Bebè in arrivo: cosa serve davvero?

Ultimo aggiornamento: 17.07.19

 

Avete appena scoperto di aspettare un bimbo e questa notizia ha portato un universo di domande tra le quali c’è sicuramente quella relativa al corredino o a cosa serva davvero al bebè durante i suoi primi mesi di vita.

In questa guida vi aiuteremo a creare la lista perfetta, senza dimenticare gli accessori e tutto ciò che non può e non deve mancare per il benessere di mamma e neonato.

 

Cosa serve subito?

Le spese da affrontare per il primogenito non sono quasi mai indifferenti, basti pensare che un recente studio delle Federconsumatori indica che il costo del primo anno di vita del bebè ammonta a circa 10mila euro in media. Nonostante la tentazione di acquistare tutto e subito è sempre forte, meglio aspettare che parenti e amici facciano regali e allora sarà il tempo di valutare ciò che davvero serve e cosa ci è già stato donato.

Vi consigliamo di lasciare all’ultimo posto della lista i giocattoli, perché sicuramente saranno tra i prodotti che vi regaleranno di più per il nuovo arrivato.

 

 

Abbigliamento e pannolini

Il primo punto della nostra lista per il corredino riguarda la scelta dell’abbigliamento, e la biancheria intima è al primissimo posto. I body di tutti i tipi e materiali sono ideali da sfruttare in ogni occasione, sono comodi e semplici, adatti a ogni stagione.

Anche le tute sono utili e, grazie ai numerosi modelli in commercio, è possibile scegliere in base alla stagione e all’età del piccolo. In inverno sono perfette le tute imbottite, e se dovesse fare molto freddo si mettono golfini o felpe che fanno sempre comodo.

I bavaglini sono utili sin dai primi giorni di vita, ovvero dai rigurgitini a quando sarà in grado di mangiare da solo, ovvero a circa un anno e più. Lo stesso vale per il biberon, soprattutto se la mamma non può allattare al seno ed è costretta ad utilizzare il latte artificiale. Insieme al biberon servirà uno sterilizzatore per assicurare massima igiene all’accessorio.

E siamo arrivati ai pannolini, accessori che il neonato utilizzerà sin da subito fino ad almeno 3 anni di età. Di questi conviene farne sempre una scorta, considerando che le confezioni extra sono caratterizzate da un ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

Igiene e comfort

Nel “beauty case” di un bebè ci sono dei prodotti che non possono davvero mancare. Primo tra tutti il bagnoschiuma e lo shampoo per bambini. Optate per quelli naturali, meglio ancora se biologici, verificando l’INCI del prodotto.

La pelle dei più piccoli è molto delicata, in modo particolare quella dei neonati. Dopo il bagnato è sempre meglio idratare la loro pelle utilizzando delle creme apposite che contengano oli naturali emollienti e privi di sostanze tossiche.

Infine, per quanto vi potrà spaventare le prime volte, dovrete tagliare le unghie del bebè e quindi munitevi di forbicina apposita.

Per il comfort del neonato è bene pensare a quali tipo di prodotti non possono mancare in cameretta. La prima è sicuramente la carrozzina che in versione “trio” può essere utilizzata per molti anni. Il secondo prodotto al quale non si può rinunciare è il lettino o la culla. Il primo è spesso disponibile in modelli che si trasformano per seguire lo sviluppo del piccolo, mentre il secondo serve in media per i primi 6-8 mesi.

Per quanto riguarda il comfort della mamma, un prodotto diffuso e molto utilizzato è il cuscino da allattamento che aiuta a sostenere la schiena anche durante la gravidanza, e successivamente quando bisognerà allattare per varie ore al giorno.

 

Accessori extra

Molti neo-genitori decidono di acquistare un fasciatoio, elemento imprescindibile nel momento del cambio del pannolino. Esistono anche mobili dal design versatile che si possono sfruttare come fasciatoio e armadio per il piccolo con tanti cassetti per mettere i suoi vestitini e alcuni sono anche dotati di vaschetta integrata, perfetta per i primi bagnetti.

Il ciuccio, da usare dopo il primo mese, è un accessorio che non a tutti i genitori piace anche se è tra i più utilizzati di tutti i tempi. Un altro prodotto che può essere utile è il termometro per bambini; ce ne sono numerosi sul mercato e sono caratterizzati da design ideali per misurare la temperatura del corpo dei più piccoli con precisione e velocità.

Infine, le salviette umide, sono sempre utili ma in particolare indicate per quando si esce con il neonato e non è possibile lavarlo sotto l’acqua corrente durante il cambio del pannolino.

 

 

Risparmiare: ecco come

La regola d’oro per risparmiare è RICICLO. Questo significa che se avete amici che hanno da poco avuto figli o sorelle e fratelli nella stessa situazione, potete e dovete riutilizzare quello che avete a disposizione. Considerate che abbigliamento e oggetti verrano utilizzati per qualche mese e poi non serviranno più, è bene evitare spese superflue considerando l’impatto sul bilancio familiare del nuovo arrivato.

Per risparmiare con vestiti, body e tutine, optate per misure di almeno una taglia in più, altrimenti rischiate di utilizzarli davvero troppo poco. Poco e di qualità è sempre meglio, quindi puntate sempre su prodotti di buona manifattura se si tratta di abbagliamento, mentre puntate al naturale e al biologico per bagnoschiuma e simili.  

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...