Nintendo Classic Mini SNES – Recensione

Ultimo aggiornamento: 14.08.22

 

Principale Vantaggio:

Dimensioni ridotte per un grande classico che torna a popolare la zona tv di tanti appassionati. Due controller con un cavo leggermente più lungo rispetto all’edizione precedente, con ben 21 titoli che comprendono dei classici intramontabili come Zelda: A Link to the Past e Super Mario World .

 

Principale Svantaggio:

L’esperienza con il precedente Nes Mini sembra non aver insegnato molto a Nintendo riguardo la lunghezza dei cavi da gioco. Il tutto è ancora troppo corto e non favorisce in alcun modo la comodità e l’allungo sul divano, costringendo di fatto il giocatore, anche a causa di un cavo Hdmi ridotto, a una certa vicinanza con lo schermo.

Altro piccolo particolare perfezionabile la navigazione tra i menù nel passaggio dal gioco al sistema di salvataggio che si attiva con la pressione di un pulsante sulla piccola console e non può essere attivato via pad.

 

Verdetto: 9.6/10

La versione Mini del Super Nintendo migliora e centra il tiro rispetto al fratello minore Nes.

Estetica rispettata e miniaturizzata quanto basta, così da fornire quel feeling perfetto ed essenziale che riporta tanti giocatori alla loro adolescenza o infanzia videoludica. 21 i titoli disponibili, con qualche gioco extra, vedi Starfox 2 che arriva per la prima volta su console.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Estetica

La voglia e il desiderio di emulare e donare alle vecchie e giovani generazioni un grande console del passato diventano realtà. Con questa edizione Nintendo trasporta il sapore dei vecchi titoli a 16 bit sugli schermi 4K e full HD che ormai popolano metà delle nostre case.

Il Super Nintendo è rappresentato con la forma originale, in modo da emulare anche le aperture e il dock di inserimento dei due controller.

Un discorso che va a toccare anche l’anima stessa delle Rom inserite. Ognuna di esse infatti è l’esatta copia della versione dell’epoca, così da offrire un feeling di gioco identico a chi possiede ancora la vecchia console originale. Due controller si occupano di trasportare in game i giocatori, con la freccia direzionale e i pulsanti anche qui estremamente fedeli alla controparte degli anni 90.

A cambiare è stato solo il cavo di collegamento, questa volta in formato Hdmi e un connettore USB a cui però manca l’adattatore per la corrente. Per i completisti, il modello Americano riflette il diverso design dell’epoca, prediligendo una forma e linee decisamente più squadrate e “cubettose”.

Catalogo

Anche se la ludoteca del Super Nintendo è ampia e ricca di titoli, in questa versione Mini la casa di Kyoto ha deciso di procedere a una selezione, con 21 titoli che si sono meritati un posto nella piccola memoria interna della console.

Si va dai titoli platform come Super Mario World, per poi passare a Donkey Kong Country, due esempi ancora oggi attualissimi di come si possa divertire grazie a un level design e controlli con i fiocchi. Presenti anche diversi titoli sportivi come F-Zero e le sue corse futuristiche o Super Mario Kart che celebra le sfide e gli scontri a suon di gusti. Super Punch Out invece offre scontri sul ring con pugili molto particolari, mentre Super Street Fighter 2 lancia il guanto della sfida con un roster di combattenti da ogni parte del mondo.

Chiude l’elenco la simulazione di volo spaziale Star Fox, con il secondo episodio che veda per la prima volta la luce su console.

 

Giocabilità

L’offerta e la presenza di diversi slot di salvataggio, permettono al giocatore di rivivere da un lato l’emozione e le lotte di un tempo, senza però mettere da parte certe comodità che mancavano all’epoca.

Si può scegliere infatti il classico formato video in 4:3, oppure passare alla risoluzione originale, attivando anche un filtro che “emula” i vecchi televisori di una volta.

Nonostante lo scorrere del tempo la bellezza dei giochi e il divertimento restano inalterati, con un piacere capace di superare per gran parte dei titoli presenti il lasso temporale di quasi trenta anni.

Qui si vede in pieno quello che molti definiscono come il Nintendo touch, ovvero quel mood unico nella creazione dei giochi che diventa poi esperienza ludica e sano divertimento. In più, con questa nuova versione si realizza finalmente il sogno segreto di chi, all’epoca, si era perso per strada qualche gioco e non vede l’ora di recuperare.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI