City Tour di Baby Jogger, il passeggino per i grandi viaggi

Ultimo aggiornamento: 13.09.19

 

Perfetto per vivere la città, è anche lo strumento ideale per godersi spostamenti di ogni tipo, anche su lunghe distanze

 

Il City Tour di Baby Jogger non è un passeggino qualsiasi, è piuttosto il mezzo indispensabile per affrontare gli spostamenti più intrepidi. Dalla metro all’aereo, nessun mezzo di trasporto è precluso, grazie alle caratteristiche che lo rendono unico nel suo genere. È estremamente comodo, stiloso ma soprattutto facile da gestire perché si ricompatta con una sola mano ed entra dentro il pratico zainetto in dotazione. Una soluzione perfetta per chi cerca il miglior alleato per muoversi agilmente ma senza rinunciare a stabilità e confort della seduta.

Vediamolo in dettaglio, siamo certi che vi colpirà come ha impressionato anche noi e la nostra redazione.

 

Estremamente leggero e tra i più compatti

Non è un caso il richiamo alla città nello stesso nome del passeggino. A differenza di gran parte dei modelli che si proclamano perfetti per gli spostamenti urbani, a piedi e coi mezzi, questo riesce a superare le aspettative.

Pesa appena 6,5 chili, è ultracompatto e si presta perfettamente a essere spostato ovunque serva con o senza bimbo a bordo.

Come marchio di fabbrica, Baby Jogger propone passeggini facili da piegare con una sola mano. Anche per questo modello in stile urban si può apprezzare il sistema detto Quick Fold, che davvero riesce a mantenere le promesse di rapidità e ingegnosità del meccanismo di apertura e chiusura.

Una volta piegato occupa ancora meno spazio perché è possibile rimuovere le ruote per ridurre ulteriormente l’ingombro complessivo. Il vantaggio si gode subito perché il passeggino trova spazio anche nelle più piccole utilitarie. In più è fornita in dotazione lo zaino per portarlo direttamente in spalla quando il bimbo può camminare a piedi. La struttura è realizzata quasi interamente in alluminio, metallo leggero ma lavorato in modo da garantire estrema solidità e stabilità alla struttura.

 

 

Dotazione di base essenziale

In linea con il carattere agile e snello, la dotazione del passeggino è ridotta all’osso. Eppure comprende l’essenziale che serve per provvedere alle necessità di bambino e genitore in ogni contesto.

Manca il maniglione centrale per proteggere il piccolo dagli urti, anche se è possibile acquistarlo separatamente. La cintura riesce comunque ad assicurare il piccolo nella posizione ottimale per consentirgli un viaggio comodo e protetto.

L’assenza del maniglione dal quale far pendere i pupazzini e i sonagli per intrattenere il piccolo è perfettamente sopperita dalla presenza della capiente tasca inferiore. La sua capacità è di ben 7 chili, quindi è possibile portare con sé tutto quello che serve per intrattenere e rifocillare il bambino.

La cappottina inclusa nella struttura del passeggino è disegnata in modo da garantire la migliore copertura in caso di pioggerella o se il sole è a picco. Infatti il tessuto con cui è realizzata è pensato per offrire la giusta protezione dall’esposizione ai raggi solari. Il fattore di protezione è +50, perfettamente in linea con le esigenze dei bambini più piccoli. Qui è presente la finestrella per osservare il bimbo seduto comodamente che si può aprire o chiudere a seconda della preferenza del momento.

 

Facile da sfoderare e lavare

La rimozione della fodera è molto intuitiva e pensata in modo da essere poi semplice da lavare in lavatrice. Una volta completata la pulizia, è un gioco da ragazzi rimettere tutto a posto esattamente come quando è stata acquistata.

Il tessuto è particolarmente gradevole, trasmette una certa piacevolezza al tatto anche se è impermeabile e realizzato con materie prime sintetiche. Questo rende non indispensabile usare delle fodere per isolare il corpo del piccolo dal contatto diretto con la seduta. Accorgimento che, specie d’estate, serve per non far sudare troppo il bimbo.

La possibilità di contare su tanti colori molto moderni e che non passano inosservati è un elemento in più che sprona all’acquisto da parte degli amanti dello stile.

È anche abbastanza flessibile ed elastico. Consente la regolazione del poggiapiedi in modo da offrire maggiore comodità al piccolo quando prende sonno o ha bisogno di stare più sdraiato.

 

Seduta comoda e di grande effetto scenico

Non è presente il riduttore, anche se il passeggino (ecco i migliori modelli leggeri) è omologato per l’uso a partire dai sei mesi. Quindi è indispensabile provvedere a parte se il piccolo è particolarmente minuto. Altrimenti, la speciale inclinazione dello schienale è perfetta per garantire una posizione comoda indipendentemente dall’età.

L’ampiezza del sedile, la speciale imbottitura e la presenza di una cappottina leggermente più alta rispetto a gran parte dei modelli simili, rende questo passeggino particolarmente comodo per il bimbo. Qui ha a disposizione più spazio per i movimenti e maggiore autonomia l’ha anche il genitore che può abbassare o sollevare la copertura senza rischiare di fare male al bimbo.

Le cinture si possono regolare così come avviene in gran parte dei casi. Sono possibili tre regolazioni distinte in modo da accompagnare la crescita del bimbo. Una soluzione perfetta perché su questi si basa l’equilibrio e la stabilità del piccolo, specie durante i primi mesi di utilizzo del passeggino.

Il passeggino è fisso, quindi non può essere rimosso dalla struttura portante. Né è possibile orientare la seduta verso la mamma. Questo non è un vero e proprio limite, dal momento che si tratta di una caratteristica che accomuna tutti i passeggini. È un po’ meno comodo il fatto di non poter reclinare completamente lo schienale in posizione nanna. Anche se il sistema a nastro che permette di regolarne l’altezza è comunque in grado di garantire una posizione comoda anche al piccolo che si è addormentato.

 

 

Uno stile urban davvero efficace

Fa proprio una bella figura questo passeggino che piace anche per il suo design contemporaneo e minimalista. Si rinuncia con piacere a tanti orpelli e fronzoli che rendono più difficile gestire gli spostamenti in città o in stazione oppure in aeroporto. Del resto, la particolare forma compatta e ridotta rende del tutto superflua la barra di protezione frontale.

Il suo punto forte è la facilità con cui si apre e chiude, e riesce ad entrare dentro il comodo zainetto. Infatti è tra i pochi passeggini ad essere omologato per il trasporto in aereo. Quindi niente più incubi del blocco al check-in con l’obbligo di pagare a parte il trasporto in stiva del passeggino.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...