il portabicchiere per tenere a portata di mano biberon e altro senza rischiare che si versi.

Ruote agili e veloci: Le rotelle sono ben fatte, sono in gomma e la loro qualità soddisfa al meglio le aspettative.

 

Contro

Poco funzionale la cappottina: Copre poco perché piuttosto piccola e in più è anche poco stabile e tende a muoversi durante la passeggiata.

 

 

 

 

Passeggino trio

 

Hauck/ Shopper SLX Trio Set

 

Questo trio fa bene il proprio lavoro, è pensato per offrire tutto quello che serve al neonato durante i primi spostamenti a piedi o in auto. E al miglior prezzo.

Si tratta di una soluzione ricca di accessori e pensata per soddisfare chi ha bisogno di un trio d’appoggio o da sfruttare in una seconda casa senza spendere cifre importanti.

L’ovetto incluso per il trasporto in auto è omologato fino ai 13 chili del piccolo, quindi si può usare a lungo o fino a quando la postura del piccolo lo consenta senza affossare troppo dentro il piccolo supporto.

La navicella grande è perfetta per mantenere la schiena del neonato completamente dritta e quindi senza inclinazioni che potrebbero affaticare la colonna vertebrale. Nella versione passeggino piace perché la seduta è comoda e si può usare a lungo, almeno fino ai 25 chili di peso del piccolo. Quindi può accompagnare gli spostamenti a piedi per tanto tempo.

 

Pro

Leggero ma economico: Costa poco per essere un passeggino trio e il suo peso è molto contenuto così da poter essere usato in viaggio, perché comodo da portare in auto o imbarcare in stiva.

Buona la qualità dei materiali: I tessuti sono testati dal produttore anche al di fuori di quanto impone la normativa per la sicurezza dei materiali. La struttura è solida anche se leggera.

Fino a 25 chili di peso: A differenza di molti passeggini che è consigliabile utilizzare solo fino a che il bimbo raggiunge i 15 chili, qui ci si può spingere oltre ancora per qualche anno.

 

Contro

Ruote poco stabili: Le ruote non sono facili da governare e il passeggino può essere difficile da condurre lungo percorsi non perfettamente pianeggianti.

 

 

 

 

Passeggino Chicco

 

Chicco – Snappy

 

Chicco propone un modello essenziale, ideale per non essere scoperti nemmeno durante le vacanze. È il passeggino ideale per la casa dei nonni o per dotare una casa di villeggiatura di uno strumento per offrire un posticino dove riposarsi e schiacciare un pisolino anche lontano da casa. È uno dei modelli più vivaci e colorati tra quelli venduti online, e si caratterizza per i prezzi bassi e l’essenzialità della struttura.

È dotato di capottina che serve a proteggere dai raggi del sole ma che si può regolare a discrezione. Anche lo schienale si reclina in due posizioni e quindi permette di trovare la posizione più comoda per la veglia o per schiacciare un sonnellino.

Una soluzione perfetta per chi ha bisogno di una struttura da usare solo in occasioni speciali e da non strapazzare troppo. Il prezzo è molto interessante e per questo è perfetto come passeggino d’appoggio nelle situazioni più comuni e di emergenza.

 

Pro

Si manovra con facilità: La struttura è snella e agile e per questo consente di muoversi svelti specie durante gli spostamenti che richiedono l’auto e il seggiolino trova posto nel bagagliaio.

Un look che si distingue: L’aspetto non è tutto ma gioca un ruolo importante. Qui lo stile fresco e sportivo si distingue per via di colori accesi e sportivi e una struttura di metallo nero tubolare che crea un piacevole stacco.

Facile da adattare alle esigenze del piccolo: Si può reclinare quasi completamente rendendo lo schienale adatto alle pennichelle durante il viaggio. La capote è estensibile e protegge dai raggi solari e la pioggerellina.

 

Contro

Adatto solo a spostamenti brevi: La struttura esile e leggera non è la più solida in circolazione. Quindi non è il caso di usarlo a lungo e in particolare su percorsi accidentati.

 

 

 

 

Chicco – SimpliCity Plus Top

 

Ecco un passeggino leggero, forse il più economico della sua categoria e quindi a portata di tutte le tasche. Si fa apprezzare per la sua struttura semplice e facile da gestire. Infatti basta una sola mano per chiuderlo e metterlo via. Occupa poco spazio una volta chiuso mentre aperto offre una seduta spaziosa e piuttosto confortevole.

Se siete a caccia del nuovo passeggino in sostituzione del vecchio trio che ha già fatto il suo tempo, vi farà piacere sapere che è dotato di maniglione integrale per facilitarne la guida.

È anche dotato di numerosi accessori utili per ogni evenienza. Per essere sempre pronti, sono compresi sia la mantellina parapioggia sia anche il coprigambe imbottito per evitare che il piccolo prenda freddo.

Anche sotto l’aspetto della sicurezza il passeggino fa bene il proprio dovere. Gli spallacci che tengono il bimbo sono ben imbottiti per non infastidirlo sotto le ascelle. Immancabile il cestello portaoggetti al di sotto della seduta consente di avere sempre tutto con sé durante gli spostamenti più lunghi.

 

Pro

Si chiude con facilità: Questo è di certo l’elemento più importante da considerare in passeggino, perché lo rende pronto quando serve e scompare all’istante quando si è giunti a destinazione.

Prezzo competitivo: I materiali sono buoni e la seduta comoda e contenitiva. Aspetti che risaltano specie in considerazione del costo molto contenuto cui è proposto il passeggino.

Tanti accessori inclusi: Mantellina parapioggia, protezione per le gambe, capote parasole e sacca inferiore per trasportare oggetti o la spesa. La dotazione non ha nulla da invidiare ai modelli più costosi.

 

Contro

Poco adatto ai terreni accidentati: Per quanto dotato di ruote doppie e piroettanti, la stabilità sui percorsi dissestati non è delle migliori. Un aspetto che bisogna tenere in considerazione in base alle proprie abitudini.

 

 

 

 

Passeggino Inglesina

 

Inglesina Trip

 

Inglesina propone la sua versione di passeggino easy per le vacanze. Si tratta di una soluzione leggera e facile da guidare, l’ideale per gli spostamenti a piedi e le passeggiate di svago. È dotato di molti accessori utili, come il maniglione frontale imbottito che dà maggiore sicurezza per la tenuta della posizione dei piccoli più vivaci.

Anche la presenza del portabevande è comoda, così come si fa apprezzare l’ampia sacca portaoggetti alla base del passeggino. Ma Inglesina si distingue soprattutto per i buoni materiali che impiega per la realizzazione dei propri prodotti, non è un caso che siano tra i più venduti malgrado i prezzi mediamente più alti. Lo schienale si regola in diverse posizioni fino a far sdraiare completamente il piccolo e consentirgli un riposino comodo durante le passeggiate.

Il sistema di chiusura è a ombrello e la presenza della comoda maniglia laterale ne facilita il trasporto a mano una volta chiuso. Il link che  trovate di seguito vi suggerisce dove acquistare questo modello al miglior prezzo.

 

Pro

Materiali di ottima qualità: L’attenzione per i dettagli è l’aspetto che caratterizza il marchio Inglesina che punta a un pubblico esigente e disposto a spendere cifre mediamente più alte rispetto alla media per questi prodotti.

Il top di gamma in versione sportiva: Il passeggino è pensato per rispondere alle esigenze di chi deve usarlo in vacanza, per semplificare le passeggiate a piedi. Quindi ha una struttura snella e agile e che riduce al minimo l’ingombro delle componenti.

Tanti accessori inclusi: Oltre alla solita combinazione di accessori per proteggere il piccolo in caso di vento o pioggia, o se il sole è molto forte, ci sono alcuni elementi interessanti. È il caso del corrimano per consentire al piccolo di appoggiarsi e del portabibite per fissare il bicchiere o il biberon.

 

Contro

Non si gestisce con una sola mano: Un dettaglio che non ci si aspetta da un prodotto tanto accurato e che dovrebbe semplificare soprattutto la gestione delle esigenze del piccolo fuori casa. Quindi non si chiude o apre, né è possibile regolare l’inclinazione dello schienale con una mano sola.

 

 

 

 

Passeggino gemellare

 

Besrey – Gemellare

 

Un buon passeggino gemellare deve essere progettato per garantire comodità a entrambi i fratelli, in questo caso anche la seduta posteriore dà spazio per le gambette.

La struttura del passeggino è a treno e per questo uno dei due dovrà rassegnarsi a una visuale un po’ limitata, ma la presenza di un apposito vano per appoggiare i piedi lo rende comodo e comunque una buona soluzione per rendere gli spostamenti più confortevoli. I pareri degli utenti confermano la buona qualità della struttura in sé.

Solida, robusta, ben piazzata a terra, si destreggia al meglio tra gli ostacoli anche per via dell’ingombro minimo pari a un classico passeggino con una sola seduta. Entrambi gli schienali sono reclinabili e non essendo affiancati l’uno all’altro, le sedute sono ampie e comode.

Si piega con facilità e si può nascondere dietro una porta perché poi l’ingombro è molto ridotto.

 

Pro

Di dimensioni compatte: Quando si chiude occupa poco spazio e si ricompatta del tutto in modo da trovare subito posto nel baule dell’auto. Oppure per trovare posto in casa quando non serve.

Prezzo interessante: I passeggini gemellari di solito hanno un costo maggiore, mentre questo si fa apprezzare soprattutto per il buon rapporto qualità/prezzo.

Facile da aprire e chiudere: Bastano pochi movimenti per richiudere la struttura, basta premere un pulsante e il gioco è (quasi) fatto.

 

Contro

Seduta posteriore stretta: È un limite che accomuna molti passeggini doppi a treno, e questo non è escluso. Il piccolo che si trova dietro ha poco spazio per muoversi e potrebbe dar fastidio a quello che siede avanti.

 

 

 

 

Passeggino Peg Perego

 

Peg Perego – Compatto

 

La presenza delle tre ruote rende questo passeggino Peg Perego adatto a cavarsela sui percorsi più difficili destreggiandosi tra gli ostacoli. Le ruote sono realizzate in modo da essere parecchio solide e resistenti, quindi adatte ad accompagnare anche le gite all’aperto in mezzo a sentieri e natura. Affronta bene sentieri difficili come quelli acciottolati dei centri storici dove altrimenti si balla un po’, ma se la cava bene anche su sabbia, prato o sterrato.

È un trio, quindi comprende anche la culla e il seggiolino auto da usare dalla nascita e per i primi mesi di vita del bambino. Peg Perego colpisce nel segno anche perché la qualità dei materiali è molto buona e i gadget inclusi sono di alta qualità.

Per esempio, la cappottina si può usare per proteggere dal sole o per avvolgere completamente il passeggino con una retina che consente comunque il perfetto passaggio dell’aria. Il tessuto ha un fattore di protezione contro i raggi UV di 50+.

 

Pro

Su tre ruote: In questo modo la stabilità del passeggino non viene compromessa ma migliora la capacità di affrontare i terreni più difficili senza che le ruote si inceppino.

Buoni i materiali: La qualità dei materiali impiegati per la realizzazione del passeggino non si discute, sono robusti e resistenti, tanto per quanto riguarda la struttura che i tessuti impiegati per i diversi elementi.

Dotazione ricca: Si tratta di un trio, quindi comprende tutti gli elementi per trasportare i neonati sin dai primi giorni di vita, in strada come in macchina. Sono inclusi anche parapioggia ed elemento per proteggere le gambe.

 

Contro

Poco pratica la regolazione dello schienale: Quando il bimbo si poggia con il suo peso non è facilissimo inclinare lo schienale del sedile senza dar fastidio al piccolino.

 

 

 

 

Passeggino CAM

 

CAM Il mondo del bambino – Portofino

 

CAM propone diversi modelli che meritano di essere presi in considerazione, questo è uno tra quelli che va studiato attentamente in vista di un possibile acquisto. Coniuga una grande attenzione per la sicurezza del bambino, impiegando tecnologie sicure ed efficaci che migliorano anche la possibilità d’uso del modello. In più il prezzo cui è proposto è molto competitivo.

In particolare questo passeggino CAM ci piace per il suo design essenziale ed elegante, dotato di tanti elementi distintivi che non passano inosservati. I materiali sono scelti con cura e non sono utilizzate sostanze che possano lasciare residui chimici potenzialmente dannosi per il piccolo.

È piuttosto compatto, sia da aperto sia da chiuso ma non limita la comodità della seduta che invece è piuttosto ampia e accogliente.

Il telaio è in alluminio e il passeggino risulta mediamente piuttosto leggero. Quindi non è il meno pesante in assoluto, ma garantisce buone prestazioni in questo senso. Da chiuso occupa poco spazio e si tiene in piedi anche grazie allo speciale design curvo che ne bilancia il peso in modo che non si ribalti.

 

Pro

Ruote ammortizzate: Quindi assorbe parte del tremolio tipico quando si affrontano percorsi un po’ accidentati o i tipici acciottolati delle strade del centro storico.  

Piuttosto leggero: Il peso non è minimo, esistono migliori performance per lo stesso prezzo, ma tutto sommato non è male.

Design gradevole: Ha un aspetto piacevole e in grado di attirare gli sguardi perché molto sobrio ed elegante.

 

Contro

Maniglione difficile da regolare in altezza: Il maniglione unico è facile da manovrare e consente di guidare il passeggino con una sola mano, peccato sia macchinoso fissarlo all’altezza preferita.

 

 

 

 

Passeggino Yoyo

 

Babyzen – YOYO

 

Yoyo è un modello che piace perché è perfetto per vivere la città con praticità estrema e slancio, è studiato proprio per accontentare chi cerca un passeggino ultra compatto.

Si ripiega completamente e quindi può anche essere portato a tracolla, un aspetto che si fa apprezzare soprattutto quando i bimbi sono più grandi e si stancano di stare sempre seduti durante il tragitto. In questo modo è più semplice salire e scendere dai mezzi pubblici tenendo per mano il bimbo che cammina da sé senza avere l’intralcio del passeggino. Per facilitarne il trasporto in spalla è compresa anche la borsa che lo contiene. Si porta a tracolla anche perché pesa poco, al massimo 6,6 chili. È così piccolo che la maggior parte delle compagnie aeree lo accettano come bagaglio a mano.

Yoyo è anche comodo per il piccolo nonostante la seduta sia piuttosto spartana ed essenziale. La presenza delle sospensioni nelle quattro ruote lo rende perfetto per affrontare qualsiasi percorso senza traballare e dar fastidio al piccolo.

 

Pro

Pieghevole e facile da portare in spalla: Si ripiega completamente su se stesso per essere trasportato come fosse uno zaino, è anche compresa la sacca apposita per il trasporto.

Ammette diverse configurazioni: A parte possono essere aggiunti gli elementi che lo rendono adatto al trasporto di neonati, o si può aggiungere la pedana per ospitare anche il secondo figlio in piedi vicino al maniglione.

Accessori inclusi: Cappottina e parapioggia sono inclusi per migliorare la capacità di affrontare le giornate in cui il clima non è dei migliori.

 

Contro

Omologato fino a 18 chili: Quindi non è il massimo se si punta a un passeggino da usare anche in là negli anni per offrire una postazione per il riposo ai bimbi più grandi.

 

 

 

 

Passeggino Foppapedretti

 

Foppapedretti – Hurra

 

Foppapedretti firma un passeggino semplice ed economico, pensato per essere usato durante gli spostamenti quotidiani e semplificarli al massimo.

Si usa da quando il piccolo riesce a stare seduto, malgrado sia presente il riduttore per favorire una posizione comoda dei bimbi più piccoli e di corporatura più minuta. Accompagna la crescita del piccolo fino ai tre anni circa, quindi fino al raggiungimento dei 15 chili. Lo schienale si può regolare in cinque posizioni per consentire di trovare la posizione ottimale e comoda per la veglia o per il riposo del piccolo. Le ruote sono piroettanti e quindi aiutano parecchio nella guida del passeggino con una sola mano e con una certa destrezza.

Tra i gadget che fa piacere trovare c’è la capottina reclinabile che si può orientare per proteggere il piccolo dal sole diretto. Da qui penzola un giochino che si può anche staccare per permettere di avere con sé qualcosa con cui il piccolo si possa intrattenere. La tasca sottostante è capiente e consente di trasportare tante cose.

 

Pro

Forma snella: Piuttosto essenziale d’aspetto e nella seduta, piace perché si chiude e apre con molta facilità e occupa poco spazio.

Cesto portaoggetti capiente: Alla base della seduta si trova il cesto per trasportare oggetti, il necessario per il piccolo e molto altro. Fa bene il proprio dovere.

Buon prezzo: È venduto a un prezzo molto competitivo e svolge bene il proprio dovere di passeggino da usare da quando il bimbo ha sei mesi e sa reggersi bene seduto.

 

Contro

Non si può raddrizzare lo schienale: Che rimane sempre un po’ inclinato, così la visuale del mondo esterno è un po’ limitata.

 

 

 

 

Passeggino Stokke

 

Stokke Xplory telaio

 

Perfettamente coerente con la visione Stokke del mondo del bimbo, questo passeggino si evolve insieme al piccolo e gli rende facile partecipare alle attività che si svolgono intorno a lui. Si può usare in diverse configurazioni in modo da consentirne l’uso già dai primi giorni di vita fino a quando il bimbo raggiunge i 12 kg.

Il vero pregio del passeggino è di tenerlo leggermente più sollevato rispetto agli altri modelli, quindi anche un po’ al di sopra del livello dei gas di scarico delle auto. Inoltre è più semplice stare a diretto contatto, anche visivo, con il mondo intorno, genitori compresi.

Si può configurare in modo che la seduta stia fronte mamma o rivolta verso la strada a seconda delle esigenze del momento o della capacità del bimbo di guardarsi intorno.

Il prezzo è molto alto, e in parte si paga anche il brand che punta a una nicchia di clientela attenta alle esigenze fisiologiche dei bimbi. Ma che ha una capacità d’acquisto considerevole.

 

Pro

Diverse configurazioni del sedile: La seduta si può orientare verso la strada o verso l’adulto che conduce il passeggino non solo in base all’età del bimbo ma anche dell’umore della giornata.

Perfetto per far partecipare il bimbo: Il piccolo è sempre piuttosto in alto, in modo da avere una prospettiva che gli favorisca l’esplorazione del mondo intorno a sé.

Snello e facile da trasportare: Non è molto pesante e in più si ripiega compattandosi bene e occupando poco spazio.

 

Contro

Estremamente caro: Il prezzo lo include in una gamma di prodotti destinati solo a chi ha la possibilità di investire molto alla ricerca di oggetti di design per i propri figli.

 

 

 

 

Altri prodotti

 

Knorrtoys.com – Coco

 

Anche per le bambole è importante fare attenzione ai particolari. Questo passeggino infatti imita alla perfezione la navetta e la seduta dei modelli reali. È anche foderato con una stoffa allegra e delicata che lo rende un oggetto molto piacevole da vedere e con cui giocare.

Ricorda in tutto e per tutto il modello vero, dunque. E lo fa per permettere ai bambini di imitare le azioni che vedono fare ai grandi, sia quando le cure sono rivolte a loro stessi sia quando sono indirizzate ai fratellini più piccoli. L’attenzione per i particolari e la grande veridicità delle componenti spinge a considerare di tenere d’occhio le offerte per regalarlo ai fratelli e le sorelle maggiori per dar modo di vivere sulla propria pelle l’esperienza della cura dei più piccoli.

Del resto, in comparazione con in modelli veri questo ha solo le dimensioni leggermente più compatte e per il resto imita alla perfezione tutto quello che ci si aspetta da un buon passeggino.

 

Pro

Dettagli curatissimi: Rivestimenti in tessuto, sistemi di fissaggio degli elementi contenitivi, e un sistema di chiusura semplice e intuitivo rendono il passeggino perfetto per il gioco libero dei più piccini.

Passeggino e culla: Si può decidere se ancorare alla struttura la culla o il passeggino per cambiare tipo di gioco a seconda del desiderio del momento.

Come quelli veri: La copertina della culla, il sistema di bloccaggio delle bambole nel passeggino e il contenitore per gli oggetti sotto la seduta rendono il passeggino perfetto per imitare le azioni degli adulti.

 

Contro

Dimensioni molto ridotte: Le misure del passeggino possono non essere ottimali se chi gioca è più grande di 5 anni.

 

 

 

 

Pedana per passeggino

 

Inglesina Quad Pedanina per Passeggino

 

La pedana Inglesina è perfetta per completare la dotazione del passeggino dello stesso marchio e inoltre scompare del tutto quando non serve.

Infatti è facile ripiegarla su se stessa affinché non dia fastidio a chi conduce il passeggino quando il fratello maggiore non ha bisogno di un passaggio.

Ha delle ruote scorrevoli che ne migliorano la stabilità e la rendono comoda durante gli spostamenti anche se le strade non sono ben pianeggianti. Sono dotate di cuscinetti a sfera e per questo più agili e scorrevoli rispetto a quelle che non usano questo accorgimento. Si fissa facilmente alla struttura del passeggino e può reggere fino a 20 kg.

 

 

 

 

Borsa per passeggino

 

LCP Kids – Borsa Fasciatoio

 

La borsa deve essere comoda e capiente, e così promette di essere questo bel modello dal colore neutro e facile da abbinare a diverse strutture portanti.

All’interno è facile organizzare il contenuto perché ci sono tante tasche, divisori e scomparti che permettono di identificare in fretta quello che serve e mettere via panni sporchi senza bagnare quelli puliti.

Offre anche un pratico ripiano impermeabile da usare come fasciatoio d’emergenza da usare quando non si è in casa. Il tessuto è completamente impermeabile e per questo resiste a macchie e al rischio che si possa versare il contenuto di biberon e pappe.

 

 

 

 

Come scegliere il miglior passeggino

 

Leggero o più strutturato, pensato per veloci spostamenti o per ospitare il piccolo passeggero più a lungo. Sul mercato la quantità di passeggini e la ricchezza di modelli è davvero elevata, dunque meglio non farsi cogliere impreparati e approfondire la conoscenza delle varie offerte, cosa possibile proseguendo la lettura di questo articolo.

 

 

Comodità della seduta

Il miglior passeggino, senza dubbio è quello in grado di offrire una seduta comoda per il piccolo. Quindi che riesce a sostenerne il peso quando ancora è molto piccolo e non sa stare seduto. Ma anche quello in grado di favorirne i movimenti quando inizia a crescere e acquisisce autonomia nei movimenti.

Sono tutti aspetti che vanno valutati di volta in volta e che cambiano a seconda del supporto scelto. Spesso un buon riduttore riesce a migliorare la comodità della seduta. Ma è anche bene assicurarsi che lo schienale sia reclinabile, del tutto o quasi, e che il suo movimento non sia percepibile dal piccolo che sta prendendo sonno.

 

Maneggevolezza e versatilità

Al momento di scegliere quale passeggino comprare, è anche importante tenere conto della praticità per mamma e papà.

Quindi un buon modello è quello che si apre e chiude con pochi movimenti e che non richiede di armeggiare troppo. I migliori sono quelli che si aprono e chiudono con una sola mano, magari premendo un bottone. Terribili quelli che necessitano anche dei piedi per ricompattarsi e seguire tutti gli spostamenti in auto o sui mezzi pubblici.

Quando la struttura si ripiega su se stessa, poi, deve occupare poco spazio e riuscire a entrare nel vano del portabagagli o nascondersi dietro una porta per non rubare posto negli appartamenti più piccoli.

 

 

Attenzione per i materiali e accessori di pregio

Un altro aspetto che ci aiuta a capire come scegliere un buon passeggino è tutto nei dettagli. I tessuti dei passeggini saranno a stretto contatto con la pelle delicata dei piccolissimi.

Quindi è importante che i tessuti siano anallergici e che siano sfoderabili. La possibilità di lavare con facilità i rivestimenti in tessuto rende agevole la manutenzione dei supporti per gli spostamenti. Man mano che i piccoli crescono, resti di cibo e altro possono sporcare facilmente il passeggino, meglio contare su superfici lavabili anche in lavatrice.

 

 

 

Domande frequenti

 

Da quale mese si sta nel passeggino?

La risposta dipende in massima parte dal modello prescelto. La regola è che il piccolo deve stare sdraiato completamente sulla schiena fino a quando non sviluppa la muscolatura che gli permette di reggere il peso della testa.

Quando si gira sulla pancia e comincia a fare gli esercizi di stiramento inarcando la schiena, ecco: quello è il momento in cui si allena a sviluppare la muscolatura che gli permetterà di stare seduto e poi camminare. E quindi si può sedere sul passeggino.

 

Quando usare il passeggino?

Il passeggino è un grande alleato in casa e all’esterno. Il movimento culla i piccoli e li fa sentire sicuri e protetti, quindi qualche volta si potrà usare il passeggino per far addormentare il bimbo che non ha proprio voglia di demordere e fare il riposino. Ma attenzione a non usarlo sempre e solo in questo modo, perché è importante che riposi con la schiena dritta e non nella posizione un po’ scomoda che può assumere in un passeggino che non si reclina perfettamente.

 

Come sfoderare il passeggino Inglesina?

Il Trilogy è il modello più venduto del marchio italiano e anche quello che presenta maggiori difficoltà al momento di essere sfoderato. Sono presenti alcuni bottoni a clip che facilitano l’operazione e la rendono il più possibile intuitiva anche al momento di rimettere la fodera al suo posto.

Poi è bene fare attenzione alla posizione delle cinture di sicurezza ed evitare di sganciare le parti che invece devono restare ancorate alla struttura anche quando si rimuove il rivestimento.

 

Quando si può mettere il bambino nel passeggino?

L’osservazione attenta è il miglior alleato dei genitori nelle scelte quotidiane. Quando ci si rende conto che la culla diventa troppo limitante e che il piccolo manifesta il desiderio di guardarsi intorno è bene assecondarlo. Ma è altrettanto importante essere certi che assuma una posizione corretta quando è seduto e che riesca a reggere bene la schiena e la testa.

 

Come pulire il passeggino?

Il passeggino va tenuto pulito perché qui spesso il piccolo sgranocchia biscotti, pane e altri intrugli che, insieme alla sua preziosa bava si solidificano e cementano in incrostazioni che non vanno prese alla leggera.

Il più delle volte è possibile sfoderare il passeggino e mettere in lavatrice il rivestimento, negli altri casi è consigliabile aspirare con un aspirapolvere dal beccuccio sottile le briciole e pulire le macchie con una pezzuola umida.

 

 

 

Come utilizzare il passeggino

 

L’uso del passeggino non riserva grandi sorprese, quello che non è sempre chiaro è capire quali caratteristiche si sposino al meglio con le proprie esigenze. Quindi è bene chiedersi per tempo se è meglio scegliere un passeggino leggero o uno che svolga le diverse funzioni necessarie durante i primi anni di vita. Poi seguire attentamente le singole istruzioni aiuta a rendersi conto di come sfruttare al massimo ogni modello.

 

 

Quando passare dall’ovetto al passeggino

L’ovetto è comodo perché mantiene il piccolo in una posizione a lui congeniale. La schiena deve essere leggermente curva nella posizione a C, quindi con la cifosi fisiologica che caratterizza le prime settimane di vita. Ma è bene fare attenzione alla posizione della testa. Se troppo infossata e con il mento che poggia sul petto è bene evitare di usare l’ovetto.

Infatti se il piccolo rimane a lungo in questa posizione forzata può avere fastidi e provare dolore che poi si sconta in fase di sviluppo. Meglio dunque osservare attentamente la postura del piccolo ed evitare di sostituire l’ovetto quando raggiunge il peso per cui è stato omologato. Potrebbe essere necessario cambiare molto tempo prima. Quel che conta è che il piccolo sia in grado di reggersi dritto sostenendo il peso della propria testa e la schiena dritta.

 

Come montare il passeggino

Un buon modello è realizzato pensando alle esigenze di praticità e semplicità che servono ai neogenitori. Quindi il sistema di fissaggio è facilmente identificabile e intuibile.

Quello che cambia da un modello all’altro è la possibilità di cambiare configurazione usando una o due mani. La differenza è sostanziale, perché potrebbe essere difficile effettuare le manovre necessarie per spostare la culla o l’ovetto se si devono premere contemporaneamente due pulsanti e fare forza con le braccia.

 

 

Come lavare un passeggino non sfoderabile

Spesso un passeggino non sfoderabile non tollera bene l’umidità quindi è anche opportuno assicurarsi che si asciughi in fretta dopo averlo smacchiato con una pezzuola umida.

Alcune plastiche usate per la realizzazione della fodera possono rovinarsi se si bagnano, e per questo è importante verificare con attenzione le indicazioni del produttore in proposito.

Una buona soluzione è aspirare i residui e le briciole con un aspirapolvere dalla punta sottile. La potenza è maggiore se concentrata e quindi è facile rimuovere la sporcizia una volta asciutta. Buoni risultati si possono ottenere anche con un soffiatore.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...