Quali prodotti e accorgimenti usare per togliere la crosta lattea

Ultimo aggiornamento: 21.01.22

 

Questa forma di dermatite è molto diffusa nei neonati: vediamo insieme come eliminarla con qualche accorgimento e dei metodi naturali 

 

La crosta lattea è una tipologia di dermatite neonato molto diffusa, provocata da un aumento delle secrezioni delle ghiandole sebacee. Può manifestarsi di norma nelle prime settimane di vita del bambino, colpendo parti come la testa, il cuoio capelluto e le sopracciglia. 

Generalmente regredisce in maniera spontanea dopo circa quattro o cinque mesi, ma può anche accadere che rimanga per più tempo, per cui potreste provare da soli a rimuoverla: non saranno tuttavia sufficienti delle salviette per neonato in quanto le croste sulla pelle hanno bisogno di altri tipi di prodotti e, soprattutto, di molta delicatezza. 

Vediamo insieme come trattare la dermatite neonato con rimedi naturali.

 

Cos’è la crosta lattea neonati?

Parliamo di un tipo di dermatite neonato viso e corpo, che è comportata da un aumento delle secrezioni di sebo. Le ghiandole in questione, infatti, anche se ne producono una giusta quantità per proteggere pelle e cuoio capelluto, può accadere che aumentino l’apporto di questa sostanza, causando la crosta.

Il suo colore è simile al giallo paglierino e può causare problemi come il prurito, la desquamazione e così via. Fortunatamente si tratta di un problema di natura benigna, per cui non lascia cicatrici.

In ogni caso è bene rivolgersi al medico per capire se, effettivamente, si tratta proprio di crosta lattea o se, piuttosto, questa dermatite cuoio capelluto e corpo non sia dovuta ad altre cause, come una micosi o un’intolleranza.

Qui, infatti, c’è bisogno di un trattamento specifico, che va dalla semplice crema antimicotica, allo zinco o addirittura all’idrocortisone. 

Crosta lattea neonato: come toglierla?

Se non sapete come togliere  in maniera delicata la crosta lattea del neonato, potrete avere qui qualche valido suggerimento. Prima di tutto è necessario ricordare che non sempre è necessario toglierla manualmente, visto che spesso sparisce in maniera spontanea dopo qualche mese.

Ci sono molti rimedi della nonna di comprovata efficacia, come l’olio per crosta lattea, soprattutto quello vegetale, il sapone di Aleppo, delicato e antibatterico, e la vaselina salicilica. Per i capelli, invece, è possibile usare una spazzola a denti fitti, specifica per neonati, e uno shampoo per loro, che troverete in farmacia.

 

Gli oli vegetali

Allo scopo di rimuovere la crosta lattea sono utili moltissimi oli che potrete trovare facilmente in farmacia, soprattutto quelli che sono composti da sostanze emollienti: parliamo, per esempio, dell’olio di mandorle dolci o di riso. 

Basterà prendere dell’ovatta, intingerla nell’olio, e poi applicarla sulla cute, in modo da ammorbidire la pelle. Tra quelli più usati c’è sicuramente l’oleolito di camomilla, che unisce all’azione idratante anche quella lenitiva. 

Un vantaggio di questo elemento è quello di poter essere preparato da soli in casa: basterà prendere 100 g di fiori di camomilla, metterli a macerare in mezzo litro d’olio d’oliva per un tempo pari a 20 giorni all’incirca e poi filtrare e conservare il tutto in un recipiente di vetro chiuso ermeticamente. 

Il sapone di Aleppo

Questo è un sapone al 100% vegetale, che non contiene né oli minerali, né sostanze animali, profumi o additivi, per cui è super sicuro per i piccoli. La sua composizione è infatti data dall’olio di oliva in unione a quello di alloro e svolge non solo un’azione idratante ma anche emolliente, dimostrandosi perfetto per il problema.

 

La vaselina salicilica

Questa sostanza è molto utile per ammorbidire l’epidermide, ma dovrebbe essere associata a un olio idratante, in modo da non causare una maggiore irritazione della pelle. Una raccomandazione è quella di acquistare prodotti specifici per neonati e di assicurarsi che l’INCI sia pulito, quindi che non contenga sostanze irritanti.

Potrete verificare che il prodotto è valido, facendo una prova su una piccola porzione del derma, per essere sicuri che non causi reazioni avverse di alcun tipo. 

 

Come rimuovere la crosta lattea sui capelli

In generale, la crosta lattea va a concentrarsi soprattutto sulla testa e sul cuoio capelluto, per cui è più facile rimuoverla in questa zona, visto che i rimedi più efficaci sono quelli utilizzabili soprattutto su questa parte del corpo.

Se vi recate in farmacia, potrete verificare che esistono delle spazzole molto morbide, pensate proprio per rimuovere la crosta. Fate attenzione, però, in quanto non dovrete utilizzarla per eliminare quelle ancora attaccate, in quanto correte il rischio solo di fare male al bambino.

La spazzola deve essere usata per rimuovere quelle che si sono già staccate grazie all’impiego dell’olio o del metodo che avete usato per ammorbidirle. Ma come agire? Prima di tutto spazzolate lentamente e in una sola direzione, in modo da mettere insieme tutte quelle croste che si sono staccate. 

Un’altra accortezza sarà quella di spazzolare ogni ciocca una volta al giorno, sia sui capelli asciutti, sia su quelli bagnati. Potrete, infatti, prima passare l’olio o lo shampoo e poi eseguire queste azioni, in modo da avere il compito facilitato. 

Sarà utile passare un dischetto di cotone con dell’olio di oliva, fare in modo che la testa ne sia ben intrisa e lasciarlo agire per una ventina di minuti. Poi lavate i capelli con uno shampoo specifico, massaggiando delicatamente sul cuoio. 

Questi sono i nostri consigli e i rimedi della nonna per eliminare in maniera accurata, ma delicata, la crosta lattea. Tuttavia è sempre bene fare riferimento al pediatra, che potrà indicarvi con quale frequenza si debbano lavare i capelli al bimbo, in quanto, se esagerate, potreste peggiorare il problema.

Fare affidamento allo specialista è sempre indispensabile per non commettere errori, soprattutto quando si parla dei nostri bambini. 

 

      

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI