I 7 Migliori Passeggini Trio del 2020

Ultimo aggiornamento: 06.12.20

 

Passeggino Trio – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Il passeggino trio rappresenta la migliore soluzione per seguire le esigenze di mobilità del piccolo man mano che cresce. E un giorno dopo l’altro i neo genitori saranno stupiti nel notare come cambi la conformazione del corpo e le capacità del piccolo di gestirne il potenziale. Il trio deve poter seguire le varie tappe offrendo il giusto supporto. Per trovare la soluzione più adatta alle esigenze della vostra famiglia potrebbe essere necessario valutare tanti aspetti e confrontare parecchi modelli. Se il vostro tempo è poco e volete comunque investire il vostro denaro al meglio, vi consigliamo di puntare dritto ai modelli che abbiamo selezionato in base all’apprezzamento ricevuto da parte di altri acquirenti. In particolare meritano attenzione questi due modelli. Ottimo il set proposto da CAM Il mondo del bambino Sistema Modulare Art 784015/824, il prezzo è molto competitivo e la qualità all’altezza delle migliori aspettative. Chicco Trio Activ3 offre tutta la sicurezza garantita dal celebre marchio, unita a una buona praticità d’uso dovuta alla dotazione di un ricco pacchetto accessori e di tre ampie ruote antiforatura con sospensioni regolabili.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 Migliori Passeggini Trio – Classifica 2020

 

La nostra redazione ha preparato una ricca selezione di articoli scelti tra i migliori passeggini trio del 2020. Siamo certi che tra questi si trova quello che stavate cercando da tempo.

 

 

Passeggino trio CAM

 

1. CAM Il mondo del bambino Sistema Modulare Art 784015/824 

 

Il set che CAM propone in fascia di prezzo bassa non lesina in qualità. Sono molto alte le prestazioni della struttura e delle tre diverse sedute che seguono lo sviluppo del bebè durante le tappe essenziali. Si fa apprezzare la possibilità di contare su quattro ruote ben solide e agili. Il telaio è in alluminio e per questo molto leggero e facile da manovrare anche con una sola mano. Infatti il maniglione è unico per facilitare la presa e tutti i movimenti in ogni circostanza. La sua altezza si può regolare per adattarsi alle diverse altezze dell’adulto che lo conduce.

I tre pezzi intercambiabili sono di buona fattura. Hanno uno stile minimale e per questo possono non entusiasmare gli amanti dell’eccentricità o che ricercano dei particolari per differenziarsi dagli altri. Ma non manca nulla in fatto di sicurezza e comodità della seduta. 

Anche la carrozzina, cioè l’elemento che consente al piccolo di stare completamente sdraiato, è omologata per il trasporto in auto fino ai 10 chili. Mentre l’ovetto appartiene al gruppo 0+, con una capacità che nominalmente si assesta sui 13 chili. Il modello è comodo e lo schienale regolabile per offrire la posizione più confortevole se il bimbo è sveglio o sta dormendo. Per molti, il passeggino migliore per qualità/prezzo.

 

Pro

Facile da manovrare: La struttura è disegnata per sopportare bene le irregolarità del terreno perché ben ammortizzata e le ruote si muovono agili anche se è presente qualche ostacolo.

Comodo: Tutte le tre sedute sono pensate per accogliere il corpo del bebè man mano che si sviluppa e cresce, assicurano sempre la migliore tenuta e il massimo comfort.

Lavabile: Tutti i rivestimenti sono sfoderabili e per questo è facile toglierli per lavarli in lavatrice alla temperatura di 30°.

 

Contro

Aspetto anonimo: Il design minimale e moderno in realtà non brilla per particolare originalità e senso estetico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Passeggino trio Chicco

 

2. Chicco Trio Activ3 Sistema Modulare con Kit Car

 

Brand affidabile quando si tratta di prodotti per la prima infanzia, è sempre attento a soddisfare le esigenze dei genitori, anche quando cercano un dispositivo modulare a cui affidare il trasporto del proprio bambino.

Il Chicco Trio Activ3 si compone di un seggiolino auto con kit car integrato per fissarlo al sedile tramite i sistemi di sicurezza Isofix, un passeggino con tanto di capottina XXL estensibile anti-UV e una carrozzina molto spaziosa, dotata di materassino e maniglione antiribaltamento.

Il modello dispone di tre ampie ruote antiforatura con sospensioni regolabili per restituire un’elevata maneggevolezza su ogni superficie, mentre i comandi sul manico permettono di frenare tempestivamente la ruota anteriore per godere della massima sicurezza. Inoltre, vanta un sistema di chiusura intelligente, azionabile anche con una sola mano, che ne riduce l’ingombro al minimo per agevolare il trasporto in auto.

Si tratta, dunque, di un modello adatto a chi cerca qualità, robustezza, funzionalità e anche un’estetica accattivante, tutte caratteristiche che giustificano in parte la spesa sostenuta per acquistarlo.

 

Pro

Pratico: Grazie al sistema di chiusura intelligente che si attiva con una sola mano e all’estrema facilità con cui si montano e smontano le varie componenti, il Chicco Trio Activ3 è la scelta ideale per tutti i genitori che puntano alla praticità.

Qualità: Molto alta è anche la qualità dei materiali impiegati, che rendono il modello uno dei più robusti e resistenti della sua categoria.

Ruote: È provvisto di tre pneumatici XL antiforatura con sospensioni regolabili per adattarsi a ogni circostanza di utilizzo.

Accessoriato: Oltre al passeggino, al seggiolino auto Fix-Fast e alla carrozzina, inclusi nel prezzo troverete anche un kit car per l’utilizzo della navicella in auto, un riduttore removibile, un coprigambe imbottito e una mantellina parapioggia.

 

Contro

Prezzo: Il costo del prodotto non è tra i più economici che si possono trovare sul mercato.

Peso: Con i suoi 23 chili di peso, il Chicco Trio Activ3 risulta un tantino pesante, ma almeno si può contare su un design ultra compatto che ne riduce al minimo l’ingombro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Passeggino trio Inglesina

 

3. Inglesina Trio Zippy Pro Granito

 

Zippy è progettato per essere usato con moltissima comodità ovunque. Quindi si apre e chiude con movimenti semplici e delicati, si guida con facilità grazie al maniglione intero che consente una maggiore manovrabilità con una sola mano. Anche al bebè assicura grande comfort nella seduta perché in ognuna delle tre soluzioni sono generose le imbottiture e la possibilità di contare su sistemi di ritenuta delicati e gentili, ma sicuri.

Infatti le imbottiture sono presenti anche sugli spallacci che tengono fermo il petto del bebè. Anche la copertura per le gambe, che funziona sulla navicella e sul passeggino, è molto morbida e ben imbottita. La seduta del passeggino è reversibile, significa che può essere fissata alla struttura sia fronte mamma che fronte strada.

L’ovetto è omologato per il trasporto in auto ed è adatto a sostenere il peso del bebè fino a 13 chili. Non è Isofix, né è presente la base d’appoggio compatibile con questo tipo di fissaggio all’auto.

 

Pro

Dettagli molto curati: Il prezzo più alto che si paga per acquistare questo trio è giustificato dalla particolare attenzione progettuale. Qui si punta soprattutto a semplificare l’uso da parte dell’adulto, con chiusura e apertura semplificate.

Sedute comode: I tre pezzi si caratterizzano tutti per il massimo comfort che assicurano al bebè in ogni fase della sua rapida crescita durante il primo anno di vita, e anche un po’ oltre.

Accessori inclusi: Sono pochi per la verità, del resto questo aspetto caratterizza il marchio che offre prodotti ad alte prestazioni e prezzo, senza indulgere sugli optional. Qui sono presenti coprigambe e borsa fasciatoio.

 

Contro

L’ovetto non è Isofix: Né è compatibile con la base adatta a questo tipo di ancoraggio alla carrozzeria dell’auto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Passeggino KinderKraft

 

4. Kinderkraft Passeggino Trio MOOV 3 in 1 Multifunzionale Carrozzina 

 

Se siete alla ricerca di un passeggino trio capace di svolgere al meglio tutte le funzioni richieste ma con un occhio anche al risparmio, vi consigliamo di valutare attentamente il KinderKraft MOOV, caratterizzato da un rapporto qualità/prezzo davvero difficile da battere.

Il modello dispone di carrozzina, ovetto, passeggino reversibile e un capiente vano inferiore che funge da pratico cestino portaoggetti.

Come sottolineato, il passeggino può essere posizionato fronte mamma durante i primi mesi di vita del neonato e fronte strada per consentire ai bambini più grandicelli di interagire con il mondo intorno a loro.

Secondo i genitori rientra tra i migliori passeggini trio in questa fascia di prezzo soprattutto per la facilità con cui si manovra, merito delle due ruote anteriori autodirezionali e di un freno di stazionamento con doppia pressione simultanea in corrispondenza di quelle posteriori. Inoltre, è presente una cintura di sicurezza a cinque punti per offrire la massima sicurezza in qualsiasi circostanza.

Facile da richiudere, stabile e confortevole, il KinderKraft MOOV presenta i seguenti vantaggi e svantaggi che vi consigliamo di esaminare attentamente prima di decidere.

 

Pro

Reversibile: Il passeggino che compone il trio è reversibile, per cui lo si potrà posizionare fronte mamma dalla nascita fino ai nove mesi, per poi rivolgerlo verso la strada quando arriva il momento di esplorare il mondo circostante.

Qualità/prezzo: I genitori che vogliono acquistare un prodotto sicuro e confortevole per il proprio piccolo, ma senza spendere un occhio della testa, possono fare affidamento sulla qualità del KinderKraft MOOV, un passeggino trio robusto e venduto a un prezzo onesto.

Maneggevole: La dotazione di due ruote anteriori autodirezionali e di un freno a doppia pressione simultanea garantisce un’elevata maneggevolezza e un ottimo grip su ogni superficie, rendendo il tutto più stabile e sicuro.

 

Contro

Tessuti: Gli utenti non hanno nascosto la loro delusione in merito alla qualità dei tessuti impiegati, che non si sono dimostrati all’altezza del prodotto.

Acquista su Amazon.it (€239.23)

 

 

 

Passeggino gemellare trio

 

5. Hauck Roadster Duo SLX Passeggino Gemellare

 

Non un passeggino qualsiasi, ma uno strumento solido e affidabile per i gemelli fino a 36 chili di peso ciascuno. Nonostante la notevole stabilità e robustezza, il passeggino rimane molto snello e facile da governare e condurre dove serve. Questo anche grazie alla presenza di sole quattro ruote grandi che assicurano stabilità ma senza eccedere nell’ingombro.

Spallacci imbottiti, sedute comode e ampie assicurano la giusta posizione ai bambini. Inoltre, è possibile reclinare in maniera indipendente gli schienali. In questo modo ognuno dei due ha la possibilità di servirsi del passeggino come meglio crede senza limitazioni.

Se si desidera è possibile usare il passeggino come strumento per trasportare fratelli di età diverse. Infatti la seduta è predisposta per accogliere la navetta. 

La culla per tenere il bebè perfettamente orizzontale si può ancorare alla seduta senza bisogno di smontare nulla o cambiare l’assetto del passeggino. Poi, per chiudere e aprire la struttura basta un gesto. L’ingombro complessivo dell’oggetto chiuso non è minimo, ma di certo ha una buona capacità di ricompattarsi.

 

Pro

Apertura e chiusura semplificate: Il passeggino si governa con una sola mano e il gesto per aprirlo e chiuderlo è molto intuitivo e agile.

Ruote removibili: Si possono togliere le rotelle frontali e quelle posteriori per ridurre ulteriormente l’ingombro complessivo del passeggino chiuso.

Nessun problema: La buona base consente di affrontare anche percorsi più accidentati rispetto all’asfalto liscio.

 

Contro

Struttura solida ma…: I materiali nel complesso non sono i più resistenti in assoluto e questo per garantire un prezzo contenuto. Si presta a essere usato come secondo passeggino o se si immagina di farne un uso moderato.

Acquista su Amazon.it (€235.99)

 

 

 

Passeggino trio Foppapedretti

 

6. Foppapedretti Supertres Sistema Combinato con Passeggino

 

Foppapedretti propone un set combinato che include la struttura dotata di ruote per il trasporto del piccolo e i tre elementi da usare a rotazione in modo da seguire le varie fasi dello sviluppo del piccolo. La navicella si usa per i primi mesi di vita del piccolo ed è adatta a ospitarne anche i pisolini quotidiani vicino alla mamma perché dotata di fondo traspirante.

Lo scambio d’aria con l’esterno permette di mantenere dentro la culla la giusta temperatura confortevole e perfetta per conciliare il riposo.

Il passeggino è omologato per l’uso dai sei mesi fino ai tre anni. Quindi può essere usato appena il piccolo riesce a stare seduto da sé. Il seggiolino auto appartiene al gruppo 0+, quindi tecnicamente potrebbe andar bene fino a che il piccolo non raggiunge il peso di 13 kg, ma dipende dalla conformazione del neonato.

Si assesta di certo tra i modelli più venduti anche per via della sua maneggevolezza complessiva. Le ruote sono piroettanti e seguono tutti gli spostamenti e i cambi di direzione che si desidera imprimere al movimento. Di seguito vi proponiamo dove acquistare questo modello al miglior prezzo.

 

Pro

Seggiolino auto con riduttore: Anche i neonati possono essere messi in auto al sicuro dentro l’ovetto dove non subiscono urti e non tendono a ciondolare nemmeno se si addormentano durante il viaggio.

Culla reclinabile e traspirante: La navicella è ampia e spaziosa e consente al neonato di trovare il proprio spazio per riposare tranquillo e del tutto disteso. La possibilità di reclinare lo schienale in tre posizioni consente al piccolo di tenere la testa sollevata quando è necessario.

Passeggino omologato fino a 15 chili: La struttura e il passeggino, l’ultimo elemento da usare in ordine di tempo, rispetta lo standard che accomuna questi supporti. Come ci si aspetta da un buon supporto è pensato per ospitare i bimbi dai sei mesi in poi.

 

Contro

Un po’ pesante: La struttura non è leggerissima e questo potrebbe rivelarsi un grosso limite se si devono fare percorsi a piedi con la struttura chiusa in spalla.

Acquista su Amazon.it (€299)

 

 

 

Passeggino trio economico

 

7. Kinderkraft Passeggino Trio JULI 3 in 1 Multifunzionale

 

Molto economico ma ben fatto questo set trio con struttura. I singoli pezzi sono pensati per offrire comfort e comodità al bebè che conta su imbottiture generose e sedute comode.

Decisamente il punto forte è rappresentato dalla possibilità di trasformare la culla in passeggino, invece di avere in casa un terzo pezzo da montare. Quindi si rinuncia, volentieri, all’ingombro di un altro oggetto dall’utilità ridotta a pochi mesi.

Si può decidere l’inclinazione del supporto per ospitare il piccolo completamente sdraiato o se farlo accomodare seduto quando diventa più grande. Ma anche quando si trasforma in passeggino, permette al bambino di sdraiarsi completamente per schiacciare un pisolino comodo. 

Un sistema di coulisse permette di regolare l’inclinazione ottimale dello schienale per offrire il miglior supporto in base al momento della passeggiata. Ha due coppie di ruote più piccole e agili di fronte, mentre quelle posteriori sono ampie e per questo in grado di affrontare anche i terreni accidentati.

 

Pro

La culla si trasforma in passeggino: È sufficiente fare qualche piccola modifica e la navicella è adatta a trasportare anche i bambini più grandi che possono stare comodamente seduti reggendosi dritti.

Schienale facile da regolare: Anche quando è usata in modalità passeggino, la struttura si distende completamente per offrire la corretta posizione dello schienale quando il bambino si addormenta.

Chiusura semplificata: Basta un movimento semplice per aprire e chiudere la struttura che ha un doppio sistema di sicurezza per evitare aperture accidentali.

 

Contro

La culla non si regge dritta: È bene considerare che la navicella non è pensata come un oggetto rigido che si può usare anche al di fuori della sua struttura, altrimenti non sarebbe possibile modificarne le funzioni perché segua la crescita del bambino.

Acquista su Amazon.it (€229)

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il migliore passeggino trio?

 

Ci sono alcuni aspetti da considerare prima di decidere quale passeggino trio acquistare. Qui di seguito ne abbiamo segnalato alcuni dei più importanti.

Quali elementi compongono il trio

Difficile stabilire quale sia in assoluto il miglior passeggino trio, parecchi sembrano somigliarsi molto tra loro. Le caratteristiche di base che li accomunano sono la presenza di tre pezzi che si useranno a rotazione man mano che il piccolo cresce. Poi ogni ditta propone versioni più o meno sofisticate di elementi pensati per rispondere a questi bisogni essenziali.

Primo elemento, la navicella. Garantisce al piccolo di assumere la posizione sdraiata e ne facilita gli spostamenti già nei primissimi giorni di vita. Secondo elemento, il seggiolino auto.

Di solito questo pezzo è omologato per ospitare i piccoli fino al raggiungimento dei 13 chili, se il mento non tocca il petto allora il piccolo è seduto bene. Terzo elemento, la seduta del passeggino. Questo è l’ultimo passaggio per il trasporto dei piccoli quando hanno imparato a reggere il peso della schiena e riescono a stare seduti.

 

Maneggevolezza e praticità d’uso

Il pezzo che spesso c’è ma a volte manca è la struttura a cui fissare le diverse sedute. È un elemento essenziale quando si tratta di scegliere quale passeggino trio comprare. Infatti la sua maneggevolezza, la capacità di richiudersi con pochi e semplici gesti e la possibilità di essere guidato senza sforzi sono elementi cruciali che determinano la scelta migliore.

Comodità della seduta e aspetti da tenere a mente

Quando si devono tirare le somme per capire come scegliere un buon passeggino trio, la comodità del bambino dovrebbe avere la priorità.

È importante che il piccolo assuma la postura corretta in ogni momento della passeggiata. Quando è in auto non dovrà stare troppo affossato dentro l’ovetto, mentre quando è seduto sul passeggino dovrà essere in grado di reggersi dritto senza rischiare che la schiena si curvi di lato o in avanti.

 

 

 

Domande frequenti

 

A quanti mesi si usa il passeggino Chicco trio Love?

Il trio Love della Chicco è un modello standard che si presta a seguire le diverse fasi dello sviluppo del bebè in maniera fisiologica e naturale. Vale anche qui la raccomandazione di osservare attentamente il comportamento e l’attitudine posturale del bebè. Se notate che tende a cadere di lato e non riesce a reggersi dritto, non è il caso di forzare le tappe ed è consigliabile aspettare che sviluppi autonomamente la muscolatura.

 

Come montare il passeggino Chicco trio Love?

La struttura è semplice da chiudere una volta tolti i pezzi più ingombranti, infatti basta tirare al centro con una mano il gancio che permette di richiudere la struttura con facilità. Anche levare le parti come la culla e l’ovetto è semplice e progettato per avere un solo punto di fissaggio. Quindi, a differenza di altri modelli non si devono premere due bottoni contemporaneamente.

Basta sganciare il meccanismo e afferrare con due mani la struttura per spostarla dove serve. Quando è montato come passeggino, invece, non è necessario togliere nulla, si ripiega insieme alla struttura portante per ridurre l’ingombro al minimo.

 

Come sfoderare il passeggino Chicco trio Love?

Non ci vuole una laurea in ingegneria per capire come sfoderare passeggino trio Love. E questo non si può dire di tutti i supporti dedicati al trasporto dei bebè. Infatti sono facili da individuare i punti in cui intervenire per rimuovere le cinture, nasconderle e sfilare la fodera per poterla lavare comodamente a parte.

Anche rimettere tutto in ordine è un gioco da ragazzi. In più il sito mette a disposizione dei video descrittivi per poter seguire le istruzioni quando serve.

 

Come smontare il passeggino trio PegPerego?

PegPerego propone una ricca gamma di passeggini trio tutti pensati per venire incontro a esigenze specifiche. Condividono tutti una certa cura per i dettagli, cosa che implica la necessità di seguire bene la serie di movimenti per sganciare e smontare i pezzi del trio. A seconda del modello scelto sarà necessario fare attenzione a particolari diversi.

Per esempio, infilare l’ovetto nella struttura significa centrare tre punti di montaggio. Dettagli che conferiscono grande stabilità e sicurezza alla struttura in qualsiasi condizione ma che richiedono un po’ di attenzione. Quando si tratta di richiudere la struttura.

Il sito propone dettagliati video per sviscerare tutti i segreti di ogni modello. Serve un po’ di pazienza e di allenamento per acquisire la necessaria pratica.

 

 

 

Come utilizzare un passeggino trio

 

All’inizio può sembrare estremamente complesso comprendere come e quando usare il passeggino trio. Un’infinità di nomi nuovi, funzioni specifiche e supporti da usare solo per pochi mesi, in complesso a volte solo poche settimane, rende davvero difficile farsi un’idea chiara.

Poi, per fortuna tutto diventa più semplice e comprensibile. Ci si fa un’idea delle reali necessità del bebè e della famiglia man mano che ci si trova ad affrontarle. In questa guida all’uso vogliamo proporvi alcune direttive utili perché possiate orientarvi nella giungla delle offerte e proposte delle diverse marche.

 

 

A cosa serve il passeggino trio

Si tratta di un supporto che svolge tre compiti distinti a seconda dell’età del bambino. I cambiamenti che subisce il corpo del bebè sono così tanti e così rapidi nelle prime settimane di vita da lasciare basiti i genitori.

Per almeno tre mesi il piccolo ha bisogno di stare solo sdraiato, la scelta migliore è trasportarlo coricato supino nella culla, o navetta, che spesso è predisposta con gli attacchi per le cinture di sicurezza dell’auto.

L’ovetto, più compatto e accogliente consente il trasporto in auto fino al raggiungimento dei nove chili di peso, orientativamente fino al sesto mese ma questo dato cambia in base alla costituzione del bimbo. Infine, il passeggino è l’elemento che consente al pupo di sedere con la schiena dritta, quindi dai sei mesi in poi.

 

Quando usare il passeggino trio

Il momento adatto per abbandonare i supporti iniziali è determinato dalle capacità del piccolo di reggersi per bene con la schiena dritta. La forma della schiena del bebè appena nato è leggermente arcuata e così rimane ancora a lungo. Man mano che evolve la sua struttura ossea aumenta la sua capacità di reggersi prima dritto da seduto e poi in piedi sulle gambe.

È importante rispettare la fisiologia del bambino e proporre il passeggino solo quando il piccolo riesce a mantenere dritta la schiena. Quindi è il caso di evitare riduttori in fase prematura.

 

 

A quanti mesi si usa il passeggino trio

Di solito questa fase dello sviluppo corporeo riguarda i bimbi dai sei mesi in poi. Una data che di solito è la stessa per tutti i bambini nati a termine e normopeso. È bene dare grande importanza alle esigenze dei piccoli nati pretermine o che presentino ritardi nello sviluppo per qualsiasi ragione.

Anche se hanno raggiunto l’età di sei mesi, se non sono in grado di reggersi per bene finiranno con scivolare verso la cintura che li tiene fermi. Il rischio è di sottoporre i genitali a una pressione non necessaria, oltre a sforzare eccessivamente la schiena i cui muscoli sono ancora immaturi.

 

 

A volte non è così facile come sembra, ma presa la giusta dimestichezza è facile aprire e chiudere questo prodotto molto apprezzato dagli utenti

 

CAM è un marchio tutto italiano che vanta quarant’anni di storia nel settore della primissima infanzia. Ha fatto del proprio motto il suo marchio di fabbrica. Guardando tutto attraverso gli occhi del bambino è riuscita ad assicurare ai propri clienti prodotti in grado di assicurare la massima resistenza e la tenuta in ogni condizione.

Grande attenzione è rivolta all’aspetto della sicurezza, infatti ogni prodotto è testato in maniera indipendente per verificare solidità e robustezza anche oltre i requisiti di legge.

Eppure, va detto, non sempre è efficace sul piano della praticità. Ecco perché a volte montare un passeggino CAM può portare a qualche grattacapo.

 

Perché è necessario fare tanta pratica

Il giorno in cui ci si reca al negozio di articoli per il bebè in arrivo ci si affida pieni di illusione al commesso che mostra in un passo di danza come si apre e chiude il passeggino con una sola mano. Poi quando si è da soli, con il pupo che urla in braccio e il temporale che sta per scagliarsi sulla propria testa il passeggino non ha nessuna intenzione di chiudersi o aprirsi a seconda dei casi.

La ragione è semplice, il meccanismo che permette l’apertura o chiusura a libro o a ombrello spesso può aver bisogno di entrambe le mani, a volte anche di un piede, per essere azionato. Ecco perché è indispensabile allenarsi con costanza prima di trovarsi a tu per tu con l’emergenza.

Se il passeggino esiste, esiste anche un sistema per aprirlo e chiuderlo. Su questo non ci piove. Ma spesso è bene memorizzare la sequenza che porta alla perfetta chiusura della struttura per evitare che possa aprirsi accidentalmente.

C’è da dire che il marchio CAM è tra i pochi a offrire in fasce di prezzo molto accessibili una serie di accessori interessanti e molto utili. Spesso il supporto base è dotato anche di maniglia per afferrare il passeggino al centro e bilanciare bene il suo peso quando bisogna trasportarlo chiuso.

 

 

C’è differenza tra i modelli leggeri e quelli del trio

L’elemento che fa la differenza quando si tratta di stabilire se è facile o meno aprire e chiudere il passeggino CAM è, brutalmente, la fascia di prezzo cui appartiene. Modelli più sofisticati, come il Dinamico Up vanta il sistema di chiusura brevettato Quick System, un sistema che consente di aprire e chiudere il trio in diverse configurazioni.

Infatti è possibile scegliere se chiuderlo con il seggiolino fronte strada o fronte mamma, in questo modo è più semplice far accomodare il piccolo quando è il momento di riaprire la seduta. Inoltre, il sistema di chiusura, blocca completamente la struttura che riesce a stare in piedi anche da chiusa. Le componenti di questo trio si agganciano e sganciano con facilità per assumere la configurazione desiderata o per facilitare il trasporto del piccolo dentro l’ovetto o la navicella.

Se per questo modello, particolarmente costoso, basta premere un bottone e il gioco è fatto, altri modelli meno cari risultano anche meno intuitivi da gestire. È il caso di trio base in fascia di prezzo medio/bassa come il Combi Tris che per aprirsi e chiudersi ha bisogno di impiegare entrambe le mani e, spesso, anche un piede per imprimere la giusta spinta. Poi, per tutto il resto il passeggino è impeccabile.

 

Tanta attenzione per la sicurezza ma la praticità si paga a parte

Quindi pare proprio che la qualità non sia messa in discussione, mentre la comodità è un extra che si paga spesso a caro prezzo per questo marchio. I prodotti a firma CAM rimangono comunque un interessante punto di riferimento per chi deve provvedere all’acquisto di tutti gli elementi per organizzare la vita insieme al bebè.

Se si deve acquistare tutto da zero e non si può contare sull’eredità di altri bebè ormai cresciuti in famiglia, puntare al prezzo migliore e alla qualità CAM è comunque la scelta migliore. Bisogna però essere consapevoli che richiede una certa destrezza sbloccare il sistema di apertura e chiusura dalle maniglie del passeggino.

Questo è anche il modo migliore per scongiurare il rischio che il passeggino (lista dei migliori prodotti) possa aprirsi o chiudersi inavvertitamente. La complessità del sistema di bloccaggio è una garanzia in più di stabilità e fissità dei modelli e delle loro strutture.

Nel caso dei modelli più cari, però, fa piacere sapere di poter contare su brevetti innovativi e più performanti che semplificano la gestione degli spostamenti. Specie quando si va a spasso anche con un fratellino più grande.

 

Nella fascia di prezzo media si trovano ottimi prodotti, ma…

I prodotti a marchio CAM mirano all’eccellenza e sono tra i più venduti non solo in Italia. Il loro punto di forza rimane l’attenzione per la stabilità ed evitare così incidenti durante l’uso di questi supporti. Questa particolare attenzione si declina in modo diverso ma sempre puntiglioso anche per i seggioloni, i fasciatoi e gli altri prodotti pensati per l’accudimento del bebè nella fascia 0/3 anni.

Il prezzo è spesso ragionevole anche se non manca la linea lusso che punta a rispondere ai desideri di una clientela più esigente.

In questi casi è necessario notare che non viene mai meno la qualità complessiva che spesso è molto più alta rispetto alla stessa gamma di prezzo della concorrenza.

 

 

Un marchio tutto italiano che mira all’eccellenza

La vocazione dell’azienda rimane quella di assicurare alta qualità complessiva per fidelizzare i propri clienti. Una strategia che, con il passare del tempo, si è rivelata vincente.

Le migliori performance, quindi, non sono appannaggio dei prodotti più costosi. Si tratta di una costante che fa piacere trovare nel marchio CAM.

La stabilità della struttura, la maneggevolezza delle ruote e la grande attenzione per la comodità del bebè sono elementi sempre in primo piano anche nei passeggini di primo prezzo proposti dalla ditta.

Quel che conta tenere a mente è che prima di decidere se un passeggino serve davvero al proprio scopo è provarlo quando si è sereni e in grado di prestare attenzione a tutti i particolari. Solo allora si potrà stabilire se è semplice da gestire in emergenza.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Con un po’ di pratica si riesce con successo a collegare tutti i pezzi a ad aprire e chiudere il passeggino senza intoppi

 

Tranquilli ci siamo passati tutti, si tratta di uno degli scogli che i genitori devono affrontare prima o dopo. Non è poi la fine del mondo scoprire di non essere in grado di montare il passeggino Chicco appena comprato, anche se è di certo un po’ frustrante. Quel che conta è riuscire a mantenere la calma e memorizzare la sequenza. Poi il gioco è fatto.

Esistono tanti passeggini, non sono tutti uguali e anche la fascia di prezzo cui appartengono determina una minore o maggiore facilità d’apertura. Se avete scelto il trio Love è possibile che abbiate qualche difficoltà a sfoderare il passeggino per dargli una ripulita oppure a imparare la corretta sequenza di apertura e chiusura.

Niente panico, ci siamo passati tutti. Può diventare una preziosa riserva di aneddoti divertenti da raccontare ai nostri bimbi quando saranno più grandicelli.

 

Come sfoderare la navicella Chicco Trio Love e continuare a sorridere

La navicella del trio deve essere mantenuta pulita e in ordine. È imprescindibile perché si tratta di una componente che spesso si sporca per colpa di qualche rigurgitino o per via di una perdita improvvisa del pannolino. Essere pronti a ogni evenienza è quasi impossibile, ma non lasciarsi scoraggiare dagli ostacoli è un imperativo categorico.

In realtà la sequenza dei movimenti è più semplice di quanto si pensi. Si tratta di ricordarla in modo da mettere via le cinture di sicurezza che servono a reggere il corpo del bimbo quando si inclina leggermente il materassino. Il nasino chiuso di solito è la prima causa che porta a preferire l’utilizzo della navicella con il fondo leggermente reclinato in avanti. Ma le cinture di solito non servono quando il piccolo è semplicemente sdraiato nella culla.

Basta dunque sfilare il materassino facendo passare dalle fessure le cinture. Nella tasca posteriore è presente l’incavo apposito per ognuno dei ganci che tiene ferma la cintura.

In questo caso è consigliabile usare dei rivestimenti ulteriori per coprire il materasso. Oppure si può scegliere di acquistare a parte un materassino compatibile per assicurare una posizione più confortevole e morbida. Inoltre sarà più facile da rimuovere per tenerla pulita.

 

Come smontare le ruote del passeggino Chicco

Ora che il piccolo è cresciuto la faccenda si complica e spesso sarà necessario ricompattare il passeggino in modo che possa essere trasportato facilmente nel bagagliaio della macchina. L’operazione richiederà via via sempre meno tempo. La “santa memoria muscolare” ci permetterà di memorizzare i movimenti necessari ed eseguirli in un battibaleno e a occhi chiusi.

Non tutti i modelli Chicco sono dotati di ruote estraibili, il vantaggio di questo particolare progettuale sta tutto nella possibilità di ridurre ulteriormente l’ingombro complessivo del passeggino una volta chiuso. Quando il passeggino si ripiega a ombrello o a libro, spesso diventa particolarmente lungo. Potrebbe non entrare dentro il bagagliaio, a meno di non poterne liberare una parte, le ruote in questo caso.

Chicco non fa passeggini con le ruote amovibili, o almeno in questo momento non ne propone in catalogo. Offre però la possibilità di scegliere tra modelli che si possono ripiegare completamente e occupare meno spazio possibile.

Le nuove chiusure 3D consentono di ridurre l’ingombro al minimo pur mantenendo inalterata la struttura del passeggino. Di conseguenza non è necessario sganciarne delle parti che potrebbero essere più soggette a usura.

 

Sfoderare il passeggino e mettere tutto a lavare

Pare proprio che sfoderare il passeggino Chicco Trio Love o il modello Chicco Ohlalà sia uno dei grattacapi che intrattengono i papà alle prese con i supporti per portare i bimbi piccoli. In apparenza non si tratta di un’operazione molto intuitiva ma come al solito tutto sta nel saper mantenere la calma. E memorizzare la sequenza di azioni compiute per togliere la fodera e poi ripeterle al contrario è un buon modo per svolgere questo compito.

Oppure basta cercare le istruzioni che di solito sono sempre presenti negli archivi del sito. E se il passeggino è fuori produzione? In quel caso sarà più difficile trovare quel che serve direttamente online ed è il caso di scrivere una mail al servizio di assistenza della Chicco che è in grado di recuperare il file dai propri archivi.

Mai scoraggiarsi e cercare sempre una soluzione alternativa è indispensabile quando si devono trovare risposte a problemi mai avuti prima.

 

I video sono il miglior modo per non perdere le speranze

Notti insonni, ritmi intensi e sempre nuove sfide caratterizzano le giornate dei neogenitori per molti mesi. La mente potrebbe non essere sufficientemente lucida e potrebbe essere il caso di cercare di semplificarsi il più possibile la vita. Non è esattamente l’ultima spiaggia, è invece la prima risorsa cui attingere quando ci si trova a tu per tu con un passeggino che non vuole saperne di aprirsi, chiudersi o lasciarsi sfoderare.

In questo caso è bene sapere che la ditta ha su YouTube un canale dedicato ai propri prodotti in cui con dovizia di particolari e istruzioni chiare descrive tutto ciò di cui sono capaci i propri passeggini.

Basta cercare il nome del proprio modello e il gioco è fatto. Senza il video per il montaggio del Trio Chicco Sprint la faccenda potrebbe sembrare complicata. Prima di pensare al rapimento del commesso che vi ha venduto il passeggino per chiedergli di aprirlo di nuovo davanti ai vostri occhi, chiedere a Google può essere un modo furbo per farcela da sé.

 

Chicco – Sistema modulare Trio Sprint

 

Il Trio Sprint di Chicco è un punto di riferimento per tanti genitori, anche alla seconda prova. È pensato per accompagnare la crescita dei neonati fino ai 36 mesi circa e lo fa in maniera semplice ma efficace.

Il sistema di sgancio e fissaggio delle diverse componenti, navicella, seggiolino auto e seduta del passeggino, si caratterizza per la particolare semplicità. Un meccanismo Click Clack permette di mettere in posizione i pezzi e fissarli saldamente al supporto.

Si guida con facilità anche grazie alla possibilità di far ruotare i manici completamente e raggiungere l’altezza ottimale in base all’altezza del genitore che guida il passeggino. Una soluzione perfetta per chi deve passare tanto tempo fuori insieme al piccolo e deve guidare la carrozzina attraverso gli ostacoli del percorso. Ruote grandi e ben stabili offrono fermezza e facilità di manovra in ogni condizione della strada.

 

Pro

Stabile su quattro coppie di ruote: Di un passeggino si apprezza che sia in primo luogo stabile e sicuro. Questo offre anche un certo comfort alla guida grazie alla stabilità delle ruote piroettanti ma ben piantate a terra.

Meccanismo Click Clack: Per sganciare i diversi pezzi e usarli come serve, se sulla struttura a spasso o per portare a casa il piccolo ancora addormentato, è possibile contare su un sistema semplificato di aggancio.

Manici regolabili: In questo modo è più facile condurre il passeggino con una sola mano, non importa l’altezza di chi porta né se ha una mano impegnata a fare altro.

 

Contro

Ovetto poco comodo: L’elemento che si usa per assicurare il piccolo all’auto con le cinture standard non è dei più confortevoli. È bene non usarlo anche in casa perché il piccolo assume una posizione un po’ scomoda.

 

 

Peg Perego – CLASS ELITE

 

Peg Perego di certo non si distingue per il fatto di proporre in commercio il set più economico ma la qualità complessiva di ognuno degli elementi merita molta considerazione. A partire dal seggiolino auto che appartiene al gruppo 0 e che accoglie il piccolo sin dall’uscita dall’ospedale.

La posizione che assume il piccolo è corretta perché evita che il collo stia troppo ripiegato verso il petto. Offre una seduta comoda e confortevole lasciando agio perché il corpo si distenda. Il seggiolino è predisposto per seguire la crescita del piccolo e accompagnarne lo sviluppo il più a lungo possibile. È un dispositivo omologato per offrire la migliore protezione in caso di impatti laterali.

Anche la navetta è ben costruita. Realizzata con materiali molto solidi e robusti, si fa apprezzare per la presenza della copertura integrale che protegge il corpo dal freddo. Si può fissare all’auto così da essere usato al posto del seggiolino in dotazione. Ma i ganci per vanno acquistati a parte.

Il nuovo sistema di ritenzione delle componenti alla struttura portante rende semplice rimuovere e inserire al loro posto i vari pezzi. Pareri complessivamente entusiasti premiano questo trio malgrado il costo molto importante.

 

Pro

Chiusura a libro: Si tratta di un sistema che rende facile richiudere il passeggino quando non serve e che ne rende facile anche il trasporto perché da chiuso si trascina come fosse un trolley.

Omologato per l’uso sin dalla nascita: Ovetto e culla sono adatti ad ospitare il piccolo, in auto o a piedi, sin dalla nascita. Quindi il set è ideale per portare a casa il piccolo dall’ospedale o la clinica.

Facile da fissare e sganciare: Bastano pochi movimenti semplici per scollegare e ricollegare i diversi pezzi del set alla struttura. Se il pupo dorme non viene disturbato.

 

Contro

Molto costoso: Attenti accorgimenti di progettazione e design rendono questo modello uno tra i più cari della ditta e tra quelli in commercio attualmente.

 

 

CAM Il Mondo del Bambino 784015/565 Sistema Modulare Combi Tris

 

CAM è un marchio del made in Italy che si distingue per la buona qualità dei propri prodotti ma anche per i prezzi imbattibili. Quindi non possiamo non includere uno dei campioni di vendite di questo marchio nella nostra selezione di offerte.

Il punto forte di questo passeggino è proprio la struttura portante, pensata per affrontare con facilità anche le strade più dissestate. Conta su quattro coppie di ruote, delle quali le frontali sono piroettanti ed estremamente agili. Basta imprimere una leggera spinta e il passeggino segue la direzione desiderata.

In comparazione con altri modelli più cari, qui non manca proprio nulla. Anche se tutto sommato si tratta di un modello piuttosto pesante e difficile da richiudere, svolge al meglio il proprio dovere di mezzo di trasporto.

La seduta del passeggino è comoda così come la struttura della navicella che è traspirante e reclinabile leggermente per favorire una posizione leggermente sollevata alla testa. L’ideale se il piccolo è raffreddato.

 

Pro

Facile da guidare: Le ruote sono particolarmente snodate e comode da usare su qualsiasi percorso, anche quelli più difficili. La guida è fluida e si governa anche con una sola mano.

Struttura solida e stabile: Il passeggino non è dei più leggeri, ma di certo offre particolare stabilità e sostegno anche sui percorsi più accidentati.

Dotato di tutti gli accessori: Le imbottiture sono comode e traspiranti per ognuno dei diversi elementi da montare e usare quando servono. La culla è dotata di rialzo interno per consentire al piccolo di sollevare leggermente la testa quando è raffreddato senza scivolare.

 

Contro

Difficile da richiudere: Servono due mani e anche il piede deve essere usato per richiudere la struttura che di certo non si distingue per la particolare facilità d’uso.

 

 

Inglesina Set Trilogy Marina

 

Inglesina propone una soluzione interessante composta dai soli tre pezzi da usare durante le diverse fasi dello sviluppo del piccolo, mentre l’acquisto della struttura portante con o senza ruote deve essere fatta separatamente.

Figura tra i modelli venduti online che piacciono soprattutto a chi presta grande attenzione per i particolari. Oltre a essere tutto molto ben rifinito dal punto di vista estetico, l’attenzione per i dettagli si fa notare in quanto a comfort per il bebè. La culla è predisposta per essere fissata all’auto e così evitare di usare da subito il seggiolino del gruppo zero incluso nel set. D’altra parte il seggiolino è dotato di riduttore con una bella imbottitura morbida e piacevole che avvolge il corpo del piccolo accogliendolo sin dalle prime settimane di vita. La posizione è dolcemente ricurva e permette di mantenere la corretta posizione della schiena pur non essendo perfettamente sdraiato.

Di certo il set non è apprezzato per via dei prezzi bassi, ma per l’estrema cura rivolta al prodotto in ogni fase di realizzazione. Come si vede anche dalla qualità della seduta per il passeggino, anche questa ben imbottita e dotata di spallacci morbidi per sorreggere il piccolo durante le sue prime passeggiate fronte-mondo.

 

Pro

Curato in ogni dettaglio: Inglesina è un marchio che punta in alto e a soddisfare le richieste dei più esigenti. In questo set nulla è lasciato al caso e ogni particolare è studiato per offrire il massimo comfort con un’attenzione particolare all’eleganza. Che non guasta mai.

Imbottiture comode e generose: Tutti i tre elementi sono caratterizzati da una comoda imbottitura che accoglie al meglio il bambino, specie quando non è in grado di reggere da sé il proprio peso.

Culla omologata per l’auto: Oltre all’ovetto, anche la culla è predisposta per essere fissata all’auto e portare il piccolo a spasso nella posizione completamente sdraiata che gli è più congeniale.

 

Contro

Costoso: Il prezzo già di per sé al di sopra della media, si riferisce solo al set di tre pezzi più la borsa per il cambio. La struttura portante va acquistata a parte.

 

 

BBtwin – Passeggino gemellare trio

 

Ecco una tra le soluzioni favorite da tante famiglie con due bebè della stessa età. Si tratta di una soluzione pensata per offrire condizioni simili di riposo e trasporto per entrambi i gemelli.

Non è facile trovare passeggini che consentano a entrambi i fratelli la stessa comoda visuale e lo stesso spazio disponibile per muoversi liberamente. Non è un caso che questo modello sia stato considerato da tanti genitori il miglior passeggino trio del 2017 e negli anni a venire.

La spesa necessaria per averlo non è irrisoria, ma si assesta nella media per la fascia di prodotto alta cui appartiene. L’ingombro non è eccessivo ed è facile passare attraverso gli ingressi dei condomini o dei negozi. Infatti la scelta di disporre le navette o i seggiolini a treno consente di risparmiare spazio lateralmente.

Si possono montare i tre pezzi necessari per il trasporto del piccolo nelle varie fasi iniziali dello sviluppo. Quindi le configurazioni sono diverse e si adattano alle esigenze specifiche.

Inoltre, il trio può essere usato anche per fratelli di età ravvicinate perché è facile disporre i diversi pezzi in base alla propria comodità, abbinando l’ovetto al passeggino. Un modo molto semplice e versatile di gestire gli spostamenti in famiglia.

 

Pro

Diverse configurazioni possibili: Il bello di questo passeggino gemellare è che può essere usato agevolmente anche per fratelli di età ravvicinate, garantendo a ognuno la posizione ottimale col giusto supporto montato fronte strada o fronte mamma.

Ingombro ridotto e massima resa: I pezzi sono disposti a treno uno di fronte all’altro ma in maniera svasata in modo da garantire a ognuno lo spazio sufficiente per muoversi ma senza ingombro eccessivo.

SI ricompatta completamente: Anche se è necessario smontare le sedute, l’ingombro della struttura una volta ripiegata è minimo.

 

Contro

Solo scuro: Non si può scegliere un colore diverso dal nero e grigio con cui è proposto di fabbrica.

 

 

Hauck Shopper Trioset Passeggino con Carrozzina e Ovetto

 

Tanti lo considerano il miglior passeggino trio per qualità e prezzo. La ragione sta tutta nella possibilità di contare su un supporto valido spendendo davvero poco.

Si compone dei canonici tre pezzi che consentono di avere sempre a disposizione quello che serve man mano che il piccolo cresce e cambiano le sue esigenze.

La struttura è sportiva e agile, facile da condurre ovunque anche grazie alle ruote larghe e stabili.

L’ovetto incluso è quello omologato per il montaggio in auto e appartiene alla categoria 0+, quindi accompagna il piccolo fino ai suoi nove chili. Malgrado il prezzo contenuto sono garantite le condizioni basilari per un trasporto semplice e agevole.

Le ruote sono grandi e quindi in grado di affrontare percorsi complicati, salendo e scendendo dal marciapiede. La struttura è piuttosto leggera e in questo modo entra ed esce dal bagagliaio dell’auto col minimo sforzo. Si compatta piuttosto bene, in modo da non avere problemi di compatibilità con gran parte dei cofani delle auto che circolano in città, comprese le utilitarie.

 

Pro

Economico e versatile: Si presta a svolgere gran parte delle funzioni utili al trasporto del piccolo sin dai primi giorni di vita. Comprende i tre classici elementi: l’ovetto per l’auto, la culla e il passeggino dai sei mesi.

Adatto al trasporto in auto del neonato: L’ovetto appartiene alla categoria 0+ quindi è in grado di far stare seduto in auto il piccolo per qualche mese prima di dover sostituire il pezzo con un seggiolino del gruppo successivo.

Facile da utilizzare: Il sistema Easy Fix consente di aprire e chiudere la struttura con poche e semplici mosse.

 

Contro

Da battaglia: Non è il trio più sofisticato in circolazione, si presta a essere usato sporadicamente. Magari come struttura d’appoggio in casa dei nonni o di chi si occupa del bebè insieme ai genitori.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments