I 7 Migliori Biberon del 2019

Ultimo aggiornamento: 16.12.19

 

Biberon – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Trovare il miglior biberon per il proprio bimbo non sempre è una passeggiata. In particolare la forma della tettarella determina il suo successo o insuccesso con il piccolo. Altri parametri da prendere in considerazione dipendono dalle abitudini della coppia mamma e figlio. Se si desidera continuare ad allattare al seno è importante che, specie nei primi tempi, la tettarella sia molto simile al capezzolo. Specie la suzione deve essere identica per non creare confusione. Quindi non c’è da spaventarsi se il numero di fattori da considerare sono tanti, basta chiarirsi le idee e pensare dal punto di vista del piccolino. Due marchi sono riusciti a offrire soluzioni interessanti che consentono di andare a colpo sicuro, o quasi, specie durante i primi mesi di vita del piccolo. Puntare a queste soluzioni vi consentirà di risparmiare tempo e denaro trovando qualcosa che possa andare bene a lungo. Qualche esempio? MAM – anticoliche autosterilizzante semplifica le operazioni di pulizia e sterilizzazione delle diverse componenti e offre una buona garanzia di aderenza alle richieste del piccolo. Chicco – Natural Feeling abbina la forma ergonomica della bottiglia alla presenza di una tettarella inclinata che favorisce l’ingerimento del latte riducendo il rischio di formazione di aria nel pancino.

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 Migliori Biberon – Classifica 2019

 

Vi state chiedendo quale biberon comprare? Questo strumento deve fare al meglio quello che il seno della mamma è preposto a fare naturalmente. Quindi si deve sostituire perfettamente al capezzolo della madre per favorire il corretto sviluppo del palato e le mandibole e consentire un’alimentazione regolare e senza stress per i neonati.

Di seguito facciamo una carrellata ravvicinata delle caratteristiche dei migliori biberon del 2019, che meritano attenzione in questo momento. Avrete così il maggior numero di informazioni possibili che vi saranno d’aiuto nello scegliere un buon biberon.

 

 

Biberon MAM

 

1. MAM FB0503B Biberon Anticoliche Autosterilizzante, 260 ml

 

MAM è un marchio noto per la qualità dei suoi prodotti frutto di ricerca e attenzione nei confronti dei più piccoli. Si dedica specificamente ai prodotti destinati alla primissima infanzia e lo fa mettendo in campo i risultati della ricerca medica nel settore.

In questo caso vediamo un set composto da tre biberon identici e disegnati per rispondere alle esigenze dei bimbi un po’ più grandicelli. Le dimensioni sono tali da soddisfare le esigenze dei bimbi che hanno già qualche mese, ma le caratteristiche costruttive lo rendono adatto anche per i neonati. Infatti è dotato di fori di ventilazione che favoriscono l’espulsione graduale dell’aria man mano che il piccolo succhia il latte. Mentre la tettarella in dotazione è quella pensata per garantire un rilascio di latte lento e perfettamente compatibile con quello del seno.

Il dettaglio che rende questo biberon interessante è la possibilità di semplificare le operazioni legate alla sterilizzazione. È disegnato per essere facilmente smontato e basta inserire poca acqua alla base per riuscire a sterilizzare in microonde sia il bicchiere che la tettarella. In più, la possibilità di svitare la base rende più semplici le operazioni di pulizia all’interno del biberon.

 

Pro

Base avvitata: Si tratta dell’innovazione più interessante messa a disposizione da questo marchio che piace ai pediatri. È possibile svitare la base per accedere al fondo e pulirlo correttamente evitando incrostazioni per un lavoro fatto bene.

Autosterilizzante: Una volta smontato, il biberon si ricompone in modo da essere riempito con poca acqua, quella che serve per creare il vapore che sterilizza al microonde il biberon e la tettarella.

Adatto all’allattamento misto: La forma della tettarella è studiata per rendere semplice e indolore il passaggio dal seno materno al biberon. In questo modo non si crea confusione e il piccolo non rifiuta il seno perché lo trova più difficile da ciucciare.

 

Contro

Un po’ più cari rispetto alla media: In generale i prodotti MAM sono venduti a un prezzo più alto rispetto ad altri modelli di buona qualità. Si paga la grande attenzione per i dettagli, la ricerca e lo sviluppo di soluzioni a misura di bimbo e l’impiego di materiali altamente sicuri.

Acquista su Amazon.it (€18,76)

 

 

 

2. Mam 600122 Set Regalo con 3 Biberon

 

Non è facile scoprire dove acquistare questo set, perché il marchio MAM produce così tanti prodotti destinati alla primissima infanzia che è difficile trovare un negozio che abbia la dotazione completa di tutti i prodotti in catalogo. In particolare questo set si presenta come un’ottima idea regalo per i neo genitori di una bimbetta. È dotato di tre biberon di diverse dimensioni, ma completano il kit anche un ciuccio anatomico e il laccetto per fissarlo ai vestiti o alla copertina.

Il marchio non si caratterizza per i suoi prezzi bassi, quanto piuttosto per la ricerca attenta e continua nei confronti della qualità dei suoi prodotti.

In questo caso fa piacere sapere di poter contare sul fondo che si svita per raggiungere facilmente le parti più difficili da pulire. Inoltre lo stesso fondo fa da contenitore dell’acqua necessaria a sterilizzare tettarella e bottiglietta direttamente nel microonde.

 

Pro

Un regalo perfetto per il baby shower: C’è tutto quello che serve alla mamma che vuole allattare la piccola con il biberon. Oltre a due bicchieri piccoli, ce n’è uno grande, il ciuccio e il fermaglio per agganciarlo ai vestiti e alla copertina.

Alta qualità MAM: Il set comprende i biberon che vengono normalmente prodotti e venduti ai genitori, con l’assicurazione di qualità per i prodotti realizzati in modo da venire incontro alle esigenze reali dei più piccoli.

Sistema anticolica: Per esempio, l’innovativo sistema di rimozione dell’aria dal biberon per evitare che il piccolo la ingoi mentre prende il latte è uno tra i più efficaci.

 

Contro

Adatto ai primi mesi di vita: Il set è proposto per i neonati, da zero mesi in poi. Se la piccola ha già qualche mesetto il set potrebbe rivelarsi insufficiente e i due bicchieri piccoli potrebbero presto non essere più usati.

Acquista su Amazon.it (€27,5)

 

 

 

Biberon Chicco

 

3. Chicco 80723 Natural Feeling Biberon, 2 Mesi, 250 ml

 

Chicco è un marchio onnipresente nella vita dei piccolissimi, almeno durante i loro primi tre anni di vita. Si rende prezioso per i neogenitori per via del ricchissimo assortimento del catalogo, compresi i modelli pensati per rispondere alle esigenze dei neonati. Come per esempio fa questo speciale biberon pensato per facilitare la suzione anche grazie ad alcuni accorgimenti nel design del bicchiere.

La forma è tale da facilitarne l’impugnatura, quindi appena il piccolo è in grado di coordinare questi movimenti può reggere da sé la bottiglietta e portarla alla bocca. Infatti la bottiglia è larga e i bordi si assottigliano al centro, un disegno specificamente pensato per favorire la gestione autonoma del biberon. Anche la posizione della tettarella salta subito all’occhio in comparazione con i modelli tradizionali.

È inclinata rispetto ai soliti modelli perpendicolari per facilitare la suzione anche delle ultime gocce di latte che si depositano esattamente in corrispondenza della bocca del piccolo. Nemmeno a dirlo, è uno tra i modelli venduti online che maggiore successo riscuote tra gli utenti.

 

Pro

Forma ergonomica della bottiglia: Quando la bottiglietta è abbastanza larga è ha la forma leggermente stretta a fine corsa. Questo accorgimento la rende facile da impugnare direttamente dai piccoli, non scivola e la presa è salda.

Tettarella inclinata: Il vantaggio di questa strana forma della tettarella è doppio, da un lato consente di favorire la corretta postura del neonato come fosse allattato al seno. Ma soprattutto aiuta a bere il latte fino all’ultima goccia senza far entrare aria nel pancino.

Prezzo conveniente: Di solito i prodotti Chicco si distinguono dagli altri per il loro prezzo molto concorrenziale e la buona qualità dei materiali.

 

Contro

Dimensioni contenute: Il bicchiere non è dei più grandi e potrebbe non essere sufficiente per dar da mangiare ai bimbi durante la loro crescita.

Acquista su Amazon.it (€8,5)

 

 

 

Biberon Avent

 

4. Philips Avent SCD290/01 Set “Prime Poppate” con Biberon Natural

 

Avent propone un set ricco con la dotazione perfetta per iniziare ad avere tutto a portata di mano. Comprende diverse bottiglie per rispondere alle esigenze nutrizionali man mano che passa il tempo e il piccolo cresce. Ma anche altri elementi arricchiscono questo kit che riesce anche a semplificare la vita di chi deve occuparsi di tenere puliti i pezzi.

Uno scovolino è incluso ed è perfetto per raggiungere i bordi della bottiglietta, così da essere veramente pulita prima di procedere alla sterilizzazione.

Un biberon è dotato di doppia valvola, un sistema anticolica che facilita il passaggio dell’aria al di fuori del biberon man mano che il latte finisce. La tettarella anatomica in dotazione è pensata per essere flessibile e morbida come il capezzolo materno, infatti si schiaccia e curva come fa il seno nella bocca del piccolo.

Se siete tra i genitori che hanno bisogno di acquistare tutto quello che serve da zero perché il vostro è il primo bebè in famiglia, vi farà piacere sapere che nel nuovo set troverete anche il ciuccio con disegno simmetrico e piatto, quindi da usare indifferentemente da entrambi i lati. I pareri degli utenti premiano questo prodotto per la sua completezza e soprattutto per il fatto di riuscire a compiere le promesse fatte.

 

Pro

Set ricco di accessori: Oltre ai biberon e alla relativa tettarella è presente anche una spazzola per raggiungere il fondo della bottiglia e pulirla a fondo e un ciuccio da usare durante i primi mesi.

Bottiglia anatomica: Il set ne comprende quattro due coppie per dimensione. Quindi sono adatte a seguire lo sviluppo del piccolo offrendo latte a sufficienza per le poppate. Le mani del piccolo riescono ad afferrare la bottiglia grazie alla sua forma studiata appositamente per questo scopo.  

Tettarella per allattamento misto: Il design con petali concentrici che caratterizza le tettarelle assicura morbidezza e flessibilità. In questo modo non è troppo evidente la differenza tra l’allattamento al seno o con il biberon.

 

Contro

Ciuccio piccolino: Più di un utente segnala che la dimensione del ciuccio sia un po’ troppo ridotta e per questo non accompagna il piccolo per i suoi primi sei mesi di vita. Cioè fino a quando si sceglie una taglia più grande perché la bocca è cresciuta.

Acquista su Amazon.it (€45,25)

 

 

 

Biberon anticolica

 

5. Tommee Tippee Closer to Nature Colour My World Biberon 260ml

 

Tra le offerte da prendere in considerazione troviamo anche questo delizioso modello proposto dal marchio Tommee Tippee che piace proprio perché imita bene le caratteristiche del seno materno. In questa versione propone uno dei set più venduti dal marchio, tre biberon delle stesse dimensioni ma dotati di valvola particolarmente sensibile che limita l’afflusso di aria all’interno della bottiglia.

Anche la tettarella è realizzata in silicone particolarmente morbido e sagomato in modo da simulare la suzione al seno. Perfetti per favorire l’allattamento misto sin dai primissimi giorni di vita, questi biberon piacciono anche perché rappresentano il modello più economico in fascia di prezzo medio/alta.

 

Pro

Uno tra i più compatibili con l’allattamento al seno: L’azienda punta tutta la propria attività nella realizzazione di strumenti che facilitino l’allattamento naturale. O tutt’al più quello misto. Questi biberon sono molto indicati per non far sentire troppo la differenza al piccolo.

Forma ergonomica per semplificare la suzione: Tanto la bottiglia come la tettarella sono studiati in modo da essere facili da reggere e per rendere semplice la  poppata.

Valvola anticolica: Per forza di cose, bere da un biberon non è la stessa cosa che farlo dal seno, quindi è importante sapere che Tommee Tippee conta su un sistema brevettato per l’imitare l’aspirazione di aria.

 

Contro

La forma non rende facile la pulizia: La forma stretta alla base e la presenza di angoli e restringimenti non semplifica la rimozione di incrostazioni e altra sporcizia che si accumula con il tempo.

Acquista su Amazon.it (€19,03)

 

 

 

Biberon Nuk

 

6. Nuk Set Biberon First Choice+, 300 ml, 0-6 Mesi, Tettarella Silicone

 

Nuk realizza biberon di buona qualità e il set che abbiamo selezionato ne è un chiaro esempio. Si tratta di tre bottigliette da 300 ml, quindi adatte all’uso fino ai sei mesi, ma in realtà anche oltre. Le dimensioni del biberon sono tali da permettere al piccolo di reggerlo presto da solo con le proprie manine.

Anche chi deve allattare il piccolo lo fa con facilità perché la presa è comoda e le dimensioni del bicchierino sufficienti a soddisfare i bisogni nutrizionali a lungo. Il bebè può contare su un articolo ben fatto, realizzato con grande attenzione per i particolari e perfetto per accompagnare dalla nascita il percorso di crescita.

Come ci si aspetta da un buon prodotto, anche qui è certificata l’assenza di BPA, sostanza presente spesso nella plastica e sospettata di essere responsabile di gravi conseguenze per la salute. Qui manca, come in ogni prodotto per la primissima infanzia che si rispetti.

 

Pro

Set da tre: In dotazione con le tre bottigliette ci sono anche le tettarelle anticolica taglia M, adatte per essere usate dal bambino da zero fino a sei mesi.

Collo largo per una pulizia facilitata: Le dimensioni della bottiglietta sono tali da rendere facile raggiungerne il fondo per una pulizia più accurata e senza residui.

Tettarella anticolica: In dotazione sono presenti le tettarelle per la suzione lenta e in più la loro forma è studiata per limitare il più possibile l’ingestione d’aria che causa le coliche.

 

Contro

Non adatte alla sterilizzazione in microonde o lavastoviglie: Il produttore sconsiglia il lavaggio a macchina per colpa dei detersivi che possono danneggiare la plastica. Anche l’esposizione alle onde del microonde è sconsigliata per evitare di danneggiare il biberon. È necessario sterilizzare con vapore o acqua bollente.

Acquista su Amazon.it (€13,95)

 

 

 

Biberon Medela

 

7. Medela Biberon Anti Colica con Tettarella Calma, 150 ml

 

Medela propone una comoda tettarella adatta a non disabituare il piccolo dall’esercizio per la suzione al seno. Se la tettarella è troppo semplice da usare si rischia che il bambino rifiuti il seno materno. Per questo motivo la tettarella Calma che si trova in questo biberon è studiata in modo da offrire uno scorrimento lento e graduale del latte, solo dopo che il piccolo fa un certo sforzo coi muscoli facciali.

La bocca si allena alla suzione e il piccolo non è demotivato di fronte al maggiore sforzo che richiede attaccarsi al seno della mamma. Anche la forma della tettarella ricorda quella del seno, si schiaccia completamente contro il palato assottigliandosi in modo da non far notare troppo la differenza tra i due metodi di nutrizione.

Le dimensioni della bottiglia sono quelle base, da 150 ml. Anche questo dettaglio è interessante perché consente di preparare solo una piccola dose di latte artificiale per il bambino se si ritiene che non abbia assunto latte a sufficienza perché il seno lo sazi. Si presta a essere usato anche in concomitanza con il tiralatte dello stesso marchio. Basta avvitare la bottiglietta al dispositivo per il tiraggio e avere subito pronto il pasto per il bambino quando serve.

 

Pro

Tettarella Calma: Si tratta di una speciale tettarella studiata per simulare alla perfezione la suzione naturale al seno. Il piccolo deve creare il vuoto per riuscire a tirare il latte e la tettarella si schiaccia contro il palato in profondità esattamente come succede per l’allattamento naturale.

Biberon pronto all’uso: Non serve bucare il beccuccio perché il biberon è pronto all’uso e si può subito mettere all’opera senza temere che interferisca con l’allattamento al seno.

Materiali di ottima qualità: Tutta la linea Medela è sviluppata per garantire massima sicurezza al bambino e inoltre i materiali sono scelti in base alle loro caratteristiche altamente performanti.

 

Contro

Prezzo più alto della media: Rispetto ad altri biberon, questo appare leggermente più caro. Specie se si considera che si tratta di bottiglie da 150 ml.

Acquista su Amazon.it (€11)

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere un buon biberon?

 

Si tratta di uno strumento di cui difficilmente, nei primi anni di vita del bambino, è possibile fare a meno. Meglio dunque scegliere in modo accurato quale biberon acquistare, soppesando le varie caratteristiche, a cominciare dai materiali di bottiglia e tettarella, così da trovare il modello capace di soddisfare genitori e figlio.

 

 

Aspetti fondamentali per l’allattamento misto

Il miglior biberon che consente di portare avanti anche l’allattamento al seno deve essere dotato della giusta tettarella. Non sono tutte uguali e i modelli anticolica sono dotati di forellini che favoriscono il passaggio dell’aria durante la suzione, ma non rispecchiano le caratteristiche del capezzolo materno.

Per poter essere usati anche a questo scopo, cioè alternare allattamento al seno e con il biberon, i migliori biberon del 2019 sono progettati in modo da garantire un flusso lento del latte. Anche lo sforzo che deve fare il piccolo per far uscire il latte deve essere proporzionale a quello che si fa per stimolare il capezzolo materno.

 

Capacità del biberon

Quando l’allattamento è avviato, o quando è già terminato perché sono trascorsi già dei mesi è più facile comprendere quale biberon comprare. A questo punto, la discriminante è determinata dalla quantità di latte che serve per soddisfare le esigenze nutrizionali del piccolo. Sarà più semplice trovare la tettarella adatta alla capacità di suzione perché quest’operazione sarà già assodata e ben assimilata.

Trascorsi anche i primi tre mesi, anche la frequenza con cui compaiono le coliche del lattante sarà diminuita e quindi si potrà indugiare su aspetti secondari ma piacevoli come l’aspetto e le decorazioni del biberon. Ma comprendere come scegliere un buon biberon sarà sempre subordinato all’attenta osservazione del comportamento del piccolo. Fino a quando non sarà in grado di padroneggiare i movimenti e le operazioni necessarie per il suo nutrimento, bisognerà portar pazienza e rispettare i suoi tempi scegliendo le tettarelle più adatte alle sue caratteristiche fisiologiche.

 

 

Materiali usati per i biberon  

Esistono biberon in vetro e altri in plastica. La scelta è determinata dalle esigenze e le preferenze familiari. Infatti la normativa prevede che la plastica utilizzata sia perfettamente compatibile con lo scopo e soprattutto non deve essere sensibile agli sbalzi di temperatura.

Variano anche i materiali utilizzati per la tettarella. Il silicone è tra i più gettonati, comodo e facile da tenere pulito è anche il più morbido e in grado di imitare la consistenza del capezzolo materno. Anche il caucciù è una scelta valida e possibile che mettono a disposizione quasi tutti i produttori per chi preferisce un materiale di origine naturale.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come sterilizzare i biberon MAM?

Questi dispositivi sono molto apprezzati dalle mamme e dai medici che sostengono l’allattamento al seno perché rispettano la fisionomia dei bambini senza grosse interferenze. Quindi è anche da apprezzare lo sforzo per rendere i loro prodotti semplici da usare e pratici.

In particolare i biberon MAM sopportano abbastanza bene la sterilizzazione in frigorifero. Si tratta di una soluzione adatta a chi vuole usare questo dispositivo per liberare spazio sul ripiano della cucina senza riempirsi troppo di gadget per la cura della prima infanzia.

 

Come riuscire a far prendere il biberon al bebè?

Non tutti i bambini sono uguali e non tutti apprezzano gli stessi stimoli. In generale, ma senza pretesa di esaurire il campionario di possibilità, i bimbi accettano di bere al biberon perché è più semplice e veloce rispetto all’allattamento al seno. Iniziare l’allattamento misto, seno e biberon, rappresenta una tra le maggiori cause di abbandono dell’allattamento naturale.

Del resto c’è da immaginarselo: anche un neonato è in grado di fare un rapido calcolo del vantaggio che gli deriva dall’accettare di mangiare in fretta dalla bottiglia e lentamente dal seno della mamma. Se si vuole continuare l’allattamento al seno è necessario trovare soluzioni che non scoraggino la suzione naturale.

 

Come dare il biberon a un neonato allattato al seno?

La scelta della giusta tettarella interferisce direttamente sul successo dell’allattamento. Se si propone al bebè un biberon troppo facile da suggere, difficilmente tornerà a preferire l’allattamento materno.

Per questo motivo è bene fare attenzione al tipo di tettarella scelta per fare allattamento misto o per proporre al bebè il proprio latte estratto con il tiralatte.

 

Come sterilizzare biberon e ciucci?

Di solito il miglior sistema e più efficace è il vapore. Si può ottenere in modi diversi. Mettere a sterilizzare le bottiglie con il microonde può essere un’ottima idea fino a quando lo consente la ditta produttrice nelle indicazioni di funzionamento del prodotto.

Oppure si possono mettere dentro lo sterilizzatore che emette vapore in un ambiente protetto che garantisce l’assenza di batteri quasi completa per almeno 24 ore. Infine, si può far bollire il biberon ma anche in questo caso è importante valutare le indicazioni fornite dal produttore.

 

Quando si deve cambiare la tettarella del biberon?

Se si cominciano a notare crepe e fessure è importante prestare attenzione allo stato della tettarella in generale. Il decadimento di questi oggetti comincia spesso dal silicone della tettarella. Se sembra incrinato e pronto per rompersi è arrivato il momento della sostituzione.

 

 

 

Come utilizzare il biberon

 

Usare un biberon è facile, ma è bene conoscere alcuni particolare importanti per essere certi di sfruttare al massimo le sue possibilità e non esporre il bebè a rischi inutili. Per esempio è importante sapere come lavare il biberon perché sia perfettamente sterile e adatto a entrare in contatto con il piccolo.

 

 

Come sterilizzare un biberon

Quando si tratta di definire come lavare il biberon la faccenda comincia a farsi avvincente. A seconda delle caratteristiche dichiarate dal produttore è possibile oppure impossibile servirsi del microonde per la produzione del vapore. Anche il lavaggio a macchina può essere scelto per la sterilizzazione della superficie del biberon, infatti raggiunge temperature elevate e rappresenta un sistema pratico e veloce. È però indispensabile evitare di utilizzare detersivi per il lavaggio in lavastoviglie per evitare che la plastica dei biberon possa logorarsi.

Il metodo ancora valido anche se estremamente rischioso è quello di collocare i pezzi da sterilizzare direttamente nell’acqua bollente.

 

Fino a quando si deve sterilizzare il biberon

Il sistema immunitario del neonato è ancora immaturo alla sua nascita, e continuerà a esserlo nel prossimo futuro. Fin quando il bambino compirà 6 mesi almeno.

Non è il caso di esporre il bebè al rischio di contrarre malattie per via dell’esposizione a batteri che non è in grado di sconfiggere da sé. Mentre i bambini allattati al seno si rivelano più autonomi da questo punto di vista perché è il latte stesso della madre a offrire la colonia di batteri utili alla protezione dell’organismo ancora immaturo.

Si considera che il piccolo sia pronto per riuscire a contrastare l’attacco di agenti esterni con le proprie difese immunitarie a partire dal sesto mese di vita. Non a caso questo momento coincide con lo svezzamento e l’introduzione di cibi solidi nell’alimentazione del bambino.

 

 

Quando togliere il biberon

Si passano alcuni giorni a cercare di capire come abituare il neonato al biberon e poi è necessario spendere altrettanta energia per convincerlo a farne a meno. L’esperienza del cibo solido deve essere fatta nella finestra temporale che va dal sesto all’ottavo mese.

Secondo il nuovo filone di ricerca sull’alimentazione del neonato, questo è il momento in cui il corpo è pronto a ricevere nuovi alimenti e riconoscerli senza poi sviluppare allergia a qualcuno degli ingredienti che si portano a tavola regolarmente.

Restare troppo tempo affezionati al biberon può portare il piccolo a rifiutare il cibo nuovo a scapito del benessere che può trarne grazie al fatto di provare cosa c’è di nuovo proprio al momento giusto. Anche l’esplorazione delle consistenze deve essere fatta in questo periodo critico in modo da rendere il piccolo capace di deglutire anche i cibi solidi con sicurezza e disinvoltura.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...