Come scegliere una buona doccia nasale

Ultimo aggiornamento: 25.06.24

 

L’azione direttamente verso le narici e quindi con la rimozione meccanica del muco nel quale rimangono intrappolati pollini, polvere o virus è più efficace di qualsiasi terapia farmacologica.

Infatti in questo modo è possibile andare all’origine del problema e cercare di rimuoverlo prima che le colonie di virus o batteri commensali migrino verso le vie aeree inferiori, quindi verso i polmoni.

Per fare un buon lavoro è sufficiente dotarsi di uno strumento efficace come la doccetta nasale. Il suo scopo è proprio quello di dirigere il flusso di acqua nebulizzata verso il setto del naso e ripulirlo a fondo.


Doccia nasale contro l’allergia

Le allergie sono fenomeni sempre più frequenti e che interessano soprattutto quelle persone che vivono in zone particolarmente inquinate.

Qui l’apparato respiratorio è sottoposto a continua esposizione verso agenti in grado di provocare gravi irritazioni.

Agenti esterni, non propriamente patogeni, come i pollini o la polvere producono la nota risposta allergica che si manifesta con grave malessere e fastidiosi effetti collaterali.

Rimuovere meccanicamente i depositi di polline, polvere o altri agenti patogeni permette di agire nella quasi totale assenza di effetti indesiderati.

Rispetto all’assunzione di un farmaco, come un antistaminico o dei cortisonici, l’infiammazione viene alleviata dalla rimozione accurata delle sostanze che provocano la reazione allergica.

In questo modo è possibile evitare che queste si accumulino a contatto con le mucose provocando la spiacevole sensazione di fastidio, che in molti casi diventa anche del tutto invalidante.

Come deve essere un modello da viaggio

Chi ha esigenza di contrastare spesso il deposito di sostanze irritanti per le mucose, potrebbe trarre vantaggio dalla scelta di modelli facili da trasportare.

Si può scegliere di acquistare dei dispositivi compatti, ne esistono alimentati a batteria, oppure si può pensare di acquistare un compressore di piccole dimensioni che sia anche dotato di boccaglio o mascherine.

Questo tipo di dispositivo, più economico del classico ad aria compressa che è anche pesante e ingombrante, si usa con facilità nelle seconde case.  

Cosa significa rinowash

Letteralmente “pulizia del naso” questo dispositivo dalla forma allungata e facile da impugnare ha proprio la funzione di dirigere il flusso di soluzione nebulizzata verso le narici.

Lavora con una narice per volta e agisce rimuovendo in maniera delicata ma costante, i depositi e le incrostazioni di muco.

Per sua natura, il muco ha la funzione di intrappolare le impurità e gli organismi patogeni e portarli verso l’esterno. Per questo ci soffiamo spesso il naso o ai bebè cola di continuo.

Questo fenomeno ben noto è la naturale risposta del nostro organismo per liberarsi di sostanze non compatibili che provocano irritazione, come nel caso della reazione allergica, o vere e proprie infezioni come nel caso di un attacco virale.

Ripulendo efficacemente il naso, si allontanano queste sostanze dal naso e si limita il rischio che questi organismi patogeni riescano a migrare verso il resto del sistema respiratorio.

Quindi si interviene prima che il catarro invada il canale uditivo, provocando le otiti, oppure finisca nei polmoni causando bronchiti o polmoniti.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI