Dragon Ball Xenoverse 2 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 14.08.22

 

Principale Vantaggio:

Atmosfere che mescolano al meglio la tradizione degli J-RPG con tutta una serie di scontri all’ultimo colpo e spettacolari battaglie contro avversari temibili. Questa in estrema sintesi l’esperienza di gioco offerta dal titolo Bandai Namco, capace negli anni di migliorare sempre più la formula e avere così un buon videogioco, sia per gli amanti del fumetto e della serie animata, sia per chi vuole provare dal vivo il piacere di un titolo accattivante e sfidante al punto giusto.

 

Principale Svantaggio:

Non sempre la telecamera riesce a seguire in modo adeguato tutta l’azione di gioco, con effetti negativi sul tipo di azione che si riesce a svolgere. In più la scelta del motore grafico e del cel shading è una ripresa palese dello stile del precedente capitolo, il che non aggiunge molto di nuovo.

 

Verdetto: 9.5/10

Divertente nelle sue meccaniche di gioco e con una serie di missioni varie e ben progettate. Dragon Ball Xenoverse 2 è un mix vincente di esplorazione e scontri all’ultimo colpo energetico. Cinque le razze tra cui poter scegliere, ognuna con le sue qualità e il suo grado di personalizzazione. Esplorazioni e ricerche che spingono il giocatore a muoversi per Conton City, incontrando poi i personaggi che hanno reso questa serie un grande classico nel mondo dei manga.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Modalità di gioco

Il secondo capitolo della serie Xenoverse ci riporta nei panni di uno dei membri della famosa squadra della Pattuglia Temporale. Chiamati a risolvere nuove questioni legate alla minaccia di una nuova forza malvagia, i giocatori dovranno muoversi nella città di Conton City e trovare il modo di sistemare e sventare il pericolo che arriva da un’altra realtà temporale.

Il titolo Bandai Namco ci permette di scegliere tra cinque classi, ognuna dotata di bonus e di malus con cui poter confrontarsi con gli avversari incontrati di volta in volta sul vostro cammino. La scelta del genere punta a un mix tra un picchiaduro e un gioco di ruolo.

Da un lato il giocatore potrà muoversi lungo le diverse aree, mentre dall’altro dovrà mettersi alla prova in furiosi scontri fisici e con potenti colpi energetici, tipici della serie a fumetti creata anni fa da Akira Toriyama.

Sotto questo punto di vista il lavoro svolto è encomiabile e vario, con missioni principali e secondarie che si alternano in maniera del tutto naturale, potendo così contare su una narrazione avvincente e un sistema di crescita che riprende gli stilemi dei giochi di ruolo. L’utente può modificare statistiche e poteri, così da affrontare al meglio i diversi avversari che si mettono sul suo cammino.

Grafica

La scelta del cel shading si sposa alla perfezione con il tipo di gioco della serie Dragonball. La resa in game ricorda in tutto e per tutto un cartone animato con le immagini che scorrono fluide e uno stile che non disdegna effetti speciali e situazioni in cui i colpi e gli effetti devastanti di un raggio alla massima potenza possono determinare la conclusione prematura di un match e la vittoria sull’avversario di turno.

I 60 fps si mantengono tali durante tutti gli scontri, con uno stile e un ritmo dei combattimenti incalzante e al tempo stesso vivace e dinamico. Discorso simile anche per la città di Conton City, animata da un buon numero di personaggi e caratteri con cui interagire, allenando la propria abilità e la capacità di mettere in pratica i nuovi colpi appena appresi.

 

Giocabilità

Il livello di sfida per i diversi giocatori si adatta bene allo svolgimento delle missioni e all’impostazione scelta che richiama gli elementi tipici di un gioco di ruolo. In più non manca una modalità multiplayer, in cui il giocatore può unirsi ad altri compagni on line e formare in questo modo una squadra con cui sconfiggere e affrontare mostri di dimensioni ciclopiche altrimenti difficili da sconfiggere in solitaria.

L’unione poi delle due anime del gioco soddisfa da un lato gli amanti del picchiaduro e degli scontri in cui la tecnica, lo studio dell’avversario e il tempismo sono fondamentali, senza però lasciare in secondo piano la questione del gioco di ruolo, della crescita e del potenziamento dei diversi poteri in campo.

Bandai Namco ha saputo coniugare in modo naturale e divertente queste due dimensioni, con il risultato di una giocabilità di buon livello che accompagna per diverse ore il giocatore.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI