Quali verdure mangiare crude e quali evitare in gravidanza

Ultimo aggiornamento: 07.12.21

 

Durante la gravidanza è opportuno prestare attenzione a cosa si mangia, inclusa la frutta e la verdura. Vediamo insieme come comportarsi

 

Quando si aspetta un bambino, si vive un periodo meraviglioso, fatto di aspettative e di acquisti, come il tiralatte, che sarà fondamentale per momenti un po’ più impegnativi. Per preservare, però, il nascituro, è opportuno seguire un’alimentazione equilibrata, che si focalizzi soprattutto su frutta e verdura di stagione.

Tra le varie a disposizione, è bene individuare quelle che possono far stare bene non solo la mamma ma anche il piccolo, dandogli il giusto nutrimento. Se amate gli ortaggi dovrete valutare bene quali mangiare, ecco perché conoscere le proprietà degli alimenti è importante in generale e soprattutto quando si aspetta un bambino. 

 

Verdure in gravidanza

Mangiare verdure di stagione in gravidanza è importante perché si apporta una grande quantità di fibre al fisico. Per questo motivo è bene assumerne almeno due volte al giorno, come contorno sia per i primi piatti, sia per i secondi. 

La verdura inoltre assicura un buon senso di sazietà, per cui è bene mangiarne porzioni abbondanti, e apporta il giusto quantitativo di nutrienti al corpo. Quando si aspetta un bambino si deve però prestare ancora più attenzione, in quanto è necessario consumare frutta, verdura e ortaggi di stagione, oltre che provenienti da agricolture biologiche. 

La frutta in gravidanza

Ogni donna potrà fare uno spuntino con dei frutti primaverili o comunque relativi alla stagione che sta vivendo. Questo alimento infatti garantisce non solo sali minerali e vitamine ma anche un buon apporto di fruttosio: anche per questa ragione è opportuno consumarla in maniera equilibrata.

I momenti perfetti per mangiarla sono a metà mattina e nel pomeriggio, come spuntino, ma è bene non orientarsi sempre su frutta troppo ricca di zuccheri, quindi preferire le pere o le albicocche, le mele e il mango, al posto dei fichi o dell’uva. 

 

Come procedere al lavaggio?

Il primo passo da fare è sempre quello di procedere a un lavaggio accurato, in quanto è necessario eliminare tutte le impurità, inclusi i batteri, dagli alimenti. Non per questo sarà il caso di utilizzare prodotti chimici, se si vuole ottenere una pulizia accurata, visto che potrebbero creare problemi soprattutto in gravidanza.

Meglio il classico metodo di acqua e un cucchiaino di bicarbonato, lasciare agire tutto e poi passare al risciacquo. Se la frutta o la verdura vi sembrano molto sporche, potete aiutarvi anche con uno spazzolino.

Inoltre, non trascurate di tagliare ed eliminare tutte le parti ammaccate degli alimenti che andranno a essere consumati crudi. 

Quali nutrienti apportano i tipi di verdura e frutta?

Le verduras e la frutta in gravidanza sono fondamentali per garantire all’organismo di mamma e bambino tutti i nutrienti indispensabili per restare in salute. Sono infatti fonte di vitamina C, utile per le ossa, acido folico contro le malformazioni, betacarotene che aiuta a sviluppare i tessuti del feto e il potassio, che regola la pressione sanguigna.

 

Quali frutta e verdura mangiare in gravidanza?

Abbiamo quindi appurato che mangiare frutta e verdura in gravidanza è di fondamentale importanza per assicurare la salute del corpo della mamma e del bambino. Ma quali sono le varietà più indicate per questo momento particolare della vita?

 

Tra le verdure più adatte includiamo:

  • Gli spinaci: ricchi di ferro e acido folico, aiutano a far sviluppare in maniera corretta il bambino e tutelano il suo sistema nervoso, oltre a incrementare lo sviluppo dei preziosi globuli rossi. Possono essere consumati cotti o crudi, ma l’importante è sempre che siano accompagnati da olio e limone, elementi che aiutano a fissare bene il ferro.
  • I peperoni, meglio se rossi: questi, in particolare, sono caratterizzati da un contenuto notevole di vitamina A, B6 e C. Anche in questo caso è possibile consumarli cotti o crudi.
  • Le carote: ideali per assicurare la salute di denti, ossa e occhi, sono ricche non solo di vitamine ma anche di betacarotene.
  • I broccoli: Ricchi di acido folico e calcio, sono preferibili da consumare al vapore, in modo che, con l’acqua di cottura, non si vadano a perdere tutte le sostanze nutritive indispensabili per l’organismo di mamma e figlio.

Questa è invece la frutta che vi consigliamo di consumare in gravidanza:

  • Il mango: un frutto esotico e privo di calorie, è ricchissimo di potassio e di vitamine. Consumato in gravidanza, aiuta a regolarizzare la pressione e a potenziare le difese immunitarie.
  • I frutti di bosco: molto ricchi di fibre, acido folico, potassio e vitamine, sono un vero toccasana in gravidanza, in quanto apportano benefici all’intestino e sono poco calorici. 
  • Albicocche e pesche: come tutti i frutti caratterizzati dalla polpa gialla o tendente all’arancio, sono molto ricchi di vitamine e quindi donano salute al corpo, rafforzando anche il sistema immunitario. 
  • L’avocado: questo frutto dovrebbe essere il primo a essere consumato da chi aspetta un bambino, in quanto ad alto contenuto di vitamine, acido folico e potassio. Tuttavia è opportuno non eccedere con il suo consumo, in quanto si tratta di un alimento che è molto ricco di calorie. 

Naturalmente è sempre opportuno fare riferimento al medico curante, che può valutare nel complesso la situazione della gestante e contrastare la stanchezza o la debolezza che questa può accusare di volta in volta.

L’elenco che abbiamo fatto, tuttavia, sottolinea quale frutta e verdura sia più ricca di nutrienti utili al feto, ma questo non vuol dire che non dovrete consumare le altre tipologie, solo che dovrete valutarle insieme al medico che vi segue. 

Ogni donna infatti ha una storia a sé, un suo peso e condizioni fisiche che solo il medico può valutare con precisione. 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI