Le 8 migliori giostrine per culla del 2021

Ultimo aggiornamento: 16.09.21

 

Giostrine per culla – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Le giostrine per la culla sono una soluzione utile per intrattenere il piccolo che ancora non ha altro modo di giocare. Sono pensate per essere osservate dal piccolo che non può afferrarle ma che inizia comunque a scoprire quello che lo circonda nelle vicinanze. I modelli sono simili tra di loro, ma variano alcuni dettagli, come per esempio il sistema di fissaggio alla culla o al lettino. Prima di scegliere cosa acquistare è bene valutare con attenzione le proprie necessità, lo spazio e dove si desidera agganciare la giostrina. Alcuni modelli sono fatti per essere fissati al passeggino, per esempio. In questa guida vi proponiamo alcune tra le migliori soluzioni che più sono piaciute agli utenti. Vi sarà così più facile scegliere la soluzione migliore per il vostro bebè. In particolare vi suggeriamo di valutare la proposta di Fisher-Price Giostrina degli orsetti CDN41, divertente seppure molto semplice offre anche un ricco campionario di musiche con cui intrattenere il pupo. Tiny Love Take a long mobile è un modello colorato ma anche molto delicato che piace perché ha la clip per essere agganciata al passeggino.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori giostrine per culla – Classifica 2021

 

 

1. Fisher-Price Giostrina degli orsetti CDN41

 

Tra le migliori giostrine per culla fa bella figura questo modello Fisher-Price. Si caratterizza per la versatilità e la possibilità di realizzare diverse funzioni utili. Non si limita a girare ed emettere una gradevole melodia.

La struttura è pensata anche per rischiarare la stanza con una luce delicata. La parte superiore fa da proiettore che riflette verso il soffitto le sagome di stelle e animaletti. Anche se non ruotano, le figure sembrano muoversi perché la loro immagine tende a sfuocarsi o ingrandirsi durante la proiezione.

In memoria il dispositivo ha una decina di melodie gradevoli e adatte al bebè. Si può così scegliere tra le tante fino a trovare la preferita dal piccolo. Aspetto sempre più spesso presente nei prodotti per la puericultura, anche qui è possibile contare su una sequenza di rumori bianchi. Si tratta di suoni con determinate frequenze e che non hanno una vera e propria melodia. Hanno lo scopo di richiamare alla memoria del bebè il tipo di rumori che sentiva da dentro la pancia di mamma.

 

Pro

Ben fatta: Plastiche solide e robuste per questa giostrina che promette di catturare l’attenzione di genitori e bebè.

Sonaglietti: Oltre agli immancabili personaggi di peluche, la giostrina proietta verso il soffitto delle luci soffuse in cui si intravedono le sagome di stelle e animaletti.

Si può staccare: Dopo essere stata utilizzata sopra la culla o il lettino, la giostrina può essere staccata dal suo supporto per essere usata come luce notturna su qualsiasi ripiano.

 

Contro

Telecomando: Non si può controllare ogni funzione della giostrina direttamente dal telecomando, per esempio è necessario attivare o disattivare il meccanismo manualmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Tiny Love Take a long mobile Giostrina per culla

 

Tra le migliori giostrine per culla del 2021 questo modello fa bella figura per il suo aspetto gradevole e la possibilità di intrattenere il bebè anche in contesti diversi oltre il lettino. Infatti, l’elemento con il motore a cui sono attaccati i pupazzetti che girano in tondo è rimovibile. Una volta scollegato dal supporto si può agganciare dove si preferisce perché è dotato di comodo gancio universale.

Una soluzione perfetta per chi cerca quale giostrina per culla comprare che sia anche versatile e adatta a seguire gli spostamenti. Infatti è ideale per essere fissata alla cappotte del passeggino, dove continua a fare il proprio dovere, magari accompagnando il piccolo al sonno.

La giostrina musicale garantisce mezz’ora di intrattenimento. Così è possibile intrattenere il bebè con suoni diversi fino a trovare quello che più gli piace. Se invece si preferisce far ascoltare altro al neonato, si può impostare il meccanismo perché si limiti a girare senza emettere suoni.

 

Pro

Facilmente adattabile: Non solo per lettino, la giostrina si può fissare anche a supporti diversi in base alle esigenze. Ci si può servire del gancio o del velcro in dotazione per ancorare il motore altrove.

Buona fattura: In prevalenza plastica e poliestere per i pupazzetti che ruotano sulla testa del bebè. Ma di buona qualità e i pezzi sono assemblati con cura.

Con musichette: Fino a mezz’ora di musiche adatte ai neonati per questo primo giocattolo da proporre al piccolo appena nato.

 

Contro

Non si smonta: Anche se è possibile spostare il gruppo con motore e sonaglietti, non è possibile sganciare i pupazzi per lavarli singolarmente o proporli al piccolo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Brevi Safari Giostra musicale C1200074291

 

Quando si tratta di stabilire come scegliere una buona giostrina per culla, i classici possono vincere il titolo di intramontabili. In questo caso non manca nulla per offrire al piccolo un intrattenimento analogico del tutto in linea con le caratteristiche attese da questo tipo di articolo. Non servono batterie perché la carica è a molla, basta tirare la cordicella per attivare la melodia del carillon.

Inoltre, i pupazzetti di peluche possono essere facilmente rimossi dalla loro postazione e proposti al bebè perché inizi a farsi i primi amici morbidi morbidi. Non figura tra le offerte più a buon mercato. Punta dritto a una fascia di clienti speciali, attenti a proporre ai propri figli solo stimoli selezionati e poco chiassosi.

Ma il prezzo tutto sommato si riflette nell’alta qualità complessiva dei materiali e delle finiture. Si aggancia al lettino con fermezza grazie al sistema di ancoraggio che si serve delle sbarre per stare dritto e assicurare il giusto intrattenimento al bebè. 

 

Pro

Pupazzetti graziosi: Il bello di questi elementi è che possono essere tolti dalla struttura della giostrina per essere proposti al piccolo che così ha i primi giochi da manipolare.

Tessuti di qualità: Anche se in velluto, il tessuto e l’imbottitura usati per realizzare i piccoli peluche sono sicuri per il bebè e inoltre sono materiali anallergici.

Adattabile: Si può montare al lettino oppure si può adattare il fermo per essere fissato ai seggiolini auto o alle sdraiette per bebè.

 

Contro

Carica a corda: Si tratta di un carillon, quindi del tutto meccanico e con carica manuale per ottenere solo pochi minuti di melodia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Chicco Casina delle api Giostrina per lettino

 

In comparazione con altri modelli visti in questa classifica, l’estetica di questa soluzione può apparire differente. Di fatto è uno dei cavalli di battaglia del marchio Chicco, che la propone già da qualche decennio. Alcuni genitori potrebbero rischiare di riconoscerla nelle foto della propria primissima infanzia.

Malgrado sia di fatto un modello d’antan, è anche uno tra i più venduti online. Piace per la sua semplicità, i colori vivaci e le forme rassicuranti usate per realizzare le piccole api che ruotano intorno al bebè. La rivisitazione in chiave contemporanea non cambia quasi nulla del vecchio modello. I bracci hanno un design studiato per far variare la rotazione delle api che non è sempre uguale e stimola l’attenzione del piccolo.

Il carillon a corda emette una musichetta allegra, non adatta a conciliare il sonno ma piacevole e di sicuro effetto sul bebè. Ha un volume alto, ma non risulta troppo chiassoso come avviene invece con i modelli alimentati a batteria.

 

Pro

Proprio come quella di mamma: Rivede, ma non troppo, in chiave contemporanea un modello d’epoca che hanno usato i nonni con i rispettivi genitori.

Colori vivaci: In netta controtendenza, questa giostrina si contraddistingue per l’aspetto allegro e le tonalità accese degli elementi che la compongono.

Con musichetta a corda: Il carillon emette una musichetta allegra e dal volume squillante, perfetta per richiamare l’attenzione del piccolo anche se meno adatta a conciliare il sonno.

 

Contro

Solo per lettino: Il montaggio è possibile solo tra le sbarre del lettino, quindi se si ha una culla con la barriera intera non è possibile fissare il carillon.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Fehn Rainbow Giostrina musicale 160741

 

Tra i modelli più venduti di quest’anno c’è anche questa simpatica soluzione cosmonautica. Molto originale la scelta di rappresentare dei piccoli alieni e i rispettivi pianeti di provenienza. Caratterizzati da colori tenui e delicati, ma allo stesso tempo allegri, i piccoli peluche possono essere rimossi dal loro supporto e proposti come giochi per il bebè.

È un modello a carillon, quindi perfetto per chi vuole proporre uno stimolo al bimbo e non un suono rilassante per conciliare il sonno. Infatti il motivetto ha un timbro squillante e dura solo pochi minuti. Nel frattempo i piccoli personaggi dondolano sui loro bracci creando un piacevole effetto sulla testa del bebè.

Si fissa alle sponde del lettino con un sistema di perni che ne favorisce la perfetta stabilità. Ma è necessario avere il classico letto con le sbarre di legno e non con la sponda intera come nel caso della Next2Me per esempio. Infatti, in questo caso potrebbe essere necessario fare un buco alla parete per ancorare con fermezza la giostrina al supporto.

 

Pro

Motivo originale: Non i classici orsetti, né le immortali apine, qui sono rappresentati dei simpatici alieni provenienti dai loro pianeti lontani.

Elementi scomponibili: Si possono proporre i singoli peluche al neonato, oppure si può smontare la struttura per adattarla ad altri supporti compatibili diversi dal lettino.

Con melodia allegra: Si alimenta con la corda e il carillon si attiva per qualche minuto emettendo una musichetta allegra e in grado di attirare l’attenzione del neonato. Decisamente non adatta a prendere sonno.

 

Contro

Serve bucare il supporto: Per fissare la giostrina al meglio serve avere il lettino con le sbarre di legno, oppure bisogna forare la parete per far passare il perno che, avvitandosi, sorregge la struttura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Nattou Nina, Jade e Lili Giostrina musicale

 

Qui vi proponiamo dove acquistare una giostrina che chiama per nome i propri piccoli sonaglietti. Si tratta di un set di piccoli peluche molto teneri e dall’aspetto dolce che si candidano a diventare i giocattoli preferiti del bebè. Il modello è proposto a prezzi bassi ma offre una qualità alta e attenzione per i particolari soddisfacente.

I pupazzetti sono ben fatti e si possono proporre con tranquillità al neonato che sarà libero di abbracciarli e mordicchiarli. Di certo una soluzione adatta a intrattenere il piccolo che si incanterà osservando i loro movimenti in aria.

La musichetta, infatti, è di breve durata e limitata ad attirare l’attenzione del piccolo in momenti più concitati. Si deve caricare manualmente di continuo per intrattenere il bebè che così si diverte a riconoscere la melodia e associarla a una sensazione positiva. Il carillon si può staccare facilmente dalla struttura, infatti qui è solo appeso al gancio. Quindi è facile spostarlo dove serve, magari appendendolo altrove come nel passeggino.

 

Pro

Struttura amovibile: Si può appendere altrove se si preferisce, infatti è appesa al sostegno con un semplice gancio e può essere ancorata dove è possibile fissare un altro supporto.

Pupazzi mobili: Oltre a dondolare sui bracci della giostrina, i pupazzetti possono essere spostati dal loro supporto e proposti al bebè che potrà giocarci e manipolarli a piacimento.

Curata nei dettagli: La soluzione piace perché molto ben fatta, le plastiche sono solide e i pupazzi cuciti con cura e con materiali anallergici.

 

Contro

Altezza non regolabile: Non è possibile decidere a che altezza montare la struttura né come farla penzolare vicino al bebè, così si rischia che risulti d’impiccio specie se il fasciatoio è montato sul lettino.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Sunshine smile Campana di vento stile nordico

 

Il modello più economico ma anche il più suggestivo. Ecco come si presenta questa giostrina che piace per la sua estrema semplicità eppure ha un grande potenziale in grado di catturare l’attenzione del bebè. Minimale ma perfetto per neonati e stimolare l’attenzione e la loro curiosità, si limita ad attirarne lo sguardo verso gli elementi che si muovono spontaneamente con l’aria.

Non ha elementi sonori né altri stimoli diversi rispetto a quelli visivi. Del resto l’attenzione dei bimbi durante i primissimi mesi di vita è molto limitata e la capacità di visualizzare oltre una certa distanza è molto ridotta. In questo modo il piccolo riceve solo uno stimolo, su misura delle proprie capacità.

Poi sarà la volta di introdurre soluzioni diversi con elementi più strutturati. Gli elementi fissati al mobile sono realizzati in feltro, così da risultare molto gradevoli alla vista e anche al tatto, seppure non sia possibile staccarli dalla loro cordicella.

 

Pro

Minimalista: Stimolo perfetto per i bebè di appena poche settimane che non sono ancora in grado di puntare lo sguardo troppo lontano.

Elementi in feltro: La scelta del materiale per realizzare gli elementi decorativi premia sotto diversi aspetti, sono abbastanza pesanti da cadere dritti verso il basso, inoltre si muovono con leggiadria se investiti dalle correnti che si formano dentro la stanza.

Altezza regolabile: Il laccetto che fissa il cerchio di legno si può accorciare fino a raggiungere l’altezza desiderata.

 

Contro

Supporto non incluso: Il modello venduto è solo il mobile, cioè l’anello di legno che regge gli elementi in feltro che muovendosi catturano l’attenzione del bebè. Bisogna trovare il modo di agganciarlo al lettino o altro supporto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Nanán Tato Giostrina 6132

 

Il nuovo che sta suscitando pareri entusiasti è questo, che si compone di elementi semplici ma efficaci per richiamare l’attenzione del bebè. È formato da elementi morbidi e facili da staccare, Nanán propone una soluzione delicata e neutra adatta a maschietti e femminucce. Funziona azionando il carillon che attiva la musichetta delicata e gentile che riempie i piccoli di serenità.

Si può staccare l’elemento con i pupazzi che girano in tondo per fissarlo a un altro gancio. Il carillon, invece, è fisso ed è collegato al supporto che la fissa al lettino. In questo modo tutta la struttura è più solida e stabile, per garantire la massima sicurezza al bebè mentre la giostrina è in funzione.

Gli orsetti possono essere sganciati dal loro supporto e proposti al bebè oppure si possono lavare in lavatrice senza temere di danneggiarli.

 

Pro

Delicato: Il mobile nel complesso risulta molto delicato e armonioso, un complemento d’arredo per la stanzetta di grande valore.

Ninna nanna: La melodia è il classico motivo di Brahms, che incanta per la sua dolcezza e la grazia senza tempo.

Compatibile col lettino: Si fissa alle sponde dei lettini con le sbarre di legno e qui si fissa con stabilità e fermezza.

 

Contro

Costosa: Questo modello è proposto a un prezzo di base molto alto, risulta evidente che si paghi soprattutto il prestigio intorno al marchio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere una buona giostrina per culla

 

La scelta della giusta giostrina passa soprattutto dal tipo di supporto a cui la si vuole ancorare. Non tutte le culle sono uguali, così come non tutti i sistemi di fissaggio sono universali.

È bene accertarsi per tempo e verificare quale sia il più adatto a questo scopo. Si possono trovare soluzioni che necessitano le tipiche sbarre del lettino, oppure altri modelli hanno un fermo che si può fissare alla culla con il bordo integro.

Altri elementi da valutare sono la versatilità del modello. Alcuni si possono spostare per essere ancorati altrove, magari vicino alla postazione in cui il bebè fa il bagnetto. Più spesso, è possibile agganciare il supporto con carillon e pupazzetti alla carrozzina o al passeggino. In questo modo si può continuare a usare il giocattolo anche in altri contesti.

Giostrina fatta a mano o comprata

Quando si tratta di allietare le prime settimane di vita del bebè ci si dedica spesso a progetti di fai da te. Realizzare una giostrina è molto semplice e non richiede particolari abilità manuali. Si tratta di collegare fermamente al supporto gli elementi che gireranno intorno al bebè creando la suggestione del movimento.

Si possono creare dei mobili con le proprie mani, oppure ci si può dedicare a progetti più semplici a partire da prodotti semistrutturati. I produttori vendono delle basi, con supporto da fissare alla culla o il lettino, da completare con i pupazzi preferiti, scegliendo i colori adeguati. Del resto è vero anche che il mercato offre una ricca varietà di prodotti già pronti e bilanciati per poter girare intorno senza ingarbugliarsi. Facile cedere alla tentazione di acquistarne uno già pronto.

 

I modelli con proiettore

Successivamente e fino al passaggio verso il lettino e la propria stanzetta, la presenza di una luce che rischiara la stanza potrà essere salutata con grande interesse. Si tratta di proporre al bebè una soluzione che abbia anche un certo fascino e che crei una piacevole suggestione. Il proiettore, infatti, illumina dolcemente l’ambiente e riflette sulle pareti delle forme semplici. Stelle, animaletti e piccoli cerchi di luce irradiano e a volte si muovono in circolo. Sono una soluzione perfetta per rendere la stanzetta più accogliente e il riposo del bebè più sereno.

In associazione a questi elementi luminosi si trovano anche musiche più complesse, spesso registrate ed emesse dal piccolo impianto audio. Oppure si possono collegare dei lettori, mp3 o Bluetooth, per riprodurre la musica preferita senza limitarsi alla breve selezione proposta dalle ditte che realizzano i giocattoli.

La giostrina Montessori

L’idea alla base del metodo della famosa pedagogista italiana è di favorire il naturale sviluppo delle competenze innate nel bambino. Per farlo, in così tenera età è opportuno proporre solo gli stimoli che il piccolo è in grado di decifrare, tenendo conto delle sue limitate possibilità.

Del resto è bene ricordare che durante le prime settimane di vita le capacità percettive del neonato sono molto limitate. In questa prima fase e per i successivi mesi, il piccolo potrà vedere o elaborare pochi stimoli alla volta. Quindi, in questo senso, gli articoli troppo chiassosi con luci, musiche ed elementi penzolanti possono non essere indicati durante i primi mesi di vita.

Meglio proporre un solo stimolo per volta. Magari realizzando un mobile, il classico ornamento con le decorazioni che si equilibrano muovendosi di continuo, con figure monocromatiche. In un primo tempo si potrà puntare a un solo colore, il blu, per esempio, che è una tonalità percepita con maggiore agio dall’occhio del neonato. Poi si potranno introdurre gli altri colori primari come il giallo e il rosso. Infine, elementi con forme in netto contrasto realizzate in bianco e nero permetteranno ai bebè sotto i sei mesi di distinguere facilmente le prime forme e la loro rappresentazione in forma di immagine.

 

 

 

Come utilizzare una giostrina per culla

 

L’utilizzo della giostrina dovrebbe essere come stimolo in veglia e non come strumento per facilitare l’addormentamento. Infatti, i piccoli elementi in movimento rappresentano uno stimolo per l’intelligenza, le facoltà visive e in seguito motorie e non, come si crede spesso, un sistema per conciliare il sonno. Di certo, il piccolo in posizione supina e dopo tanto sforzo potrebbe finire con lo schiacciare un pisolino per recuperare le energie.

Dove mettere la giostrina

La culla e il lettino sono le postazioni privilegiate per questo tipo di giocattolo. Si fissano in alto in modo che il piccolo possa vedere chiaramente i personaggi muoversi dalla sua prospettiva. È importante che i pupazzi non si trovino esattamente sopra la faccia ma a un’angolazione tale da permettergli di cogliere i movimenti dal basso. In questo modo è possibile seguire con lo sguardo le forme in movimento e iniziare la percezione tridimensionale dello spazio.

Quando la giostrina si mette sulla culla è bene valutare con attenzione le dimensioni e l’ingombro reale di questo oggetto. Non dovrebbe essere eccessiva nemmeno in seguito, quando sormonterà il lettino perché il piccolo potrebbe cercare di afferrarla e potrebbe farsi male. Di solito i modelli migliori permettono di regolare l’inclinazione del giocattolo e la sua altezza rispetto al supporto cui viene ancorato. Si tratta di una soluzione semplice, del resto il fissaggio è spesso standard e non riserva speciali difficoltà.

 

Giostrine speciali per le culle vicine al lettone

Un discorso a parte va fatto per le soluzioni che invece si vogliono installare vicino alle culle come la Next2Me della Chicco o gli altri modelli che si possono agganciare al letto dei genitori. Spesso queste soluzioni hanno una parete laterale integrale, senza le sbarre tipiche del lettino. Qui potrebbe essere più difficoltoso fissare bene il sostegno e potrebbe essere necessario immaginare delle soluzioni alternative.

La più semplice, in questo caso è fissare una staffa di dimensioni adeguate direttamente alla parete. In questo modo si potrà far penzolare sopra la culla il mobile preferito e all’altezza più adatta. Questo giocattolo, quindi, può essere ancorato al soffitto così come si fa di solito con le campane di vento. Il movimento naturale di questi oggetti sarà ancora più marcato in questo caso, perché non sarà limitato dalla struttura fissa e un po’ rigida che normalmente si aggancia alla struttura del lettino.

Che differenza tra lettino e culla

Bisogna ricordare che il bebè che occupa la culla ha ancora delle limitate capacità di percepire il mondo intorno. Quindi è necessario dosare con cura gli stimoli per l’elemento da usare durante le prime settimane o mesi di vita. Quindi è importante evitare di proporre a neonati troppo piccoli musiche, luci e elementi mobili in un unico giocattolo.

In seguito bisognerà prestare attenzione nel proporre i pupazzetti che si montano sulla giostrina e che spesso sono removibili. Infatti il piccolo li porterà di certo alla bocca, oppure dentro il lettino potrebbero essere un pericoloso elemento che potrebbe soffocare il bebè. La supervisione dell’adulto, in questo caso, è necessaria e deve essere vigile e costante evitando quanto più possibile di proporre al bebè oggetti non adeguati alla sua età.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come fare una giostrina per culla?

Ci sono diversi sistemi per realizzare questo simpatico giocattolo. La struttura fai da te è realizzata di solito in legno e sormonta la culla fissandola a muro. Gli elementi mobili possono essere realizzati con materiali diversi: la carta, il feltro, i più abili possono realizzare delle forme con l’uncinetto, gli adorabili amigurumi.

Come montare la giostrina sul lettino?

Il prodotto viene venduto con l’apposito sistema per il fissaggio alle sbarre del lettino. Di solito si tratta di un perno da fissare da un lato all’altro della sponda con un sistema a vite che ancora fermamente il supporto al suo sostegno. Altri modelli sono universali e si possono fissare anche alle pareti intere, come quelle delle culle e delle navicelle del trio. Si deve fare attenzione e scegliere in base all’uso che si desidera fare dell’oggetto e al posto in cui si desidera montarlo.

 

Dove si mette la giostrina per culla?

L’altezza giusta e l’angolazione ottimale si verificano manualmente. Bisogna quindi mettere la propria testa dove l’avrà il bebè e controllare la visuale da questa postazione. Questo esercizio è utile per individuare in anticipo anche altri elementi di disturbo che potrebbero infastidire il sonno del neonato. Infatti, oltre alla migliore visuale degli elementi in movimento su di sé, il piccolo potrebbe essere infastidito da riflessi, luci e ombre che si possono vedere solo dalla propria postazione dove dorme.

 

Dove trovare i modelli amigurumi per la giostrina?

Con la parola giapponese amigurumi ci si riferisce all’arte di realizzare piccoli oggetti e pupazzi con l’uso dell’uncinetto. Si possono acquistare dei libri a tema, oppure è sufficiente fare visita ai siti di settore dove è facile trovare le istruzioni, gratis o a pagamento per eseguire con le proprie mani le piccole figure da montare sulla struttura della giostrina.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI