Domande Frequenti sugli sterilizzatori

Ultimo aggiornamento: 25.06.24

 

Come sterilizzare biberon e ciuccio senza sterilizzatore?

Il vecchio pentolino rimane sempre la migliore strumentazione per sterilizzare a fondo qualsiasi cosa.

L’unica accortezza da seguire riguarda la necessità di lavare bene l’oggetto prima di metterlo a bollire e quindi levare le incrostazioni che altrimenti non si sciolgono solo perché esposte alle alte temperature.

Inoltre, l’uso di acqua demineralizzata evita la formazione di incrostazioni da calcare sulla superficie degli oggetti, ancora più ostica rispetto alla sola azione del vapore.

 

Come funziona lo sterilizzatore per biberon?

Una resistenza porta a ebollizione l’acqua che si mette nel contenitore facendo surriscaldare una piastra metallica.

In questo modo, gli sterilizzatori che funzionano elettricamente e con una piccola quantità d’acqua emettono la giusta quantità di vapore per completare la pulizia approfondita dei biberon, le tettarelle, i ciucci e quant’altro.


Come mettere i biberon nello sterilizzatore?

Ogni modello ha l’indicazione precisa di come mettere il biberon perché l’azione del vapore sia efficace.

Quindi è importante seguire le istruzioni e valutare per bene quali passaggi seguire per montare correttamente le bottiglie. Solo in questo modo si è certi che l’operazione sarà completa ed efficace.

 

Si può usare la sterilizzazione a freddo per i biberon?

È un metodo efficace tanto quanto la sterilizzazione a caldo, con il bagnomaria o col vapore. Ma bisogna considerare che il biberon e il resto degli oggetti da proporre al piccolo vanno sciacquati con cura prima di usarli.

 

Come funziona lo sterilizzatore da microonde?

Sono delle semplici scatole con chiusura non perfettamente ermetica, che vanno riempite con poca acqua. L’azione delle microonde sviluppa il calore sufficiente a farla evaporare e completare la sterilizzazione.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI