I migliori seggioloni

 

Seggiolone – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Un buon seggiolone consente al bambino di prendere parte alle attività che si svolgono a tavola all’ora di pranzo. Può essere un ottimo sistema per avvicinarlo alle routine familiari portandolo all’altezza del tavolo e da qui lasciargli sbirciare quello che avviene normalmente quando i genitori portano il cibo in bocca. Spesso non ci si fa caso, ma questi primi insegnamenti sono indispensabili per i più piccoli. Trovare il modello di seggiolone più adatto alle proprie esigenze può essere una vera e propria sfida. Ne esistono numerosi modelli e tipologie. Per risparmiare tempo nella ricerca e investire bene il vostro denaro vi consigliamo di dare un’occhiata alle offerte che abbiamo selezionato in questo articolo. Vi aiuteranno a fare una comparazione per trovare la soluzione adatta. Chicco – Polly New rappresenta un vero e proprio campione di vendite, piace per la sua versatilità e la robustezza. Stokke Tripp Trapp Legno che possiamo definire come “sedia evoluta” e che impressiona positivamente per la sua versatilità

 

Opinioni sui migliori seggioloni

 

Una rapida carrellata di prodotti vi aiuterà a stabilire quale seggiolone comprare per rispondere al meglio alle vostre aspettative e al vostro stile.

 

Prodotti raccomandati

 

Seggiolone Chicco

 

Chicco – Polly New

 

Chicco propone questo versatile e comodo seggiolone che si piazza tra i più apprezzati di sempre tra quelli venduti online. Una soluzione comoda ed efficace per dedicare uno spazio esclusivo per il piccolo e le sue attività, dalla pappa al gioco passando per le pause nanna.

Infatti il seggiolone è regolabile e la struttura consente di ottenere fino a sei altezze diverse. Una buona idea se si vuole giocare rasoterra e usare il seggiolone come postazione di gioco o come sdraietta. Infatti lo schienale si può reclinare e assecondare la posizione più comoda per i riposini pomeridiani.

La possibilità di regolare l’altezza della seduta si apprezza anche in seguito, quando il bimbo si siede direttamente a tavola con mamma e papà ma ha bisogno di un rialzo per raggiungere il livello giusto. Il vassoio è scomponibile, cioè si può rimuovere la parte superiore per lavarla con più facilità dopo il pasto. Oppure si può staccare del tutto e lasciare lo spazio libero.

 

Pro

Si trasforma come serve: Il modello Polly figura tra i più venduti del marchio italiano per la sua versatilità. Si può usare come seggiolone o come sdraietta regolando l’altezza della seduta oppure inclinando lo schienale al bisogno.

Richiudibile: La struttura è piuttosto ingombrante e punta su le ampie gambe che assicurano stabilità. Ma quando non serve, il seggiolone si può rimpicciolire e ripiegare su sé stesso.

Con riduttore: Se ne consiglia l’uso dai sei mesi, cioè da quando il bimbo è in grado di reggere il peso della schiena e della testa, ma la presenza del cuscino riduttore è indispensabile per rendere la seduta più comoda.

 

Contro

Non comodissimo da spostare: Anche se la stazza gioca a favore della stabilità e le rotelle sono pensate per favorirne lo spostamento da una stanza all’altra, c’è da dire che non è proprio il più facile da manovrare. Se questo non vi spaventa, ecco dove acquistare il seggiolone.

 

 

 

 

Seggiolone Stokke

 

Stokke Tripp Trapp Legno

 

Merita di entrare nella classifica dei migliori seggioloni del 2019 il modello Stokke Tripp Trapp. E di gran lunga. Infatti è il primo seggiolone a essere concepito come sedia evolutiva che sprona il piccolo alla conquista della propria autonomia. E del proprio posto a tavola.

Si adatta alla crescita del bebè e il costo iniziale molto alto si spalma di certo nella lunga vita che lo attende.

Si può usare come base sulla quale montare la speciale culla per ospitare il bebè appena nato e portarlo all’altezza della mamma. Oppure si può decidere di farvi sedere il piccolo quando riesce a reggere il peso di testa e schiena, aiutandolo con un semplice cuscino riduttore.

Poi, man mano che il piccolo cresce e acquisisce padronanza dei movimenti, riesce a sedere da solo e scendere da sé dalla speciale sedia.

 

Pro

Il primo e imitatissimo: Questo modello è in cima alle classifiche di vendite da decenni ormai e continua a fare proseliti e si moltiplica il numero di chi cerca di imitarlo.

Linee essenziali e inconfondibili: I veri amanti del design nordico non possono restare indifferenti di fronte alle linee nette ed essenziali tipiche dello stile scandinavo.

Disponibile in numerosi colori: Non solo brillante legno di betulla, le finiture sono infinite, dalle classiche fino alle più pop.

 

Contro

Costoso: Il modello originale Stokke è senza dubbio più costoso di quanto realmente valgano i materiali impiegati per la sua realizzazione. Ma il genio non ha prezzo, o almeno non dovrebbe essere svalutato.

 

 

 

 

Seggiolone pappa

 

Hauck – Alpha

 

Si tratta di un modello ispirato a un più famoso seggiolone che presentiamo in questa classifica. In più si caratterizza per i prezzi bassi cui è proposto rispetto all’originale.

Per il resto non ha nulla da invidiare. È realizzato in modo da accontentare tutti quelli che nutrono grandi aspettative nei confronti del design minimale che si adatta alla crescita del piccolo semplicemente spostando le tavolette alla giusta altezza. La pappa, l’accesso al tavolo degli adulti o a quello dei giochi, tutto è perfettamente consentito semplicemente spostando nelle rispettive scanalature le mensoline portanti.

Ha un fermo che fa da divisorio per le gambe ma serve anche ad assicurare il piccolo al suo posto senza temere che possa scivolare. Un cuscino riduttore va acquistato a parte per rendere la seduta più confortevole. Una vera e propria soluzione d’arredo che poi si continua ad usare a lungo in casa.

 

Pro

Più economico dell’originale: Il modello si ispira chiaramente al più famoso Stokke che ha reso famoso nel mondo lo stile nordico: essenziale e spartano anche nell’accudimento dei bebè. Ma lo fa bene e senza far rimpiangere la soluzione più costosa.

Design minimalista: La struttura segue la crescita del piccolo e si può usare anche per accogliere i piccolissimi acquistando separatamente la culletta da montare in cima. Durante la crescita del piccolo basterà spostare le assi di legno al posto giusto.

Stabile e solido: La struttura è pensata per garantire fissità e non temere i movimenti più indemoniati del piccoletto.

 

Contro

Non si può ripiegare: La struttura è solida e una volta montata è inamovibile. Si confonde tra le sedie di casa, ma non si può nascondere nel vano dietro la porta. Se questo non rappresenta un problema, questo potrebbe essere il vostro nuovo seggiolone.

 

 

 

 

Seggiolone CAM

 

CAM Il mondo del bambino – Campione

 

I pareri sono quasi tutti positivi per questo seggiolone CAM che propone caratteristiche interessanti da prendere in considerazione.

Si può regolare in altezza in base alla preferenza e al tipo di attività da far svolgere al piccolo quando è seduto sul suo trono. La minima consente di raggiungere anche la base dei tavoli più bassi, mentre in alto è più facile regolare la posizione della nanna.

Ha a disposizione un piatto inamovibile cui fissare il vassoio da usare per il gioco o per la pappa. Infatti il vassoio ha anche a disposizione un rivestimento di plastica trasparente che rende più facile pulire a fondo le superfici dopo il pasto.

Quando non serve, il seggiolone può essere ricompattato e si regge in piedi da sé. Una soluzione comoda perché minimizza l’ingombro di un oggetto di per sé piuttosto impegnativo.

 

Pro

Regolabile in altezza o inclinazione: Quando si deve stabilire come scegliere un buon seggiolone la versatilità sta sempre in cima alla lista dei pregi desiderati. In questo caso l’inclinazione dello schienale è ampia così come le altezze che può raggiungere la seduta.

Stabile e sicuro: Si fa apprezzare anche il notevole investimento di CAM in fatto di sicurezza del prodotto che viene testato per assicurare la perfetta tenuta in caso di sbilanciamento laterale.

Richiudibile: Quando non serve, il modello si ricompatta e rimpicciolisce per occupare il minimo ingombro possibile.

 

Contro

La seduta non si può liberare completamente: Lo spartigambe è collegato alla tavoletta centrale dove si fissano i vassoi. Che non è possibile togliere del tutto per consentire al piccolo di salire e scendere da solo.

 

 

 

 

Seggiolone Foppapedretti

 

Foppapedretti Meeting Seggiolone, Teddy Grey

 

Il seggiolone Foppapedretti è un bel modello, funzionale, pratico e non troppo ingombrante. Piace anche perché è possibile usarlo in diverse configurazioni che permettono di sfruttarlo a lungo.

Va bene per i bambini dai 6 mesi in poi, quindi è indispensabile che siano in grado di stare ben seduti da soli. Regge al massimo 15 chili, quindi sarà il momento di cederlo a un nuovo nato in famiglia.

Lo schienale si regola in più posizioni per permettere al piccolo di stare comodo e poter riposare se ha sonno dopo mangiato. Anche il poggiapiedi è reclinabile così le gambette non stanno penzoloni e si possono stendere al meglio.

Per facilitare la pulizia, il vassoio si può rimuovere e si lava con pochi e semplici gesti, c’è chi lo mette in lavastoviglie facendo attenzione a non eccedere con le temperature del ciclo di lavaggio.

Si regola in altezza e si ricompatta con pochi movimenti agili e semplici. In questo modo è possibile usarlo come sgabello per consentire al piccolo di partecipare alle attività che si svolgono in casa, magari osservando quello che fanno i fratellini maggiori quando giocano seduti a terra.

 

Pro

Si regola in altezza: Il seggiolone Foppapedretti piace perché consente di trovare l’ottimo in base all’uso che se ne vuol fare, il supporto per poggiare i piedi si regola in altezza per dar modo al piccolo di poggiarsi per bene senza stancarsi. Si regolano anche l’altezza della seduta e la distanza del vassoio dallo spartigambe.

Facile da chiudere: Servono pochi e semplici movimenti per richiudere la struttura che si regge in piedi da sé o per riaprirla e averla a portata di mano solo quando serve.

Semplice da pulire: Si può rimuovere il vassoio superiore per avere una più facile possibilità di manovra e pulire bene i resti di pastina e altro cibo che rimane appiccicato ovunque.

 

Contro

Tanta plastica: Il modello non brilla per attenzione ai materiali, è indispensabile foderare la seduta con mussoline o altri tessuti per evitare di far sudare il piccolo.

 

 

 

 

Seggiolone Peg Perego

 

Peg Perego Seggiolone Siesta

 

Il seggiolone Peg Perego Siesta piace perché è un prodotto solido e robusto indicato per chi è in cerca di un modello da usare tutti i giorni e anche in diverse circostanze.

Infatti il sedile si può reclinare completamente, lo schienale come il poggiagambe possono essere stesi in modo da offrire una sdraietta comoda per i sonnellini.

Si può regolare in altezza in modo da raggiungere il tavolo o essere usato come seduta da avvicinare rasoterra mostrare cosa c’è all’altezza dello sguardo del piccolo.

L’imbottitura della seduta è comoda e facile da pulire perché è ben imbottita pur essendo realizzata in un tessuto cerato. Si pulisce facilmente con un panno e non resta macchiata, ma è sempre consigliabile rivestirla con del tessuto naturale per evitare che faccia sudare il piccolo stando direttamente a contatto.

La struttura è solida e ben piantata, anche se le linee sono piuttosto snelle e non danno la sensazione di un oggetto troppo ingombrante a prima vista.

 

Pro

Ben strutturato: Il seggiolone è ben piantato e consente di contare su un dispositivo sicuro e ben stabile che assicura la massima sicurezza al piccolo in ogni situazione.

Regolabile in diverse posizioni: Questo seggiolone Peg Perego è pensato soprattutto per consentire al piccolo di fare la nanna dopo il pasto, quindi si reclina completamente e offre maggiore comodità rispetto ai modelli che rimangono leggermente inclinati.

Vassoio facile da rimuovere per la pulizia: Si può decidere se togliere tutto il vassoio per consentire ai bimbi più grandi di salire e scendere da soli, oppure se staccare solo la parte superiore per pulirla a parte.

 

Contro

Difficile da spostare: È dotato di sistema Stop&Go, che consiste in due pulsanti che permettono di bloccare o sbloccare i freni per spostare il seggiolone dove serve, peccato che non siano progettati per facilitare lo spostamento.

 

 

 

 

Seggiolone Brevi

 

Brevi – B-Fun Sdraietta

 

Il seggiolone Brevi è un buon mix di elementi che permettono di usarlo lungo un arco di tempo prolungato. La seduta si può completamente stendere e funzionare da sdraietta per i primi mesi in cui il piccolo può solo stare coricato.

La posizione supina è resa comoda dalla possibilità di regolare l’inclinazione della seduta in modo da consentire alla schiena di stare completamente stesa senza sopportare il peso della testa.

Il riduttore è pensato per avvolgere e contenere il corpo del neonato, quindi non c’è rischio che possa cadere o scivolare. È realizzato in tessuto morbido e gradevole al tatto, quindi non fa sudare troppo il piccolo che si trova in questa posizione così raccolta.

Le cinture vengono in soccorso in questo momento e anche quando il piccolo è abbastanza grande da stare seduto per mangiare la propria pappa. A questo punto il seggiolone si può regolare in altezza e lo schienale si posiziona in modo da essere comodo e facile da reclinare in posizione più dritta.

 

Pro

Tanti sonagli colorati: In dotazione è compreso l’arco da cui far penzolare i giocattoli colorati e di tessuto morbido per intrattenere il piccolo.

Si stende completamente: Quindi è possibile usare il seggiolone come fosse una sdraietta sin dai primissimi mesi di vita del piccolo.

Pedana per i piedi regolabile: In questo modo non c’è il rischio che le gambe penzolino troppo e il piccolo possa stancarsi senza disporre di un appoggio per i piedini.

 

Contro

Difficile da spostare da una stanza all’altra: Non è facilissimo spostare il seggiolone da una stanza all’altra perché le rotelle non sono semplici da governare.

 

 

 

 

Seggiolone legno

 

Safety 1st Timba Basic

 

Forse non il miglior seggiolone in assoluto ma di certo un’ottima soluzione per offrire una seduta al piccolo e ottimizzare l’ingombro in casa.

Anche questo si ispira in maniera inequivocabile al più famoso modello svedese, ma il prezzo cui è proposto è incredibilmente vantaggioso. È una sedia evolutiva, quindi in tutto e per tutto ideata per seguire lo sviluppo del piccolo e offrirgli una comoda seduta a qualsiasi età.

Va completato con i relativi accessori a seconda dell’età del bambino e per offrire comodità e stabilità. In particolare, per i piccolissimi è previsto il riduttore morbido e imbottito in stoffa corredato di cinture di sicurezza.

Stimola l’autonomia del bambino che si può arrampicare da solo e raggiungere la seduta comodamente man mano che acquisisce libertà e sicurezza nei movimenti.

 

Pro

Sedia evolutiva: Il bello di questo tipo di sedia è che bastano davvero delle minime modifiche per rendere la seduta accogliente per qualsiasi bambino, dai sei mesi in poi.

Intuitivo nell’uso: Basta spostare l’asse di legno per raggiungere l’altezza giusta per far poggiare i piedi o per raggiungere la tavola da pranzo.

Estremamente economico: Il prezzo piccolissimo è l’aspetto che fa più gola in questo seggiolone.

 

Contro

Non regge più di 30 chili: A un prezzo piccolo corrisponde qualche aspetto negativo. Qui non viene a mancare stabilità ma la possibilità di essere usato per tutta la vita, aspetto che caratterizza il modello originale di questo stile.

 

 

 

 

Guida per comprare un seggiolone

 

Per scegliere un buon seggiolone è necessario avere ben chiaro cosa ci si aspetta da questo strumento e quale supporto deve assicurare a seconda delle consuetudini familiari. Il seggiolone può diventare un valido alleato per chi trascorre tanto tempo in casa e ha bisogno di assicurare il piccolo a una postazione che lo intrattenga in vari modi. Oppure gli si può delegare il semplice ruolo di postazione per i pasti. Quel che conta è che il suo ingombro e le diverse configurazioni siano quelle adatte alle esigenze reali di adulti e bambini.

 

 

Per la pappa o anche per la nanna e il gioco

Un seggiolone può essere scelto in base al tipo di aiuto che serve in casa. Sempre più spesso le ditte propongono supporti adatti a ospitare i bebè sin dai primi mesi di vita. Quindi lo schienale e il poggiagambe possono essere facilmente reclinabili del tutto e la presenza di comodi riduttori imbottiti permettono di far stare il piccolo nella posizione che gli è più congeniale.

I bimbi che già hanno superato questa fase e sono già in grado di gattonare, esplorare l’ambiente circostante e riescono a reggersi bene in posizione seduta è possibile puntare a prodotti pensati per favorire lo sviluppo di competenze specifiche. Si tratta di seggioloni evolutivi che consentono di essere poi usati come vere e proprie sedie anche dai bambini più grandi, e successivamente restano in casa come fossero comodi sgabelli per tutta la famiglia. Questo possibile uso dipende dalla solidità del modello e dalla sua capacità di carico.

 

Facilità d’uso e ingombro complessivo

Un buon seggiolone deve essere facile da configurare. Quindi se consente di reclinare lo schienale o il supporto per le gambe, meglio scegliere quelli che si possono regolare con una sola mano. Spesso il piccolo si addormenta dopo aver mangiato, per evitare di svegliarlo e lasciarlo dormire comodamente seduto, è bene contare su schienali che si regolano con movimenti fluidi e delicati.

Le dimensioni del seggiolone variano a seconda dei modelli, ma di solito sono parecchio ingombranti e pensati per garantire la massima stabilità a terra.

Quindi i seggiolini possono essere molto ingombranti e occupare molto spazio in casa. Chi ha esigenze di contenere l’ingombro complessivo può anche puntare ai modelli che si usano direttamente fissandoli al ripiano del tavolo. Ma si deve considerare il fatto che non potranno essere adoperati prima che il piccolo sia in grado di reggersi dritto né sono il luogo ideale per schiacciare un pisolino.

 

 

Accortezze in fatto di sicurezza

I bambini crescono in fretta e improvvisamente sviluppano competenze difficili da immaginare. Man mano che la loro costituzione si rafforza e aumenta la destrezza dei movimenti possono arrampicarsi, scendere o salire da soli dal seggiolone. È un fenomeno naturale e sintomo di un corretto sviluppo. Sta ai genitori decidere se favorire o limitare l’autonomia anche in base alla possibilità di seguirli costantemente e senza mai perderli di vista nemmeno per un istante.

Come avviene per tante cose, non è facile trovare l’esatto equilibrio rispettando le esigenze del piccolo di crescere e arricchire le proprie capacità motorie senza che si possa mettere in pericolo.

Le cinture sono ottimi alleati per evitare che il piccolo possa cadere da un’altezza che potrebbe essergli fatale. Ma sarà compito del genitore lasciargli intendere, senza farsi del male, che i movimenti bruschi e incontrollati possono causargli dolore.

 

 

 

Domande frequenti

 

Da che mese il neonato può sedersi nel seggiolone?

Per poter stare seduto comodamente è indispensabile che il piccolo sia in grado di reggere il peso della propria testa e della schiena. Infatti, anche in presenza di riduttori e sostegni per aiutarlo a reggersi dritto, il miglior momento per poter usare la propria sedia è quando è in grado di assumere la posizione seduta in autonomia.

Esistono modelli che permettono al piccolo di mantenere una posizione leggermente reclinata in modo che il peso della testa non gravi sulla colonna vertebrale che non è ancora pronta per sostenerla.

 

Quanti mesi deve avere per sedere nel seggiolone pappa?

Si considera di solito che il sesto mese sia il momento adatto per lo svezzamento e per proporre il primo cibo solido diverso dal latte. Questa fase coincide anche con una maggiore coordinazione dei propri movimenti e la capacità di reggersi dritto in posizione seduta. L’osservazione attenta delle evoluzioni e delle conquiste del neonato consente ai genitori di comprendere quando arriva il momento di sedersi a tavola.

 

Come si richiude il seggiolone Foppapedretti?

È indispensabile controllare con attenzione le indicazioni fornite dal produttore nelle istruzioni che accompagnano ogni modello. Infatti Foppapedretti presta grande attenzione alla tipo di supporti da proporre ai neonati. I sistemi di apertura e chiusura dei seggioloni cambiano a seconda del modello ma sono tutti caratterizzati da un design semplice e intuitivo.

 

Quando mettere neonato nel seggiolone ogni giorno?

Ci sono attività diverse da poter fare al seggiolone. In linea di massima si consiglia di lasciare il piccolo libero di muoversi, ma sempre sotto il controllo vigile dell’adulto. D’altra parte non è una cattiva idea proporgli la postazione sopraelevata per avere un punto di vista avvantaggiato per osservare quello che succede intorno a sé. Oltre che per consumare i pasti, il seggiolone permette al piccolo di acquisire una nuova prospettiva, per scoprire quello che fanno i genitori quando non giocano con il piccolo, per esempio mentre preparano da mangiare o apparecchiano la tavola.

 

Come si apre il seggiolone CAM Istante?

Il seggiolone Istante è progettato per rendere semplice apertura e chiusura della struttura. Si può fermare in posizione eretta grazie al cavalletto.

Quando si chiude si portano in alto le rotelle posteriori, che tornano in basso quando è il momento di aprire la struttura perché stia in posizione eretta. Il vassoio frontale si leva prima di richiudere il seggiolone e si riposiziona in seguito. Anche i braccioli sono pieghevoli e si stendono o scompaiono a seconda del contesto.

 

Quando conviene usare il seggiolone pappa durante la giornata?

Spesso un buon seggiolone pappa è anche in grado di ospitare il bebè per la nanna, modelli più evoluti possono essere usati come sdraiette. Quindi è possibile trovare la giusta configurazione in base a come vengono strutturate le giornate. Il seggiolone può fare da postazione per favorire i pasti, la nanna o l’osservazione del mondo intorno o la scoperta degli oggetti da appoggiare sul vassoio frontale.

 

Come costruire un seggiolone per bambini?

Non è impossibile realizzare un seggiolone artigianale per i propri bambini, quel che conta è essere davvero certi di rispettare tutti i criteri di sicurezza per consentire al piccolo di non rischiare di cadere e farsi molto male. Il legno è il materiale per eccellenza, chi ha dimestichezza con questo materiale può trovare interessanti idee specialmente per i bambini più grandi.

 

Come si apre il seggiolone Peg Perego?

I seggioloni Peg Perego sono caratterizzati da grande attenzione per i particolari e una spiccata facilità d’uso. È indispensabile verificare le istruzioni d’uso di ogni singolo modello, perché le caratteristiche specifiche possono cambiare da uno all’altro.

 

Caduta dal seggiolone! Cosa fare?

La caduta dal seggiolone è tra le principali cause per cui i bambini ricorrono al servizio di primo soccorso dell’ospedale. Contattare il proprio pediatra e verificare immediatamente che non ci siano lesioni gravi fa parte delle prime operazioni di soccorso del piccolo in casa. La gravità dell’incidente deve essere valutata dal personale medico dell’ospedale di riferimento.

 

Fino a quando si usa il seggiolone?

A seconda del modello può essere usato per tutta la vita. Tutti gli altri sono utili fino a quando il piccolo non protesta a gran voce reclamando il proprio diritto, e la capacità, di sedere a tavola sulla sedia come tutti in famiglia.

 

 

 

Come utilizzare il seggiolone?

 

Il seggiolone di per sé non nasconde grandi segreti, ma ci sono alcune accortezze che è bene tenere in considerazione per evitare che il piccolo possa farsi male. Esporlo a rischi non necessari è l’obiettivo di tutti i genitori, ma spesso non si fa caso che alcuni accorgimenti possono migliorarne l’uso e la sicurezza del neonato.

 

 

L’importanza delle cinture di sicurezza

Non tutti i modelli ne sono dotati allo stesso modo. Alcuni insistono sulla presenza delle cinture a cinque punti di regolazione. La discriminante da considerare quando si tratta di preferire un modello con le cinture più o meno avvolgenti è l’età da cui si comincia a usare il seggiolone.

Se il bimbo lo userà come una sdraietta è una buona norma che sia dotato di cinture ben avvolgenti per consentirgli di non scivolare quando è seduto con lo schienale ben reclinato.

Esagerare non è una buona idea quando il piccolo comincia a crescere ed è in grado di reggere dritte le spalle. Infatti basterà che siano ancorate al sedile le gambe per dissuaderlo dall’idea di scappare dalla seduta. I piccoli si trasformano presto in abili Houdini e riescono a liberarsi delle catene che li tengono intrappolati: meglio insistere per far comprendere loro il rischio di una caduta, piuttosto che cercare di evitargliela a tutti i costi!

 

Posizionarlo al posto giusto

Un seggiolone si deve posizionare in un luogo sicuro, deve essere lontano dal passeggio quotidiano e dalle corse degli altri fratellini per evitare che si possa inciampare in una delle sue gambe. Provocare una caduta del seggiolone perché messo dove non dovrebbe stare è un rischio inutile da correre.

È bene trovare per il seggiolone un posto fisso perché lo occupi sempre e sia facile ricordarsi di fare attenzione a non sbattere contro. Ma se è indispensabile richiuderlo perché gli spazi in casa sono limitati, allora è bene ricordarsi di metterlo dove non intralci troppo il passaggio.

Bisogna scegliere con cura anche il posto del seggiolone quando si usa come sdraietta o come postazione per il gioco durante i momenti in cui il bimbo è vigile e attento a quello che lo circonda.

 

 

Pulire con facilità e i giusti prodotti

Il seggiolone ospita i primi pasti ed è normale che si sporchi parecchio e che sia necessario fare attenzione affinché il cibo non rimanga incastrato tra le pieghe del riduttore.

Molti modelli consentono di mettere il vassoio in lavastoviglie, gli altri possono essere puliti con un panno umido per rimuovere i depositi di cibo.

Meglio evitare prodotti troppo aggressivi, a base di sostanze chimiche che potrebbero facilmente finire in bocca al piccolo che assaggia tutto.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...