Cos’è un calcolatore dell’ovulazione

Ultimo aggiornamento: 27.10.20

I cicli mestruali sono diversi da donna a donna e da mese a mese. Grazie a questo calcolatore puoi sapere quando ovuli e scoprire i giorni più fertili.

 

Una donna è pronta a concepire un bambino quando raggiunge il cosiddetto periodo fertile. Quando, cioè, l’ovulo femminile è pronto per essere fecondato dallo spermatozoo maschile durante il rapporto sessuale.

Questa fase dura circa 24 ore e si presenta solo una volta al mese. Ecco perché è importante calcolare il momento esatto in cui avviene. Molte donne imparano a riconoscere la fase ovulatoria per comprendere qual è il momento migliore per avere un rapporto sessuale e avere un figlio, oppure come sistema contraccettivo. Il calcolatore è uno strumento capace di dare un’indicazione di massima per comprendere meglio il proprio corpo.

È affidabile il calcolo automatico del ciclo ovarico?

Il ciclo ovarico in condizioni normali dura 28 giorni ma può variare in maniera considerevole da donna a donna. Esiste, però, una certa regolarità tra il periodo in cui avviene l’ovulazione, cioè l’ovulo è pronto per essere fecondato, e il primo giorno delle mestruazioni.

Si considera che questo intervallo duri mediamente 14 giorni, in rari casi tra 12 e 16. Di solito è sempre identico in tutte le donne. Ecco perché, è possibile calcolare con una certa precisione il momento in cui avviene l’ovulazione e si è nel momento di massima fertilità. Il calcolatore permette di elaborare i dati per restituire un’informazione statistica che si avvicina alle reali condizioni di ogni donna.

 

Quanto dura l’ovulazione?

L’ovulazione, che corrisponde al periodo fertile, caratterizza ogni donna dalla prima mestruazione, o menarca, fino alla menopausa. È il momento in cui l’ovulo è pronto a ricevere lo spermatozoo maschile per essere fecondato e dare inizio a una nuova vita.

Questa fase dura in media 24 ore, con una variabilità che va dalle 12 alle 48 ore. Si manifesta una volta al mese lungo tutta l’epoca fertile femminile. Gli spermatozoi maschili, al contrario, sono prodotti di continuo e hanno sempre la capacità di fecondare.

 

Si può prevedere il giorno dell’ovulazione se il ciclo è irregolare?

Il calcolo del periodo fertile può subire oscillazioni se le mestruazioni non sono regolari. Chi ha un ciclo mestruale irregolare dovrebbe tenere un calendario per scoprire se esiste comunque un certo schema.

Il ciclo femminile rappresenta un complesso processo in cui le reazioni ormonali si susseguono per assicurare le condizioni per originare alla vita. Alcuni segnali indicano che l’ovulo ha raggiunto la completa maturazione ed è pronto per essere fecondato. Imparare a comprendere gli eventi che si manifestano nel proprio corpo può essere utile sotto diversi aspetti.

 

Si può restare incinta prima dell’ovulazione?

La finestra temporale in cui una donna può restare incinta dura di fatto circa cinque giorni. La ragione dipende dalla capacità degli spermatozoi di mantenersi attivi e quindi in grado di fecondare l’ovulo appena si impianta nell’utero. Gli spermatozoi che raggiungono l’utero dopo un rapporto sessuale, possono restare attivi in attesa che l’ovulo fertile si impianti per poterlo fecondare.

Cos’è un calendario mestruale e perché conviene averne uno?

I ginecologi raccomandano di tenere sempre traccia dell’ultima mestruazione avuta. In questo modo è possibile risalire con maggiore precisione alla data della fecondazione quando si è incinta. Questa informazione è utile per valutare il corretto accrescimento del feto e la data presunta del parto.

È importante monitorare le mestruazioni, la loro durata e i fenomeni collegati come la perdita di muco trasparente tra una mestruazione. Sono dei segnali importanti da cui ricavare preziose informazioni sul proprio stato di salute e gli eventi collegati al ciclo mensile.

 

Il metodo del calendario mestruale è un valido contraccettivo?

Per evitare una gravidanza è necessario avere dei rapporti protetti, cioè usando anticoncezionali meccanici o farmacologici. Anche se è molto raro, avere un rapporto completo persino durante le mestruazioni può determinare la fecondazione dell’ovulo e quindi la gravidanza.

Gli spermatozoi che raggiungono l’utero rimangono in vita per almeno cinque giorni. Nel frattempo, durante la mestruazione, si preparano le condizioni che permettono all’ovaio di liberare l’ovulo pronto per essere fecondato. L’incontro tra i due rappresenta un’occasione rara, ma non impossibile.

 

A cosa servono i test di ovulazione, sono affidabili?

Sono strumenti da usare in casa senza effetti collaterali e che risultano del tutto non invasivi. Si tratta di una misurazione dei valori di ormoni significativi presenti nelle urine. In particolare, il test rivela la presenza dell’ormone luteinizzante che, in alte concentrazioni, è predittivo dell’inizio della fase ovulatoria. Con un margine di 24/48 ore, questi test possono indicare il momento ottimale per restare incinta.

 

Cos’è il calcolo basale?

In una maniera differente, anche questo sistema può prevedere il momento in cui l’ovulo è pronto per essere fecondato. Si tratta di misurare ogni giorno la temperatura del corpo o direttamente quella vaginale. Innalzamenti dei questi valori nelle ore mattutine possono indicare l’attività ormonale che precede l’espulsione dell’ovaio dal follicolo maturo e così il momento in cui si innesterà nell’utero in attesa della fecondazione.

 

Un delicato processo biologico dà origine alla vita

Il numero di variabili che entrano in gioco per far sì che l’ovulo fertile raggiunga la posizione ottimale per essere fecondato è davvero alto. C’è da chiedersi come faccia la vita a perpetuarsi sulla Terra. Eppure, da centinaia di migliaia di anni, si ricrea e trova il modo di manifestarsi.

Conoscere se stesse e sentire quello che succede al proprio corpo, rappresenta per molte donne la porta per accedere alla maternità in maniera consapevole e volontaria. Alcuni aspetti sono più evidenti per alcune e meno facili da identificare per altre. Leggere questi segnali aiuta a individuare il momento in cui si è pronte per accogliere la nuova vita. È importante comprendere bene come funziona il ciclo mestruale e individuare i periodi di maggiore o minore fertilità.

Che cos’è l’ovulazione e perché è importante riconoscerne gli effetti

L’ovulazione rappresenta una fase di un processo più complesso. È una tappa che porta alla maturazione della cellula uovo che può generare la vita dopo la fecondazione. Si fa riferimento al ciclo mestruale come l’intervallo di tempo tra il primo giorno in cui inizia la mestruazione, cioè si ha una perdita di sangue, e la successiva. Durante questo periodo di tempo avvengono determinati fenomeni, detti fasi. Se ne riconoscono tre e preparano la maturazione dell’ovulo e il suo eventuale impianto nell’utero se viene fecondato dagli spermatozoi maschili.

La prima, detta pre-ovulatoria o follicolare, dura circa 14 giorni coincide con il primo giorno di mestruazioni. Questo è il momento in cui il rivestimento interno dell’utero si sfalda e viene espulso insieme al sangue mestruale. Nel frattempo, l’ovaio si attiva per sviluppare e poi rilasciare un nuovo ovulo perché sia fecondato. La fase ovulatoria è quella successiva, quando l’ovulo è maturo e viene espulso dalle ovaie per dirigersi verso l’utero. Se qui incontrerà gli spermatozoi maschili potrà essere fecondato e si impianterà per continuare a svilupparsi fino a trasformarsi in feto. Se questo non avviene, con le mestruazioni si espelle l’ovulo insieme allo strato superficiale dell’endometrio, la parete dell’utero. Questa è l’ultima fase del ciclo, detta post-ovulatoria.

 

Vuoi restare incinta? Ecco cosa devi sapere

Non è poi così semplice avere un figlio: le occasioni per restare incinta in un anno sono solo dodici. Eppure, non è questo il motivo per cui l’uomo rischia l’estinzione. Ci sono alcuni accorgimenti nella vita di tutti i giorni che determinano le occasioni favorevoli perché questo avvenga. Uno stile di vita sano è basilare per garantire il proprio benessere e per offrire le condizioni essenziali per restare incinta.

La dieta è importante Prendersi cura di se stesse non è un’opzione ma un grande vantaggio. Un’alimentazione bilanciata e regolare facilita i processi biologici alla base della maturazione degli ovuli e il loro corretto impianto nella sede uterina.

Non è un caso che durante fasi di grave squilibrio alimentare, il ciclo mestruale si interrompa e il corpo non produca più ovuli. Mancando i nutrienti essenziali il corpo non sarebbe in grado di affrontare una gravidanza e per questo azzera le possibilità che questo possa succedere.

Il riposo è alleato della salute Parte degli ormoni coinvolti nel ciclo mestruale sono prodotti dall’ipofisi, una ghiandola che si trova nel cervello ed è legata a numerosi processi fisiologici. Stress, tensioni e stanchezza possono incidere negativamente sul suo corretto funzionamento.   

Dormire bene, per almeno 7/8 ore a notte, aiuta il recupero e la ricostituzione dei tessuti. Per questo il sonno equilibrato e regolare è essenziale per un corretto funzionamento del metabolismo.

Una vita sana è un regalo per sé e per il proprio figlio Anche se oggi non è così scontato riuscire ad avere una vita regolare, è importante ritagliarsi lo spazio per la cura della persona. Attività fisica, una corretta alimentazione e un buon riposo sono gli ingredienti per vivere una vita piena e ricca di salute. Inoltre, rappresentano le condizioni ottimali per affrontare al meglio la gravidanza.

Non avere fretta Smettere di avere rapporti protetti non è sufficiente per dare inizio a una gravidanza. Questa consapevolezza non è così scontata e può generare un senso di frustrazione. Bisogna invece comprendere che ci può volere del tempo prima che avvenga la fecondazione. Alcuni medici suggeriscono di iniziare a indagare eventuali criticità solo dopo sei tentativi, anche se in alcuni casi possono volerci anni senza motivazioni apparenti.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments