I giochi all’aperto per bambini: i migliori di sempre!

Ultimo aggiornamento: 17.07.19

 

I bimbi amano giocare all’aria aperta. Che si tratti del giardino di casa o del parco, è sempre bello stare fuori per loro. Anche festeggiare all’aperto è diventato un’opzione super gettonata per i bambini che desiderano fare la festa del compleanno durante la bella stagione, tempo permettendo.

Per garantire una buona riuscita della festa, è bene non sottovalutare l’importanza dei giochi, lo stesso vale quando si va al parco con il proprio figlio o si sta in giardino. I genitori del festeggiato hanno molte cose a cui pensare tra merende e bevande, torte e appunto i giochi. Non a caso molti decidono di preparare una lista con i giochi da fare, cercando di evitare di far annoiare i più piccoli e coinvolgerli il più possibile.

In questa piccola guida riportiamo i giochi più belli di sempre, quelli che da generazioni entusiasmano i più piccoli. Andiamo alla scoperta dei giochi all’aperto da non dimenticare!

 

I primi giochi: l’altalena e la palla

Tra i giochi più famosi e amati di tutti i tempi ce ne sono due in particolare e sono l’altalena e la palla. La prima è in due versioni diversi, una per i più piccoli, dotata di seggiolone contenitivo, e l’altra è quella classica senza barriere o sponde alte che proteggono il bimbo. La prima volta che un bimbo, anche se solo di due anni, prova l’altalena l’emozione è grandissima, e molto evidente, basta guardarlo per capire. Si tratta di un movimento che entusiasma, soprattutto le prime volte, e che con il passare del tempo consente di giocare in completa autonomia e senza l’aiuto dei genitori.

La palla è il secondo gioco più amato dai bambini, con il quale cominciano ad avere una “relazione” sin dai primi mesi di vita grazie ai numerosi modelli in commercio, caratterizzati da diverse funzioni per rispondere alle esigenze di ogni età. La palla è il gioco unisex, come l’altalena, che diverte maschietti e femminucce, anche se probabilmente ci giocheranno in maniera diversa. La palla, che può essere realizzata con materiali diversi, e questo rende possibile giocare anche in casa scegliendo un modello in gommapiuma che non rischia di rovinare o peggio ancora, distruggere i mobili.

Aggiungiamo come terza opzione la bicicletta e come quarta il salto della corda, entrambi divertenti e adatti a bimbi di ogni età. La bicicletta, come l’altalena e la palla, è il terzo passatempo più amato dai bambini, che imparano ad andarci già a partire dai due anni scegliendo il modello adatto. Il salto della corda è un altro “must” e, se ci pensiamo, anche noi ci abbiamo giocato.

 

 

Giochi da fare in gruppo o alle feste

I giochi che abbiamo scelto tra le opzioni numerose che abbiamo trovato sono tre e siamo sicuri che piaceranno moltissimo ai bambini, che saranno entusiasti di giocare anche dopo aver fatto il loro pisolino nella carrozzina (ecco la lista dei migliori prodotti).

La corsa coi sacchi, o con federe vecchie, è tra i giochi all’aperto che appassionano di più. Si può giocare in tanti ed è adatto a tutti, maschietti e femminucce.

Un altro gioco che appassiona ancora e diverte, grazie anche alla sua capacità di insegnare numeri e parole, è “Campana”. Si disegnano per terra, utilizzando un gesso, delle caselle con numeri o lettere, e i bimbi ci saltellano sopra allegramente.

Siamo arrivati al famosissimo “Un, due, tre…stella!”, un grande classico. È la volta di dire alzi la mano chi, almeno una volta, non ci ha giocato. Un passatempo divertente e unico, che conoscono i bimbi di tutto il mondo, anche se ovviamente usano parole diverse. Un gioco che non può mancare in una bella festa all’aperto, sebbene recentemente si sia diffusa la notizia che il nome del gioco sia… sbagliato. Sì perché la corretta dicitura sarebbe “Un, due, tre… stai là”, che avrebbe anche più senso viste le regole. Con il tempo lo “stai là” sarebbe stato storpiato in “stella”.  

 

I più famosi e amati di tutti i tempi

Un gioco semplice, dove ci si siede in cerchio e uno dopo l’altro si sussurra la parola ascoltata da chi ci precede. Avete capito di cosa stiamo parlando? È il “Telefono senza fili”, che comincia sempre in un modo e finisce in tutt’altro. La frase sussurrata dal primo bimbo nel cerchio sarà completamente diversa da quella pronunciata ad alta voce dall’ultimo che lo chiude.

 

 

Un altro grande gioco da fare all’aperto è la “Mosca cieca”. Ve lo ricordate? Un bambino viene bendato e deve cercare di toccare i giocatori che gli stanno intorno all’interno di un’area circoscritta. Se ci riesce, allora il giocatore che è stato toccato diventa la mosca cieca e viene bendato a sua volta. Basta solo una fascia o un fazzoletto per coprire gli occhi e il gioco è fatto.

Un altro bellissimo gioco da fare all’aperto e in tanti è “Ruba bandiera”. Anche in questo caso basta un fazzoletto, ovvero la bandiera, e un “arbitro” che la tiene e pronuncia l’inizio del gioco. I bimbi sono divisi in due squadre e si mettono in fila. Ciascuno corrisponde a un numero e i giocatori avversari delle due squadre corrono quando l’arbitro chiama il loro numero. Il primo tra i due che afferra la bandiera e riesce a tornare in fila senza essere toccato dall’avversario, vince.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...