Le migliori sdraiette

Ultimo aggiornamento: 17.10.19

 

Sdraietta – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

La sdraietta può essere un prezioso alleato per i genitori che devono assistere il piccolo da soli. Infatti, qui il bebè può riposare, giocare e osservare la stanza e ciò che lo circonda in una posizione comoda e rilassata. Ma sempre sotto l’occhio vigile dell’adulto che nel frattempo può riposare le braccia o dedicarsi ad altre attività. Il mondo delle sdraiette è popolato di modelli e offerte tutti in apparenza irresistibili. Per essere certi di spendere al meglio il proprio denaro e acquistare esattamente ciò di cui si ha bisogno può essere necessario investire molto tempo nella ricerca. In questo articolo vi suggeriamo la comparazione tra modelli molto interessanti e due si fanno apprezzare in modo particolare. Pocket Relax di Chicco è comoda, ben imbottita e dalle linee molto essenziali. CAM Il mondo del bambino – Giocam vanta un’imbottitura morbida e avvolgente ma può essere facilmente sfoderata e lavata in lavatrice.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori sdraiette

 

La classifica che trovate di seguito vuole proporvi alcuni suggerimenti rispetto a quale sdraietta comprare. Si tratta di opzioni molto interessanti, approvate dagli acquirenti che le hanno scelte.

 

Prodotti raccomandati

 

Sdraietta Chicco

 

Chicco – Pocket Relax

 

Pareri sempre positivi per gli articoli Chicco dedicati alla primissima infanzia. Così come nel caso di questa comoda sdraietta dalle linee essenziali e l’aspetto accogliente.

È ben imbottita per accogliere le forme del corpicino in modo delicato e rispettoso della sua fisionomia. Si distingue per le linee essenziali e la praticità del suo uso.

Infatti è molto semplice da ripiegare su se stessa per trasportarla ovunque serva o per metterla via quando il piccolo non la usa.

Lo schienale si può regolare in tre punti e così favorire l’assunzione della posizione congeniale al tipo di attività che svolge il piccolo. L’inclinazione della schiena ottimale consente al piccolo di non scivolare visto che ancora non è in grado di reggere il peso della schiena.

È disponibile in diversi colori, un elemento che fa sempre piacere trovare perché consente di trovare quello che più si abbina all’arredamento della cameretta o di casa.

 

Pro

Completamente richiudibile: Come scegliere una buona sdraietta dipende soprattutto dal contesto in cui si deve usare. Questa è adatta a essere trasportata ovunque serva perché si compatta completamente.

Reclinabile in tre posizioni: Lo schienale si può reclinare in base alle esigenze del piccolo fino a trovare la giusta angolazione. Se serve un fermo sul retro le consente di rimanere ferma senza dondolare.

Cintura regolabile: Così è possibile fa accomodare i bambini adattando la seduta alle loro caratteristiche fisiche.

 

Contro

Non dondola molto: Il dondolio non è tale da riuscire a intrattenere al meglio i bimbi che non ne vogliono sapere di stare seduti, manca anche un sistema per fissare i giocattoli.

Acquista su Amazon.it (€90,19)

 

 

 

Sdraietta CAM

 

CAM Il mondo del bambino – Giocam

 

C’è tutto quello che serve per essere considerata da molti la miglior sdraietta di quest’anno. È essenziale, piuttosto economica ed è prodotta da un marchio tutto italiano, CAM.

È ben fatta e la seduta su cui si accomoda il piccolo è ben imbottita e avvolgente, forse per questo meno adatta ai periodi in cui fa particolarmente caldo.

È disegnata per sostenere il peso dei bimbi fino a 9 chili e si può regolare su misura per accoglierli al meglio.

Lo schienale si regola in tre posizioni, per aiutare i piccolissimi a stare leggermente sollevati e far stare più eretti i più grandicelli. La posizione nanna è comoda e favorisce un corretto riposo.

Ha una barra removibile da cui penzola un simpatico peluche da osservare o con cui interagire nei momenti clou.

Quando serve è possibile richiudere la sdraietta completamente perché occupi il minimo spazio. Si può sfoderare e il tessuto si può lavare in poche mosse in lavatrice.

 

Pro

Comoda e avvolgente: L’imbottitura è generosa e protegge il piccolo lateralmente, in questo modo offre una seduta confortevole per i più piccoli che non sorreggono il proprio peso.

Testata per garantire massima sicurezza: CAM investe in particolare sul fronte della sicurezza e stabilità dei propri prodotti. Questa sdraietta non è da meno.

Reclinazione regolabile: Si possono scegliere fino a tre posizioni e decidere se far dondolare o meno la seduta.

 

Contro

Regge fino a 9 chili: Per molti bimbi questa soglia è superata già durante i primi mesi di vita, quindi la sdraietta non si propone di seguire la crescita a lungo.

Acquista su Amazon.it (€89,9)

 

 

 

Sdraietta Fisher-Price

 

Fisher-Price Altalena 3-in-1

 

Non è difficile trovare dove acquistare articoli Fisher-Price da destinare al gioco e all’intrattenimento dei più piccoli. Eppure non è sempre facile trovare questa bella sdraietta a prezzi bassi come in questo caso.

Il modello si caratterizza per il gran numero di funzioni, compreso quello di emettere suoni e imprimere un movimento oscillatorio regolabile.

Svolge ben tre funzioni in un solo accessorio, permettendo di intrattenere i piccolissimi a lungo e in modo mirato.

Infatti cambia la sua configurazione man mano che il bambino cresce, fino a poter essere usata come una normale sedia a dondolo dove poter salire e scendere in autonomia. Un sistema di blocco e fermo permette di orientarne l’inclinazione in base al momento della giornata, del riposo o del gioco.

La presenza di un simpatico arco da cui pendono i cuccioli della giungla offre stimoli fantastici ed elementi da fissare e con cui interagire.

Il rivestimento su cui poggia il piccolo si può estrarre facilmente e lavare in lavatrice senza temere che si rovini.

 

Pro

Cambia in base alle esigenze del piccolo: Di certo è più economico acquistare un unico supporto che si evolve man mano che il bimbo cresce. In questo caso la sdraietta si trasforma presto in sedia a dondolo.

Movimento regolabile: Il supporto cui fissare la seduta consente di regolare la velocità del dondolio con semplici tasti.

Facile da pulire: La fodera della seduta è facile da rimuovere e si può lavare comodamente in lavatrice.

 

Contro

Piuttosto ingombrante: La struttura su cui poggia la sdraietta è piuttosto imponente. Se in casa non avete limitazioni di spazio, questo potrebbe essere il nuovo acquisto.

Acquista su Amazon.it (€165,91)

 

 

 

Sdraietta Brevi

 

Brevi B-Fun Sdraietta Seggiolone

 

Ecco un bel modello versatile e utile in diversi contesti, da sfruttare a lungo in vari momenti della giornata e anche durante tutta la fase di sviluppo e crescita del neonato.

La sua peculiarità è di poter essere usata anche come seggiolone, quindi di poter accompagnare anche i momenti dei pasti oltre a quelli del riposo e del relax.

La sdraietta Brevi si presta a essere usata in diverse configurazioni e in questo modo può adattarsi a diversi ambienti della casa e al tipo di attività che vi si svolgono. Una buona notizia, visto che il costo è molto vicino a quello dei normali seggioloni e quindi consente di risparmiare parecchio rispetto alla scelta di acquistare entrambi gli accessori.

L’altezza è regolabile a seconda delle necessità e le gambe sono dotate di rotelle in modo da poter essere spostata comodamente dove e quando serve. Le gambe frontali sono fisse per migliorare la stabilità del supporto quando il piccolo vi siede o se decide di appoggiarsi mentre gattona per la stanza.

 

Pro

Modello evolutivo: La sdraietta è disegnata per essere usata anche come seggiolone dove poter sedere per consumare i primi pasti. Si può regolare l’altezza e l’inclinazione per definire correttamente la funzione da far svolgere a questo accessorio.

Dotato di riduttore per i primissimi mesi: Essendo ben reclinabile è consentito l’uso anche ai bebè che non riescono ancora a stare seduti da soli. La presenza del cuscino riduttore è d’aiuto per contenere il corpo del neonato.

Giochini da staccare: L’archetto che sovrasta la seduta è dotato di tanti giochini da poter staccare a piacimento per permettere al bambino di toccare e divertirsi.

 

Contro

Non traspirante: La seduta e il rivestimento imbottito non sono il massimo in quanto a possibilità di far passare l’aria attraverso e tendono a far sudare il bebè.

Acquista su Amazon.it (€160)

 

 

 

Sdraietta Baby Bjorn

 

BABYBJÖRN Balance Soft

 

Non si trova sempre nei negozi fisici dedicati alla prima infanzia, per questo fa piacere trovare il modello BabyBjorn tra quelli venduti online. Si tratta di una sdraietta molto essenziale ma perfetta per ospitare il neonato perché in grado di sostenerne correttamente il peso di schiena, collo e testa.

Si può regolare in altezza in modo da favorire il momento della nanna o del gioco regolando il campo di visuale del piccolo. Bastano pochi movimenti per definire l’altezza giusta.

È progettata in modo da dondolare grazie allo stesso impulso che imprime il piccolo coi propri movimenti. Gli basterà scalciare per far rimbalzare il supporto che fa muovere la seduta.

Il tessuto impiegato per sostenere il corpo del piccolo è certificato Oeko-Tex, quindi se ne attesta la totale assenza di residui potenzialmente tossici. È traspirante e morbido, pur essendo resistente e in grado di sostenere il peso del piccolo a lungo, per lo meno fino ai due anni.

 

Pro

Essenziale e stimolante: I giochi per neonati più venduti sono quelli pieni di luci e colori, ma non si pensa che durante i primi mesi di vita gli stimoli andrebbero dosati e calibrati in base alle capacità sensoriali del piccolo. Questa sdraietta lo fa.

Regolabile e completamente richiudibile: Si può inclinare in modo da favorire il riposo o l’osservazione del mondo circostante. Quando è il momento di metterla via o di lavare la seduta, si smonta e ripiega in poche mosse.

Materiali certificati e resistenti: Oltre al certificato Oeko-Tex sulla qualità dei tessuti impiegati, la struttura è solo in apparenza fragile e si promette di resistere a lungo alle sollecitazioni.

 

Contro

Meno adatta ai bimbi più grassottelli: Nominalmente la sdraio può ospitare i bimbi fino a due anni, quando possono salire e scendere da soli. Ma per i bimbi che ancora non hanno questa autonomia e iniziano a crescere può risultare limitante.

Acquista su Amazon.it (€126,98)

 

 

 

Sdraietta dondolo

 

Foppapedretti Carillon Sdraietta Altalena

 

Tra le migliori sdraiette del 2019 vogliamo includere anche questo bel modello proposto da Foppapedretti. Fa bella figura con le sue linee slanciate e le numerose funzioni di cui dispone, malgrado sia decisamente ingombrante.

È dotata di diversi elementi per catturare l’attenzione del piccolo e intrattenerlo con stimoli delicati ma irresistibili. Da premiare la scelta di usare colori dalla tonalità molto tenue e stimoli bilanciati come il carillon insieme agli altri giochini che penzolano da un mobile sospeso.

Può cambiare configurazione a seconda delle necessità ed essere usata come una sedia a dondolo riducendo l’ingombro della struttura.

A differenza di buona parte dei modelli, questo è dotato di vassoietto per permettere al piccolo di avere un piano d’appoggio quando serve. I bimbi più arditi potrebbero anche fare una pausa merenda sulla stessa sdraietta avendo un posto su cui poggiare biberon o pappette.

 

Pro

Cambia configurazione in base alla necessità: Si può usare con la struttura o senza e in questo modo cambiarne l’assetto in base all’attività del momento.

Gradevolmente imbottita: La seduta è comoda e avvolgente, ma senza esagerare o far sudare il piccolo quando le temperature si alzano.

Con vassoio portaoggetti: In questo modello il fermo spartigambe fa anche da supporto per poggiare quello che serve al piccolo.

 

Contro

Ingombrante: La struttura portante non si ripiega e quando serve metterla via può essere scomodo se non si ha un posto da dedicarle.

Acquista su Amazon.it (€186,6)

 

 

 

Sdraietta Ingenuity

 

Ingenuity, Altalena-Sdraietta ConvertMe – Orson

 

Ecco una bella sdraietta Ingenuity pensata per intrattenere il piccolo nei momenti di relax e favorire il sonno con un movimento meccanico. È azionata a batterie e dispone di diverse intensità di movimento per trovare la giusta combinazione per conciliare il riposino.

Una soluzione per calmare il piccolo mentre l’adulto che se ne occupa deve svolgere altre attività o semplicemente desidera riposare un po’.

Si può usare come altalena e i meccanismi fissati ai bracci che la tengono retta si muovono favorendo il dondolio. Oppure si può scegliere di farla vibrare per accompagnare il sonno del bebè. La vibrazione ha infatti il potere di calmare il bambino e di tranquillizzarlo come fosse ancora dentro la pancia della mamma.

L’imbottitura è generosa e offre una base d’appoggio omogenea e confortevole per ospitare i bimbi più piccoli. Si chiude con facilità perché le parti snodabili sono dotate di sistema di blocco e sblocco che permette alla sdraietta di ripiegarsi completamente e in tutta sicurezza.

 

Pro

Dotata di due movimenti e musichette: La sdraio può vibrare o dondolare e in contemporanea è possibile attivare musiche e suoni per intrattenere il piccolo con altri stimoli mirati.

Con giochini penzolanti: Non sono tantissimi, ma sufficienti ad attirare lo sguardo del bambino che siede alla giusta distanza per osservare come si muovono sospesi in aria.

Facile da riporre: Il sistema SlimFold permette di aprire e chiudere la sdraio in pochi movimenti perché occupi poco spazio.

 

Contro

L’altalena è un po’ troppo veloce: Il movimento oscillatorio è sembrato un po’ troppo “spericolato” ad alcuni dei genitori di bimbi molto piccoli.

Acquista su Amazon.it (€109,99)

 

 

 

Come scegliere una buona sdraietta

 

La sdraietta è un alleato che serve ai genitori a offrire un giaciglio comodo e sicuro al piccolo che così ha a disposizione un punto d’osservazione mentre la mamma fa altro. L’adulto ha le mani libere, può muoversi tranquillamente all’interno della stanza senza timore che il piccolo possa farsi male e nel frattempo può riposarsi o svolgere altre attività.

D’altra parte, il neonato all’interno della sdraietta può dormire e farsi cullare dal dondolio ritmico, oppure guardarsi intorno man mano che la sua capacità visiva si affina.

Ha un grosso difetto: non piace a tutti i bebè. Alcuni possono trovarla davvero inutile e protesteranno a viva forza una volta dentro. Ma ci sono alcune considerazioni da fare al riguardo. Per esempio, i tempi d’uso della sdraietta devono essere ben controllati e anche il modo in cui viene proposta deve essere rassicurante e rafforzare nel bimbo il desiderio di appropriarsi del suo spazio.

 

 

Quale sdraietta scegliere per il proprio piccolo

La scelta di acquistare una sdraietta o di esprimere il desiderio di possederla affinché amici o parenti la includano tra i possibili regali, dipende da alcuni fattori importanti.

In primo luogo, la sdraietta serve per offrire al piccolo un punto di vista rassicurante e comodo per i momenti in cui è sveglio e si guarda intorno. L’inclinazione deve essere tale da garantire una posizione ergonomicamente corretta, quindi evitando che il mento si richiuda verso il petto facendo affondare il piccolo dentro la seduta.

Da qui il piccolo e man mano che diventa grande ne apprezza le possibilità, ha una prospettiva privilegiata per vedere le azioni che compiono gli adulti nell’ambiente che lo circonda. Quindi questo è il momento per parlare a tu per tu con il bebè da una prospettiva alla pari, diversa da quando il piccolo è tenuto in braccio o è sdraiato a letto o nella culla.

D’altra parte, la sdraietta deve offrire anche una posizione comoda e corretta per consentire al bimbo di fare un pisolino restando sempre vicino all’adulto che lo cura. È la postazione perfetta per i piccoli pisolini del pomeriggio o della mezza mattinata, brevi e che scandiscono le fasi della giornata tra cambi, pappa e attività varie.

 

Accessori inclusi in una sdraietta

Una buona sdraietta può essere estremamente essenziale o più sofisticata, quindi limitarsi a dondolare il piccolo oppure permettere di consumare anche i pasti e svolgere attività diverse man mano che il piccolo cresce.

Esistono modelli che favoriscono l’esplorazione dello spazio, quindi permettono al bimbo di salire e scendere in autonomia man mano che ne acquisisce le competenze. Altri modelli sono pensati per trasformarsi a seconda delle necessità del momento o della funzione più ricercata in casa. Quindi ci sono sdraiette che possono reclinarsi completamente e conciliare il sonno e il miglior riposo, altre che si possono sollevare da terra e raddrizzare per offrire una seduta comoda per i pasti. E altri modelli si possono usare come postazione per i primi giochi e sono dotati di tanti accessori colorati e stimolanti per intrattenere il piccolo.  

 

 

Cosa fare se al piccolo non piace la sdraietta

A volte, ed è normale, il piccolo manifesterà il proprio disappunto nei confronti della scelta della mamma di piazzarlo proprio qui sulla sdraietta. Le ragioni possono essere tante, ma di solito le più gettonate sono quelle che prevedono di sottolineare il desiderio del bambino di stare a contatto il più possibile con l’adulto di riferimento. La sdraietta di per sé non può sostituire il valore dell’abbraccio e del rapporto diretto con l’adulto e potrebbe essere inteso come un possibile intento di abbandono. Il piccolo quindi si attiva segnalando la sua preoccupazione.

Per questo motivo è consigliabile mantenere sempre il contatto fisico e visivo con il piccolo sulla sdraio per continuare il rapporto di reciprocità e vicinanza che determina la relazione tra genitori e figlio. Poco per volta e facendo stare il piccolo solo pochi minuti durante le prime volte, il bambino si abitua a riconoscere come proprio il posto proposto dai genitori.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve la sdraietta per neonato?

Si tratta di una postazione per consentire al piccolo che ancora non gattona e nemmeno riesce a reggere bene il peso del proprio collo e della schiena, di guardarsi intorno e osservare quello che lo circonda. Inoltre è un’ottima postazione per conciliare i riposini brevi che si alternano a momenti più intensi durante la giornata. Il movimento oscillatorio culla e tranquillizza il bebè che si sente ancora avvolto nel caldo abbraccio della sua vita intrauterina. È la stessa ragione per cui è sufficiente passeggiare con il piccolo in braccio per calmarne il pianto.

Si tratta di una postazione particolarmente comoda per i genitori per poter avere le braccia libere e intrattenere il piccolo nei momenti di veglia. Alcuni esperti di educazione consigliano di proporre stimoli mirati e molto veloci al bebè quando si trova in questa posizione di veglia cosciente e serena. Immagini, suoni, colori e altri stimoli possono essere offerti al bebè che si trova sveglio e attento a cogliere le informazioni che provengono dal mondo intorno.

 

A quanti mesi si può proporre la sdraietta per neonato?

Si tratta di un elemento non indispensabile e che alcuni genitori non ritengono di dover includere nel proprio corredino per la nascita. Ma di fatto è bene considerare che se si sceglie di servirsi della sdraietta per offrire una postazione dove stare al bebè, i tempi vanno dosati e calibrati a seconda delle caratteristiche del neonato. Le sue dimensioni, la capacità di reggersi semisdraiato senza scivolare e soprattutto la possibilità di stare su un supporto non perfettamente orizzontale, sono gli elementi da valutare prima di stabilire a che mese il piccolo può usare la sdraietta.

Di solito non è utile nei primissimi mesi, considerando che il primo trimestre si chiama anche il quarto dell’esogestazione. Quindi c’è un periodo in cui il piccolo non ha bisogno di ricevere eccessivi stimoli, anzi necessita di un ambiente raccolto e avvolgente che ricordi ancora l’utero materno. Questa fase varia da bimbo a bimbo, ma quel che non deve essere trascurata è l’importanza che il piccolo possa accomodarsi bene sulla seduta senza affossare dentro e assumere una postura scorretta.

 

Quanto tempo può stare un neonato nella sdraietta?

Di solito è il piccolo stesso a determinare il tempo massimo in cui stare assiso sul proprio trono. Ma è bene ricordare che anche i bimbi piccolissimi hanno necessità di potersi muovere liberamente e la sdraietta a volte ne limita le possibilità. Per questo è anche bene evitare di esagerare, il piccolo potrebbe assuefarsi e ritenere che sia normale stare seduto in poltrona tutto il giorno. Quindi in generale è sempre bene evitare di esagerare con esposizioni troppo prolungate alla stessa posizione.

Il piccolo per apprendere e per riuscire a sviluppare le proprie capacità motorie ha necessità di poter eseguire determinati movimenti. Molti di questi il bimbo li fa quando è in posizione supina. Quindi è una buona abitudine alternare la sdraietta con la palestrina o con un supporto morbido e accogliente sul pavimento. In questo modo non sarà vincolato nei movimenti e potrà allenare la propria muscolatura che gli permetterà di camminare e trovare l’equilibrio.

 

 

 

Come utilizzare una sdraietta

 

Per usare la sdraietta non servono particolari destrezza o competenze. Ma è necessario il buon senso che guidi l’adulto di riferimento verso un uso consapevole e competente di questo strumento. Infatti la sdraietta rappresenta una buona soluzione per offrire un attimo di riposo all’adulto provato dalle tensioni dell’accudimento. Però è indispensabile considerare che il piccolo ha bisogno di muoversi liberamente per allenare la propria muscolatura e le competenze motorie.

 

 

Sdraietta per neonato, ecco quando usarla

Ci sono alcuni contesti in cui è consigliabile usare la sdraietta per neonato e molto spesso si possono identificare solo considerando le abitudini e le routine familiari.

C’è chi preferisce usarla durante la mattinata altri invece la propongono al piccolo durante il pomeriggio. Di fatto si tratta di una base d’appoggio per i momenti della giornata in cui entrambi, l’adulto e il bambino hanno bisogno di ricaricare le batterie, e quindi serve a offrire un posto comodo e sicuro per conciliare il sonno.

È consigliabile proporla al bebè quando è tranquillo, sazio e sereno. Quindi quando si trova in stato di veglia cosciente e sa di poter tenere sott’occhio l’adulto che si muove intorno o che gli dedica particolari attenzioni.

 

Da quando è consigliabile usare la sdraietta per neonato

Questa postazione è consigliata sin dai primi mesi. È importante però sottolineare che non tutti i bambini seguono le stesse tappe dello sviluppo durante le prime fasi della vita, quindi è indispensabile accertarsi che il piccolo si trovi in una posizione ergonomica e confortevole.

Se è troppo piccolo, la schiena tenderà a curvarsi eccessivamente anche in presenza del riduttore. Non è una buona situazione da proporre al neonato ancora così delicato e in piena trasformazione ed evoluzione della struttura ossea e muscolare.

Se si nota che il collo del piccolo è troppo incurvato e che la testa si infossa contro il petto, significa che la postura è decisamente scorretta e il piccolo ha bisogno di maggiore sostegno al centro della schiena. Sono dettagli importanti da considerare in tutti gli elementi contenitivi, compreso l’ovetto e il seggiolino per l’auto.

 

 

Per quanto tempo si può usare la sdraietta per neonato

Il tempo in cui il piccolo può stare sulla sdraio di solito è scandito dal bimbo stesso. Se il piccolo manifesta disagio è bene assecondare le sue richieste ed evitare di forzarlo a restare seduto a tutti i costi. Assocerebbe la sdraietta a un posto sgradevole e finirebbe col detestarla.

Invece è probabile che siano altre le cause che determinano le prime proteste. Un malessere passeggero, fame o eccessiva stanchezza possono essere la causa per cui il piccolo rifiuti la sdraietta e scelga di stare a stretto contatto con i genitori. Ma se si propone questa postazione ogni giorno per pochi minuti alla volta è molto probabile che il bimbo riesca ad abituarsi e riconoscerlo come un proprio spazio di gioco.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...