Foppapedretti Dinamyk 9-36 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 06.12.20

 

Principale vantaggio:

Ben imbottito e reclinabile, offre al piccolo una seduta comoda e spaziosa. Perfetto per i viaggi più lunghi, ha un buon sistema di ritenuta alla cintura dell’auto anche senza aggancio Isofix.

 

Principale svantaggio:  

Questa è una versione vecchia, sebbene ancora molto efficace. Quindi mancano il sistema di fissaggio alla carrozzeria dell’auto, Isofix, e il dispositivo antiabbandono previsto per i bimbi sotto i 4 anni.

 

Verdetto: 9.6/10

Foppapedretti si specializza in prodotti per la prima infanzia caratterizzati dalla nota cura per il design, le linee gradevoli e l’esperienza d’uso soddisfacente. È ben imbottito e pensato per seguire la crescita del piccolo dai 9 mesi fino alla fine dell’obbligo normativo. Ha le protezioni laterali utili in caso di tamponamenti, ma anche comode per far poggiare il piccolo comodamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Omologato fino alla fine dell’obbligo

Il seggiolino auto (ecco la lista dei migliori prodotti) Dinamyk è disegnato per accompagnare la crescita del piccolo, subito dopo l’ovetto e fino alla fine dell’obbligo della sua presenza in auto. Infatti, è dotato di riduttore che ne rende possibile l’uso anche quando il bambino è molto piccolo e ha bisogno di maggiore contenimento.

Non essendo pensato per i bambini al di sotto dei sei mesi, non è il più adatto a ospitare quelli che ancora non hanno la capacità di reggersi seduti. Ma la sua particolare imbottitura, che si combina con quella del riduttore, ne rendono la seduta parecchio avvolgente.

Quando il bambino cresce è possibile fare a meno di un cuscino e la seduta rimarrà la stessa fino alla fine dell’obbligo. A seconda della corporatura del bambino, il seggiolino, però, potrebbe risultare piccolo. Infatti, il seggiolino non cambia forma nel passaggio da Gruppo 2 a Gruppo 3.

Protezioni laterali

Il seggiolino è dotato di sistema di protezione in caso di tamponamento sulla fiancata dell’auto. Si tratta di una barriera che protegge la testa del piccolo evitando che rimanga esposta in caso di urto laterale. Il sistema SPS, Side Protection System, ha la funzione di mantenere la testa quanto più possibile in posizione per evitare il contraccolpo causato dall’impatto.

Secondario, ma altrettanto importante, la funzione della barriera è di sostenere la testa quando il piccolo si addormenta. Così offre un punto d’appoggio cui il piccolo può fare riferimento quando si addormenta durante i viaggi in auto.

Rispetto ad altri modelli, questo non è il più avvolgente e contenitivo. È bene considerare però, che modelli più limitanti possono essere mal tollerati dal piccolo che non riesce a muoversi liberamente.

Una buona via di mezzo, dunque, specie se si considera il prezzo contenuto, che si presta bene a essere usato per brevi spostamenti quando minori sono le possibilità che il bambino si addormenti in auto.

 

Reclinabile

Il seggiolino sarà sempre reclinabile e non solo fin tanto che è omologato come gruppo 1. Quindi sarà possibile adattare la seduta in base alla postura preferita dal bambino. Lo spazio utile per inclinare la seduta dipende da quello dell’auto, la vicinanza con il sedile posto di fronte, e la corporatura del piccolo. Va detto però che lo spazio di inclinazione offerto da questo seggiolino è minimo come in gran parte dei modelli di questa categoria di prezzo.

Si può adattare la seduta per seguire la crescita anche regolando l’altezza del poggiatesta. In questo modo è possibile agire direttamente sul comfort per il bambino che può trovare accogliente la seduta per molto tempo. L’imbottitura è facile da rimuovere e lavare, requisito essenziale per un seggiolino che promette di essere utilizzato per tanti anni a venire.

 

Fissaggio con cinture

Così come manca il dispositivo antiabbandono, introdotto come obbligo dal codice della strada nel 2020, questo seggiolino non ha nemmeno il sistema di ancoraggio Isofix. Presente obbligatoriamente in tutte le auto a partire dal 2006, non implica l’obbligo per il genitore che invece può scegliere se ancorare il seggiolino con questo o con i sistemi di ritenuta dell’auto, le cinture di sicurezza.

Qui il sistema di fissaggio è ben studiato, specie per la modalità d’utilizzo Gruppo 1. La cintura si fa passare tra due parti dello stesso seggiolino per essere fermamente ancorata con un pratico ed efficace sistema di ganci.

Fissata in maniera stabile e con la giusta tensione, la cintura dell’auto è in grado di mantenere stabile e fermo il seggiolino fino a quando il piccolo utilizza le cinture del seggiolino. Dalla configurazione Gruppo 2 e 3, sono le cinture dell’auto a tenere fermo il corpo del bambino. In questo caso, il sistema di fissaggio all’auto è meno stabile ma comunque solido e affidabile.  

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments