Domande Frequenti sui lettini per neonati

Ultimo aggiornamento: 16.07.24

 

Come abituare un neonato a dormire nel lettino?

I neogenitori sono sempre alla ricerca di ricette e istruzioni per l’uso dei propri bebè. La brutta notizia è che non esistono regole valide per tutti: ogni bimbo si decide a dormire nel proprio letto a un certo punto della propria vita.

C’è chi lo fa prima, chi dopo. Ma difficilmente le mamme sono invitate a condividere il letto della prima notte di nozze. Così per il gusto di fare un esempio paradossale. 

C’è però una regola aurea che è tanto vera quanto difficile da rispettare: per aiutare un bambino a seguire la propria strada e incamminarsi nell’intricato mondo della conquista della propria autonomia basta non forzare la mano e rispettare i suoi tempi.

Senza però esagerare, visto che molti pedagogisti sono concordi nel ritenere che i bambini non debbano restare nel lettore dopo i tre anni. 

Quando mettere un neonato nel lettino?

Vale la stessa regola di sopra e la risposta rimane sempre diversa da bimbo a bimbo (con dei limiti d’età…).

È però importante ricordare che le raccomandazioni dell’OMS in termini di prevenzione del rischio di morte in culla, la SIDS, prevedono di non lasciare dormire solo il bambino per almeno i primi sei mesi di vita del bebè.

 

Come non far girare il neonato nel lettino?

Esiste un certo timore nei confronti della possibilità che il neonato possa girarsi e soffocare durante il sonno. Di fatto, basta mettere il neonato supino per essere certi che manterrà questa posizione.

Questo almeno durante i primi tre mesi di vita. Da qui in poi, il piccolo sarà in grado di rotolarsi nel letto e girarsi da solo a pancia in giù. 

Questa competenza è necessaria al successivo sviluppo della coordinazione dei movimenti che gli permetterà nel giro di un anno di alzarsi in piedi per poi camminare. Limitarla per paura che possa mettersi in pericolo, è altrettanto rischioso perché limita il corretto sviluppo motorio.

È il caso di prestare invece attenzione e vigilare attivamente sul sonno del bebè intervenendo solo se necessario.

 

Come coprire il neonato nel lettino?

Ancora in materia di prevenzione del rischio SIDS, il bebè non deve essere troppo coperto. È importante che la temperatura della stanza non superi i 20° e che il piccolo non sia troppo infagottato.

Ma è anche importante che le lenzuola e le coperte non siano troppo lunghe, per evitare che il piccolo possa infilarsi sotto tappandosi il nasino.

Il sacco nanna rappresenta una buona soluzione per coprire il piccolo al punto giusto senza finire sotto le coperte.

 

Come decorare un lettino per neonato?

Nella scelta delle decorazioni per il lettino del bebè è importante tenere a mente alcuni aspetti. I colori troppo vivaci possono infastidire la vista ancora immatura del bebè.

Mentre la presenza di cuscini, peluche, laccetti o altri elementi all’interno del materasso deve essere tassativamente evitata perché limita la ventilazione e possono essere messi in bocca dal neonato.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI