Tipologia di giochi in scatola

Ultimo aggiornamento: 25.06.24

 

I giochi in scatola hanno caratterizzato i momenti ludici di tantissime persone e più di altri hanno avuto il merito di mettere insieme non solo gli amici ma anche le famiglie.

Il quadretto dipinto sembra quello tipico dei tempi passati eppure molti di questi giochi hanno resistito al trascorrere del tempo e sono ancora oggi molto venduti, altri, invece, sono finiti nel dimenticatoio.

Se la Playstation o la xBox non sono la vostra unica via d svago, continuate con la lettura; non ve ne pentirete.

 

Il Monopoly

Probabilmente è il principe dei giochi in scatola, certamente è tra i più venduti e giocati. Il concetto alla base del gioco è il monopolio: vince chi riesce a dominare il mercato mandando sul lastrico gli avversari.

Le regole sono molto semplici. Ogni giocatore è in possesso di una pedina, una somma di denaro e di alcune proprietà.

Il giocatore tira due dadi e in base a essi si muove per un certo numero di caselle che se libere, può acquistarle altrimenti paga la cifra dovuta. Sulle proprietà è possibile edificare case e alberghi.

Più è alto il valore dell’immobile e maggiore sarà la somma da versare al malcapitato che terminerà sulla casella.

Risiko

Un altro gioco di successo è il Risiko: si gioca da tre a sei persone. Il tabellone rappresenta il mondo suddiviso in America settentrionale, America meridionale, Africa, Oceania, Europa e Asia.

Ogni zona è divisa in una serie di territori ciascuno dei quali ha una sua carta. Ci sono, inoltre, quelle che si chiamano carte obiettivo.

Ogni giocatore è in possesso di una armata con la quale deve difendere i suoi territori e attaccare quelli degli altri. A tale scopo ci sono sei dati, quelli rossi sono per l’attacco mentre quelli blu per la difesa.

Le armate sono distribuite in base al numero di giocatori. A ogni giocatore è assegnata, casualmente, una “carta obiettivo”. Le “carte territorio” vanno distribuite fino al loro esaurimento.

Il giocatore, a sua scelta, mette sui territori in suo possesso un certo numero di carri armati. Ad ogni turno il giocatore ha tre possibilità: aumentare le armate su un territorio, attaccare, o spostare le armate.

Vince chi per primo porta a termine l’obiettivo indicato sulla sua carta.

 

 

Forza quattro

È un gioco molto semplice adatto dai sei anni in poi. Il gioco, per certi aspetti, ricorda il Tris ma anche il videogame Tetris. C’è una matrice a sei righe e sette colonne posta in posizione verticale.

Vince chi riesce a mettere in fila quattro pedine orizzontalmente, verticalmente oppure diagonalmente. Il giocatore, oltre a tentare di comporre una fila di quattro pedine, deve anche impedire che ci riesca l’avversario.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI