Le migliori culle per neonato

Ultimo aggiornamento: 13.09.19

 

Culla per neonato – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Il momento sta per arrivare e desiderate scegliere la miglior culla per neonato che sia mai stata prodotta. Ma attenzione, non tutte sono uguali ed è facile comprare qualcosa che non si rivelerà adatta alle vostre reali esigenze. Cercate di preferire quei modelli che siano facili da posizionare vicino al vostro letto, o se preferite proprio a contatto con lo stesso materasso. Quindi valutate il budget da riservare alla culla che sarà usata, molto probabilmente, solo per i primissimi mesi. In questo articolo vi proponiamo alcuni dei modelli selezionati dalla nostra redazione, scelti per venire incontro ai più diversi gusti e desideri dei neogenitori. La culla Chicco Co-Sleeping Next 2 Me è ormai un classico del genere, consente di prolungare l’estensione del letto dei genitori per dormire di fatto tutti insieme ma ognuno al proprio posto. WALDIN Culla con cappotta è un altro cult: in vimini e con baldacchino dal fascino irresistibile e senza tempo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori culle per neonato

 

Ansiosi di scoprire la classifica delle migliori culle per neonato del 2019? Lasciatevi ispirare, di certo tra i nostri suggerimenti si nasconde la risposta ideale ai vostri dubbi. Sarà più facile decidere quale culla per neonato comprare dopo aver dato un’occhiata a questi modelli.

 

Prodotti raccomandati

 

Culla per neonato Chicco

 

Chicco Co-Sleeping Next 2 Me

 

La prima domanda che bisogna farsi quando non si sa come scegliere una buona culla per neonato Chicco è chiedersi che tipo di genitori si vorrà essere. La personalità della mamma e del papà incide in maniera inconscia soprattutto sulla scelta della culla.

La Next 2 Me è l’ottima via di mezzo tra gli estremisti del co-sleeping che desiderano avere il pupo sempre vicino in ogni momento e chi invece vuole definire presto quali sono gli spazi individuali. Tutte forme d’amore lecite e cristalline, ma che definiscono lo stile di maternage. 

Con la soluzione proposta da Chicco il letto è collegato alla culla, senza l’ostacolo delle sbarre della soluzione tradizionale. Ma anche senza il timore di far male al bebè per colpa di un movimento incontrollato durante il sonno.

Si fissa alle sponde del letto collegando i due materassi. In questo modo è più facile essere sempre vicini e poter rispondere prontamente ai richiami del bebè. Prima di piangere e svegliarsi il piccolo si agita nel sonno, fa dei piccoli movimenti e lancia delle avvisaglie che così è più facile cogliere per essere pronti a dare risposta. Al netto dell’agitazione per adulti e bebè. La soluzione è dunque intelligente ma è bene sapere che non si tratta certo di un prodotto economico. 

 

Pro

Universale: La sua speciale forma è pensata per incastrarsi bene alla sponda di quasi tutti i letti in commercio. Anche l’altezza è regolabile per arrivare a filo con il materasso dei genitori.

Base solida: I piedi poggiano saldamente a terra e non c’è rischio che la culla possa muoversi anche grazie ai gommini antiscivolo che la fermano perfettamente al suo posto.

Facile da spostare: Quando serve, grazie alla zip, si può richiudere la sponda, che è realizzata in tessuto. Poi basta sollevare la culla per portarla altrove se necessario.

 

Contro

Cara: Le dimensioni della culla sono piuttosto ridotte, non sarà in grado di seguire la crescita del bebè durante tutto il primo anno. Chi vuole comunque provarne i suoi indubbi vantaggi può approfittare delle offerte che la propongono a prezzo ridotto.

Acquista su Amazon.it (€148,72)

 

 

 

Culla per neonato in vimini 

 

WALDIN Culla con cappotta

 

La comparazione con le altre culle più moderne non si può certo fare con questo modello assolutamente classico e con un gusto spiccatamente d’altri tempi. Infatti le sue caratteristiche vanno proprio oltre la praticità e la versatilità. Anzi il suo scopo dichiarato è quello di ricreare un ambiente da sogno per il proprio bebè.

La cesta è in vimini intrecciato a mano. È fatta in modo da offrire spazio a sufficienza al bebè che può usarla anche per un tempo mediamente più lungo rispetto alle culle più comuni. Il baldacchino è l’elemento di richiamo che rende fatata l’ambientazione di questa culla. Il grande fiocco in cima e la tendina da usare per avvolgere il bebè, rispondono tutti a un gusto d’altri tempi.

Il resto della struttura è in legno e per questo in armonia con i materiali usati complessivamente. Le grandi ruote alla base consentono di spostare la culla per neonato in vimini facilmente avanti e indietro per cullare il bebè e aiutarlo ad addormentarsi.

 

Pro

Affascinante: L’unico aggettivo che può descriverla mette l’accento sull’ambientazione fiabesca che la culla riesce a ricreare anche nella stanza più spoglia.

Con ruote rivestite: Le ruote sono molto grandi e per questo è possibile portare il piccolo avanti e indietro per cullarlo e farlo addormentare serenamente. Il rivestimento di gomma serve a proteggere il pavimento, ma anche per ancorare la struttura al suolo pur senza blocco per il loro movimento.

Struttura solida: La base è di legno e per questo ben solida e robusta, strutturata in modo da offrire l’appoggio ideale al bebè durante la sua crescita.

 

Contro

Operazione complessa: Per staccare la culla è necessario svitarla dalla sua postazione e per questo è necessario spendere del tempo, non può essere trasportata dove serve con agilità.

Acquista su Amazon.it (€133,99)

 

 

 

Culla per neonato da attaccare al letto

 

kk Kinderkraft – UNO Lettino co-sleeping con materasso

 

Tra i modelli venduti online ci sono anche le copie della fortunatissima Next 2 Me. La ragione è ovvia, il brevetto ha un costo alto, mentre le copie possono fare delle economie di scala che permettono di ottenere un prezzo finale molto accattivante.

Questa culla per neonato da attaccare al letto funziona sempre secondo il principio dell’altra, quindi può essere usata vicino o lontano da dove dormite. Basta sollevare la sponda laterale e assicurarla con la zip per essere certi che non si apra inavvertitamente. Mentre se si preferisce tenerla vicino è sufficiente tirare giù la spondina e ancorare i due materassi grazie alle molle che ci sono ai piedi del letto.

Si può regolare in altezza, grazie alle manopole che si trovano lateralmente. Inoltre è possibile scegliere un’altezza diversa per ciascuno dei lati, in modo da far dormire il bebè in posizione leggermente inclinata se ha problemi di congestione nasale. La manutenzione è semplice, anche perché è possibile sfoderare la culla completamente e mettere tutto a lavare in lavatrice.

 

Pro

Molto economica: Rispetto all’originale può costare anche la metà, quindi rappresenta una buona occasione per chi non ha voglia di destinare un grosso budget a qualcosa che si usa per poco tempo.

Con molle per stare ancorata al letto: In questo modo l’aderenza al materasso degli adulti è perfetta e non è necessario preoccuparsi che possa aprirsi un varco.

Facile da lavare: Si sfodera completamente e per questo è facile lavare tutto in lavatrice all’occorrenza.

 

Contro

Non standard: Le dimensioni del materasso non sono quelle più comuni, quindi non è facilissimo trovare lenzuolino e coprimaterasso compatibili.

Acquista su Amazon.it (€103,58)

 

 

 

Culla per neonato CAM

 

Cam il Mondo del Bambino – Culla 

 

Tra i modelli più venduti troviamo anche questa culla per neonato CAM che piace per il suo aspetto contemporaneo che reinterpreta un grande classico. È dotata di movimento per dondolare e così cullare il bebè. Inoltre, dal baldacchino può penzolare la giostrina di giochi venduta separatamente che il bebè può osservare stando coricato.

Si usa fino al nono chilo del neonato. In questo modo copre un periodo di utilizzo di circa 6 mesi, ma questo dato cambia a seconda della corporatura e della velocità con cui il pupo cresce. Si può affiancare al letto dei genitori per facilitare il co-sleeping in questo modo è facile assicurarla al materasso e dormire vicini.

Le altezze cui si può regolare la culla sono otto, ed è possibile aprire la sponda anteriore per fissarsi bene alla base del materasso. Si può orientare in posizioni diverse, così da sollevare la testa del bambino e dargli sollievo in caso di rigurgito o se il naso è congestionato.

 

Pro

Con ruote piroettanti: Le rotelle sono quattro, due con freno e le altre sono fatte in modo da facilitare gli spostamenti da una parte all’altra della casa.

Funzione dondolo: Il lettino può dondolare per cullare il bebè e aiutarlo ad addormentarsi. Un accessorio non sempre presente ma che rende il lettino più comodo e confortevole per il bebè che così può rilassarsi e sentirsi a proprio agio.

Adatta al co-sleeping: Per rendere ancora più semplice fissare la culla al letto è possibile traslare, cioè muovere in orizzontale la culla, verso il materasso dei genitori anche se dotato di cassettiere e quindi non perfettamente a filo. Inoltre, l’altezza si può regolare su più livelli compresi quelli per i letti più bassi.

 

Contro

Non include la giostrina: La foto mostra una giostrina che penzola sul bebè, ma gli unici accessori compresi sono il materasso e l’asta per fissare il velo o il carillon.

Acquista su Amazon.it (€167)

 

 

 

Culla per neonato Foppapedretti

 

Foppapedretti Raffy

 

Chi non vuole passare dalla culla può scegliere di usare direttamente il lettino. Non è difficile trovare dove acquistare questo accessorio, quel che più pesa è trovare quello adatto alle proprie esigenze.

La proposta Foppapedretti risponde alle più classiche caratteristiche per questo tipo di lettini. Ha le sponde di legno come una staccionata. Una di queste è removibile e si può togliere quando il piccolo è in grado di salire e scendere in autonomia dal letto.

Il legno impiegato è quello di faggio, spesso usato per i mobili per via della sua robustezza e le caratteristiche generali di solidità e durevolezza. Anche le doghe del materasso sono dello stesso materiale a garanzia di stabilità e attenzione per la fattura.

Ha il cassetto alla base, un accessorio comodo per riporre parte della biancheria che serve proprio per il lettino o per riporre altri oggetti utili per il bebè. Si sposta facilmente per via della presenza delle rotelle piroettanti alla base. Due di queste sono dotate di freno e quindi assicurano la perfetta stabilità alla culla per neonato Foppapedretti. 

 

Pro

Struttura solida: Il faggio massiccio delle doghe e di altre parti del lettino si alterna al truciolare impiallacciato, ancora con faggio, questo dà una notevole solidità e robustezza all’intera culla.

Con rotelle: Una coppia è dotata di freni per stabilizzare il lettino nella posizione stabilita, quando è necessario spostarlo in un altro posto è facile perché sono tutte piroettanti.

Dotato di cassettino: Quello sotto il materasso è piccolo ma comodo perché permette di mettere via quello che si vuole.

 

Contro

Non si adatta: Il lettino non brilla per versatilità. Non è possibile allungarlo perché possa seguire la crescita del bambino né si può regolare l’altezza del materasso per avvicinarlo a quello dei genitori.

Acquista su Amazon.it (€182,99)

 

 

 

Culla per neonato Pali

 

Pali Culla Maya co-sleeping

 

Il vostro nuovo acquisto potrebbe essere questo modello Pali che ancora una volta imita il concetto della Next 2 Me. Si può regolare in altezza su quattro livelli in modo da trovare la posizione ideale per combaciare con il materasso dei genitori. La sponda laterale si rimuove del tutto grazie alla presenza della comoda zip e in questo modo è facile far coincidere i due materassi.

Sono disponibili colori diversi per trovare l’ottimo in base alle proprie preferenze. Le tonalità sono sempre molto moderne e mai scontate, così i toni del blu vertono verso un gradevole turchese e per le femminucce è pensato un intenso color porpora.

La struttura è in legno, faggio massiccio, e poggia su quattro rotelle che si infilano facilmente sotto il letto dei genitori e qui si ancorano grazie a dei fermi che si fissano alla sbarra del letto. La presenza dei comodi freni è ottimale per assicurare maggiore stabilità anche quando la culla per neonato Pali non è perfettamente fissata al letto dei genitori.

 

Pro

Facile da adattare: Le altezze cui regolare il materassino sono compatibili con la maggior parte dei letti standard. Anche se non è l’ideale per quei letti il cui materasso non è a filo con la struttura portante.

Con rotelle piroettanti: Due rotelle si fermano con il freno, mentre le altre permettono di muoversi agilmente per casa senza sbattere con i mobili.

Struttura in legno massiccio: Il lettino è realizzato in faggio e questo lo rende particolarmente solido e stabile. Oltre a dare un aspetto intrigante e piacevole.

 

Contro

Materasso non reclinabile: Non è possibile regolare l’altezza del materassino perché stia leggermente inclinato e così migliorare la respirazione in caso di congestione nasale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Copertina per culla neonato

 

LULANDO Copertina da neonato

 

I punti forti di questa copertina sono i prezzi bassi e la grande quantità di fantasie cui è disponibile. Anche i colori cambiano in base al set scelto e sono tutti molto gradevoli e moderni.

Da un lato a contatto con il bebè c’è un tessuto leggero di cotone e dall’altro il tessuto a pois in rilievo è realizzato in peluche Minky.

Pur essendo poliestere, anche quest’ultimo vanta la certificazione della perfetta compatibilità dei tessuti con l’uso da parte dei bebè.

La coperta è anallergica e traspirante. Una bella idea originale e innovativa, che rappresenta un’ottima alternativa alla solita copertina di lana.

Acquista su Amazon.it (€24,9)

 

 

 

Riduttore per culla neonato

 

Babymoov – Riduttore morfologico Cosymorpho

 

Forse non è in assoluto il più economico ma questo riduttore Babymoov piace per il fatto di essere progettato con grande attenzione e cura. Ha il foro centrale adatto per evitare la possibilità che la testa si appiattisca lasciando il bebè a lungo sulla sdraietta.

Le dimensioni sono compatibili con quelle dei comuni supporti per il trasporto del bebè.

Quindi si può usare per migliorare la seduta di sdraietta, seggiolino auto e dondolo per contenere e sorreggere bene il corpo del bebè.

I colori neutri e i leggeri tocchi di colore ne fanno un oggetto molto elegante e che ben si sposa con il gusto tutto contemporaneo del minimalismo hi-tech.

Acquista su Amazon.it (€36,89)

 

 

 

Cuscino per culla neonato

 

Bedding – Memory

 

Questo piccolo cuscino è dotato di tanti fori lungo tutta la superficie che gli consentono di essere perfettamente traspirante. Anche se il piccolo dovesse girarsi a pancia in giù non rischia di restare soffocato perché l’aria passa dal naso.

I pareri degli acquirenti lo eleggono prodotto dell’anno, infatti è una delle scelte più gettonate tra i prodotti venduti sul web.

Il suo punto forte è anche la grande adattabilità alle forme del bebè grazie al memory foam impiegato per la sua realizzazione. Il cuscino è in grado di sostenere il collo del bambino ma allo stesso tempo cede adattandosi alle sue curve fisiologiche senza creare tensioni.

Acquista su Amazon.it (€32,5)

 

 

 

Come scegliere una buona culla per neonato

 

Ci sono alcuni parametri che vanno presi in considerazione quando si tratta di decidere cosa acquistare per il sonno del neonato. Il posto in cui dormirà il bebè, il più delle volte, lo sceglie il bebè. Ogni bambino è un individuo a sé e come tale è difficile fare previsioni e stabilire in anticipo cosa preferirà e cosa detesterà categoricamente.

È importante che i genitori sappiano accettare la sconfitta e ammettere che scegliere senza coinvolgere il diretto interessato può non sortire sempre l’effetto desiderato. Quindi è importante organizzare per tempo una postazione per il riposo, diurno e notturno, del bebè. Ma allo stesso tempo serve tenere d’occhio le preferenze del piccolo e cercare di assecondarle perché possa sentirsi a proprio agio. La migliore soluzione, quindi, è quella che si trova dopo che il bebè è arrivato e ha preso posto in casa.

Vicina al letto dei genitori o separata

La scelta della culla vicina o separata dal letto dei genitori dipende anche dal tipo di alimentazione principale del bebè. Il co-sleeping, quindi dormire dividendo lo stesso letto, conosce particolare fortuna ai nostri giorni proprio quando si riscopre l’importanza dell’allattamento naturale. Il seno, si sa, non ha orari, quindi un bebè può svegliarsi e chiedere di ciucciare più o meno spesso. Oppure può sentire il bisogno di rassicurazione e attaccarsi al seno della mamma per trovare conforto e senso di appagamento.

Una via di mezzo tra lo stare tutti appassionatamente nel letto e ognuno al suo posto, è la culletta da fissare alla sponda del letto per diventare un prolungamento del materasso dei genitori. In questo modo è più facile far sentire la propria presenza al neonato che quindi potrebbe avere meno risvegli notturni e, allo stesso tempo, offrire il seno in modo più semplice.

La culletta separata può essere una buona soluzione per chi invece ha il desiderio di definire gli spazi individuali sin dalle prime abitudini di vita in famiglia. Quel che conta è evitare di far dormire il bebè da solo. È importante dormire tutti nella stessa stanza per poter avere il tempo di intervenire tempestivamente se necessario.

 

Quali sono le migliori soluzioni per i gemelli

Per i gemelli si immagina che si dovrà comprare tutto doppio, mentre è più semplice seguire le loro necessità e valutare di volta in volta. Per esempio, i fratellini molto piccoli possono sfruttare insieme un solo lettino e dormire uno a fianco all’altro. È una soluzione comune e adoperata spesso affiancare due riduttori uno accanto all’altro nel senso della lunghezza del lettino.

Il vantaggio è quello di mantenere una certa continuità con la vita intrauterina, quando cioè i due fratellini sono stati vicini l’uno all’altro per tutto il tempo della gravidanza.

In questo modo è possibile contenere i costi iniziali e installare in casa solo quello che realmente appare utile man mano che se ne presenta la necessità.

Infatti, il rischio con i gemelli è anche quello di non riuscire a muoversi più in casa dove lo spazio già limitato si vede ancora più ridotto dal moltiplicarsi di oggetti.

Quali materiali per la culla del bebè

La più classica delle culle è quella di vimini, poi c’è anche quella in ferro battuto, di legno e le più recenti sono quelle di tessuto sintetico altamente performante e resistente che si rivela più efficiente che estetico.

Tante volte la culla soddisfa più un desiderio recondito e idilliaco dei genitori che non a una vera e propria sterile funzione. Si può scegliere una finitura oppure un’altra anche in base al gusto personale, o allo stile d’arredo della casa. Tanto, se va bene, una culla si usa per sei mesi e poi si cede al prossimo nato in famiglia o in casa d’amici.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come abituare il neonato a dormire nella culla?

A questa domanda non esiste una sola risposta, perché tutti i bimbi finiscono col dormire da soli prima o poi, ma per nessuno è dato sapere esattamente quale sarà il giorno in cui decideranno di farlo. Quel che invece si dovrebbe tassativamente evitare di fare è lasciar piangere il bebè da solo nel letto senza consolarlo sperando che si abitui. Durante le prime settimane di vita il danno complessivo che provoca questa pratica scorretta può essere profondo e irrimediabile.

 

Come prendere un neonato dalla culla?

I primi tempi tutti i genitori hanno il terrore che quell’esserino fragile possa rompersi tra le mani. È praticamente impossibile non pensarlo. Poi ci si rende conto che i bebè sono più solidi e flessibili di quanto sembri e la pratica aiuta a trovare il modo adatto. Quello a cui prestare attenzione inizialmente è che la testa non ciondoli, quindi basta un dito dietro la nuca per prendere il frugolino tra le braccia, da sotto le ascelle e reggerlo con delicatezza dietro la schiena, il culetto e la testa. Più facile a farsi che a dirsi.

 

Fino a quanti mesi si può tenere il neonato nella culla?

Semplice, fino a quando ci entra. Le indicazioni del fabbricante che riportano 9 chili sono indicative, presto il piccolo comincerà ad allungarsi e potrebbe non riuscire a stare steso o spaparanzarsi a dovere. Ecco il momento per passare al lettino.

 

Come mettere il neonato nella culla senza svegliarlo?

Anche questo è un grave interrogativo che ha motivo di esistere. Il bebè può faticare ad addormentarsi, e quindi lasciar riposare i genitori, e le ragioni possono essere le più disparate.

Per evitare di vanificare tutti gli sforzi fatti per accompagnarlo verso il sonno una strategia infallibile è quella di prendere il bebè con entrambe le mani, una dietro la testa e l’altra dietro il culetto. Questo va poggiato prima, quindi la mano che si è appena liberata va a reggere la testa perché sia esattamente l’ultima parte del corpo del bebè a poggiare sul materasso.

 

Cosa fa una culla a dondolo?

Ci sono meccanismi a motore e altri manuali che consentono di far muovere il lettino sospeso in aria. Quindi ricreano l’effetto rassicurante e piacevole del dondolio che il piccolo sentiva quando era nel ventre della mamma, aiutandolo a calmarsi.

 

 

 

Come utilizzare una culla per neonato

 

Vediamo in breve alcuni elementi da tenere a mente e che possono aiutarvi nella scelta più indicata della culla dei sogni, ma anche utile a vivere agilmente i primi forsennati giorni dopo l’arrivo del bebè.

 

 

Fino a quanti mesi si usa la culla

Di solito una culla è di dimensioni molto contenute e questo perché deve ricreare la suggestione dell’ambiente intrauterino. Una culla non misura più di 70 cm, e la sua larghezza è minima proprio per non incentivare il movimento del bebè che poi non saprebbe rigirarsi se si gira a pancia in giù.

Quasi tutte le culle omologate secondo le normative di riferimento riportano la portata massima in grado di sostenere. In genere 9 chili rappresentano il massimo che sono in grado di reggere.

 

Quali sono le dimensioni ottimali per la culla

Le misure delle culle variano molto a seconda del modello. Non sono tutte uguali anche perché offrono funzioni diverse. Alcune possono dondolare, mentre altre hanno ruote piroettanti per essere spostate facilmente da una stanza all’altra o per muoversi avanti e indietro.

In camera dovrebbe restare spazio a sufficienza per potersi muovere liberamente e non essere intralciati dalla culla. Se il bebè dorme e si deve raggiungere un mobile che si trova dietro la culla sarebbe un bel guaio rischiare di svegliarlo spostandolo.

Quindi prima di decidere quale culla è bene accertarsi di quali siano gli spazi utili in casa e puntare alle soluzioni compatte o più comode a seconda della disponibilità.

 

 

Le culle per auto

Si tende a dimenticare che la culla del trio è spesso omologata per il trasporto in auto del bebè. Specie durante le prime settimane, quindi per andare a far visita al pediatra, o per spostarsi dove serve, si usa l’ovetto quando è consigliabile mantenere il bebè coricato in orizzontale. La leggera inclinazione dell’ovetto può rivelarsi fastidiosa e non perfettamente idonea alla struttura della schiena del piccolo.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...