Le 8 migliori tutine per neonato del 2020

Ultimo aggiornamento: 12.08.20

 

Tutina per neonato – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Se siete in cerca della miglior tutina per neonato allora vi consigliamo di dare una chance alle proposte che la nostra redazione ha selezionato per voi. Si tratta di modelli che colpiscono per la loro unicità e la buona fattura. Del resto, questo indumento è un caposaldo dell’abbigliamento per neonati almeno per tutto il primo anno, perciò deve anche essere speciale. Per essere certi di scegliere al meglio, è importante considerare anche l’opinione favorevole degli altri utenti. In particolare, conquistano l’attenzione del pubblico questi due modelli che vi presentiamo in testa alla classifica. Zigozago – Pagliaccetto Made in Italy Tutina Fatta a Mano, un articolo realizzato con cura e dedizione per tutti i veri tifosi della squadra nerazzurra. E se in casa si gioca il derby tra mamma e papà? Ecco la AC Milan Tutina Neonato Lunga in Caldo Cotone Prodotto Ufficiale Art. M031.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori tutine per neonato – Classifica 2020

 

 

Tutina per neonato dell’Inter

 

1. Zigozago – Pagliaccetto Made in Italy Tutina Fatta a Mano

 

Gli appassionati di calcio possono tirare un respiro di sollievo: ecco la tutina per neonato dell’Inter, perfetta per vestire il vostro bebè. Con questa speciale proposta si può agghindare il pupo per preparare il set fotografico da sfoggiare con amici e parenti appassionati tifosi.

La qualità della tutina non è in discussione. Infatti è realizzata in Italia con materiali di alta qualità e finiture di pregio. Ogni dettaglio è ben curato per offrire al piccolo un capo dalla buona vestibilità e accogliente.

La ciniglia è calda e adatta alla stagione invernale. Infatti il modello è molto accollato e dotato di piedini che tengono caldo tutto il corpo del neonato. Non figura tra le offerte più a buon mercato ma la ragione dipende anche dalla qualità complessiva del prodotto. Chi non sa quale tutina per neonato comprare che appaghi il lato estetico e quello funzionale potrebbe aver trovato la migliore risposta in questo articolo.

 

Pro

Scritte ricamate: Le decorazioni sono ricamate e per questo ben leggibili e in rilievo. Così l’effetto finale è ancora più soddisfacente.

Per veri appassionati: La scritta a tema interista convince in maniera particolare perché non è eccessiva, quindi non ruba protagonismo alla vera star di casa, chi il pagliaccetto lo indossa.

Made in Italy: La cura dei dettagli e la buona qualità dei materiali sono gli elementi distintivi di questa tutina dove nulla è lasciato al caso o fatto con approssimazione.

 

Contro

Calda: Il tessuto scelto è ciniglia di cotone, questo significa che non è la più adatta per i neonati nati nei mesi estivi.

Acquista su Amazon.it (€21,87)

 

 

 

Tutina per neonato del Milan

 

2. AC Milan Tutina Neonato Lunga in Caldo Cotone Prodotto Ufficiale Art. M031

 

Il Milan è la squadra preferita da tanti amanti del calcio che non possono resistere alla tentazione di far indossare le proprie passioni a i propri bebè. Questo body si fa apprezzare per la divertente stampa frontale e la scelta dei colori, vivace e allegra: perfetta per un bebè.

In comparazione con altri prodotti meno costosi, questo vanta il marchio ufficiale della società calcistica. Quindi la tutina è di qualità certificata e realizzata per soddisfare i gusti dei veri appassionati. La generosa presenza di bottoncini rende i cambi rapidi e semplici, un elemento importante quando ci si chiede come scegliere una buona tutina per neonato.

La tutina per neonato del Milan è disponibile in varie taglie e la vestibilità è comoda, così si può usare la tutina per tanto tempo e continuare a godere della sua simpatia. Ha i calzini alla base, così tiene ben coperti i piedi e non è necessario aggiungere altro come calzette o scarpine per completare la vestizione.

 

Pro

100% cotone: Il materiale di buona qualità assicura la migliore vestibilità del capo che è traspirante e pensato per assicurare il massimo comfort al bambino.

Prodotto ufficiale: Fa parte della serie di articoli e gadget che fanno parte del merchandising della squadra. Questo dettaglio è importante perché offre rassicurazioni anche dal punto di vista della qualità complessiva.

Con piedini: Alle estremità sono incorporati i calzini, che non si possono rimuovere, ma che tengono ben caldo il bebè.

 

Contro

Da stirare alla rovescia: Per evitare di rovinare la scritta frontale è necessario evitare di appoggiare la piastra rovente del ferro da stiro direttamente sulla stampa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tutina per neonato Natale

 

3. Vine Pagliaccetto Neonato Snowsuit Autunno Inverno

 

A Natale vorreste far indossare un capo divertente ma anche caldo al vostro bebè? Ecco la soluzione a portata di mano. È perfetto per imbacuccare il pupo e andare a caccia di mercatini natalizi. Il freddo non sarà un problema, perché questo pagliaccetto sostituisce perfettamente il giubbotto e con una maggiore efficacia.

È imbottito e caldo proprio come fosse un capospalla, ma copre interamente il corpo del bebè avvolgendolo in un caldo abbraccio. Il particolare pregio di questo modello sta tutto nella possibilità di scegliere come usarlo. Infatti ha elementi rimovibili che lo rendono adatto anche alle uscite quando c’è vento o freddo intenso. 

Le estremità sono dotate di elastico e in questo modo non può passare il freddo attraverso. I piedini si possono coprire con i calzini in dotazione che si fissano alla gamba con delle comode clip. Anche il cappuccio può essere rimosso se infastidisce il piccolino, ma se si preferisce lasciarlo attaccato basta fissarlo a un paio di bottoni.

 

Pro

Caldo come un giubbottino: L’imbottitura e gli elastici a polsi e caviglie permettono a questo pagliaccetto di essere fatto indossare al posto della giacca e con maggiore efficacia.

Economico: Tra i modelli venduti online, questo piace per il buon rapporto tra qualità e prezzo pur non essendo un articolo prodotto da un marchio molto pubblicizzato.

Divertente: La decorazione è molto originale e per questo convince i genitori che si lasciano intenerire dall’aspetto divertente del proprio bambino.

 

Contro

Non per la neve: La tutina non è impermeabile, per questo inadatta a essere usata durante le prime gite invernali quando la montagna è imbiancata.

Acquista su Amazon.it (€19,95)

 

 

 

Tutina per neonato invernale

 

4. JiAmy Bambino Tute Invernale Pagliaccetto con Cappuccio 

 

Una tutina per neonato invernale con decorazione tenera e irresistibile. Così si presenta questo modello ben imbottito e foderato in morbido e caldo pile. È uno dei pagliaccetti più venduti, specie per via dell’ottimo rapporto tra prezzo e qualità. La buona fattura è un elemento che convince positivamente gli acquirenti. Infatti la lavorazione è curata nei minimi particolari e le cuciture sono ben resistenti e solide.

La migliore occasione per coprire il piccolo senza infagottarlo troppo quando è ora di fare passeggiate invernali. È dotato di cappuccio e anche le calzine sono integrate per coprire al meglio il bebè in caso di temperature esterne particolarmente rigide. 

La chiusura è affidata ai bottoncini a pressione, che corrono lungo tutta la gamba fin su al petto. In questo modo è facile farla indossare e togliere senza infastidire il bebè. Veste un po’ grande, quindi è importante considerare di acquistarlo per i bebè che siano già ben formati e non ancora troppo minuti.

 

Pro

Pile e fodera in cotone: La scelta del tessuto convince molto perché riesce a tenere al calduccio il bebè quando si va a fare una bella passeggiata all’aria aperta anche in pieno inverno.

Decorazione divertente: Il tema scelto per l’aspetto del pagliaccetto è molto convincente e piace soprattutto perché ben fatto in ogni particolare.

Curato nei dettagli: Si fanno apprezzare la presenza del cappuccio, i calzini integrati e la sequenza di bottoncini a pressione che sale dalla gamba fino al petto per un’apertura facilitata.

 

Contro

Vestibilità grande: Anche scegliendo la taglia più piccola non è detto che si potrà vestire adeguatamente un bebè appena nato.

Acquista su Amazon.it (€20,97)

 

 

 

Tutina per neonato in ciniglia

 

5. Pastello Tutina in ciniglia con piedini per bambino

 

Questa tutina in ciniglia si presta a essere usata durante i mesi invernali per coprire in maniera calda e morbida il corpicino del bebè. Piace soprattutto per via della morbidezza del tessuto, perfetto per dare una sensazione di delicatezza al tatto.

Sono realizzate in modo da coprire al meglio tutto il corpo nella sua integralità. Infatti le tutine sono dotate di piedini integrati che così favoriscono la migliore termoregolazione anche alle estremità.

I polsini invece sono morbidi per non stringere troppo e non infastidire il piccoletto. Si può scegliere tra tanti modelli e varietà di colore in modo da poter fare scorta e avere più cambi a disposizione per il bebè.

Non è facile trovare dove acquistare così a buon prezzo e con tanta varietà di scelta tra modelli e fantasie diverse. La vestibilità e buona, le taglie corrispondono a quelle indicate dal venditore. Inoltre le istruzioni per la misurazione dell’altezza e della dimensione dei fianchi sono molto utili per prendere la giusta decisione d’acquisto.

 

Pro

Buona vestibilità: Le misure sono corrispondenti alle reali dimensioni del corpo del bebè all’età dichiarata in etichetta.

Tante fantasie: Si può trovare facilmente il modello adatto ai propri gusti scegliendo tra tante varietà e combinazioni di colori e decorazioni.

In ciniglia: Calda e avvolgente, questa tutina è realizzata con un tessuto morbido e che avvolge il corpo del bebè con delicatezza.

 

Contro

Potrebbe restringere: Un difetto comune della ciniglia è di restringersi un po’ dopo i lavaggi. Bisogna prestare attenzione alla corretta manutenzione del capo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tutina per neonato del Napoli

 

6. ssc Napoli Tutina Estivo Neonato Cotone corto e mezza manica

 

I tifosi del Napoli possono ritenersi più che soddisfatti con questa simpatica tutina in versione marinaretto. Simula i due pezzi di pantaloncini corti e magliettina, ma è un unico capo che si presta a essere usato in estate.

I prezzi bassi non sono un elemento distintivo di questi articoli ufficiali che fanno parte del merchandising delle squadre di calcio. Ma in questo caso si può di certo contare su un capo ben fatto e in grado di attirare la curiosità e l’interesse dei parenti in visita e degli amici tifosi.

I colori sono quelli canonici, dove il celeste ha una netta predominanza sul resto. La tutina si caratterizza per l’attenzione rivolta a ogni singolo dettaglio e l’accuratezza nell’applicazione degli elementi decorativi.

Lo scudetto è stampato al centro e così non c’è proprio da temere che non possa venire bene in foto giusto sotto il faccino del bebè. Si fa indossare facilmente al neonato come fosse una semplice maglietta e poi si chiude dal cavallo come un body ma con una migliore vestibilità.

 

Pro

Prodotto ufficiale: Rispetta a regola d’arte le caratteristiche attese dai prodotti ufficiali realizzati per i tifosi della squadra partenopea.

In cotone: Al 100%, quindi leggero, traspirante e adatto al contatto diretto con la pelle delicata del bebè.

Perfetto per l’estate: Con le maniche corte e i pantaloncini a mezza gamba è perfetto per essere usato d’estate quando fuori fa molto caldo.

 

Contro

Solo una taglia: Questo modello in particolare è disponibile solo in una taglia, la più piccola. Quindi non si presta a soddisfare le esigenze di tutti i bebè.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tutina per neonato di Valentino Rossi

 

7. Valentino Rossi VR46 Moto GP Replica bambino Ufficiale 2017

 

Valentino Rossi è il mito di tanti appassionati di motociclismo e il minimo che possa succedere è che i genitori desiderino trasferire al piccolo le proprie passioni. Iniziando col fargliele indossare, possono proporre al bebè questa tutina che ripropone esattamente le caratteristiche della tuta indossata dal centauro nel 2017 durante il Moto GP.

La replica è precisa in ogni dettaglio, compresi sponsor ed elementi rifrangenti. È presente la scritta “The Doctor” che ha fatto la fortuna di Rossi in sella alle sue moto, in particolare quella più grande si trova sul retro e grazie alla farcitura del pannolino emerge ancora più evidente e buffa.

Non è di certo il modello più economico di questa classifica. Questo prodotto ufficiale parla dritto alla pancia dei veri affezionati di questo sport e di Valentino Rossi in particolare. Il prezzo è notevole e si giustifica solo con l’attenzione rivolta alla riproduzione di ogni particolare del modello originale più grande.

 

Pro

Precisa in ogni dettaglio: Non manca nulla, compresa la scritta “The Doctor” sul pannolino, quella che nel modello originale è a favore di avversario subito dopo il sorpasso.

Con calzini inclusi: I piedini sono coperti grazie alla capacità della tutina di vestire bene tutto il corpicino con la giusta aderenza.

Bottoncini sulle cosce: Per semplificare la vestizione, sono presenti i bottoni a clip lungo tutto l’interno coscia.

 

Contro

Costosa: Molto cara, questa tutina ha un prezzo davvero al di sopra della media per questo tipo di prodotto ed è quanto un vero appassionato è disposto a spendere per una riproduzione in scala del modello originale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tutina per neonato Chicco

 

8. Chicco Tutina Apertura Davanti Unisex

 

Chicco propone una tutina in ciniglia delicata e dalla fantasia adatta a maschietti e femminucce. Ha una simpatica decorazione che mette allegria e che rende l’abbigliamento del bebè spensierato e dolce. Il nuovo modello conquista pareri positivi da parte dei neo genitori soddisfatti e convinti della buona fattura complessiva del capo.

I particolari sono curati e per questo si prestano a soddisfare anche chi ha aspettative più alte. I più esigenti possono ritenersi contenti per via dell’attenzione con cui sono eseguite cuciture e rifiniture. I piedini sono interi e cuciti insieme alle gambette per offrire una migliore protezione al bebè. La manica lunga e i polsini leggermente più stretti consentono la migliore protezione nelle giornate più fresche.

La tutina si può lavare a temperature superiori a 30° così da essere igienizzata con maggiore efficacia di tanto in tanto. La ciniglia è realizzata con tessuto misto, cotone al 80%, per assicurare anche una migliore tenuta ai lavaggi frequenti senza deformarsi o perdere elasticità.

 

Pro

Unisex: Una decorazione delicata caratterizza questa tutina Chicco che si presta a vestire maschietti o femminucce, per un uso che si protrae nel tempo.

In ciniglia di cotone: Il tessuto è misto, cioè ha un 20% di fibra sintetica che assicura una migliore tenuta della tutina anche dopo tanti lavaggi senza deformarsi o perdere elasticità.

Facile da lavare: Sopporta i lavaggi a macchina anche sopra i 30° per una pulizia più approfondita quando necessario.

 

Contro

Troppi bottoni: Sarebbe stata di certo più comoda una zip su tutta la lunghezza invece della gran quantità di bottoncini a pressione che corrono dall’interno coscia fino al petto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere una buona tutina per neonato

 

La tutina è l’abbigliamento perfetto per i primissimi mesi perché copre interamente il corpo del bebè e gli consente di stare ben protetto e al caldo. Spesso i modelli sono disegnati per facilitare il cambio e renderlo meno impegnativo o fastidioso per il neonato. La disposizione dei bottoni o delle zip aiuta a intervenire cambiando il piccolo senza spogliarlo del tutto.  Il modo migliore per un cambio veloce e senza far prendere freddo al bebè è “liberare” solo le gambette per togliere il pannolino sporco e mettere quello pulito.

In base al tipo di materiale impiegato, il pagliaccetto può essere usato durante i mesi invernali o nella mezza stagione. Durante l’estate è bene ricordare che il piccolo dovrà stare quanto più possibile libero e nudo per evitare che il sudore provochi lacerazioni sulla pelle delicatissima.

Usare il pagliaccetto anche in ospedale può essere una grande comodità. In questo modo si dovrà far indossare al bebè un solo indumento e non due, come body e pantaloni. I cambi saranno rapidi e veloci anche per i neogenitori che ancora non hanno grande dimestichezza con questo tipo di operazioni.

 

Quale materiale prediligere

La ciniglia è un tessuto morbido e che simula molto il velluto ma in maniera meno pesante. Quindi ha il vantaggio di assicurare una migliore vestibilità e maggiore elasticità della stoffa. Il suo pregio è anche quello di tenere più caldo il corpo del bambino con una protezione maggiore rispetto alla semplice maglina. Dovrebbe essere realizzata sempre in cotone, o con minime percentuali di tessuto sintetico per favorire sempre la corretta traspirabilità.

La scelta della maglina è vincente sotto tanti punti di vista: i bebè stanno spesso in casa, dove le temperature sono controllate. Infatti non serve coprire eccessivamente il bebè con stoffe troppo calde. Ma anche per questo tipo di stoffa esistono soluzioni diverse. A seconda dello spessore complessivo, il tessuto può essere più o meno caldo e quindi essere adatto all’uso durante periodi diversi dell’anno.

Le stoffe completamente sintetiche andrebbero del tutto evitati perché non sono i più indicati al contatto diretto con la pelle delicata del bebè. Quando possibile è opportuno scegliere tessuti certificati e con il marchio Oeko-Tex.

 

Scegliere il pagliaccetto in base alla stagione

La tutina è utile perché veste interamente il pupo senza lasciare parti scoperte. Quindi non c’è rischio che la pancia o la schiena prendano freddo e il piccolo può muoversi liberamente senza denudarsi.

Ma è importante ricordare che ogni neonato ha la stessa capacità dell’adulto di regolare la propria temperatura corporea in risposta alle condizioni ambientali. Quindi non vale la pena coprirlo di più di quanto sia necessario rispetto alla stagione in cui ci si trova.

Quello che è importante considerare è che il sudore potrebbe causare gravi problemi. Oltre alla formazione della cosiddetta sudamina, la reazione infiammatoria della pelle a contatto con il sudore, si potrebbero produrre delle lacerazioni della cute per colpa dell’esposizione all’umidità costante.

D’estate si raccomanda di tenere il piccolo il più possibile svestito. Se ancora non si regge in piedi, bisogna valutare il fatto che starà sempre a contatto con una superficie che potrebbe farlo sudare.

In inverno, invece, si potrà usare la tutina con le calzine integrate per favorire il riscaldamento delle estremità ai piedini. La circolazione periferica potrebbe non essere efficacissima durante i primi mesi di vita e per questo può essere utile coprire bene i piedi.

Cosa portare in ospedale

La tutina è di solito il capo richiesto dagli ospedali per vestire il bebè appena nato. In questa primissima fase il corpo del bebè subisce un grande cambiamento di stato. Mentre prima viveva immerso in un liquido a temperatura costante, adesso si ritrova a contatto con l’aria che invece lo espone a un continuo cambiamento di temperature.

Per assicurare la migliore accoglienza al bebè, molti ospedali consigliano di usare indumenti di lana. La ragione è che questo materiale favorisce la termoregolazione corporea. La lana più indicata per le tutine da portare in ospedale è la merino, morbida, sottile e dall’elevata capacità di coibentazione.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come cucire una tutina per neonato?

In rete ci sono tantissimi tutorial e diagrammi per ricavare una tutina da una stoffa, meglio se maglina, o riciclando vecchie magliette dei genitori. Basta seguire le indicazioni e avere una certa manualità e la capacità di lavorare a macchina. Migliori risultati si hanno con una macchina da cucire in grado di agire al meglio sulla maglina.

 

Come mettere la tutina a un neonato?

La tutina non si deve sempre aprire completamente, bisogna osservarla con attenzione e verificare quali bottoncini servono per indossare il capo e quali invece siano da sbottonare quando si deve cambiare il pannolino. Questa semplice constatazione rende più veloce la vestizione o il cambio con un vantaggio complessivo per i genitori e per il bebè.

 

Come fare una tutina per neonato coi ferri?

I modelli ai ferri non mancano e si possono trovare tanti pattern gratuiti per seguire le indicazioni che servono per fare un buon lavoro. Per la lana è di certo da preferire la merino, meglio se in combinazione con altri filati come la seta o il cotone. In questo modo il risultato è più gradevole al tatto e il tessuto finale molto più piacevole. Ma sotto il pagliaccetto fatto a mano con la lana si dovrà mettere un body per migliorarne l’efficacia.

 

Come allungare una tutina per neonato?

Non è facile allungare una tutina per neonato, specie se cresce il busto e quindi non si può più chiuderla all’altezza del cavallo. Per i body esistono da tempo delle estensioni che si possono aggiungere per allungare la chiusura e quindi seguire la crescita più a lungo.

Le tutine invece sono più soggette a subire il cambio delle forme del corpo. Si può provare a tagliare le estremità se alla base è cucito il calzino che copre il piede.

 

Come scegliere la giusta taglia?

La taglia si riferisce all’altezza del neonato, quindi va considerata come riferimento di massima in base alla sua età e ai percentili di crescita identificati per quella fascia. Ma non tutti i bimbi hanno lo stesso ritmo di crescita, quindi per trovare l’ottimo bisogna considerare gli estremi massimi, in fatto di lunghezza del bebè ed età effettiva.

 

 

 

Come utilizzare una tutina per neonato

 

Infilare i vestitini ai bimbi sembra una vera sfida, specie durante i primi giorni. Poi, piano piano, ci si abitua e ci si scopre abili a destreggiarsi tra le sfide crescenti. Infatti, presto il cambio avverrà mentre il bimbo è in movimento e il genitore imparerà a sviluppare sempre maggiori capacità di coordinazione e controllo.

 

Come far indossare la tutina

Le tutine sono tutte diverse e hanno chiusure differenti in base al modello scelto. È importante dare un’occhiata prima ai vari sistemi di aggancio per capire bene di cosa si tratta. Alcuni prevedono che la tuta sia infilata dall’alto, quindi dalla testa, e poi sia agganciata a partire dai piedi. Altri modelli invece devono prima essere infilati dai piedi e poi si prosegue col resto.

Cosa cambia da un modello all’altro? Poco, ognuno trova il proprio stato di grazia solo dopo aver fatto qualche esperimento. I prodotti più solidali con le esigenze dei neo genitori sono dotati di bottoncini diversi per segnalare la corretta chiusura delle patte. Infatti, uno dei passaggi più ostici del chiudere i mille mila bottoncini è indovinare l’esatta corrispondenza.

È plausibile immaginare che nessuno tra i neo genitori possa negare di avere avuto un’esperienza paradossale cercando di vestire il proprio pargolo. Un grande classico è accorgersi solo dopo aver appaiato una complessa serie di bottoncini lungo tutto il corpicino, d’aver dimenticato di mettere il pannolino.

 

Indicazioni per lavare bene la tutina

Il lavaggio dei capi da destinare al neonato è importante ma presto dovrà assumere i caratteri di una faccenda domestica semplice. È importante non caricarsi di aspettative o inseguire ideali di igiene speciali e senza un vero fondamento. Se l’etichetta dice che il capo non va lavato oltre i 30° non bisognerà temere di non riuscire a garantire le condizioni igieniche ottimali.

Lo stesso vale per la scelta di lavare anche altri indumenti della famiglia insieme a quelli del bebè. Vale la pena ricordare che eventuali batteri presenti sugli indumenti degli altri componenti hanno già colonizzato i capi del bebè quando lo si prende in braccio.

Una delle migliori accortezze da fare per tutelare la salute del bebè e la propria è smettere di usare detersivi eccessivamente profumati. Spesso queste sostanze si rivelano dei potenti allergeni che provocano disturbi di varia natura anche agli adulti.

Allo stesso modo si può fare a meno dell’ammorbidente, che crea una patina superficiale sui tessuti che di fatto li sporca. Del resto, anche nelle indicazioni d’uso dell’ammorbidente è indicato di non usarlo per trattare pigiami e altri indumenti destinati ai bambini.

Meglio con o senza piedini?

Quando i neonati sono molto piccoli hanno un talento incredibile: riescono a togliere le scarpette, di qualsiasi tipo, nello stesso istante in cui vengono loro messe. È una legge quasi universale e vale per le babbucce come per le calze in genere. Per riuscire a tenere i piedini al caldo e ben protetti, è vincente la scelta della tutina integrale che comprende i piedini.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments